Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Autocostruzione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 07-05-14, 21:08   #1
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 953
Predefinito Come fare un Cassegrain: info varie

Come al solito, per assicurare una buona continuità al post primario, apro anche questo dove è possibile postare tutto quello che volete sull'argomento. Grazie a tutti dell'attenzione e vediamo chi si getta nella nuova avventura !
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 07-05-14, 21:26   #2
massimar
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain: info varie

Grande astrotecnico !!!, non ho parole... sarà una meraviglia...

Ragazzi che roba !, con questo upgrade questo è l'unico Forum sicuramente in Italia e probabilmente nel Pianeta, che può vantare un corso così esteso sulle lavorazioni ottiche !

io mi getto a capofitto !

un milione di volte grazie !!!
  Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 07-05-14, 21:55   #3
bart
Utente Junior
 
Data di registrazione: Mar 2007
Ubicazione: provincia vicenza
Messaggi: 104
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain: info varie

Grande astrotecnico, sarò tutto orecchie...
bart non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-05-14, 12:16   #4
massimar
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain: info varie

...manca qualche "grattavetro" all'appello

astrotecnico, come puoi immaginare ( o temere ) sarò qui a tormentarti con mille domande, perfettamente sincronizzate con i tuoi post, ecco la prima:

se si realizzano i due specchi con un vetro"nobile", ad es. in Pyrex, si può usare per i rispettivi utensili il normale "vetraccio" calcio sodico ? ( allo scopo di ridurre i costi )
  Rispondi citando
Vecchio 08-05-14, 16:22   #5
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 953
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain: info varie

Come utensile si può usare il calcio sodico, avendo però cura di scegliere il massimo spessore reperibile. Questo perchè essendo più tenero tende a consumarsi in fretta. Inoltre è possibile utilizzare anche un utensile in altro materiale (gesso rinforzato, pasta da dentisti, colla per piastrelle) tappezzato di mattonelline tipo piscina, quadrotti di vetro (tipo patina di pece) e anche piastrini metallici ! Non solo: per la sbozzatura puoi anche usare un utensile di metallo, che può essere ad esempio un peso da ginnica di diametro adeguata !
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 14-05-14, 13:30   #6
massimar
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain: info varie

Prendo spunto dall'ultimo post pubblicato del tutorial, per dire che sono sempre stato affascinato dalle configurazioni Ritchey-Chretien, non ho mai avuto la fortuna di utilizzarle, la mia esperienza diretta si limita ad un Newton-Cassegrain Marcon 250 f4-15.

Per questo mi piacerebbe approfondire con alcune domande:

La teoria ci dice che ogni RC ha coma nullo imposto matematicamente nell'equazione dell'aberrazione angolare.
"La configurazione Ritchey-Crétien usa l’ultimo grado di libertà del sistema per imporre matematicamente la coma nulla nell’equazione degli specchi (l’altro grado di libertà era servito per spostare il fuoco nella posizione ideale, oltre il primario). Il primo termine di aberrazione diventa quindi l’astigmatismo, meno importante della coma. L’ultimo termine, la distorsione, non altera comunque la grandezza dell’immagine. Così facendo si rinuncia al paraboloide e ad un primo fuoco perfetto (il nuovo "paraboloide" è un po' più chiuso), mentre il secondo fuoco resta comunque perfetto." (da Wikipedia )

Dove si possono trovare approfondimenti sull'argomento, cioè sull'aspetto teorico della progettazione ? ( magari Bart su questo argomento potrebbe "giocare in casa" )

Venendo all'aspetto pratico , alcune domande su come si comporta un RC rispetto alle altre configurazioni, basandomi su quello che "si dice" in merito.

-E' vero che le caratteristiche ne fanno uno strumento adibito esclusivamente all'uso fotografico, come si comporta in visuale ?
- E' vero che tra tutti i cassegrain è quello che risente maggiormente di ogni minima scollimazione e di ogni minima variazione della distanza longitudinale tra gli specchi?
- E' vero che è quello che richiede della maggiore precisione costruttiva sia ottica che meccanica ?
- oltre la forte ostruzione e le focali più "spinte" ( che comunque ne fanno il sistema più "compatto" ), quali altri svantaggi/vantaggi ci sono rispetto alle altre configurazioni ?

per favore astrotecnico, dimmi che un RC è meglio "lasciarlo perdere" perché ho un brutto presentimento, non vorrei passare i restanti anni ( credo non molti ) della mia vita a grattare... perlomeno non lo stesso specchio !

Ultima modifica di massimar : 14-05-14 13:45.
  Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 07:44.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it