Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Rudi Mathematici
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 01-02-21, 06:43   #11
Angelo Giovanni Marsili
Utente Junior
 
L'avatar di Angelo Giovanni Marsili
 
Data di registrazione: Sep 2020
Ubicazione: Camaiore
Messaggi: 165
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Se la barca ha un dislocamento di 12t, deve ricevere una spinta maggiore, o uguale, a 12t; forse più maggiore che uguale, all'atto pratico.
Angelo Giovanni Marsili non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-02-21, 07:04   #12
damiano
Utente
 
L'avatar di damiano
 
Data di registrazione: Mar 2005
Ubicazione: Bologna
Messaggi: 871
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Intendi che devono rimanere in piscina ulteriori 12 tonnellate d'acqua, una volta che la barca è a galla? Allora, come dicevo, ci servirebbe una piscina in grado di contenere 24 tonnellate d'acqua e non 12? Come dire che quando le pareti della piscina sono a 10cm dalla chiglia ancora è tutto ok, ma quando passo (per dire) a 9 mm c'è qualcosa che non va, perché in piscina non ci sono più 12 tonnellate d'acqua. Eppure la pressione nell'acqua è la stessa, a parità di profondità, a prescindere dalla grandezza della piscina. Una volta spostate le 12 tonnellate d'acqua e avvolta d'acqua tutta la chiglia fino alla linea di galleggiamento, alla barca interessa qualcosa se la parete è a 1cm o a 1m?

Se invece è sufficiente poter spostare 12 tonnellate d'acqua per sostenere la barca, beh dovremmo farcela: la mia piscina ne contiene una quantità di poco maggiore, ovvero 12 tonnellate + 1 kg d'acqua.
damiano non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 01-02-21, 07:05   #13
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 6,718
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Posto che:
un corpo di peso P immerso in un fluido, in base alla spinta S di Archimede può:

-affondare se P>S
-stare in equilibrio se P=S
-galleggiare se P<S

e la spinta di Archimede è:
S = m*g = densità*Volume immerso*g

mentre il peso è:
P = densità apparente*Volume totale*g

E' intuitivo che il corpo galleggia se la spinta di Archimede sarà sufficiente da battere la forza peso del corpo.
Quando l'acqua è poca, cioè il volume del liquido è minore di quello occupato dal corpo, la forza peso è nettamente superiore alla spinta di Archimede e il corpo affonderà e toccherà il fondo.

Di quanta acqua in più rispetto al peso del corpo da immergere sarà necessaria per avere il galleggiamento è un altro problema (aspettiamo se vuole Erasmus )

aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-02-21, 08:36   #14
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 8,757
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Quote:
damiano Visualizza il messaggio
Se invece è sufficiente poter spostare 12 tonnellate d'acqua per sostenere la barca, beh dovremmo farcela: la mia piscina ne contiene una quantità di poco maggiore, ovvero 12 tonnellate + 1 kg d'acqua.
Ieri sera eravamo partiti che bastava 1 Litro di acqua.
Vedo che man mano che la discussione va avanti aumenta anche la quantità d'acqua. Siamo già arrivati a 12 t + 1 kg
Aspettiamo ancora un po'.
L'acqua aumenta in modo direttamente proporzionale al numero dei messaggi.
Ciao
nino280 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-02-21, 08:49   #15
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 8,757
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Ma è possibile che siamo arrivati al 2021 e nessuno gli è venuto in mente di sfruttare questa idea, questo nuovo principio?
Perché io non è che so tutto di idrostatica, anzi, il fatto è che non ne ho mai sentito parlare.
Allora visto che non so come chiamarlo, chiamiamolo "Il Principio di Damiano"
Mi sforzavo poco fa di pensare se in qualche modo questo principio è già stato sfruttato.
E ho pensato alle chiuse del canale di Panama. Lì mi pare che per far superare il dislivello che c'è fra il Pacifico e l' Atlantico mettono la nave in uno "scatolone" poi lo riempiono di acqua e poi fanno scivolare la nave in avanti. Però devo vedere in modo più dettagliato come funziona questa faccenda del canale.
Ciao
nino280 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-02-21, 08:50   #16
damiano
Utente
 
L'avatar di damiano
 
Data di registrazione: Mar 2005
Ubicazione: Bologna
Messaggi: 871
Predefinito Re: Archimede in enoteca

No no, attenzione. La mia piscina ha la stessa identica forma della chiglia della barca, solo appena più grande (avevamo detto che c'era uno straterello d'acqua di un millimetro, tanto per dire una cosa piccola a caso).
Quando la barca è immersa in piscina, c'è un solo litro d'acqua, ma la capacità totale della mia piscina è 12 tonnellate + 1 kg.
Scenario: piscina piena con 12 tonnellate + 1 kg d'acqua; immergo la barca, che fa fuoriuscire 12 tonnellate d'acqua (vengono spostate e Archimede è contento), nella piscina rimane la barca con un litro d'acqua.
Se a questo punto estraggo la barca, in piscina rimane quel solo litro. E se torno a immergerla, torniamo alla situazione di poco fa e mi aspetterei di vederla a galla.
So bene che è controintuitivo, ma continuo a dirmi che alla barca non interessa se la parete della piscina è a 1mm o a 10 metri
damiano non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 01-02-21, 09:05   #17
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 8,757
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Mi sa che stai cercando di prenderci in giro.
Quando tu estrai la barca dalla piscina "attillata" l'acqua non sta attaccata alle pareti ma scivola tutta giù a formare un nuovo strato al fondo diciamo tanto per dire di un'altezza di 10 mm
Ora come dici tu rimettiamo la barca dentro.
Ricordiamoci che la chiglia della barca è fatta di taglio magari a V, quando rimettiamo la barca in piscina la prima cosa che fa, va a toccare il fondo con la V della chiglia.
Ciao

Ultima modifica di nino280 : 01-02-21 09:09.
nino280 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-02-21, 09:21   #18
damiano
Utente
 
L'avatar di damiano
 
Data di registrazione: Mar 2005
Ubicazione: Bologna
Messaggi: 871
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Tutto corretto, un litro d'acqua nella mia piscina vuota fa una piccola pozzangherina in fondo, ma non appena il bulbo (la punta inferiore della V) della barca tocca l'acqua (e siamo già quasi giù del tutto con il rilascio della barca) l'acqua inizierà a salire, come nel tuo esempio dei laghi sempre più piccoli. Vista la corrispondenza di forma tra barca e piscina, l'acqua salirà di livello molto velocemente, e in un attimo avrà raggiunto la stessa linea di galleggiamento che viene raggiunta quando la barca è a galla in mare aperto.
damiano non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-02-21, 09:42   #19
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 8,757
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Mi arrendo
Ciao
nino280 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 01-02-21, 09:42   #20
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 6,568
Predefinito Re: Archimede in enoteca

Quote:
damiano Visualizza il messaggio
Ciao a tutti, stamattina mi è venuto in mente un piccolo paradosso di idrostatica [...]
Benvenuti damiano e Angelo Giovanni Marsili nella sezione Rudi Mathematici (frequentata da 4 gatti; o meglio: da tre gatti autentici e un paio di altri "vecchioni").

Venendo al quiz ... NON C'E' ALCUN PARADOSSO!
In un qualunque bacino di liquido omogeneo qualunque [in quiete], consideriamo idealmente una parte di liquido con la superficvie in parte a contatto con altro liquido in parte a contatto con l'atmosfera. Ovviamente sulla parete della parte considerata ci devono essere delle pressioni, ciioè delle forze di contatto di compressione con la risultante pari all'opposto del peso della parte di liquido considerata, dato che questa sta in equilibrio nel resto del liquido e sotto la medesima pressione atmosferica.

Riassunto: Se una certa parte di liquido pesa P, siccome è in equilibrio, vuol dire che il restante liquido la sostiene, ossia la risultante delle spinte su di essa vale –P.

Il "Principio di Archimede", a partire da Newton, non è più un "principio" bensì un teorema (conseguenza delle leggi della dinamica di Newton).
Comunque, ecco l'enunciato del "Principio di Archimede".
«Un corpo immerso in un fluido riceve una spinta dal basso verso l'alto pari al peso del fluido spostato dal corpo».
Veramente, Archimede parlava di liquidi e non di fluidi. Ma,...sappiamo che i "palloni" aerostatici (e i "palloncini" gonfiati con gas più leggero dell'aria che si regalano ai bambini) sono sottoposti alla stessa legge.

La barca di damiano in quella piscina ridotta allo speessore infimo di liquido tra pareti e barca, occupa in certo volume al di sotto del "pelo libero" del liquido. Immaginiamo di rimuovere la barca e mettere al suo posto tanta acqua quanta serve a ripristinare la stessa quota del pelo libero. Il peso di quest'acqua è sostenuto dal resto del liquido (a sua volta sostenuto dalle pareti – fondo compreso – della piscina).
Se al posto di acqua ci metto qualsiasi altro corpo, la spinta "archimedea" sarà sempre la stessa: esattamente l'opposto del peso dell'acqua che occupasse lo stesso volume.
Punto e basta!
–––––––––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»

Ultima modifica di Erasmus : 02-02-21 00:17.
Erasmus non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 16:00.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it