Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astrofisica e Cosmologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 22-04-22, 09:30   #1
croma
Utente Junior
 
Data di registrazione: Feb 2021
Messaggi: 2
Question Fluttuazioni quantistiche del vuoto e relatività

Ho un dubbio sulle particelle virtuali che si generano a causa delle fluttuazioni quantistiche nel vuoto. Queste coppie di particelle si generano spontaneamente a causa di fluttuazioni quantistiche e si annichiliscono quasi immediatamente.
Esse esistono per un tempo molto breve Δt, ma maggiore di zero e limitato dalla espressione:

ΔE Δt ≥ 1/2 ℏ

dove ΔE è l’energia delle particelle virtuali e ℏ la costante di Planck ridotta.

Quindi, dal punto di vista di un primo osservatore, nel vuoto ci sono queste coppie di particelle che si generano di continuo.
Un secondo osservatore che si muove a grande velocità rispetto al primo dovrebbe rilevare un vento di particelle in direzione del moto relativo tra i due.
Sappiamo che non è così in quanto anche il secondo osservatore è inerziale e vede lo stesso tipo di particelle del primo osservatore.

C’è qualche punto che mi sono perso?
Questo è uno di quei casi dove entra in gioco l’incompatibilità tra teoria quantistica e relatività?
croma non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-22, 13:15   #2
pablo
Utente
 
L'avatar di pablo
 
Data di registrazione: Nov 2008
Ubicazione: Roma est
Messaggi: 709
Predefinito Re: Fluttuazioni quantistiche del vuoto e relatività

Invidio molto chi padroneggia una materia complessa come la Meccanica quantistica.
Prova a rivolgere la domanda a Catalina Curceanu su Facebook, grande scienziata ma persona alla mano, penso ti risponderebbe senza problemi.
__________________
Ottiche: Newton 200/1200 (Dobson) e 150/750 - Mak 180/2700 e 102/1300 - Acro 90/500 e 70/900 - Montature: T-Sky - Eq2 - Celestron Avx - Sky-Watcher AZGTI - Binocolo Nikon Action EX 12X50 - Tento 12X40
pablo non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 16-05-22, 13:27   #3
paolopunx
Moderatore
 
L'avatar di paolopunx
 
Data di registrazione: Jan 2005
Messaggi: 2,632
Predefinito Re: Fluttuazioni quantistiche del vuoto e relatività

Scusa in che senso "Un secondo osservatore che si muove a grande velocità rispetto al primo dovrebbe rilevare un vento di particelle in direzione del moto relativo tra i due" ?
Perché mai dovrebbe rilevare ciò che non è rilevabile, dato che il tempo di generazione ed annichilazione delle particelle virtuali è infinitamente piccolo (tempo di planck)?
Tra l'altro l'equazione che tu hai citato riguarda l'indeterminazione di Heisenberg, così come più cerco di conoscere la posizione di una particella, più la sua velocità è indeterminabile, e viceversa, più cerco di conoscere l'intervallo di tempo di una fluttuazione quantistica (come generazione e annichilimento di due particelle virtuali, particella ed antiparticella), più l'energia in gioco è indeterminabile e viceversa.
I problemi tra MQ e relatività, riguardano soprattutto la relatività generale e non quella ristretta, ossia quando in gioco non ci sono sistemi inerziali(per esempio nella fisica delle particelle, la RR si applica eccome, vedi per esempio l'esperimento del Muone... mentre viaggia verso la terra e velocità relativistica, visto dal nostro sistema di riferimento il suo tempo si dilata,. ossia vive più di quanto dovrebbe, mentre per il suo sistema di riferimento il nostro spazio... distanza della terra, si accorcia), ma sistemi sottoposti ad accelerazione di gravità, o se preferisci laddove le geodetiche dello spaziotempo si deformano in presenza di concentrazione di massa/energia... La MQ attualmente non ha ancora definito con certezza come trattare la gravità, mentre la RG non è in grado di risolvere i problemi degli "strani" comportamenti di ciò che chiamiamo particelle.

Paolo
__________________
Fotografo con Canon EOS 1000D modificata, su GSO RC 8" , focale 1600mm, telescopio guida acromatico 80/400 e Magzero Mz5 B/n, il tutto su EQ6 .
''Due cose sono infinite: l'universo e la stupidita' umana, ma riguardo all'universo ho ancora dei dubbi'' (Albert Einstein)
paolopunx non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 16:36.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it