Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Il Primo Telescopio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 27-08-21, 15:50   #21
delo
Utente Super
 
L'avatar di delo
 
Data di registrazione: Jul 2011
Messaggi: 3,731
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Bisogna verificare e aggiustare la collimazione, richiede più tempo per raggiungere la stabilità termica se c'è parecchia differenza tra esterno e interno e ovviamente per portarlo al limite serve un seeing un poco migliore
delo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 27-08-21, 17:59   #22
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 3,347
Predefinito Re: Telescopio per planetario

@ Asterion, difficile apprezzare la differenza di prestazioni/praticità tra il 100 ED e il C6 ma visto che hai fatto un "pensierino" sul 100 ED che costa un po' di più io al tuo posto farei un altro piccolo sforzo e prenderei un C8 allora si che avrai prestazioni nettamente migliori sotto tutti gli aspetti e non rimpiangerai nessun rifrattore.
Considera che anche il C8 è apocromatico perchè gli specchi non hanno aberrazione cromatica.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 27-08-21, 18:09   #23
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,408
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Il C8 è in tutto e per tutto un'altro pianeta, una valanga di luce che sul deep sky si fa sentire molto favorevolmente, ma anche sui pianeti seeing permettendo si vede parecchio.

Senza contare che la ridotta lunghezza fisica significa anche molta maggiore comodità d'uso.
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67--APO 120 ED-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 27-08-21, 18:15   #24
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 3,347
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Tu come te la cavi con l'autocostruzione? costruire un treppiede senza motorizzazione non è certamente difficile; poi la EQ5 te la compri più avanti......
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Vecchio 27-08-21, 19:12   #25
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,408
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Tirando le somme e facendo una lista dei desideri, un telescopio dovrebbe avere la maggiore apertura possibile, essere il più corto possibile per questione di comodità d'uso e per minore montatura richiesta, quindi da questo elementare quiz, esce fuori sempre solo e soltanto un catadiottrico.

Se il catodiottrico piu venduto al mondo è un 8", ci sarà un motivo, pesa poco e quindi richiede poca montatura, è cortissimo e quindi anche comodissimo da usare, si trovano una valanga di usati, ma solo perché è massivamente diffuso.
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67--APO 120 ED-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 27-08-21, 19:46   #26
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 3,347
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Io sono giunto alla stessa conclusione, pur non avendo alcuna esperienza su strumenti commerciali perchè essendo un autocostruttore "puro" acquisto solo l'obiettivo e realizzo tutto il resto oculari compresi, ma per dare una mano ad Asterion ho fatto una rapida ricerca su internet e ho visto che il Celestron C8 è quello che offre il miglior rapporto prezzo/prestazioni, probabilmente perchè viene prodotto in grandi serie e questo abbassa i costi di produzione.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)

Ultima modifica di ANDREAtom : 27-08-21 19:52.
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 27-08-21, 22:14   #27
Angelo Giovanni Marsili
Utente Junior
 
L'avatar di Angelo Giovanni Marsili
 
Data di registrazione: Sep 2020
Ubicazione: Camaiore
Messaggi: 165
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Con tutto il rispetto per gli Schmidt - Cassegrain in generale e per il C8 in particolare (un classico che non passa mai di moda) negli ultimi tempi ho imparato ad apprezzare i Maksutov-Cassegrain e i Cassegrain puri.
Restaurando un Cassegrain Marcon 150 f12, a suo tempo usato per guidare un Cassegrain Marcon 200 f15, ho toccato con mano l'impatto negativo dei paraluce, soprattutto di quello sul secondario.
Pertanto, ho tolto il paraluce del secondario al mio Mak 127: tutto un altro mondo!
Angelo Giovanni Marsili non in linea   Rispondi citando
Vecchio 27-08-21, 23:12   #28
Asterion
Utente Junior
 
L'avatar di Asterion
 
Data di registrazione: Aug 2021
Messaggi: 72
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Mi avete quasi convinto ,il diametro vince sempre quindi lasciando da parte acromatici e ed rimane il catadriottico ,ma sarebbe meglio un sc 6 pollici o un Maksutov 6 pollici?,quest'ultimo ha una focale più lunga ,cosa ne pensate dei Cassegrain puri?un 8 pollici costa come un 6 pollici SC.
Asterion non in linea   Rispondi citando
Vecchio 27-08-21, 23:52   #29
Angelo Giovanni Marsili
Utente Junior
 
L'avatar di Angelo Giovanni Marsili
 
Data di registrazione: Sep 2020
Ubicazione: Camaiore
Messaggi: 165
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Il Cassegrain per alta risoluzione è a bassa ostruzione e con focheggiatore da 1,25".
Il Cassegrain GSO non è a bassa ostruzione, ha il focheggiatore da 2" e richiede una collimazione accurata.
Però i tubi aperti vanno in equilibrio termico più rapidamente di quelli a tubo chiuso e non hanno una lastra, o un menisco, che si appannano.
Come del resto i Mak Vixen.
Angelo Giovanni Marsili non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-08-21, 00:21   #30
delo
Utente Super
 
L'avatar di delo
 
Data di registrazione: Jul 2011
Messaggi: 3,731
Predefinito Re: Telescopio per planetario

Il primo punto da considerare è che si tratta sempre di strumenti appartenenti alla medesima categoria merceologica e in generale le prestazioni in asse (che poi sono quello che t'interessa per i pianeti) dipendono più dalla variabilità tra i singoli esemplari che da differenze progettuali.
Ciò premesso, il Cassegrain puro ha in campo corretto per coma inferiore allo Schmidt-Cass, presenta gli spikes sulle stelle brillanti ed è un po' più fastidioso da mettere a punto (sia primario che secondario sono collimabili, a differenza degli SC commerciali. E pure il focheggiatore, che è convenzionale).
I Mak-Cass cinesi hanno circa la stazza di un SC di taglia appena superiore (ex MC150/C8; MC180/C9.25); la spessa lente frontale è più resistente all'appannamento, e in generale richiedono poca manutenzione perché si collimano sul primario (il secondario è una chiazza alluminata sulla lente frontale).
MC ed SC possono aggirare il problema dell'acclimatamento con l'utilizzo di materiale termoisolante, anche se probabilmente non dovrebbe essere necessario qui in Italia e per queste aperture relativamente modeste.
Oltre ai Cassegrain ti ricordo lo schema Newton: un 200/1200 è dal punto di vista ottico più "pulito" di ogni altro 20cm in commercio (a parte un rifrattore apocromatico), costa poco e ha una messa a punto relativamente semplice.
delo non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 23:00.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it