ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Serie TV di Star Trek > Serie The Next Generation

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 20-09-07, 23:11   #1
Q_rioso
Moderatore
 
L'avatar di  Q_rioso
 
Data Registrazione: 01 2006
Locazione: Genova
Messaggi: 6,108
Genere: Maschile
Predefinito 1.09 - The Battle - La battaglia

Riassunto:

Data Stellare 41723.9. L'Enterprise si è recata nel sistema Xendi Sabu per un rendez-vous con una nave Ferengi, dopo che questi hanno chiesto un incontro. Stranamente però per tre giorni i Ferengi non si fanno sentire, almeno finché i sensori a lungo raggio non rilevano una vecchia nave della Flotta Stellare entrare nel sistema. Solo allora il capitano Ferengi, DaiMon Bok, contatta il Capitano Picard cosicché il tanto sospirato incontro può finalmente essere organizzato.
Una volta a bordo dell'Enterprise Bok spiega a Picard che la nave in avvicinamento è in realtà sotto il suo controllo e altro non è che un regalo per lui, un modo per onorare "l'eroe di Maxia". Il Capitano trasecola, non capendo a cosa il Ferengi stia riferendosi, ma Data mette presto fine ad ogni incertezza ricordando agli astanti che nove anni prima la Stargazer, la nave precendentemente comandata da Picard, aveva incrociato nel sistema Maxia Zeta un vascello sconosciuto che non aveva risposto alle chiamate e che, al contrario, aveva a sorpresa aperto il fuoco senza dare a Picard altra alternativa che quella di difendersi rispondendo all'attacco. Grazie ad una disperata, quanto innovativa, manovra tattica, da allora in poi conosciuta come "Manovra Picard", la nave aliena finì distrutta, ma a causa di un incendio divampato a bordo in seguito ai gravi danni subiti, il Capitano ed il suo equipaggio furono comunque costretti ad abbandonare la Stargazer, navigando per settimane alla deriva nello spazio a bordo di una navetta prima di essere recuperati.
DaiMon Bok spiega che il vascello sconosciuto era di origine Ferengi e che in realtà la Stargazer non era andata distrutta... e infatti la nave entrata nel raggio dei sensori è proprio la classe Constellation che fu il primo comando del Capitano Picard.
Non dimentichiamo però cosa dice il proverbio: «Non è tutto oro quello che luccica» e infatti dietro al "regalo" di Bok si nasconde il suo desiderio di vendicare la morte del figlio, al comando della nave andata distrutta a Maxia Zeta nove anni prima.









«Quella è l'esplorazione che ti aspetta, non scoprire stelle o studiare le nebulose, ma esplorare a fondo le ignote possibilità dell'esistenza.» (Q a Picard in Ieri, oggi e domani)

«Non sono d'accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu possa continuare a dirlo.» (Evelyn Beatrice Hall)


Ultima Modifica di Q_rioso : 20-09-07 23:35.
Q_rioso Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 20-09-07, 23:20   #2
Cpt. Hawk
Moderatore
 
L'avatar di  Cpt. Hawk
 
Data Registrazione: 02 2005
Locazione: Verona
Messaggi: 2,704
Genere: Nessuno
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

Ho rivisto con piacere questo episodio, il cui ricordo era piuttosto offuscato dal tempo che, inesorabile, trascorre.

Bene, terminata questa “perla”, che posso dire?
Personalmente mi è piaciuto. Non che sia un episodio fondamentale nella storia di TNG, ma si lascia guardare con piacere.
Di cosa parla, alla fine, questo episodio? Della vendetta? «La vendetta non paga», asserisce Picard (insieme al crimine, ci hanno insegnato) e anche “lasciare in pace i morti”, e “il passato al passato”.
Accidenti, ben tre “massime” in un colpo solo.

Veniamo a conoscenza del precedente incarico di Picard come capitano, e della sua famosissima “Manovra Picard”.
Va precisato giustamente che Picard era capitano della Stargazer all’epoca dei fatti di Maxia. Questo perché, la frase che egli dice all’equipaggio dell’Enterprise (in merito alla sua manovra): «Ho fatto quello che qualsiasi buon timoniere avrebbe fatto» potrebbe far pensare che egli a bordo ricoprisse quel ruolo.
In verità fu capitano della Stargazer per ben 22 anni, ma nella sua carriera ha sicuramente preso postazione anche al timone.

Questa è anche la “prima volta” di una nave di classe Constellation in Star Trek, nave dalla insolita configurazione a quattro gondole. Tutto sommato non mi dispiace. È una nave dal design “antico”, figlia delle classi Constitution e Miranda, e infatti la stessa classe Constellation non è più così giovane.
Una curiosità, che ho letto poco fa (fonte Hypertrek). Inizialmente la Stargazer avrebbe dovuto essere una nave di classe Constitution. Solo all’ultimo momento la produzione decise di non utilizzare la plancia di comando in stile “Enterprise A” (quella definitiva è una rivisitazione del ponte di battaglia dell’Enterprise D visto nel pilot). Questo cambio di rotta arrivò comunque così in ritardo rispetto all’inizio delle riprese che LeVar Burton (Geordi), fu chiamato a ridoppiare alcune scene in cui, dalla sua postazione al timone, affermava che la Stargazer era, appunto, una nave di classe Constitution.


Alcune “note”
Appena aperta la comunicazione con Daimon Bok, il consigliere Troi fa chiudere a Tasha il collegamento, per allertare il capitano del suo avvertire dal ferengi sentimenti di “inganno e pericolosità” (o qualcosa di simile). Ma allora?! Questi cavolo di ferengi sono o non sono inaccessibili ai telepati? Che si decidano! Non possono dire una cosa in un episodio e smentirla in quello successivo!
Ufficialmente, la conformazione del loro cervello lo rende “inaccessibile”. Oltre ad essere stato detto in più occasioni, sicuramente anche in DS9, cito hypertrek: «La particolare struttura a quattro lobi del cervello ferengi rende impossibile ai Betazoidi la lettura delle loro menti» (anche se qui si annota l’impossibilità per i soli betazoidi, evidentemente considerati all’epoca della stesura delle note come i telepati di riferimento).
Dopotutto, la scelta di renderli inaccessibili (da parte degli sceneggiatori) è più che giustificata: come potrebbero i ferengi (prendo a campione Quark) gestire tutti i loro traffici, decisamente al limite – se non ben oltre – della legalità o della truffa in tutta tranquillità, se potessero essere così facilmente “smascherati”?

Altro errore lo si può notare a bordo della Stargaizer. Bok, una volta che Picard è giunto a bordo della sua vecchia nave, alza gli scudi, in modo che nessuno possa giungere e che Picard non possa essere tratto in salvo. Ma allora, come fa egli stesso poco dopo a tornare a bordo del suo Marauder con il teletrasporto se gli scudi sono ancora alzati? Si potrebbe tergiversare ipotizzando che la tecnologia ferengi abbia aggirato questo ostacolo, ma non è così: rimane un errore. Ma, del resto, la storia di Star Trek è ricca di episodi di teletrasporto con scudi alzati e di altre incongruenze!!

Ah, ecco, un’altra cosa... Capisco la ricerca del risparmio ma... possibile che la plancia dei ferengi debba essere una parete bianca? Oltre ad insistere con lo zoom... diamine, su, credo che allestire una finta paratia con un paio di lucine dell’albero di Natale e qualcosa di riciclato non avrebbe di certo affondato economicamente la Paramount!

Anche in questo episodio, il giovane Wesley mette il suo zampino, “scovando” o risolvendo qualcosa di utile e/o fondamentale per la soluzione del caso. Francamente, non ricordavo tutti questi suoi provvidenziali interventi.

Continua a prendere “corpo” il personaggio del capitano Picard. Oddio, per quanto mi riguarda, da vecchio conoscitore della serie, per me è già Picard da due episodi, ma è comunque giusto sottolineare la crescita del suo spessore come personaggio rispetto ai primissimi episodi, in cui era quasi solo Riker a spiccare su tutti.
Anche la dottoressa Crusher sta aumentando in “definizione” (e anche questo mi fa piacere, perché ho sempre apprezzato il suo personaggio, anche se piuttosto “sottovalutato”).
Riker, come sempre, rimane al suo ottimo livello.


Quote
- Kazago, Primo ufficiale ferengi a Riker: «Come dite voi terrestri (o umani): “sono tutto orecchi”»... E vabbè, grazie!!
- Scopriamo che Data è un androide di “seconda mano”!!





«Perché ci sono Klingon che in merito a un trattato di pace la pensano come lei e l’ammiraglio Cartright, ma ci penserebbero due volte prima di attaccare l’Enterprise con lei al comando...» (STVI: The Undiscovered Country)
«And make sure history never forget the name... Enterprise» (J.L. Picard - Yesterday’s Enterprise)
«L’unico Klingon di cui ho paura è mia moglie, al termine di un doppio turno in sala macchine» (Tom Paris prima di affrontare in duello un guerriero Klingon)
Cpt. Hawk Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 00:17   #3
manuè
Capitano
 
L'avatar di  manuè
 
Data Registrazione: 02 2007
Locazione: Roma
Messaggi: 7,401
Genere: Maschile
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

il personaggio di picard sarà anche cresciuto come spessore e si è venuti a conoscenza di una parte della sua vita e carriera (22 anni come capitano della stargaser? ma quanti anni ha il capitano picard? e soprattutto: per quanti anni è stato capitano? 100? 1000? non sarebbe ora di passare oltre?), però ciò non toglie che anche questo episodio è sbadiglievole.






8 maggio 2009: IO VEDO QUATTRO LUCI!
manuè Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 00:24   #4
Q_rioso
Moderatore
 
L'avatar di  Q_rioso
 
Data Registrazione: 01 2006
Locazione: Genova
Messaggi: 6,108
Genere: Maschile
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

Essendo nato nel 2305, nella prima stagione di TNG, ambientata nel 2363, il Capitano Picard ha 58 anni circa. Già a trent'anni era ufficiale comandante (con il grado di Capitano?) della Stargazer, quindi ha un incarico di comando da ben 28 anni. Un ufficiale di esperienza come pochi.

Non mi pare che si fosse notato negli episodi precedenti, però da alcune inquadrature davvero ravvicinate non ho potuto fare a meno di osservare che Patrick Stewart ha degli occhi stupendi!.


Q_rioso





«Quella è l'esplorazione che ti aspetta, non scoprire stelle o studiare le nebulose, ma esplorare a fondo le ignote possibilità dell'esistenza.» (Q a Picard in Ieri, oggi e domani)

«Non sono d'accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu possa continuare a dirlo.» (Evelyn Beatrice Hall)


Ultima Modifica di Q_rioso : 21-09-07 00:43.
Q_rioso Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 00:25   #5
leonardo
Capitano
 
L'avatar di  leonardo
 
Data Registrazione: 08 2005
Locazione: ROMA
Messaggi: 3,640
Genere: Femminile
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

Episodio senza infamia nè lode.

Mi ha fatto piacere sapere qualcosa del passato di Picard.

Guardando il ferengi in cerca di vendetta mi è venuto in mente Khan.

Quote:
Cpt. Hawk
Altro errore lo si può notare a bordo della Stargaizer. Bok, una volta che Picard è giunto a bordo della sua vecchia nave, alza gli scudi, in modo che nessuno possa giungere e che Picard non possa essere tratto in salvo. Ma allora, come fa egli stesso poco dopo a tornare a bordo del suo Marauder con il teletrasporto se gli scudi sono ancora alzati? Si potrebbe tergiversare ipotizzando che la tecnologia ferengi abbia aggirato questo ostacolo, ma non è così: rimane un errore. Ma, del resto, la storia di Star Trek è ricca di episodi di teletrasporto con scudi alzati e di altre incongruenze!!
Questa cosa l'avevo notata perfino io!





"Possedere non è dopotutto così importante come desiderare. Non è logico ma è spesso vero!" (Spock - "Il duello").
"Non avrei mai creduto che sarei rimasta turbata dal tocco di un vulcaniano!" (Comandante Romulana - "Incidente all'Enterprise").
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".
leonardo Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 00:37   #6
manuè
Capitano
 
L'avatar di  manuè
 
Data Registrazione: 02 2007
Locazione: Roma
Messaggi: 7,401
Genere: Maschile
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia


Quote:
Q_rioso
Essendo nato nel 2305, nella prima stagione di TNG, ambientata nel 2363, il Capitano Picard ha 58 anni circa. Già a trent'anni era ufficiale comandante (con il grado di Capitano?) della Stargazer, quindi ha un incarico di comando da ben 28 anni. Un ufficiale di esperienza come pochi.
quindi sarebbe stato promosso almeno comandante già dall'età di 30 anni? (58 anni di età - 28 anni in comando = 30) com'è possibile? ha vinto una guerra da solo? è riuscito a capire cosa frulla nella testa dei romulani? ha inventato qualcosa di peggio del cubo di rubik?



Ho corretto un mio "piccolo" refuso matematico (Q_rioso)






8 maggio 2009: IO VEDO QUATTRO LUCI!

Ultima Modifica di Q_rioso : 21-09-07 00:44.
manuè Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 01:45   #7
Sekhemty
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

@CptHawk: hai scritto tutto quello che volevo scrivere io, comprese le curiosità sulla Stargazer

Comunque questo episodio mi è piaciuto: vediamo una nuova nave e impariamo qualcosa in più sul passato di Picard;
di contro, c'è da dire che ci sono ancora i Ferengi ancora in fase di rodaggio, e WC continua ad essere il solito insopportabile saputello.

Comunque buon episodio!
  Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 02:08   #8
Cpt. Hawk
Moderatore
 
L'avatar di  Cpt. Hawk
 
Data Registrazione: 02 2005
Locazione: Verona
Messaggi: 2,704
Genere: Nessuno
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

Non conoscevo il suo anno di nascita, ma dai miei calcoli Picard dovrebbe avere 61 anni, non 58 (nella prima stagione).
Jean-Luc Picard è diventato capitano (e la Stargazer stessa fu il suo primo comando) all’età di 30 anni appunto.
L’ha comandata per 22 anni, quindi fino all’età di 52 anni.
Essendo trascorsi nove anni dall’abbandono della Stargazer al momento del suo ritrovamento, egli dovrebbe quindi avere 61 anni.

Per quanto riguarda i “28 anni” di comando... A dire il vero non ricordo se sia mai stata fatta luce sugli incarichi di Picard tra l’abbandono della Stargazer e l’assegnazione alla nuova Enterprise D. Nel caso in cui non abbia svolto incarichi “attivi”, il suo grado di Capitano è attivo da 31 anni (22+9); nel caso in cui abbia ricoperto servizio non attivo, cioè non a capo di una nave (che, francamente, mi risulta essere così, ed è strano), i suoi anni seduto sulla “poltrona più grande” si riducono a 23, compreso questo primo anno a bordo dell’Enterprise (anno non ancora completato, chiaramente).

EDIT sul calcolo degli anni
Ho fatto un paio di verifiche. Dunque, Picard è nato nel 2305 e a trent’anni ha assunto il comando della Stargazer, giustamente nel 2335. Sono seguiti 22 anni di comando fino, quindi, al fatidico scontro con la nave (ferengi) sconosciuta. Quindi era il 2357 e NON 2355 come riportato erroneamente su Hypertrek. Ora, non vorrei essermelo immaginato, ma nell’episodio odierno si parla appunto di “nove anni fa”, quando viene ritrovata la Stargazer. Ma 2357 + 9 fa 2366 (circa), NON 2363, anno in cui si svolgono i fatti della prima stagione di TNG. Si deduce quindi che sono trascorsi solo 6 anni circa dalla rovinosa evacuazione della Stargazer al suo ritrovamento.
Non mi metto certo a riguardare la parte di episodio interessata ora, lo farò domani. Qualcuno può confermare che ho capito bene dicendo “9 anni”? Domani controllerò anche la versione in inglese, non sia mai che abbiano doppiato un “six” con un “nove”...
Effettivamente c’è questa differenza di tre anni. I miei primi calcoli (Picard 61 anni) sono basati non sulla data di nascita del capitano e l’anno (il primo) di TNG; il risultato l’ho ottenuto sommando ai 30 anni di inizio “grado” i 22 anni a bordo della Stargazer e i 9 prima di arrivare all’Enterprise. Ma, in effetti, i conti con gli anni (2305 - 2363) danno torto a questo ragionamento. Quindi, a meno che non si tratti di un errore di doppiaggio italiano (“nove” al posto di “six”), si tratta di un bel grossolano errore fin dall’origine! E dire che si tratta di pura matematica!!

Se non sbaglio anche James T. Kirk divenne capitano alla giovane età di 30 anni, o nel giro di un paio d’anni (prima o dopo i 30), risultando uno dei più giovani capitani (se non il più giovane) della sua epoca.



Quote:
Q_rioso
Non mi pare che si fosse notato negli episodi precedenti, però da alcune inquadrature davvero ravvicinate non ho potuto fare a meno di osservare che Patrick Stewart ha degli occhi stupendi!.
... cos’è questa, una dichiarazione? In effetti, in questo episodio vediamo forse per la prima volta bene (in TNG) un primo piano degli occhi di Stewart.
Ma mi lascia un po’ perplesso che uno attento come te non avesse mai notato prima i suoi occhi... Nemmeno in “First Contact” li ricordi? Più primo piano di quello!


Un’altra cosa che mi è sembrata un po’ strana, ma che ho dimenticato di riportare nel primo post è questa.
Ho sempre trovato strano il fatto di questa nave “sconosciuta” che attaccò la Stargazer.
Ovvero, ok, tralasciando ENT, il primo contatto con i Ferengi è stato in occasione di “L’ultimo Avamposto”.
Non ci è dato sapere che tipo di nave fosse quella comandata dal figlio di Bok, ma era sicuramente una nave ferengi, anzi, una “bella nave” come l’ha definita Bok. Ora non sono un esperto di design ferengi, né ci è dato conoscere il design di quella misteriosa nave, né abbiamo una grande conoscenza di altre navi (diverse dal tipico Marauder - e degli shuttles) nella flotta ferengi.
Trovo un po’ curioso però il fatto che non vi possa essere alcuna somiglianza tra la nave misteriosa e le attuali navi ferengi. Ogni razza incontrata in ogni serie mantiene una propria “identità” nel design: anche attraverso gli anni è possibile riconoscere un certo tipo di design, infatti, come appartenente a questa o a quella razza.
Mi sembra curioso il fatto che, in occasione del primo incontro ufficiale con i ferengi non vi sia stato nessuno a dire “questa nave mi ricorda qualcosa”, né un senso di deja-vu in Picard né alcun dato storico nella banca dati. Posso immaginare che abbandonando la Stargazer con ogni probabilità non sia stato possibile salvare tutti i dati registrati (compresi sicuramente anche quelli della nave attaccante), ma immagino che Picard avrà dovuto fornire una lunga serie di spiegazioni e rapporti ufficiali al comando della Flotta, riportando anche quante più informazioni possibili sulla nave attaccante...
Ok ok, mi rendo conto che è un discorso forse un po’ tirato, ma è un piccolo “neo” che da sempre mi spunta fuori con questi episodi.





«Perché ci sono Klingon che in merito a un trattato di pace la pensano come lei e l’ammiraglio Cartright, ma ci penserebbero due volte prima di attaccare l’Enterprise con lei al comando...» (STVI: The Undiscovered Country)
«And make sure history never forget the name... Enterprise» (J.L. Picard - Yesterday’s Enterprise)
«L’unico Klingon di cui ho paura è mia moglie, al termine di un doppio turno in sala macchine» (Tom Paris prima di affrontare in duello un guerriero Klingon)
Cpt. Hawk Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 11:04   #9
Q_rioso
Moderatore
 
L'avatar di  Q_rioso
 
Data Registrazione: 01 2006
Locazione: Genova
Messaggi: 6,108
Genere: Maschile
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

Quote:
Cpt. Hawk
Qualcuno può confermare che ho capito bene dicendo “9 anni”?
Anch'io ricordo di aver sentito parlare di "9 anni", tant'è vero che l'ho scritto nell'introduzione all'episodio. Però effettivamente i conti non tornano e in caso non avessi capito male, allora sarebbe niente altro che un errore di doppiaggio, infatti nell'episodio in lingua originale si parla di "sette anni fa" (seven years ago).

Quote:
...cos’è questa, una dichiarazione? In effetti, in questo episodio vediamo forse per la prima volta bene (in TNG) un primo piano degli occhi di Stewart.
Ma mi lascia un po’ perplesso che uno attento come te non avesse mai notato prima i suoi occhi... Nemmeno in “First Contact” li ricordi? Più primo piano di quello!
Effettivamente, sarà una mia mancanza, ma devo ammettere che negli uomini non mi soffermo ad osservare certi particolari... però in questa occasione, ricordando piuttosto bene l'episodio, mi sono "guardato un po' intorno", come si suol dire, dedicandomi ai dettagli.
Ricordo anche la scena in "Primo Contatto", ma non credevo fosse davvero l'occhio di Stewart, visto ciò che gli succede prima che il Capitano si riprenda dal sogno.


Q_rioso





«Quella è l'esplorazione che ti aspetta, non scoprire stelle o studiare le nebulose, ma esplorare a fondo le ignote possibilità dell'esistenza.» (Q a Picard in Ieri, oggi e domani)

«Non sono d'accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu possa continuare a dirlo.» (Evelyn Beatrice Hall)

Q_rioso Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-09-07, 11:24   #10
leonardo
Capitano
 
L'avatar di  leonardo
 
Data Registrazione: 08 2005
Locazione: ROMA
Messaggi: 3,640
Genere: Femminile
Predefinito Re: 1.09 - The Battle - La battaglia

Quote:
Cpt. Hawk
Mi sembra curioso il fatto che, in occasione del primo incontro ufficiale con i ferengi non vi sia stato nessuno a dire “questa nave mi ricorda qualcosa”, né un senso di deja-vu in Picard né alcun dato storico nella banca dati. Posso immaginare che abbandonando la Stargazer con ogni probabilità non sia stato possibile salvare tutti i dati registrati (compresi sicuramente anche quelli della nave attaccante), ma immagino che Picard avrà dovuto fornire una lunga serie di spiegazioni e rapporti ufficiali al comando della Flotta, riportando anche quante più informazioni possibili sulla nave attaccante...
Osservazione interessante.
Comunque anche in questo episodio Picard sembra avere un vuoto di memoria riguardo a tutta la battaglia occorsa 9 anni prima, come se l'avesse rimossa.
Di fatto 9 anni prima nessuno di loro aveva visto come erano fatti i Ferengi fisicamente, la cosa era rimasta piuttosto sul vago.





"Possedere non è dopotutto così importante come desiderare. Non è logico ma è spesso vero!" (Spock - "Il duello").
"Non avrei mai creduto che sarei rimasta turbata dal tocco di un vulcaniano!" (Comandante Romulana - "Incidente all'Enterprise").
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".
leonardo Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 02:25.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it