Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Archeoastronomia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 09-04-14, 09:01   #1
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,719
Predefinito Gli antichi come conteggiavano le ore?

Secondo voi utilizzavano il LMT (Local Mean Time), ossia correggevano quanto indicato dalle meridiane con l'equazione del tempo, oppure prendevano l'ora indicata dalla meridiana così come era?

Secondo me il quesito si risolve andando a vedere come erano costruite le antiche meridiane.

Se accanto ad esse c'era anche una tavola o un grafico che spiegava quanti minuti aggiungere o sottrarre all'ora segnata dall'ombra della meridiana a secondo del giorno dell'anno, allora sicuramente in quel luogo e periodo adottavano il Tempo Medio Locale, altrimenti no.

Ad esempio un grafico che permette di calcolare l'equazione del tempo e quindi di correggere l'ora indicata direttamente dalla meridiana c'è sulla meridiana dell'osservatorio di Ravenna, ma in questo caso parliamo di una meridiana costruita in tempi recenti.

Come si regolavano nel 1500 o nel 1600?

Come erano le meridiane in quegli anni? Almeno alcune di esse riportavano il grafico dell'equazione del tempo?

Mi immagino che gli astronomi fossero a conoscenza del problema astronomico già dai tempi di Ipparco e Tolomeo, e che conoscessero l'equazione del tempo.

Però bisogna vedere se la gente dell'epoca aveva l'esigenza di avere dei giorni della stessa durata, oppure no.

Ad esempio i Romani questa esigenza non ce l'avevano, e utilizzavano addirittura delle ore di durata variabile, più lunghe in primavera ed estate, e più corte in autunno ed inverno.

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-04-14, 12:05   #2
itopinonavevanonipoti
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2012
Messaggi: 212
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Credo che la risposta alla tua domanda sia tutto sommato semplice.

Gli antichi non avrebbero mai potuto compilare una tabella correttiva delle meridiane, la cosiddetta "equazione del tempo", almeno finché non sono stati in grado di costruire un misuratore del tempo abbastanza preciso da guadagnarsi il nome di "orologio".

Se hai un orologio puoi misurare il tempo indipendentemente dalla meridiana, e solo allora ti puoi accorgere delle leggere differenze che si verificano in un anno tra lo scorere del tempo vero rispetto a quello indicato dalla meridiana.

La domanda diventa dunque quando sono stati costruiti i primi orologi sufficientemente precisi. E mi pare che questo sia avvenuto intorno al 1700.

itopinonavevanonipoti non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 09-04-14, 14:39   #3
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,719
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Non sono convinto di quello che dici.

Ho davanti a me l'oroscopo di Galilei che riporta la posizione del Sole e degli altri pianeti per il mezzogiorno del suo giorno di nascita e per il mezzogiorno del giorno successivo, 6°40' e 7°40' in Pesci.

Galilei non conosceva con esattezza la sua ora di nascita, e sull'oroscopo viene riportata come ora di nascita sia 4 p.m. che 3:30 p.m.

Interpolando la posizione del Sole tra le due date abbiamo:

ore 4 -------> 60' * 4/24= 10'

ore 3,5 -------> 60' * 3,5/24= 8.75'

Galileo aggiunge 9 primi alla posizione del Sole

6°40' + 9' = 6° 49'

Infatti nel suo oroscopo si legge proprio che ha il Sole a 6° 49' del segno dei Pesci.

Quindi Galilei sapeva che intorno al suo giorno di nascita il passo diurno del Sole era di circa 1°, così come in effetti è.

Secondo il mio sito il passo giornaliero del Sole, in quel periodo dell'anno, era appena inferiore ad un grado, di solo 8 arcosecondi.

Non può averci preso per puro caso.

Se si attribuisce al Sole un passo fisso di 1° al giorno, i conti alla fine non tornano, perché l'anno dovrebbe essere di 360 giorni, mentre ai suoi tempi già si sapeva che l'anno tropico è di circa 365.25 giorni.

Per cui non può essere un caso, che le effemeridi che ha utilizzato per calcolare il suo oroscopo, riportavano che il percorso del Sole in quel giorno era esattamente di un grado.

Bisognerebbe consultare delle altre effemeridi antiche per avere delle conferme, ma sono praticamente sicuro che anche le effemeridi antiche riportavano un passo del Sole diverso a secondo del giorno dell'anno.

Gli antichi non sapevano perché il Sole rallentava o accelerava nei diversi periodi dell'anno, però sapevano che questo avveniva, anche se non disponevano di orologi precisi.

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-04-14, 14:52   #4
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,741
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Gli antichi avevano delle meridiane fatte molto bene. Una delle più grandi esistenti al mondo è quella di San Petronio a Bologna, costruita da Cassini. Non è certo una delle più antiche, ma mi è capitato di andarla a vedere qualche settimana fa ed è veramente notevole.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-04-14, 15:28   #5
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,719
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Non so se quella di S.Petronio sia una meridiana, perché non indica l'ora del giorno, ma la posizione del Sole nei segni zodiacali, ed inoltre non è nemmeno troppo antica.

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-04-14, 16:51   #6
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,741
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Si, non indica le ore, ma il Sole a mezzogiorno. Comunque viene indicata come meridiana. http://quadrantisolari.uai.it/articoli/gqsmmer1.htm
http://www.basilicadisanpetronio.it/Pages/IntPag4.html
Interessante è il fatto che il circoletto proiettato è proprio l'immagine del Sole creata dal foro stenopeico.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 09-04-14, 18:14   #7
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,719
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Quote:
Cocco Bill Visualizza il messaggio
Si, non indica le ore, ma il Sole a mezzogiorno.
OK. In effetti, l'ho sempre sentita nominare come la meridiana di S.Petronio, solo che ci tenevo a sottolineare che quella di S.Petronio è una meridiana un po' particolare, perché non indica le ore, ma il passaggio del Sole nei segni zodiacali, e la presenza del Sole al mezzogiorno locale.

Bisogna però intendersi su cosa si intende per mezzogiorno locale. Quello misurato dalla meridiana di S.Petronio, così come quello misurato da meridiane meno sofisticate, è il passaggio del Sole sull'esatto meridiano di una località.

Il mezzogiorno locale indicato invece dallo LMT (Local Mean Time) è qualcosa di leggermente diverso. Le ore 12:00 del LMT non coincidono con il passaggio esatto del Sole sul meridiano della località considerata. E quindi, quando il raggio di Sole che filtra dalla volta di S.Petronio colpisce la linea tracciata sul suolo, secondo il LMT non è quasi mai esattamente mezzogiorno.
__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>

Ultima modifica di astromauh : 09-04-14 22:36.
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-04-14, 20:27   #8
itopinonavevanonipoti
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2012
Messaggi: 212
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Hai chiesto se "gli antichi" usavano l'equazione del tempo. Ovviamente la risposta è, come ti avevo già detto, solo da quando hanno inventato gli orologi veri e propri, ossia quelli che sbagliano meno di pochi secondi al mese. Prima non avrebbero proprio potuto farla una tabella di correzione delle meridiane.

Poi hai chiesto se "gli antichi" usavano il Local Mean Time. Beh, bisogna fare attenzione perché questo termine indica l'ora media "del fuso orario locale". E i fusi orari sono un'invenzione decisamente recente.

In ogni caso la correzione che viene fornita con l'equazione del tempo non ha nulla a che vedre con il fuso medio locale ma solo con la diversa velocità della Terra nella sua corsa orbitale intorno al Sole.

La velocità angolare di rotazione della Terra intorno al proprio asse è costante, ma non lo è la velocità orbitale, per cui in certi periodi dell'anno, per esempio in prossimità del perielio, quando corre più velocemente, la Terra spazza un angolo (della sua orbita intorno al Sole) maggiore che negli altri periodi dell'anno. Per cui in prossimità del perielio il transito del Sole al meridiano avviene un pochino in ritardo.

itopinonavevanonipoti non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-04-14, 21:01   #9
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,719
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 09-04-14, 22:28   #10
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,719
Predefinito Re: Gli antichi come conteggiavano le ore?

Quote:
itopinonavevanonipoti Visualizza il messaggio
Hai chiesto se "gli antichi" usavano l'equazione del tempo. Ovviamente la risposta è, come ti avevo già detto, solo da quando hanno inventato gli orologi veri e propri, ossia quelli che sbagliano meno di pochi secondi al mese. Prima non avrebbero proprio potuto farla una tabella di correzione delle meridiane.
Un orologio che sbagli meno di pochi secondi al mese è sempre esistito, è il Cielo.

Quote:
itopinonavevanonipoti Visualizza il messaggio
La velocità angolare di rotazione della Terra intorno al proprio asse è costante
Infatti, e questo orologio sballa solo di qualche secondo ogni tot anni, ed ha quindi una precisione maggiore di qualsiasi orologio io abbia mai posseduto.

Quote:
itopinonavevanonipoti Visualizza il messaggio
Poi hai chiesto se "gli antichi" usavano il Local Mean Time. Beh, bisogna fare attenzione perché questo termine indica l'ora media "del fuso orario locale". E i fusi orari sono un'invenzione decisamente recente.
Ciò che è relativamente recente è l'adozione dei fusi orari standard, ad esempio in Italia è stato adottato il meridiano 15° est il primo novembre del 1893.

Dal 22 settembre 1866 al 1 novembre 1893 c'è stato un periodo di transizione in cui si è adottato il meridiano di Roma per l'Italia continentale, il meridiano di Cagliari per la Sardegna, e quello di Palermo per la Sicilia.

Prima del 22 settembre 1866 ogni località adottava come meridiano di riferimento, il meridiano passante per quella località (LMT).

Naturalmente non credo che prima del 1800 venisse applicato sempre il LMT per ciascuna località, perché per capirsi è molto più facile fare riferimento all'ora locale non corretta con l'equazione del tempo.

Se vivessi in un epoca senza orologio e dovessi fissare un appuntamento, mi rimarrebbe molto più facile dire: "Ci vediamo quando l'ombra del campanile punterà in quella direzione" piuttosto che dire: "Ci vediamo 10 minuti dopo che l'ombra del campanile punterà in quella direzione.

Mi rimarrebbe difficile fissare un appuntamento in questo modo, non avendo a disposizione un orologio che mi dice quanto ci mettono dieci minuti a passare.

Però questo non significa che le persone dotte del passato ignorassero la differenza tra l'ora delle meridiana "secca" e l'ora della meridiana "corretta" in modo da avere dei giorni sempre della stessa durata.

Naturalmente non credo che la differenza tra l'ora solare secca e quella corretta, abbia reso insonni le notti degli astronomi dell'antichità, perché i sindacati non esistevano ancora.

I lavoratori dell'epoca non timbravano il cartellino per lavorare ogni giorno esattamente 8 ore, ma lavoravano dall'alba al tramonto.

Per cui credo che tu abbia ragione nel dire che in generale non si adottava il LMT, ma questo non vuol dire che gli astronomi antichi ignorassero che il passaggio del Sole al meridiano di una certa località non avviene ad intervalli regolari.

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 05:28.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it