Calendario CFHT 2014
Coelum
Il Numero in Edicola
Abbonamenti
Abbonarsi è facile e veloce!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Deep-Sky

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Osservare il Cielo > Osservazioni del Profondo Cielo
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 28-08-09, 10:43   #1
Fulmine
Utente Esperto
 
L'avatar di Fulmine
 
Data di registrazione: Jun 2006
Ubicazione: Vivo a Roma, Osservo da Pietrabbondante
Messaggi: 1,744
Predefinito Osservazioni col 130

27 agosto Pietrabbondante (alto Molise). Purtroppo la serata astronomicamente parlando è iniziata tardi, quindi non mi sono spostato dalla periferia del paese, le luci parassite ormai anche qui sono fastidiose, ma la via lattea è ancora ben visibile con tutta la sua struttura.
Mentre il piccolo specchio del 130 si acclimata uno sguardo ad occhio alla via lattea per adattarsi al buio .. il chiarore della Nord America si fa sempre più forte
-Iniziamo con M56 a 34x bel globulare parzialmente risolto la zona periferica si separa in un gran numero di stelle molto deboli mentre il nucleo appare condensato dall’aspetto di un alone,elisa ancora alle prime armi non riesce a cogliere le stelle periferiche e percepisce solo il nucleo.
-Si passa a M27 34x riconoscibile la forma a torsolo principale e le due ali con la zona periferica più estesa e più debole.
-Spostandoci di qualche grado passiamo a M71 34x più piacevole dell’altro globulare non per una maggiore risoluzione infatti le caratterische sono molto simili, ma perché inquadrato insieme all’ammasso aperto Harvard 20, di cui si vedono 5 stelle principali molto luminose che gli conferiscono un aspetto rettangolare e altre stelle più deboli incastrate.
-Si passa poi a NGC 6934 altro globulare molto piccolino affiancato da una stella, l’aspetto è quello degli ammassi globulari visti da un cielo cittadino, e quindi senza il contrasto sufficiente: molto luminosa la zona centrale e meno luminosa la periferia non risolto
Nelle immediate vicinanze c’è il complesso NGC6944 e NGC6944A qui la visione è soggettiva..si percepisce qualcosa in visione distolta, ma probabilmente è più la consapevolezza di sapere che c’è un oggetto che la percezione oggettiva, non lo aggiungo alo score della serata.
-Dopo salto verso la velo, la parte verso la “testa del cigno” è staccata e appare chiaramente si riconosce tutta la forma, la parte bassa invece non riesco a staccarla infastidito anche dalla stella..
-M39 un passaggio di sfuggita su questo grande ammasso
-passiamo poi a NGC7217 galassia a 34x si vede ma salendo e 53x si stacca molto bene dal fondo il nucleo condensato e la periferia che sfumando si perde
-NGC7662 la blue snowball planetaria, aspetto di un pallino azzurro facilmente scambiabile per una stella, ma oggetto comunque molto affascinante (almeno per me)
-Ngc7331 altra galassia anche in questo caso il nucleo è ben visibile e la periferia che sfumando si perde si vede chiaramente la forma allungata
-poi continuo ad andare in cerca di galassie ma non riesco a spingermi su luminosità superficiali maggiori di 13,3 e accecato in alcuno casi non riesco ad individuare gli oggetti vagando qua e la perdo il conto e non appunto gli oggetti osservati…cosa che non sarebbe sucessa con un’opportuna pianificazione della serata..dagli oggetti agli ingrandimenti…
La serata è stata comunque molto piacevole una delle migliori che ricordi…
__________________
SW 130/900,SW80ed,SW70/500 SWEQ2motor,SWHEQ5, eos1000d,spc900nc sc1,spc880nc, meade 4000 26mm, Hyp. 17mm, TV plossl 11mm, TV 3x, TS uhc
cieli plumbei?..made in cina

Siamo tutti dilettanti, altrimenti saremmo professionisti. Il bello è proprio questo. Ci dilettiamo a stare la notte sotto le stelle. Qualcuno ha più esperienza, qualcuno meno, qualcuno ha appena incominciato. Ma siamo tutti dilettanti. Ci unisce la passione.
"Lorenzo Burti"

Fulmine non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-08-09, 12:17   #2
Granz
Utente Esperto
 
L'avatar di Granz
 
Data di registrazione: Oct 2007
Ubicazione: Asti - Piemonte
Messaggi: 2,329
Predefinito Re: Osservazioni col 130

Un bel bottino, viste le premesse! Hai spremuto per bene il 130... a quando un dobson da 300mm?
__________________
Mattia Gruppo Astrofili Astigiani Beta Andromedae:
http://astrofiliasti.altervista.org/

Dobson 600 f3.6 Autocostruito
Riflettore 200 f5 autocostruito su eq5

Rifrattore Acuter 90ED f10
Granz non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Vecchio 28-08-09, 16:18   #3
seamus
Utente Senior
 
L'avatar di seamus
 
Data di registrazione: Aug 2006
Ubicazione: where the streets have no name
Messaggi: 1,575
Predefinito Re: Osservazioni col 130

Hai capito il 130?
Bravo tu e anche il tuo strumento.
Hai usato la HEQ5 o la eq2?
__________________
"We lay side by side Between the moon and the tide Mapping the stars for a while" - dg
seamus non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-08-09, 17:03   #4
Fulmine
Utente Esperto
 
L'avatar di Fulmine
 
Data di registrazione: Jun 2006
Ubicazione: Vivo a Roma, Osservo da Pietrabbondante
Messaggi: 1,744
Predefinito Re: Osservazioni col 130

un 12" è nella lista della spesa, ma dovrà attendere un po'...
Ho usato l'heq5 più stabile e per non perdere tempo a cambiare la barra..
__________________
SW 130/900,SW80ed,SW70/500 SWEQ2motor,SWHEQ5, eos1000d,spc900nc sc1,spc880nc, meade 4000 26mm, Hyp. 17mm, TV plossl 11mm, TV 3x, TS uhc
cieli plumbei?..made in cina

Siamo tutti dilettanti, altrimenti saremmo professionisti. Il bello è proprio questo. Ci dilettiamo a stare la notte sotto le stelle. Qualcuno ha più esperienza, qualcuno meno, qualcuno ha appena incominciato. Ma siamo tutti dilettanti. Ci unisce la passione.
"Lorenzo Burti"

Fulmine non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-08-09, 19:10   #5
bongi02
Super Moderator
 
L'avatar di bongi02
 
Data di registrazione: Sep 2007
Ubicazione: Ciampino (RM). Osservo principalmente dal Vivaro e da Cervara di Roma
Messaggi: 9,353
Predefinito Re: Osservazioni col 130

Questa è la risposta a quanti si preoccupano di "cosa si possa vedere" con strumenti medio-piccoli.

Parafrasando il grande Archimede:
Datemi un buon cielo in appoggio e vi osserverò il mondo !!!
__________________
e Notti Stellate da Giuseppe BONGIORNI: http://www.giuseppebongiorni.it
A
ssociazione Tuscolana di Astronomia (A.T.A.)
:
http://nuke.ataonweb.it/
Dobson RP-Astro 16"/f4,5 - Celestron 8" Orange - Binocoli: Nikon Action EX 12x50 CF - Konus BWCF 20x80
Ethos 13mm - Antares 30mm - Zoom Baader MARK II 8-24mm - Hyperion 3,5mm - Televue 55mm ...
bongi02 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 29-08-09, 10:41   #6
seamus
Utente Senior
 
L'avatar di seamus
 
Data di registrazione: Aug 2006
Ubicazione: where the streets have no name
Messaggi: 1,575
Predefinito Re: Osservazioni col 130

Quote:
bongi02 Visualizza il messaggio
Datemi un buon cielo in appoggio e vi osserverò il mondo !!!
Sacrosanto, però ho una nota da aggiungere.
Ho osservato M13 spesso da casa con IL e luci parassite, e lo ho riosservato sul Terminio.
Sempre con 114, non ho notato un miglioramento sensibile.
Il 130 o il 150 cosa mostrerebbero in più?
Nel caso dell'esempio di M13?
__________________
"We lay side by side Between the moon and the tide Mapping the stars for a while" - dg
seamus non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Vecchio 29-08-09, 11:43   #7
Granz
Utente Esperto
 
L'avatar di Granz
 
Data di registrazione: Oct 2007
Ubicazione: Asti - Piemonte
Messaggi: 2,329
Predefinito Re: Osservazioni col 130

I globulari necessitano anche di diametro, già con un 200mm i classici M13 o M15 sono ben risolti in stelline; col 114 dovresti notare una luminosità maggiore sotto cieli bui, dovuta alla comparsa delle stelle più deboli altrimenti invisibili.
__________________
Mattia Gruppo Astrofili Astigiani Beta Andromedae:
http://astrofiliasti.altervista.org/

Dobson 600 f3.6 Autocostruito
Riflettore 200 f5 autocostruito su eq5

Rifrattore Acuter 90ED f10
Granz non in linea   Rispondi citando
Vecchio 30-08-09, 20:47   #8
bongi02
Super Moderator
 
L'avatar di bongi02
 
Data di registrazione: Sep 2007
Ubicazione: Ciampino (RM). Osservo principalmente dal Vivaro e da Cervara di Roma
Messaggi: 9,353
Predefinito Re: Osservazioni col 130

Seamus come dice Granz, in casi come questi, il diametro fa sentire pesantemente il suo valore.
Se osservo M13 con il mio 20 cm vedo un bell'oggetto ed anche molte stelline in periferia.
Con il 16" mi esplode in faccia !

Quando l'ho visto a Farco Canapine in un 28" (o 30", non ricordo), ho subito salutato un omino viola che mi stava osservando con un telescopio altrettanto potente su uno dei pianeti in orbita intorno ad una delle stelle del centro dell'ammasso !!!
__________________
e Notti Stellate da Giuseppe BONGIORNI: http://www.giuseppebongiorni.it
A
ssociazione Tuscolana di Astronomia (A.T.A.)
:
http://nuke.ataonweb.it/
Dobson RP-Astro 16"/f4,5 - Celestron 8" Orange - Binocoli: Nikon Action EX 12x50 CF - Konus BWCF 20x80
Ethos 13mm - Antares 30mm - Zoom Baader MARK II 8-24mm - Hyperion 3,5mm - Televue 55mm ...
bongi02 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 31-08-09, 08:43   #9
Fulmine
Utente Esperto
 
L'avatar di Fulmine
 
Data di registrazione: Jun 2006
Ubicazione: Vivo a Roma, Osservo da Pietrabbondante
Messaggi: 1,744
Predefinito Re: Osservazioni col 130

i globulari sono forse tra gli oggetti con cui il diametro si fa sentire in maniera più evidente...tuttavia mi sembra davvero strano che seamus non noti la differenza:sotto cieli bui (e quindi senza IL o luna) con l'occhio adeguatamente adattato e un telescopio collimato almeno su m13 dovresti risolvere le stelle periferiche, ovviamente si parla solo delle deboli stelle lontane dal nucleo..che poi vanno ricompattandosi e sfumano verso il nucleo...al crescere del diametro vedi sempre più stelle e guadagni risoluzione fino all'esplosione del 16" di bongi...o al suo amico viola....
__________________
SW 130/900,SW80ed,SW70/500 SWEQ2motor,SWHEQ5, eos1000d,spc900nc sc1,spc880nc, meade 4000 26mm, Hyp. 17mm, TV plossl 11mm, TV 3x, TS uhc
cieli plumbei?..made in cina

Siamo tutti dilettanti, altrimenti saremmo professionisti. Il bello è proprio questo. Ci dilettiamo a stare la notte sotto le stelle. Qualcuno ha più esperienza, qualcuno meno, qualcuno ha appena incominciato. Ma siamo tutti dilettanti. Ci unisce la passione.
"Lorenzo Burti"

Fulmine non in linea   Rispondi citando
Vecchio 31-08-09, 13:29   #10
diglit
Utente Senior
 
L'avatar di diglit
 
Data di registrazione: Dec 2006
Ubicazione: milano
Messaggi: 1,496
Predefinito Re: Osservazioni col 130

ovviamente gli ammassi globulari e le nebulose planetarie sono gli oggetti galattici che più di tutti richiedono il binomio diametro-ingrandimento.
Quindi: più si sale (nei limiti fisici) e più si "guadagna".
Detto questo ho fatto un po' di prove due settimane fa circa dall'alta montagna, dalla mia postazione a 1800 metri con due strumenti molto diversi e "limitati".
Un rifrattore Pentax 105-SD e un Takahashi Dillworth relay da 150mm.
Nel primo M13 è già completamente sgranato e si contano almeno una ventina di stelle nella periferia. Con visione distolta tutto l'ammasso è perfettamente granuloso.
Con il TG-150, lo stesso M13 è decisamente più risolto fino al centro, fin dove la vicinanza tra le stelle centrali le rende indistinguibili l'una dall'altra (la porzione è comunque molto molto ridotta).
Medesima cosa su M92 (benché un po' più difficile).

Direi che la differenza tra i due strumenti è importante ma anche che la finezza di stelle del rifrattore è davvero utile a diminuire il divario.
Anche nell'osservazione delle planetarie (ce ne sono almeno una ventina tra l'aquila e il cigno alla portata di 10 cm.) il piccolo rifrattore ha mostrato una superba resa, con alcuni particolari morfologici (appena trascrivo gli appunti ve li posto: con nomi delle planetarie e immagine vista) che non credevo fossero visibili in soli 10 cm.
Anche in questo caso, comunque, il 150 è stato superiore benché, per sua natura, il TG150 non sia adatto ad ingrandimenti oltre i 80/100x

Paolo
__________________
Stiamo lì a guardare il cielo chiedendoci, talvolta, perché si debba sempre prendere tanto freddo..

www.dark-star.it
www.puntoarchitettura.it
diglit non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 04:18.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it
Edizioni Scientifiche Coelum