Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento
Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Binocoli
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 13-02-22, 18:43   #111
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,505
Predefinito Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

Non è tanto il binocolo, ma quale binocolo ed a quali ingrandimenti.

20x sono drammaticamente pochi, punto e basta, anche con un costoso APM SD APO da 100mm a 45° come il mio.

La differenza è che un 20x80ED diritto tale é, e tale rimane, mentre un APM SD APO da 100mm sale impunemente anche fino a 180x ed il grosso della differenza è tutta tra i 20x ed i 180x.

Quando sento di piacevoli osservazioni di un MARTE lontanissimo dall'opposizione e con soli 4 primi d'arco di diametro con un 20x80ED, davvero la trovo una evidente esagerazione.

Ho sempre straconsigliato e sempre continuerò a farlo di comprare l'IBIS 20x80ED, ma non certo per osservare con profitto i pianeti, mentre è ottimo per il DEEP SKY e per la enorme LUNA
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67 da 152/1800mm-- ED APO FPL-53 TECNOSKY 72/432mm-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore ACRO SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45° in vendita.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-02-22, 07:16   #112
alessio85
Utente Junior
 
Data di registrazione: Jul 2019
Messaggi: 248
Wink Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

Giovanni, ho anche il makkino 70mm Svbony che va da 25 a 75x ingrandimenti, però il 20x80ed mostra immagini nitide e il mak 70mm sv41 non è ed.

Però il mak 70mm lo batte. In un futuro prossimo anche io prenderò il ibis 70 HD.
Certo con il 20x80 non mi aspetto i pianeti in telescopio ma fa vedere i discketti planetari. Piccolo ma nitidi.
alessio85 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 16-02-22, 07:19   #113
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,505
Predefinito Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

Il MAK da 70mm non è ED, perché non vi è motivo che lo sia, tutti gli strumenti a specchi sono naturalmente APO, ovvero sono privi di aberrazione cromatica.
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67 da 152/1800mm-- ED APO FPL-53 TECNOSKY 72/432mm-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore ACRO SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45° in vendita.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-08-22, 15:31   #114
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,505
Predefinito Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

Ciao a tutti, come sapete sono un estimatore estremo del binocolone diritto IBIS 20x80ED, per la sua eccezionale e sottolineo eccezionale qualità ottica e la sostanziale prestazione apocromatica, relazionata al modestissimo prezzo, certamente aiutata anche dai soli 20x.

Ma ho sempre scritto anche della scarsa fedeltà del bilanciamento diottrico, durante le varie e diverse messe a fuoco.

Alla fine ho preso il coraggio a due mani ed ho smontato tutto il gruppo dei due portaoculari annessi alla vite del rotore centrale e mi sono accorto che la vite serra portaoculari non era del tutto serrata.

Quindi, ho svitato la micro-vite anti-svitamento della vite serra porta oculari, ho quindi serrato a fondo, ma non troppo, tale vite ed ho poi riavvitato la micro-vite laterale anti-svitamento.

Con un certo scetticismo ho portato sul balcone l'IBIS 20x80 ED montandolo sul robustissimo stativo M028 + la granitica testa M516, il complessivo che uso anche per l'APM SD APO da 100mm a 45°, di ben 8Kg di peso, quindi con la certezza assoluta che il leggerissimo IBIS 20x80ED sarebbe stato assolutamente immobile.

Ho fatto dunque molte decine di messe a fuoco tra 20 metri e 20Km, riscontrando finalmente una discreta fedeltà del mantenimento della correzione diottrica.

Certo, nulla a che vedere con l'assoluta fedeltà del bilanciamento diottrico del CANON 15x50 IS, ma anni luce meglio di come l'IBIS 20x80 Ed è uscito dalla fabbrica, sono davvero felice.
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67 da 152/1800mm-- ED APO FPL-53 TECNOSKY 72/432mm-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore ACRO SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45° in vendita.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 04-11-22, 17:51   #115
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,505
Predefinito Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

Come ho sempre scritto in lungo ed in largo su COELESTIS ed anche su BINOMANIA, davvero eccellente il binocolone IBIS 20x80 ED essendo leggerissimo e sostanzialmente APO, ma anche con il cruccio pesante che tanta bontà ottica fosse sottoutilizzata a soli 20x, laddove un 30x e persino un 40x, avrebbe reso ancora molto di più.

L'indice di ADLER dice che un binocolo rende tanto-quanto moltiplicando la RADICE QUADRATA DEL DIAMETRO per l'INGRANDIMENTO, quindi un binocolone angolato con oculari liberamente intercambiabili, può raggiungere una efficienza nettamente superiore ad un 20x80, se un BT di pari diametro di 80mm viene ad esempio tirato a 50x, cosa fattibilissima.

Infatti, la mia esperienza fatta con i binocoloni angolati da 82mm e da 100mm, da almeno 25 anni, mi ha insegnato che soprattutto sul deep sky , la migliore resa su oggetti deboli si ottiene con pupille di uscita di 1,5mm--2,5mm, in modo particolare sotto cieli lattescenti, dove solo un ingrandimento moderatamente sostenuto riesce a scurire il fondo cielo.

Io per indole personalissima non ho mai apprezzato gli ULTRA-MEGA-CAMPI sul deep sky, dove si vede una enorme porzione di cielo, ma dove gli oggetti sono talmente piccoli da nascondere la loro vera natura.

A volte resto basito nel leggere infinite discussioni se sia meglio un 7x50, per avere più campo, oppure un 8x50 per vedere un pochino più grande, mentre io adoro il mio CANON 15x50, perché mille volte i suoi 15x mi hanno mostrato la vera natura degli oggetti celesti ed ancora meglio andava un mio ex CANON 18x50 avuto tanti anni fa.

Con queste personalissime premesse, l'eccellente IBIS 20x80 ED mi è sempre stato molto stretto alla voce ingrandimento a causa dei soli 20x fissi.

Alla fine ho proposto ad un mio conoscente che sapevo possedere un vecchissimo, scollimato, semi scassato ed inusato, binocolone angolato VIXEN BT80M-A , se voleva scambiarlo con il mio recentissimo, SEMI APO VERO e perfetto otticamente IBIS 20x80ED.

Ma siccome sono un discreto smanettone nel ridurre un poco i difetti dei vecchi binocoli scollimati e un poco maltenuti, mi sono imbarcato in questa nuova avventura ed ho concluso oggi lo scambio, quindi da domani cominciano i grandi lavori di collimazione, pulizia e restauri vari.

Proprio non riuscivo a stare senza un BT angolato a 45° usabile tra 30x e 50x.

Fra l'altro io sono uno strano animale a livello posturale, mi stanco molto presto ad osservare il terrestre con dei binocoloni diritti, peggio ancora se osservo le alte montagne molto vicine a casa mia.

Mentre trovo più riposante e posso farlo per ore, osservare il terrestre con i binocoloni angolati a 45°, esattamente come accade con la postura quando si lavora al microscopio con torretta binoculare angolata a 45°.

Non avendo speso nulla nello scambio tra diritto 80mm SEMI-APO ed angolato a 45°ACRO da 80mm, mi resta intatta la possibilità di aspettare una buona occasione di un binocolone angolato a 90° usato, per un'uso selettivo sulle parti alte del cielo.

Ps ..... che DIO me la mandi buona.
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67 da 152/1800mm-- ED APO FPL-53 TECNOSKY 72/432mm-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore ACRO SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45° in vendita.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 06-11-22, 17:28   #116
pablo
Utente
 
L'avatar di pablo
 
Data di registrazione: Nov 2008
Ubicazione: Roma est
Messaggi: 808
Predefinito Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

Quote:
giovanni bruno Visualizza il messaggio
...scollimato, semi scassato ed inusato, binocolone angolato VIXEN BT80M-A ...
accidenti, trattato proprio con cura !!

Auguri di pronto e riuscito restauro, Giovanni !!
__________________
Ottiche: Newton 200/1200 (Dobson) e 150/750 - Mak 180/2700 e 102/1300 - Acro 90/500 e 70/900 - Montature: T-Sky - Eq2 - Celestron Avx - Sky-Watcher AZGTI - Binocoli: Nikon Action EX 12X50 - Tento 12X40
pablo ora è in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 07-11-22, 07:40   #117
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,505
Predefinito Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

Caro PABLO, per la collimazione già risolto ottimamente, sebbene con una montagna di ore di lavoro.

Per il resto, credo che potrò fare poco e resterà tale.

Elenco le caratterstiche standard di questo BT80M-A, una volta ben collimato.


PREGI

Il pregio maggiore è una eccezionale PLANARITA' di CAMPO con qualsiasi oculare, quì l'f11,2 fa il suo lavoro.

L'aberrazione cromatica è sostanzialmente invisibile anche ad alto ingrandimento, se penso a quanta aberrazione cromatica aveva sua maestà il FUJINON 16x70 a soli 16x, questo BT80M-A anche a 50x si può chiamare serenamente SEMI-APO

Ha seguire una MANIGLIA ROBUSTISSIMA e molto sicura e perfettamente BARICENTRICA.

Una naturale predisposizione a salire di ingrandimento anche a 112x con due PLANETARY ED da 8mm/60° ed ancora con quasi nessuna aberrazione cromatica invadente.

Un ingombro trasversale STRETTISSIMO,

Una CODA di RONDINE STRUTTURALE con il resto del binocolone e come tale allineata perfettamente all'asse ottico, insomma la coda di rondine è parte integrante della struttura del BT e ne esalta la rigidità strutturale globale.

Insomma, se sui BT sia APM che IBIS ed OBERWUERK, il montaggio di una coda di rondine rappresenta un punto debole per la fermezza strutturale su una montatura, la coda di rondine VIXEN, che è integrale alla struttura del BT80M-A ne esalta invece la rigidità complessiva del montaggio su una montatura.

Sotto la CODA di RONDINE vi sono ben quattro fori filettati a passo fotografico, due più centralmente da 1/4" e due ai due estremi da 3/8"

Per lo meno sul mio esemplare, una enorme e robustissima MORSA per i cercatori ottici standard, che però non vedo nelle foto commerciali, quindi non saprei se è di serie, oppure autocostruita.

Devo ribadire con forza che la coda di rondine VIXEN, integrale da progetto e costruzione, risolve uno dei problemi più spinosi per gli altri BT moderni e che solo questa mattina mi sono accorto di quanto i progettisti VIXEN abbiano fatto un lavoro eccellentissimo per il reparto di granitico montaggio del loro BT, il tutto con un peso di soli 4700 grammi, senza oculari.

Io ricordo che mi risultava più faticoso e più pericoloso maneggiare il mio ex BT APM SD APO da 82mm a 45°, primo perché aveva una maniglietta troppo piccola ed aperta sul lato anteriore e molto fuori BARICENTRO, ovvero molto naso pesante, secondo, perché era privo di una coda di rondine di serie ed il montaggio era a carico dell'utente e mai davvero granitico.


DIFETTI


Uno solo, ma non banale, una risoluzione ed un contrasto non da primato, ma ben accettabile per un BINOCOLONE ACRO, anche i miei ex BT APM SD APO, erano si superiori al VIXEN, ma MOOOOLTO dietro al 120ED torrettizzato ed ancor più dietro rispetto al RUMAK INTES MK67.


Per la risoluzione ed il contrasto al TOP, sia sul terrestre che sul cielo, ho il SUPERTRASVERSALE lungo e scomodo, (sul mio stretto balconcino) 120ED, che posso usare sia con la torretta ZEISS ERETTIVA a 45° per il terrestre, che con la torretta DENKEMEYER per il cielo.

Oltre al 120ED ho anche sua maestà il compatto e leggero RUMAK INTES MK67, il KILLER ASSOLUTO per il terrestre di potenza, dove si esibisce tra 45x e 225x e lo fa con un contrasto micidiale.

Faccio notare che per peso e compattezza fisica, il BT80M-A ed il RUMAK INTES + torretta ZEISS a 45°, sono lunghi uguali e di pari peso, però il binocolone non avendo la torretta attaccata è ulteriormente più maneggevole a cuor leggero..

Mentre verso il basso ho il BINOCOLO CANON 15x50, una meraviglia di tecnologia meccanica ed ottica assoluta, se l'ottimo IBIS 20x80ED aveva un difetto, era la messa a fuoco e relativo cattivo mantenimento del bilanciamento diottrico cambiando piano focale, mentre è eccellentissima e ripeto eccellentissima la messa a fuoco del CANON 15x50 con fedeltà diottrica da applausi a scena aperta.

Considerando che il VIXEN BT80M-A con i suoi 900mm di focale può comunque scendere fino 22,5x , una pupilla di uscita di 3.55mm ed 1°,91 di campo reale usando due PLOSSL da 40mm/43°, in realtà ho travato che usando due EFF da 27mm/60° (con il diaframma di campo da me aperto dai 53° ai 60° di campo apparente) ottengo 33,3x ed una pupilla di uscita di 2,4mm e 1°,8 di campo reale, 33,3x è ingrandimento a me molto congeniale per il terrestre di media potenza ed ancora molto luminoso.

Ma il miglior equilibrio l'ho trovato con due EFF da 19mm/65° con cui ottengo 47x , una pupilla di 1°,38 di campo reale ed una pupilla di uscita di 1,7mm , questi due oculari potrei saldarli sul BT80M-A, tanto sono azzeccati sia per il terrestre di potenza che per il deep sky ed in effetti monto quasi sempre loro, stessa cosa sul pari focale 120ED.
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67 da 152/1800mm-- ED APO FPL-53 TECNOSKY 72/432mm-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore ACRO SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45° in vendita.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-11-22, 11:56   #118
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 49,505
Predefinito Re: Binocolo IBIS 20x80 ED

La prima autocostruzione per il VIXEN BT80M-A è stato il rovesciamento della posizione del porta RED DOT, da dietro la maniglia a davanti la maniglia, questo per correggere un leggero CULO-PESANTE, come bilanciamento dei pesi rispetto alla maniglia, cosa semplicissima ma di un certo beneficio pratico.

Come seconda autocostruzione, il RED DOT messo sulla morsetta autocostruita da uno degli ex proprietari a me sconosciuti, teneva il RED DOT troppo basso e scomodissimo da vedere fra i due oculari.

Ho tolto il cortissimo supportino di plastica dell'AZ-FINDER ed ho autocostruito un lungo e robusto supporto in legno massello con sezione 20x40mm e lungo 100mm, ora il RED DOT si vede perfettamente al di sopra degli oculari e non devo più staccare gli occhi dagli oculari per vedere il puntino rosso, ma mi basta solo girare in su gli occhi.

Così facendo non appanno più gli oculari di notte, perché il naso rimane sempre sotto gli oculari, una modifica semplicissima, ma che ha un grande effetto pratico sul puntamento facile ed efficace.

Altra micro autocostruzione, tre coppie di diaframmi con apertura libera di 40mm, 50mm e 60mm, addirittura sconvolgente di come l'80mm ACRO cambia anima e corpo se diaframmato a 40mm in pieno giorno e in pieno sole, la nitidezza si fa affilata come un rasoio ed i bianchi diventano bianchissimi, mentre esplode al cubo la percezione di tridimensionalità, certo, si perde un poco di risoluzione, ma le immagini assolutamente APO sono una gioia per gli occhi.

Stessa cosa con i diaframmi da 50mm, con un pochino-ino meno assoluta apocromaticità ed un poco in più di risoluzione.

Già con i diaframmi da 60mm, si attenua visibilmente la magia della buona apocromaticita e già i BIANCHI sono un po meno bianchi, pur restando nettamente più SEMI-APO rispetto alla piena apertura, mentre sale come è ovvio la risoluzione.

Dimenticavo, le belle vedute avute diaframmando a 40mm, a 50mm ed a 60mm, erano sempre ottenute con due EFF da 19mm/65° a 47x, ripeto, a QUARANTASETTE INGRANDIMENTI, ciò vuol dire che con i diaframmi da 40mm avevo delle PU di 0,85mm, con i diaframmi da 50mm aveve delle PU da 1,06mm e con i diaframmi da 60mm avevo delle PU di 1,27mm.

Mi fanno scompiscire dalle risate certi binofili che se la tirano con i loro binocoli ALFA da 3000€ 7x42mm e quindi con una PU di 6mm che ritengono irrinunciabile in pieno giorno, contenti loro..... siamo contenti tutti, io trovo invece geniale e superprestazionale il mio CANON 15x50 con PU di 3,33mm. e con il senno di poi, male feci a vendere il mio CANON 18x50 con PU di 2,77mm.

Gli esperimenti che ho fatto diaframmando il BT80M-A, danno pienamente ragione alle scelte tecniche di CANON per i loro 15x50 e 18x50.
__________________
Strumenti, C8 HD--RUMAK INTES MK 67 da 152/1800mm-- ED APO FPL-53 TECNOSKY 72/432mm-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO-- montatura CELESTRON EVOLUTION--rifrattore ACRO SW 70/500mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo CANON 12x36 IS III--binocolo CANON 15x50 IS-- binocolone VIXEN BT80M-A a 45°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--2 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45° in vendita.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 20:51.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2023, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it