Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Rudi Mathematici
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 21-12-11, 04:23   #1
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,778
Predefinito Gauquelin's Statistics

E' da circa 40 anni che sento parlare delle statistiche di Michel Gauquelin e dell'effetto Marte, ma sono riuscito soltanto adesso a replicarle.

Per il momento mi ritengo molto soddisfatto della elaborazione dei dati, mi piace come si aprono le finestre, e tutti quei grafici.

Che ve ne pare?



__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 21-12-11, 20:28   #2
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,778
Predefinito Re: Gauquelin's Statistics

Michel Gauquelin era uno psicologo francese che ha trascorso la vita facendo delle statistiche sull'astrologia. Nella pagina che vi ho linkato ci sono le date e l'ora di nascita di persone appartenenti a sei gruppi professionali:
  • Campioni sportivi
  • Scienziati e medici
  • Militari di alto grado
  • Pittori e musicisti
  • Attori e politici
  • Scrittori e giornalisti

Per ciascuno di questi gruppi professionali, Gauquelin ha notato che la distribuzione dei pianeti nelle case(astrologiche) presentava delle anomalie.

Ogni pianeta sorge, culmina, tramonta ed ha una culminazione inferiore, nel corso di un giorno. La frequenza anomala dei pianeti alla nascita di queste persone, si presenta in particolare dopo il loro sorgere e dopo la loro culminazione superiore, ossia proprio in corrispondenza delle posizioni ritenute speciali dall'astrologia.

C'è anche una corrispondenza tra il significato astrologico dei pianeti e le categorie professionali, per cui ad esempio Marte si trova in questi settori per i campioni sportivi e per i militari, Saturno per gli scienziati e Giove per gli attori ed i politici.

Io ho rifatto i calcoli, e direi che effettivamente i risultati non possono essere dovuti ad un caso, per cui le statistiche di Gauquelin dimostrano l'esistenza di una correlazione tra gli uomini e gli astri.

L'unica alternativa potrebbe essere che Gauquelin abbia barato, facendo una selezione di coloro che dovevano entrare a far parte della statistica, preferendo quei soggetti che confermavano la sua ipotesi a quelli che la contrastavano.

Però io non credo che l'abbia fatto, anche perchè queste statistiche sono state fatte anche da altri, che hanno trovato i suoi stessi risultati.

La statistica sui campioni sportivi ad esempio è stata anche replicata da una associazione di scettici belgi, l'equivalente del nostro CICAP, che hanno trovato dei risultati simili, anche se poi non ne hanno voluto accettare le conclusioni.

C'è una lunga storia di polemiche su queste statistiche, che dura da oltre 60 anni.
Io stesso non conosco questa "storia" nei particolari.

So che Gauquelin per scegliere i soggetti da inserire nelle sue statistiche si basava su degli almanacchi, raccoglieva i nominativi dei campioni sportivi e poi scriveva ai comuni di nascita per farsi inviare i certificati con l'indicazione dell'ora di nascita.

Credo che sia molto difficile capire se Gauquelin abbia deliberatamente o magari inconsciamente barato con le sue statistiche.

Ma se supponiamo che abbia raccolto i dati senza effettuare una pre-selezione, direi che per quello che concerne la matematica, non ci sono dubbi, le sue statistiche provano una correlazione tra gli astri e gli uomini.

Eppure anche su questo, ci sono degli scettici che non sono d'accordo.
__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 21-12-11, 21:48   #3
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 7,190
Predefinito Re: Gauquelin's Statistics

Quote:
astromauh Visualizza il messaggio
Eppure anche su questo, ci sono degli scettici che non sono d'accordo.
E magari questi "scettici" non giocano neppure i numeri ritardatari al lotto...

(Strano, però... stavolta mi sembri d'accordo con il tuo "amico" Ciro )
http://www.cirodiscepolo.it/Articoli/Discepologau.Htm

aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 21-12-11, 23:35   #4
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,778
Predefinito Re: Gauquelin's Statistics

Cliccando sul link nel post con cui ho iniziato questa discussione, e cliccando su: Champion si arriva sulla pagina dove c'è l'immagine che mostra la distribuzione di Marte nelle 12 case alla nascita di 2087 campioni sportivi, cosi' come l'ho calcolata io.



Mentre nella pagina che ai linkato tu c'è un grafico diverso, molto più simile alla copertina di un libro di Gauquelin.





La differenza tra i due grafici mi fa una brutta impressione, perchè mi sembra una prova evidente che Gauquelin tendeva ad esagerare i suoi risultati.
Non c'è corrispondenza tra i valori numerici e le proporzioni nel grafico.

Devo dire che qualcosa del genere, l'ho fatto anch'io nella mia statistica sui matrimoni, ma in quel caso si trattava di rendere visibili delle variazioni percentuali dello 0.5% /1,5% in un grafico di 7 cm, ed era quindi una scelta obbligata, e comunque su ogni grafico ci scrivevo sempre "zoom" per ricordare che non era un grafico in scala 1:1.

Devo inoltre specificare che Gauquelin parlava di settori Gauquelin, mentre io parlo di case astrologiche, e le cose non coincidono perfettamente, per cui si ottengono numeri diversi nei 12 settori di G. e nelle 12 case usate comunemente dagli astrologi (metodo Placido).

Però queste piccole differenze non possono giustificare la diversità dei grafici,
quello di Gauquelin è volutamente esagerato.

Nel mio grafico il cerchio rappresenta il valore atteso, per cui se c'è una casa con una presenza del 20% in più del valore atteso, il raggio che la rappresenta è lungo il 20% in più del raggio del cerchio di riferimento.
__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-11, 00:37   #5
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,778
Predefinito Differenza tra i settori Gauquelin e case astrologiche

Ogni pianeta, ogni giorno sta un certo tempo sopra l'orizzonte ed un certo tempo sotto l'orizzonte di una determinata località. Il tempo che il pianeta trascorre sopra l'orizzonte e quello che trascorre sotto è variabile. Dipende dal segno zodiacale in cui si trova.

Se Marte si trova nel segno del Cancro, questo significa che trascorrerà molto più tempo sopra l'orizzonte rispetto al tempo che trascorrerà sotto l'orizzonte (nel nostro emisfero).
Se invece si trova in Capricorno accade esattamente il contrario.


Il metodo Gauquelin consiste nell'annotare il minuto in cui sorge un pianeta e quello in cui tramonta, calcolare il tempo trascorso e dividerlo per sei, ottenendo cosi' gli orari d'inizio dei primi sei settori. Lo stesso viene poi ripetuto anche per il periodo tra il momento in cui il pianeta tramonta e quello in cui risorge nuovamente.

La suddivisione nelle case astrologiche è circa la stessa cosa, solo che gli astrologi invertono la numerazione, ed invece di considerare l'effettivo sorgere e tramontare del pianeta, considerano il sorgere ed il tramontare del punto dell'eclittica in corrispondenza del pianeta. In pratica il sistema astrologico è semplificato, anche se i pianeti possono non essere esattamente sull'eclittica a causa dell'inclinazione delle loro orbite, vengono considerati come se lo fossero. Questo permette una semplificazione dei calcoli, perchè i punti d'inizio delle case astrologiche vengono stabiliti una sola volta, mentre con il metodo Gauquelin è necessario ripetere i calcoli per ciascun pianeta tenendo conto della sua latitudine eclittica oltre che della sua longitudine eclittica.

Ad ogni modo, siccome le inclinazioni delle orbite dei pianeti del sistema solare sono piuttosto piccole, le differenze tra i due sistemi sono abbastanza trascurabili, considerando anche che i pianeti con una maggiore inclinazione, sono esclusi dalle statistiche di Gauquelin (Plutone e Mercurio).

Credo che l'unico pianeta per cui si potrebbero trovare delle differenze importanti, potrebbe essere Venere.

Non so se mi sono spiegato.

Questi particolari "tecnici" non sono fondamentali, l'importante è sapere che entrambi i metodi sono corretti.

Entrambi i metodi producono dei settori/case in cui ci si aspetterebbe una certa frequenza dei pianeti, mentre se ne trova un altra, a secondo dei gruppi professionali considerati.



__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-11, 09:26   #6
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 7,190
Predefinito Re: Differenza tra i settori Gauquelin e case astrologiche

Quote:
astromauh Visualizza il messaggio
Entrambi i metodi producono dei settori/case in cui ci si aspetterebbe una certa frequenza dei pianeti, mentre se ne trova un altra, a secondo dei gruppi professionali considerati.


Di statistiche alla pene di segugio (talvolta già nell'essenza stessa della supposizione delle influenze su cui si indaga, e quindi nell'intraprenderle) ce ne sono un'infinità.
Es. questa:
http://www.radiation.org/reading/pubs/HS42_1F.pdf

Dove si afferma:
Circa 14mila morti negli Stati Uniti sarebbero collegabili al disastro
nucleare di Fukushima avvenuto lo scorso marzo. Lo afferma un articolo
pubblicato sul numero di dicembre della rivista medica "Journal of
Health Services"




(A proposito, a occhio, ma potrebbe benissimo essere solo un'impressione, l'area del cerchio delle figure da te riportate mi pare maggiore di quella dei poligoni con i dati sperimentali)

Ultima modifica di aspesi : 22-12-11 09:30.
aspesi non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 22-12-11, 18:19   #7
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,778
Predefinito Re: Differenza tra i settori Gauquelin e case astrologiche

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
(A proposito, a occhio, ma potrebbe benissimo essere solo un'impressione, l'area del cerchio delle figure da te riportate mi pare maggiore di quella dei poligoni con i dati sperimentali)
Non devi guardare le aree, ma solo i raggi.

Il raggio del cerchio vale 1, e quindi se vedi un raggio lungo 1.20 vuol dire che in quel settore c'è il 20% in più del previsto.

Se avessi voluto mantenere proporzionali le aree, avrei dovuto fare un disegno diverso.

Mostrare i risultati con un cerchio, mi è sembrata la cosa più naturale, perchè il moto dei pianeti è circolare, e perchè Gauquelin aveva fatto lo stesso.

Anche in una rappresentazione ortogonale (?), se guardi le aree sottostanti la linea che congiunge i vari punti, queste non sono proporzionali all'altezza (y) dei punti.

Se vuoi conservare la proporzionalità delle aree, dovresti disegnare un grafico con delle barre, senza disegnare la linea che le congiunge.

Nel caso del cerchio, avrei dovuto disegnare degli spicchi di cerchio di raggio variabile, invece di tracciare una linea che congiunge i vertici dei raggi.


Dovrei farlo?

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-11, 18:43   #8
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 7,190
Predefinito Re: Differenza tra i settori Gauquelin e case astrologiche

Quote:
astromauh Visualizza il messaggio
Non devi guardare le aree, ma solo i raggi.

....

Nel caso del cerchio, avrei dovuto disegnare degli spicchi di cerchio di raggio variabile, invece di tracciare una linea che congiunge i vertici dei raggi.


Dovrei farlo?

OK, avrei dovuto vedere i puntini alla congiunzione dei vari segmenti della tua figura.

Quanto a rendere più chiara la comprensione, non saprei, forse basterebbe unire con una linea rossa dai vertici al centro, ma probabilmente per voi del mestiere, è superfluo.

aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-11, 19:17   #9
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 9,160
Predefinito Re: Gauquelin's Statistics

Pensavo, se le influenze astrologiche fossero come i neutrini che in questi giorni tanto si parla, lo stare di un pianeta sopra o sotto la terra non farebbe nessuna differenza.
Ciao
nino280 ora è in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-11, 19:48   #10
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,778
Predefinito Re: Gauquelin's Statistics

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Es. questa:
http://www.radiation.org/reading/pubs/HS42_1F.pdf

Dove si afferma:
Circa 14mila morti negli Stati Uniti sarebbero collegabili al disastro
nucleare di Fukushima avvenuto lo scorso marzo. Lo afferma un articolo
pubblicato sul numero di dicembre della rivista medica "Journal of
Health Services"


Secondo te si sbagliano?

Ho letto un po' il link che riporti. A quanto ho capito l'incidenza delle morti è aumentata negli USA nei mesi successivi al disastro di Fukushima, rispetto a quella registrata nello stesso periodo dell'anno precedente.

Questo è un fatto. Evidentemente i numeri dicono questo, anche se sono basati su un campione della popolazione e non sull'intera popolazione USA.

Questo significa che c'è una relazione tra Fukushima e questo aumento di mortalità?

E' difficile da stabilire, credo che questo tipo di studi siano estremamente complicati.

Il confronto con la mortalità del dopo Fukushima con quella dello stesso periodo dell'anno precedente, mi sembra un po' pochino. Bisognerebbe vedere come è variata questa curva di mortalità negli ultimi 50 anni.

Non capisco come tu possa stabilire a priori che si tratti di una studio alla pene di segugio.

Ma la radioattività non fa male?

Non esistono livelli di radioattività veramente innocui, anche se vengono stabiliti dei limiti di rischio accettabili per legge.

14.000 morti su una popolazione di 400 milioni, non è un gran numero, è circa un morto e mezzo, ogni 40.000 abitanti.

Perchè escludi a priori che la radiottività proveniente da Fukushima possa aver "anticipato la morte" di una persona ogni 40.000 in USA?

La complicazione di questo genere di studi è che comunque si muore, Fukushima o non Fukushima, e quindi è difficile stabilire una connessione diretta tra l'aumento di radioattività ed un aumento di mortalità.

La statistica di Gauquelin, è molto più semplice di quella che hai indicato.


Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
OK, avrei dovuto vedere i puntini alla congiunzione dei vari segmenti della tua figura.
Adesso provo a cambiare il colore dei puntini...

FATTO!
__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 13:51.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it