ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > I lungometraggi di Star Trek > Star Trek XII: Star Trek Into Darkness

Rispondi
 
Strumenti Discussione ModalitÓ Visualizzazione
Vecchio 16-07-15, 12:35   #1
dogares
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Star Trek XIII

Grazie. Mi scuso per la poca cura nel suddetto commento, ma la Strega Ŕ fiaccata dal caldo e sopraffatta dall'emozione nel ritornare nell'universo trek a lei tanto caro.

Ciao a tutti. Si ritorna al portale trek dopo tempo immemorabile.

Visione del film con ventilatore puntato sulle gambe, nella vana speranza di un refrigerio, bottiglia di the freddo e serrande abbassate.
L'effetto in 3d rendeva la pellicola unica, ma la visione resta comunque godibile.

Film che si struttura sul doppio, nella sua ambivalente ricerca della veritÓ, della vendetta e nel senso profondo dei personaggi esposti. Tutto in Star Trek IntoThe Darkness Ŕ doppio: doppio Ŕ il cattivo, Marcus e Khan, doppia Ŕ l'Enterprise, buona e oscura, guerriera, doppio Ŕ l'inizio, prima in piena action, poi in un drammatico bivio di scelta fra ci˛ che Ŕ bene e ci˛ che Ŕ male, doppio Ŕ il finale che chiude un'era e ne annunzia un'altra.

Altro tema portante Ŕ, come accennato prima, la vendetta. Che anima Khan sino all'ossessione, sino alla distruzione di tutto ci˛ che amava, Ŕ la vendetta che spinge Kirk ad inseguire Khan sino alla luna di Klingon, Ŕ la vendetta che spinge Spock a battersi sino all'ultimo contro il geneticamente mutato.
Vendetta che l'uomo sa e deve trasformare in giustizia, per non precipitare nel caos, come dice Kirk alla fine durante la commemorazione finale, giustizia che iberna Khan e gli accoliti in un non futuro peggiore della morte.

Film che si appoggia sulla recitazione sublime di Cumberbatch, appassionato e freddo, agghiacciante quando da sfogo alla violenza omicida di Khan ( di molte spanne superiore alla recitazione di Montalban ) e al suo dramma interiore di guerriero tradito ed impotente.
Questo Kahn Ŕ un grandioso villan, un personaggio entrato di prepotenza nell'empireo trek e capace come pochi di provocare odio, ammirazione, rispetto e compassione.

L'altro elemento oscuro del film Ŕ l'ammiraglio Marcus, retto da una recitazione asciutta e lineare, uomo ossessionato dal nemico Klingon come lo era, a suo modo, il Kirk della TOS.
Abile, calcolatore, in fondo prototipo del generale onnipotente e animato dal desiderio di grandezza, simil Patton, risulta un avversario quasi imbattibile, alla guida del prototipo da battaglia da lui voluto.
Padre autoritario eppure incapace di amare realmente, Ŕ un personaggio che inevitabilmente viene schiacciato dagli altri protagonisti, ma che merita una valutazione maggiore.

Agli opposti dei due oscuri personaggi, gli eroi. Kirk, che nell'idea trek di Abrahms Ŕ il solo vero e grandioso protagonista della saga, tanto da compiere il gesto estremo al posto di Spock nel reebot. Arrogante e saccente capitano che impara a proprie spese non il senso meccanico dell'obbedire a delle direttive imposte dal comando, ma il ruolo e l'importanza del diventare comandante e capitano, il peso delle scelte, la logica nel perseguire non una vendetta fine a se stessa, ma un senso di giustizia difficile ma per questo maggiormente matura da compiere.
Questo Kirk, questo giovane e inesperto eppure giÓ grandioso Kirk, cementa un'amicizia profonda con la propria anima speculare che Ŕ e sarÓ Spock, com'Ŕ stato nell'universo convenzionale.
Segno che la filosofia Trek, quella dell'amicizia e dei valori anche nel futuro, Ŕ stata centrata e viene espressa nel film.

Spock porta con se la figura del doppio in modo perenne, data la sua doppia natura di umano e vulcaniano. Questo Spock non possiede la freddezza monolitica, unica di Nimoy, eppure ci apre le porte ad un dramma interiore, quando rifiuta il dolore e la paura della morte non per disinteresse, ma per la volontÓ di non soffrirne ulteriormente. Ma sarÓ l'amicizia profonda che lo lega a Kirk a far vacillare questa sua enigmatica, fredda logica vulcaniana, mostrandocelo forse troppo emotivo ma enormemente umano nel duello finale.

Reggono superbamente tutti gli altri, a partite da Chekov, mai tanto simpatico, Scott adorabile genio della sala macchine, sino a McCoy, incredibilmente simile all'originale, a Sulu, freddo e abile sostituto di Kirk che mostra la stoffa che lo renderÓ, nell'universo convenzionale, capitano della nave ammiraglia della flotta.
Posto a parte per Uhura, bellissima, sublime amante di Spock, che ondeggia con bellezza assoluta fra i protagonisti, ritagliandosi scene di grande impatto, ponendoci di fronte alla difficile completezza della storia d'amore fra lei ed il vulcaniano, fragile eppure superbamente donna quando affronta Khan nel finale, aiutando Spock a vincerlo.

Le pecche ci sono, una su tutte l'uso dei Klingon, ancora grezzi, poco utilizzati e di mera comparsa, ma sono piccoli dettagli. Le scene d'azione, di battaglia, sono superbe, spettacolari, fra le migliori di sempre.
Star Trek InToThe Darkness Ŕ un gioiello, un diamante luminoso nella storia della fantascienza moderna.
Rivaleggia, e forse supera, altre pellicole di culto della serie, ergendosi a protagonista indiscusso della saga.
Amare InToTheDarkness Ŕ amare l'universo della saga di fantascienza pi¨ bella che sia mai stata scritta. E' amare Star Trek, nel suo profondo.
  Rispondi Citando
Vecchio 16-07-15, 21:57   #2
Soleta
Capitano
 
L'avatar di  Soleta
 
Data Registrazione: 03 2012
Locazione: USS Excalibur
Messaggi: 6,322
Genere: Femminile
Predefinito Re: Star Trek XII

Complimenti Dogares, la tua analisi del film Ŕ stupenda!
Grazie soprattutto per le tue riflessioni sul tema della vendetta nel film, hai messo a parole una sensazione che il film mi trasmetteva senza che io riuscissi davvero a decifrarla





... maybe we'll come back to Earth, who can tell... with so many light years to go and things to be found, I'm sure that we'll all miss her so...

50
Soleta Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
ModalitÓ Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies Ŕ Attivo
[IMG] il codice Ŕ Attivo
Il codice HTML Ŕ Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 07:51.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it