Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia

Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia (http://www.trekportal.it/coelestis/index.php)
-   Rudi Mathematici (http://www.trekportal.it/coelestis/forumdisplay.php?f=11)
-   -   Mezzo premio Nobel 2021 per la Fisica ad un italiano (http://www.trekportal.it/coelestis/showthread.php?t=60782)

Erasmus 07-10-21 13:34

Mezzo premio Nobel 2021 per la Fisica ad un italiano
 
L'italiano è Giorgio PARISI.
L'aLtro mezzo Nobel per la Fisica è stato assegnato alla coppia di ricercatori Syukuro Manabe (giapponese che però lavora in una univeersità degli USA) e Klaus Hasselmann (tedesco).
A questi per studi sul cambiamento climatico; a Giorgio Parisi "per il suo rivoluzionario contributo alla teoria dei matreriali disordinati e dei processi casuali".
[« [...] for his revolutionary contributions to the theory of disordered materials and random processes» :confused:]
–––> Comunicato-stampa
-––
:hello:

Erasmus 10-10-21 21:12

Re: Mezzo premio Nobel 2021 per la Fisica ad un italiano
 
24 visite e nessun intervento a commento di questo particolarissimo evento!
Particolarissimo per gli argomenti circa i qual9 è strato assegnato il Nobel della Fisica.
–––
:hello:

aleph 11-10-21 07:29

Re: Mezzo premio Nobel 2021 per la Fisica ad un italiano
 
Quote:

Erasmus (Scrivi 845307)
…Giorgio Parisi "per il suo rivoluzionario contributo alla teoria dei matreriali disordinati e dei processi casuali".
[« [...] for his revolutionary contributions to the theory of disordered materials and random processes» :confused:]

Se questi svedesi avessero visto casa mia il nobel per i materiali disordinati lo avrebbero dato a me…

A meno che “disordered materials” non sia più qualcosa tipo materiali amorfi e allora non vincevo manco stavolta..:(

Giuliot 11-10-21 18:04

Re: Mezzo premio Nobel 2021 per la Fisica ad un italiano
 
Ciao Erasmus. Ero di passaggio qui, e ho letto.
Studiare la fisica del clima, e quella della evoluzione degli stormi di uccelli o delle sardine (contrariamente alla impressione popolare che potrebbe sorridere come se si trattasse di tempo perso, ovvero di un premio IG-nobel), la vedo cosa ostica ed affacciata al futuro altrettanto come quella di frontiera delle particelle.

La sperimentazione è altrettanto difficile perchè (come diceva Richard Feynman) gli scienziati, dopo aver “tirato a indovinare” un certo comportamento, specie in un laboratorio grande come la Terra, otterranno risultati dalla sperimentazione ben che vada solo dopo anni.
E quindi l'importanza di cominciare a costruire una impalcatura informatica di simulazioni, è cosa buona ma assai difficile, come cercare di capire da che punto in poi un caos tende ad iniziare ad ordinarsi in punti diversi, in modi diversi, che a loro volta interagiranno fra loro, e affinarne la elaborazione per trarne una previsione attendibile. :spaf:

Ci rimane la speranza che lo scioglimento del ghiaccio in grande quantità, non diluisca lo concentrazione salina, cambiando la densità dell'acqua fino impedirne l'affossamento per raffreddamento al polo, e a bloccare il “cingolo” della corrente del golfo, dando prologo ad una nuova glaciazione altrettanto inevitabile, e forse indipendente dai nostri (costosissimi) sforzi.

Non ci sarebbe da stupirsi, visto che la durata del nostro interglaciale rispecchia il progressivo accorciamento di quelli precedenti, quando non c'era nemmeno l'uomo a produrre CO2.

Ma in una battuta, purtroppo o per fortuna, io che al freddo preferisco il caldo, non avrò tempo di patirne le conseguenze.


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 18:03.

Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2022, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it