Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Rudi Mathematici (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=11)
-   -   Qualche quiz (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=33691)

nino280 24-11-21 09:27

Re: Qualche quiz
 
Non mi capacito con quel 19
Prendiamo il disegno che ho fatto io.
Dove lo trovo il 19 ?
Ciao

nino280 24-11-21 09:28

Re: Qualche quiz
 
Quote:

aspesi (Scrivi 846503)
:ok:

2*(69+7)/8 = 19

AB = RADQ(19^2+8^2 = RADQ(425) = 20,61552813

:hello:

Cercando il 19
Ciao

aspesi 24-11-21 13:45

Re: Qualche quiz
 
Quote:

nino280 (Scrivi 846513)
Cercando il 19
Ciao

?????

19 è nient'altro che (7+8+4), dove 4 è il pezzetto del lato del quadrato da 5 fino al tuo B.
Si calcola in questo modo:
- la semiarea è (7*7+8*8+5*5)/2 = 69
- a 69 si aggiunge il pezzetto che manca del quadrato da 7*7, che è 7*1; l'area blu trasformata in un triangolo rettangolo diventa = 76
-a questo punto, si moltiplica l'area per 2 e si divide per l'altezza del triangolo rettangolo (che è = 8): si ottiene in tal modo la base.
b = 2*S/h = 2*76/8 = 19

:hello:

nino280 24-11-21 13:49

Re: Qualche quiz
 
Ok .
Ma dove sta scritto che quel pezzettino lì sul quadrato da 5 è poi 1 per fare 4?
Ciao

aspesi 24-11-21 14:03

Re: Qualche quiz
 
Quote:

nino280 (Scrivi 846515)
Ok .
Ma dove sta scritto che quel pezzettino lì sul quadrato da 5 è poi 1 per fare 4?
Ciao

Allora non hai capito.
Il fatto che sia 4 non lo so, lo determino (se mi interessa) dopo che ho calcolato 19, rispetto a 20 di 7+8+5.

Quello che mi serve è solo calcolare il cateto lungo del triangolo rettangolo (che è 19) e lo calcolo come ho scritto prima, dall'area*2 diviso l'altro cateto che è 8.

:hello:

nino280 24-11-21 14:17

Re: Qualche quiz
 
Si l'ho visto ora.
In pratica tu aggiungi un 7 x 1
Ed abbiamo cosi un' area maggiore di quello che deve essere cioè 69 + 7
Ma poi fai finta che ci sia quel triangolo preso per intero e poi fai Pitagora è così?
Non è semplice vedere subito certi passaggi.
Specialmente per me che faccio 4 righe e via. :D
Ciao

nino280 24-11-21 19:08

Re: Qualche quiz
 
Quote:

nino280 (Scrivi 846502)


Precisamente le due aree hanno valore 69 ciascuna.

Ciao

Mi quoto da solo, solo per poterne parlare.
E' quindi evidente che se io non capivo il tuo approccio, io ho seguito un'altra strada.
E si dovrebbe capire come, dal momento che mi sono fatto calcolare come si vede tutte le aree parziali.
Questo lo ottengo, tracciando un segmento a caso, il segmento A B che mi seca i tre quadrati.
Ma questo segmento varia secondo il pallino "a" che è un angolo con vertice in A
Poi mi faccio dare le 6 aree le tre di sopra Blu e quelle di sotto Rosa.
E sommo e sottraggo (q + p + r) - (s + t + u)
Questa differenza deve essere è evidente Zero
Naturalmente tale somma differenza me lo fa Geo al muovere di "a"
E quando ottengo Zero vado a leggere la lunghezza di A B
Ciao

astromauh 25-11-21 01:33

Re: Qualche quiz
 
Quote:

Erasmus (Scrivi 846490)
Siccome io (Erasmus) non credo che ci siano astrologhi se non poveri illusi d'esserlo (dato che, secondo me, l'astrologia è puro nominalismo), con me non attacca né la divinazione astrologica né eventuale jattura di eventuale "stròlico".
Attacca invece davvero con chi ci crede!
Idem dicasi per la depressione! Io non credo alla sua esistenza, è solo un modo di dire quando le cose ci paiono andare storte. [In verità io non credo che esistano malattie o disturbi psichici dato che anche la psiche è pure nominslismo- Io credo fortemente nell'incazzatura! Ed infatti quando le cose mi vanno storte mi sento incazzato come una bestia!

Accosti l'astrologia alle fatture, che sono cose che tra loro non c'entrano nulla. Cosa diresti se invece di definirti un matematico, dicessi che sei un numerologo?
E magari ti chiedessi pure di darmi i numeri per il lotto?

Non sei laureato in matematica, ma in fisica e ingegneria, ma credo che la matematica l'hai insegnata, e comunque questo appellativo ti spetta di diritto.

Si, credo anch'io che una fattura perché abbia effetto deve essere nota al fatturato, che deve avere fede in queste cose. Se fosse sufficiente desiderare il male, o la morte di qualcuno, perché queste cose si verifichino, saremmo già tutti morti da un pezzo. Per fare del male a qualcuno ci possono essere mille modi, ma è sempre necessaria un'azione concreta, infilare degli spilloni in una statuetta, non serve a molto. Forse potrebbe servire soltanto per concentrarti sul fatto che vuoi il male di qualcuno, per cui in seguito al momento opportuno trovi il modo di farglielo veramente questo male. Una specie di promemoria.

La depressione è una malattia e la sua forma grave è molto preoccupante. Il fatto che tu non ne sia affetto non vuol dire che non esista. Molte persone fanno un uso improprio di questa parola per dire che sono un po' giù, che sono arrabbiate o scoraggiate della vita ecc. ecc. Ma questa non è la vera depressione. Un vero depresso fatica ad alzarsi dal letto, a farsi la barba, e a lavarsi, e spesso si suicida. Questo per sommi capi, un psicologo credo che potrebbe spiegartelo meglio.

Parlando di astrologia finisci ogni volta con l'usare la parola "nominalismo".

No, la carta del cielo, quella bella, con l'ascendente, il discendente, Il Medium Coeli, e il Fondo Cielo (io preferisco chiamarlo così, ma si chiamerebbe Imum Coeli) con i pianeti nei segni, e nelle case (settori legati al moto giornaliero dello zodiaco e dei pianeti dovuto alla rotazione della Terra), non ha nulla di nominalistico, ma rappresenta la situazione celeste in un dato momento, vista da una particolare località, di solito il luogo di nascita di un soggetto.

La carta del cielo o oroscopo è uno schema stilizzato della reale situazione celeste, Giove e Nettuno non sono soltanto dei simboli disegnati su un foglio, ma sono proprio i pianeti che hanno una massa miliardi di volte maggiore della tua, e che ci saranno ancora quando tu non ci sarai più, e quando più nessuno si ricorderà che sei esistito. E che c'erano anche miliardi di anni prima che tu nascessi.

Ma tu "giustamente" dici: Ma a me, che me frega di tutto questo? io so Erasmus di Negrar, e Giove e Saturno mi rimbalzano, espressione romana per dire che li ritieni insignificanti per te. Lo dirai in veneto, ma io non so come lo direbbe un veneto.

Fai un po' come Totò:

https://youtu.be/qvIf12t08AY

D'altronde non è che si possa realmente fare qualcosa di diverso. Io ho praticamente smesso da anni di guardare la situazione dei transiti rispetto al mio tema natale, do solo una sbirciatina ogni tanto.

Però mi irrita la tua supponenza che ti fa classificare tutta l'astrologia come una superstizione un po' sciocca. Sono sciocchi gli astrologi e chi legge i loro oroscopi, ma non lo è l'astrologia, che si basa su una verità assiomatica ed indiscutibile.

La vita sulla Terra è una conseguenza dei fenomeni astronomici che hanno portato alla creazione del sistema solare. Come fai a pensare che tutto ciò non ti riguardi? Come fai a pensare di essere disconnesso da ciò?

Questi corpi in perenne movimento intorno al Sole, oltre ad essere delle palle rocciose o gassose, cosa che indubbiamente sono, sono anche qualcosa d'altro, sono dei numi.
Gli antichi greci e romani l'avevano compreso.

Sono dei numi, pur essendo privi di coscienza ed intelligenza, perché in virtù delle loro enormi masse e del loro moto, producono degli effetti, e finiscono con l'essere dei regolatori delle cose che avvengono qui sulla Terra, perché tutte le cose hanno origine dal fenomeno astronomico. Certo, è difficile risalire passo-passo a tutte le concatenazioni di cause ed effetti che legano l'evento terrestre con il fenomeno celeste, anzi più che difficile diciamo che è proprio impossibile. Però nello stesso tempio è indubbio che questa concatenazione di cause esista, e che non si sia mai interrotta. E che, al contrario, non esiste l'autonomia di cui tu sei convinto, per non averci ragionato su abbastanza.

Nulla va mai perso. Il fisico sei tu, e dovresti conoscere meglio di me queste cose. Non può non esserci un nesso profondissimo tra le creature che vivono su un pianeta e il sistema solare che ha permesso a queste creature di esistere.

Poi va beh, ci sono le buffonate degli astrologi, che si scatenano a capodanno. Se osservo l'astrologia degli altri, penso che sarebbe sicuramente meglio farne a meno.

Ma non bisogna buttare il neonato con l'acqua calda.

PS

Indice Planetario

Il principio che determina l'andamento di questa curva è stato stabilito verso la metà del secolo scorso dall'astrologo André Barbabult, che a sua volta l'aveva ripreso da, non mi ricordo bene, chi.

Si sommano le distanze reciproche dei pianeti lenti, da Giove a Plutone, al primo gennaio di ciascun anno, e il valore ottenuto diventa il valore delle y per quell'anno.

Vedete la valle della curva negli anni che stiamo vivendo, che è la maggiore del secolo?

La teoria astrologica relativa a questa curva è che quando questa scende si ha un periodo di "stress" per l'umanità. Sembra piuttosto azzeccata, o no? Nessuno di noi aveva vissuto una pandemia mondiale prima d'ora.

Sarà una coincidenza? :mmh:

Io non credo.

:hello:

nino280 25-11-21 09:59

Re: Qualche quiz
 
Volevo fare un paragone riguardo alle due soluzioni del quiz dei tre quadrati divisi in due parti uguali da un segmento che li seca.
Il sistema di Aspesi, una volta capito e mi sono poi accorto che non è difficile da capire, è veloce semplice e se vogliamo anche elegante.
Il mio sistema è un poco più complesso e necessità di un sistema (GeoGebra) e non solo, perchè bisogna anche saperlo usare.
A mio vantaggio c'è però una maggiore completezza, perchè se è vero che il quiz chiedeva solo la lunghezza di quel segmento, da quel mio disegno c'è di più.
E sarebbe il valore delle 6 aree in questione, + l'inclinazione della retta o segmento secante.
Ciao

Erasmus 27-11-21 15:42

Re: Qualche quiz
 
Ano'! (come dìsen a Milàn) [NB: "Amo' " a Milano significa "ancora", "di nuoco".]

Riprendo questo vecchio quiz (che a suo tempo avevo iniziato a risolvere con una equazione di grado piuttosto elevato abbandonandolo subito perché su questo computer non avevo adeguati mezzi di calcolo automatico) perché ho trovato un modo di risolverlo che mi pare interessante ... in quanto insolito!
Il clou del quiz stava nel trovare il valore di x (noto il quale il valore dell'area è quasi immediato dovendo essa essere 2x^2).

Orbene: partendo dall'equazione con cui avevo iniziato a suo tempo – ma anche subito desistito –, ho trovato che si può procedere con solo calcolo simbolico (senza mai fare alcun calcolo numerico) arrivando in tal modo ad un'ultima espressione nella quale il valore di x è evidente, anzi: è addirittura palese.

Ed è in ciò che la ripresa di questo vecchio quiz mi pare interessante.
Ho scritto a proposito un apposito nuovo "paper(ino)".
Buona lettura!
––––––––
:hello:


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 02:21.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it