Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Rudi Mathematici
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 22-09-21, 10:51   #3251
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 6,726
Predefinito Re: Estrazioni casuali

[quote=Mizarino;845005
Mi verrebbe di dedurne che una popolazione di N non-vaccinati sia 16 volte più pericolosa, per un singolo individuo introdottovi (analogo alla "carica esploratrice" che viene talvolta menzionata quando si parla di campo elettrico - qui si tratterebbe di un "campo covidico" ).

E' corretto? Penso di sì, ma non ne sono certo.[/QUOTE]

Boh, sembrerebbe così, ma dipende anche se il singolo individuo è o meno vaccinato



(Io domani terza dose)

Ultima modifica di aspesi : 22-09-21 17:59.
aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-09-21, 15:16   #3252
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 2,045
Predefinito Re: Estrazioni casuali

A me verrebbe da pensare che la questione che il non vaccinato abbia maggiore possibilità di contrarre la malattia sia solo un fatto potenziale appunto, quindi difficilmente quantificabile direttamente. Quello che certamente conta sarebbe più che altro il numero di non vaccinati malati.
aleph non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-09-21, 20:01   #3253
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,700
Predefinito Re: Estrazioni casuali

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Boh, sembrerebbe così, ma dipende anche se il singolo individuo è o meno vaccinato
Questo no, nel senso che si suppone che l'individuo sia sempre lo stesso, vaccinato o no, e si confronti il suo rischio rispetto alle due diverse popolazioni.

Quote:
(Io domani terza dose)
Facci sapere se ti dà più fastidio della seconda.
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-09-21, 20:26   #3254
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,700
Predefinito Re: Estrazioni casuali

Quote:
aleph Visualizza il messaggio
A me verrebbe da pensare che la questione che il non vaccinato abbia maggiore possibilità di contrarre la malattia sia solo un fatto potenziale appunto, quindi difficilmente quantificabile direttamente. Quello che certamente conta sarebbe più che altro il numero di non vaccinati malati.
Ciao Aleph! Bentornato!
In ogni caso si tratta di probabilità mediate su un gran numero di persone, assumendo che corrispondano alla frequenza con cui il fatto si verifica in una certa popolazione o coorte di questa.
Ma mentre è relativamente facile stimare la probabilità relativa di essere contagiato, paragonando le percentuali di infettati fra i vaccinati e i non vaccinati (rispetto alle rispettive popolazioni e nello stesso lasso di tempo) non è altrettanto facile stimare la probabilità relativa di contagiare qualora infettati.

Io comunque avevo assunto i due dati come ipotesi (mettiamo che...).

Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-21, 10:54   #3255
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 2,045
Predefinito Re: Estrazioni casuali

Certo, prendendo le condizioni che dicevi come effettive, un soggetto non vaccinato all’interno di una comunità è certamente più pericoloso di uno vaccinato. Che poi il fattore di maggiore vulnerabilità al virus e maggiore contagiosità siano tra loro in qualche modo “additivi” è altrettanto verosimile. Che siano precisamente frutto di una moltiplicazione semplice non saprei. Per queste cose a volte conta molto per esempio quanto tempo va in giro un malato contagioso ma non sintomatico, oppure quanto il fatto di essere sintomatici sia correlato con la contagiosità, oppure chissà quante altre cose del genere.

Insomma la moltiplicazione diretta dei due fattori non saprei proprio se descrive nel modo migliore una questione del genere...
aleph non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-21, 14:10   #3256
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 6,573
Predefinito Re: Estrazioni casuali

Il campo elettrostatico (come quello gravitazionale) è la somma dei campi che creerebbero le singole cariche (ferme rispett all'oservatore, cioè rispetto alla carica "esploratrice". E quello cxrearto dalla singola carica puntiforme diminuisce col quadrato del,a distanza.
Anch'io pensavo (soprattutto prima di essere vaccinato) che il campo "coviico" era come il campo elettrico! Per questo, più che della mascherina mi fidavo della distanza (che, in ambienti dove non sai cne persone sono qielle che ti stanno appresso, come un supermarket, tenevo ben maggiore del metro). E quando mi passava qualcuno vicino trattenevo il respiro, (mossa paragonaboile all'avvolgere il corpo che si vuole "isolato" con un isolante anche impermeabile). Una volta – all'inizio della pandemia – uno, in coda dopo di me alla cassa del supermercato, insisteva nello starmi troppo vicino. Mi spotavo di lato e lui si metteva di nuovo dietro di me tanto vicino che quasi mi toccava. Ad un certo punto, forse perché gli pareva strano che non sopportassi la sua vicinanza, quello mi dice a voce alta: «Ma lei ha dei problemi?». Ed io: «Certo! Il mio problema è lei! Non mi si avvicini più, perché della mascherina non mi fido e nemmeno mi fido di un solo metro di distanza». Non ricordo con che parole, ma quello si è messo a sfottermi parlando di me con i vicini. Come altre volte, mentre la cassiera mi rendeva i singoli prodotti acquistati io li andavo a depositare su un bancale apposito; e dopo pagato con calma recuperavo e "asemblavo" la merce. Intanto quello dopo di me aveva pure concluso e si allontanava. Allora il successivo (un ragazzotto sui circa 25 anni) disse, come se parlasse tra sé e sé ma in realtà perché udissero tutti: «Ha ragione il signore che esige di stare distanti. Lo so io che lavoro all'ospedale: di Covid si muore!»
E penso pure che, come ci sono cariche maggiori che creano campo più intenso, così ci sono fottutissimi infetti (ancora nella fase di incubazione) che creano campo covidico più forte della media, talvolta micidiale!
Se dipendesse da me chi rifiuta di farsi vaccinare lo metterei in una specie di lazzareto come si faceva nel '600 con gli appestati. Lui si troverebbe a suo agio tra gente che la pensa come lui, lontano da chi vorrebbe fargli violenza vaccinandolo contro la sua volontà! Ma poi ... che nessuno vada a soccorrerlo se si becca il Covid 19.
–––––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»

Ultima modifica di Erasmus : 23-09-21 14:28.
Erasmus ora è in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-21, 15:35   #3257
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 6,726
Predefinito Re: Estrazioni casuali

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Facci sapere se ti dà più fastidio della seconda.
La seconda dose non mi aveva procurato nessun fastidio, né immediato, né successivo.
Anche dopo la terza (sempre Pfizer), fatta 2 ore fa, nessun dolore nel sito di iniezione, però un leggero mal di testa e una sensazione di sonnolenza che rimane tuttora.
Non saprei dire se dipende dal vaccino o dal caldo sofferto (dall'ospedale ove mi è stato iniettato il vaccino, a casa, sono 50 km e li ho fatti con la Terios di mia moglie, che ha il condizionamento guasto).

Non so se vale il precedente green pass o è stato modificato e occorre ristamparlo.
E comunque io non sono così "fondamentalista" come Erasmus : "Se dipendesse da me chi rifiuta di farsi vaccinare lo metterei in una specie di lazzaretto come si faceva nel '600 con gli appestati. Lui si troverebbe a suo agio tra gente che la pensa come lui, lontano da chi vorrebbe fargli violenza vaccinandolo contro la sua volontà! Ma poi ... che nessuno vada a soccorrerlo se si becca il Covid 19."


Ultima modifica di aspesi : 23-09-21 16:51.
aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-21, 16:46   #3258
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 6,573
Predefinito Re: Estrazioni casuali

[Credo che la pericolosità – per sé stessi e per gli altri – dei non vaccinati sia maggiore di quella detta (cioè 16 bolte di più dei non vaccinati). Alcune settimane fa ho ascoltato un resoconto basato sui trovati "contgiati" nella settimana precedente (che erano ancora circa 50 mila).Tra l'altro, come dato statistico (ibequivocabile!) veniva riferito che più del 95% dei nuovi contagiati erano "non vaccinati"
Sono pure convinto che nulla si può dire di sicuro in relazione al singolo individuo! A parità di tutto, penso che c'è chi non viene infettato (immune come i "monatti" manzoniani) e chi si becca il Covids anche se è stato vaccinato. Contano quindi le statistichem mka queste non sono davvero le relative probabilità di eventi che possono capitare a me piuttosto che a te (o viceversa) a parità di condizioni. Le auto "panda" di un certo modello sono quasi identiche! Dico "quasi" e non "esattamente" perché nelle lavorazioni produttive c'è sempre una certa "tolleranza", magari molto piccola ma mai nulla.
Gli uomini invece ... persona che incontri diversità che trovi!
Mia moglie s'è beccata il Covid nella casa di Riposo dopo che un solo ospite è stato trovato positivo (e nonostante le precauzioni già pres da molto tempo in quella casa per ridurre al massimo il pericolo di contagio). Uscita dalla Casa di Riposo con l'obbigo di "quarantena" (anche per me, suo unico convivente), tre giorni dopo ci comunicarono che il suo "tampone" rivelava che era "positiva". Siccome sintomi non ne aveva ho sperato che si fossero sbagliati. Ma tre settimane dopo ri-tamponata e di nuovo "positiva". Nel comunicare a mia figlia che la mamma era "positiva" dal centro sanitario le dissero addirittura: "Purtroppo si prepari a perdere anche il papà" (ma questo mia figlia me lo diisse solo un anno dopo!). Erano i tempi (marzo-aprile 2020) in cui nel bergamasco morivano come le mosche! Io continuavo a sperare pur ammettendo che la probabilità di farcela di mia moglie era infima, (come arguivo dalle parole dei figli che erano stati informati dal centro sanitario che metteva in conto anche l'anamnesi delle pregresse condizioni di salute di mia moglie (e anche mie). E allora nessuna precauzione! Mi dicevo: «Se lei non ce la fa, non voglio restare vedovo! Se invece non è infetta perché si sono sbagliati le precauzioni sono inutili».
Mia moglie è rimasta a letto senza mai scendere per quasi 60 giorni perché, pur disponendo di apposito paranco-sollevatore e apposita imbracatura non mi fidavo ad operare da solo. Quindi ... da solo ad accudire a lei in tutto! Imaginatevi se non ero esposto al contagio! La dottoressa per telefono mi ripeteva: Sua moglie è positiva, quindi senz'altro infetta e come tale contagiosa! Lei non venne mai in visita prima della riconosciuta duplice "negatività". Vennero solo una dottoressa ed un'infermiera a fare il tampone a lei e a me, macherate e vestite – mi pareva – come se andassero dove ci fosse stata un'esplosione nucleare .
Eppure io il Covid dalla moglie – con la quale il reciproco trasmettersi l'influenza è stato un fatto abituale – non l'ho presi. Le ed io, secondo le dovute anamnesi, "fragili" e i, tanto precari da far dire a quella informtrice quella infelice frase ( – I]"Purtroppo si prepari a perdere anche il papà[/i]" – ne siamo usciti io sempre negativo e lei 2guarita" senza cura alcuna! [Solamente fuori da quella maledetta casa di Riposo dove medici ignoranti me l'hanno di fatto "devastata"). IInsomma: sembra quasi che il Covid-19 abbia fatto bene a mia moglie pervhé è arrivata a casa in stato quasi solo vegetyativo e due mesi dopo, guarita senza cura, la alzavo dal letto solo aiutandola un po' e, tornata lucida, si interessava addirittura all'amministrazione della casa, riuscendo anche a passeggiare appoggiata all'apposito dispositivo.

Scusate se la sto facendo troppo lunga!
Il mio cardiologo mi ha pure scritto di essere della mia idea: nulla si può dire sulle probabiklità di infezione del singolo se non "a posteriori". Gli è successo di essere stato trovato "positivo" ma di continuare a sentirsi bene. Dopo 15 giorni s'è stufato di stare a casa ed è tornato in sala operatoria! Là i colleghi non lo volevano e l'hanno praticamente costretto a ricontrollarsi. Da un esame approfondito – mi pare "molecolare", ma potrei anche dire bestialità data la mia ignoranza a proposito – è risultato "negativo"; e lui pensa di esserlo sempre stato, ma forse è invece guarito molto in fretta.

Adesso si continua a parlare della "pandemia": ma intanto si muore con maggiore frequenza per altre cause (tra le quali continua ad essere protagonista il cancro). Due anni fa è morta di tumore intestinale una mia sorella. Eravamo in 7 in famiglia (due genitori e 5 figli). Ora siamo in tre. Mia mamma, un frtello e una sorella sono morti di tumore; e mio papà è scampato al tumore dopo una operazione che l'ha costrtto per più di sei mesi ad avere una specie di "ano artificiale" anteriore! [Aveva 82 anni]. L'hannopo poi ri-operato riprestinando il percorso intesinale naturale. E' morto a 95 anni improvvisamente una domenica di primo pomeriggio ... di " congestione intestinale" per aver mangiato troppo alla festa degli ex-combattenti (dove era "venerato" essendo l'ultimo superstite della 1ª guerra mondiale).
Se poi considero la mia vasta parentela (dagli zii in su ormai di soli defunti)... qui le morti per tumore sono ben più del 50% del totale.
Amen!
Di me ..sarà quel che sarà! Non poso certo di aver vissuto poco e /o poco intensamente!
E ormai ... preferirei morire che restare vedovo. Ma purtroppo, non avendo vocazione al suicidio, non dipende da me. Sono scampato più volte per un pelo alla morte, dato come "caso disperato" sia alla nascita che da adulto.
Mia mamma mi raccontava che dopo il parto, non avendole portato il bambino, chiese insistentemente notizie e le risposero: "Lo dia al Signore ché lei ne ha altri quattro da allevare!". Insomma: ero ancora vivo ma, nato asfittico senza vagire (per avere il cordone ombelicale che mi strozzava) ero considerato "senza spewranza". Disperato è stato anche valutato il mio caso dimeningite cerebro-spinale (ccontratta sotto la naja). E "disperato" anche il mio caso di unfarto, anche perché cadendo sul pavimento mi procurai un trauma cranico e restai senza respirare per parecchi minuti. Seppi dopo che ad una figlia il medico dise (quando ero ancora incosciente in rianimazione) che era molto probabile chemi restassero danni irreversibikli al cervello. E mi fecero smodate congratulazioni quando due TAC cerebrali (la seconda rifatta sul dubbio che non fosse sicura la prima) smentivano il pronostico rivelando che il cervello era ancora tutto OK. Insomma: anch'io sono un individuo biologicamente abbatanza lontano dalla media statistica!
–––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»
Erasmus ora è in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-21, 17:19   #3259
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 6,726
Predefinito Re: Estrazioni casuali

Io sono fatalista.
A mio avviso, già da quando si nasce, ognuno ha programmato e stabilito il suo destino. Che per fortuna non si conosce quale sia.

7 anni fa, quando mi fu scoperto il tumore del sangue che ancora curo, non mi vergogno a dirlo, mi preparai ad andarmene e stilai un dettagliato testamento, che inserii fra i documenti importanti.
E' ancora là, con alcune aggiunte e modifiche, ormai superato da tante decisioni ed eventi successivi,

aspesi non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-09-21, 19:46   #3260
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,700
Predefinito Re: Estrazioni casuali

La estrema variabilità delle risposte individuali all'infezione da SARS-COV-2 è ciò che mi ha indotto a formulare la mia domanda iniziale parlando di pericolosità di una "popolazione" di vaccinati (o non vaccinati) e non di pericolosità di un singolo individuo. Si può tuttavia parlare di "pericolosità relativa" verso un singolo individuo di due diverse popolazioni, purché l'individuo "esploratore" sia lo stesso nei due casi.
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 23:24.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it