Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Il Bar dell'Osservatorio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 03-12-14, 10:15   #11
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 10,169
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Ok, grazie
__________________
http://www.calcolatrice.io/
nino280 non in linea  
Vecchio 03-12-14, 14:39   #12
Epoch
Utente
 
L'avatar di Epoch
 
Data di registrazione: Feb 2011
Ubicazione: Valle di Susa
Messaggi: 689
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Domanda da 'gnorante.
Qual'è l'emivita dei contaminanti di cui si parla? E' possibile saperlo o si può solo supporre?
Mi aspetto che con il tempo diventino sempre meno "pericolosi" ma sarebbe bello capire se devo aspettare la mia successiva 100ma vita o prima...
__________________
Sul libro delle facce - www.astrofilisusa.it
Stumentazione: 114/900 Celestron, cercatore 8x50 - Binocolo Konus 20x80 - webcam TouCam Pro con fw SPC900NC

...Bisogna andare in alto per capire il trucco, che la terra non è piatta non è al centro di tutto, salire, ancor più in alto per vedere che il mondo, sta in una goccia del mare più profondo...
Epoch non in linea  
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 03-12-14, 14:46   #13
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,741
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Non ti so dire quale sia l'emivita degli isotopi radioattivi presenti come impurità nelle lenti (ma si può andare a vedere), essendo però di origine naturale e presenti nel materiale grezzo con cui viene fatto il vetro dovrebbero avere delle emivite lunghissime. Quindi se si aspetta che si esauriscano si deve come minimo avere come babbo Matusalemme.
Cocco Bill non in linea  
Vecchio 03-12-14, 15:34   #14
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 10,169
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Avete parlato del Lantanio?
Isotopi

Il lantanio in natura è composto di un isotopo stabile (139La) e uno radioattivo (138La) con emivita di 1,05×10^11 anni; il 139La è il più abbondante dei due (99,91%).
Sono stati creati altri 38 radioisotopi, di cui il più stabile è il 137La con emivita di 60.000 anni. Tutti gli altri isotopi sono radioattivi, con emivite di meno di 24 ore, e anzi la maggioranza di questi hanno emivite di meno di un minuto. Questo elemento ha anche tre stati meta.
Gli isotopi di lantanio hanno peso atomico che va da 117 amu (117La) a 155 amu (155La).
__________________
http://www.calcolatrice.io/
nino280 non in linea  
Vecchio 03-12-14, 15:44   #15
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 8,763
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Quote:
Epoch Visualizza il messaggio
Domanda da 'gnorante.
Qual'è l'emivita dei contaminanti di cui si parla?
La dose assorbita dalle radiazioni naturali è essenzialmente dovuta all'irraggiamento dal suolo di potassio-40, dei figli dell'Uranio-238 e del Torio-232 e dei raggi cosmici nell'aria e nel fall-out (Berillio-7), dall'ingestione di potassio-40 presente in particolare nei vegetali e nel latte, e dall'inalazione del Radon-222.

Se i progenitori dei contaminanti sono U-238 e Th-232, l'equilibrio di tutta la catena è secolare, ossia in condizioni normali (senza sofisticate operazioni di separazione chimica), la radioattività dei discendenti è identica e si somma a quella del capostipite.
Ciò significa che il decadimento anche dei gamma emettitori di vita breve (Pb-214 e Bi-214 in un caso e Ac-228 e Tl-208 nell'altro) è regolato nel primo caso dal tempo di dimezzamento dell'U-238 (4,47 miliardi di anni) e nel secondo caso da quello del Th-232 (14 miliardi di anni).
aspesi non in linea  
Vecchio 03-12-14, 16:31   #16
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 8,763
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Il lantanio è un elemento delle terre rare (con scandio, ittrio, cerio, samario, lutezio, ecc...),
con cui è presente mescolato in natura e difficilmente separabile.

Sono metalli sparsi in tutto il mondo e nel terreno sono contenuti di solito in qualche parte per milione.
Pur essendo presente come abbondanza isotopica naturale qualche nuclide radioattivo (come il La-138 citato da Nino280), penso che la radioattività misurata di cui si parla qui sia dovuta non al lantanio, ma all'uranio e al torio (e figli) che sono contenuti nelle stesse rocce delle miniere da cui si estrae il lantanio e che non possono essere totalmente separati, rimangono come impurezze e si concentrano nelle raffinerie e nel prodotto finito.
aspesi non in linea  
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 03-12-14, 16:35   #17
f16006a
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2012
Messaggi: 241
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Aspesi, ritieni pericoloso l-esemplare di obiettivo di cui ho discusso?
f16006a non in linea  
Vecchio 03-12-14, 16:45   #18
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 8,763
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Quote:
f16006a Visualizza il messaggio
Aspesi, ritieni pericoloso l-esemplare di obiettivo di cui ho discusso?
Non ne ho idea.
Occorrerebbe sapere con una certa affidabilità quanta è la dose a contatto, se eventualmente c'è qualche schermatura, a che distanza e per quanto tempo si maneggia l'apparecchiatura, ecc...
In ogni caso, l'esposizione dovrebbe essere solo per irraggiamento (niente inalazione o contaminazione), quindi potrebbe essere della stessa natura ed intensità di chi sta vicino e lavora i bacini con le ceneri delle centrali termoelettriche a carbone (0,5 microsievert/ora)

Ultima modifica di aspesi : 05-12-14 14:44.
aspesi non in linea  
Vecchio 03-12-14, 16:49   #19
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,741
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

A priori è impossibile fare previsioni, non c'è che da misurarne la radioattività se si vuole avere un dato certo. Ho qualche obbiettivo Takumar, posso provare a vedere quanto sono radioattivi, ma adesso non ho tempo, ci proverò domani.
Cocco Bill non in linea  
Vecchio 04-12-14, 18:17   #20
Stargazer
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2005
Messaggi: 1,201
Predefinito Re: Gli obiettivi radioattivi

Si sapeva, o meglio è abbastanza logico visto i vetri derivano da terre rare a una certa profondità, credo che se si evidenzia il problema adesso è causa l'aumento di ehm attività geologica in corso
Comunque visto il periodo di delinquenza eviterei di parlarne visto qualcuno li riproporrebbe pur di guadagnarci rientrando sui costi
stento a credere esca solo adesso un tal dubbio
Stargazer non in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 00:25.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it