ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Off-Topic > Scienza e tecnologia

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 14-02-18, 23:45   #21
Kirk_Jameson
Tenente
 
L'avatar di  Kirk_Jameson
 
Data Registrazione: 01 2003
Locazione: Torino
Messaggi: 4,937
Genere: Maschile
Predefinito Re: Abbiamo riaperto la rotta lunare

Quote:
Kiaphet Amman'sor
E' proprio così. E' molto più credibile proprio per quello che ha dimostrato nei fatti Elon Musk. Nessuno è mai riuscito a riusare dei booster e lui l'ha fatto, con 18 successi consecutivi. Nessuno è mai riuscito a costruire auto elettriche con pilota automatico e con oltre 400km di autonomia e lui l'ha fatto.
Uomini su Marte tra 7 anni è pura fantasia.

Quote:
Dragon 2 porterà passeggeri senza un minimo di preparazione fisica, a differenza dei moduli che trasportano astronauti con esigenza di preparazione preventiva. Poi la spaceship BFR avrà 40 cabine con 100 persone di equipaggio nominale. Anche qui, pioniere assoluto.
Vediamola prima di mitizzarla, questa super-astronave. Falcon è un bel risultato, ma ricordiamo che è dal tempo del Saturn 1B (1961) che si progetta di recuperare il primo stadio dei vettori e alcuni test di riutilizzo dei motori furono anche fatti. Con lo Shuttle era prassi. Tecnologia anni '70, eh. E' che ora - solo ora - sta diventando conveniente. Lode a SpaceX ma da qui a costruire un'astronave interplanetaria per 100 persone la strada è luuuuuuunga.

Quote:
Considera che a me andrebbe benissimo se portasse l'uomo su Marte anche con un ritardo di un paio di rendez vous nelle orbite Terra-Marte, verso il 2029 quindi, ma credo che ci arriverà proprio nel pianificato 2025 o al più nel 2027.
Lo ritengo materialmente impossibile. Ci hanno messo 4 anni a realizzare e certificare una normale capsula per la LEO (senza contare la versione precedente). E in 8 anni pretendi che realizzino un vettore potente il triplo del Saturn V, riusabile e un vascello interplanetario per 140 persone. Fantasia.





Whatever happens, happens.
Kirk_Jameson Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 15-02-18, 10:03   #22
Tyreal
Tenente Comandante
 
L'avatar di  Tyreal
 
Data Registrazione: 05 2006
Locazione: Ristorante al termine dell'universo
Messaggi: 5,426
Genere: Maschile
Predefinito Re: Abbiamo riaperto la rotta lunare

Musk è sicuramente un visionario ed ha dato un importante contributo all'attuale campo aerospaziale e non solo, ma ha sempre l'abitudine di sparare molto alto per poi ottenere sicuramente risultati interessantissimi, ma lontani dai proclami iniziali. Il che non è un problema, sta lavorando benissimo, bisogna dargliene atto: anche il fatto di amplificare sui media i suoi risultati con uscite come quelle della Tesla è un metodo per far appassionare la gente comune all'argomento, cosa che personalmente trovo importante.
Però non è Tony Stark, e nemmeno S.R. Hadden, è "solo" una persona molto capace (ad avercene, eh...) e non è ancora in grado di fare miracoli.
La stessa Tesla è stata una piccola rivoluzione mediatica in termini di auto elettrica, ha reso "cool" quello che fino a prima era giusto un'alternativa bruttina e costosa all'auto tradizionale, muovendo così un volano che già esisteva ma aveva bisogno di un grosso impulso per partire (non è che senza Tesla le elettriche non esisterebbero, ma è vero che stanno prendendo molto più piede da quando c'è). Però, anche in questo caso, dividiamo un po' il fattore coolness da quello effettivo: Tesla ha conquistato paesi come la Norvegia perché il governo ha dato agevolazioni straordinarie a un'auto con quelle caratteristiche; la guida autonoma è sicuramente in una fase avanzata, ma non è certo esclusiva di Tesla, Google ci sta lavorando già da anni e le prime prove in questo senso, correggetemi se sbaglio, sono di Toyota con le sue Prius, che tra l'altro propongono il vincente sistema ibrido elettrico-benzina già da molti anni; le Model S e X restano auto di lusso, la 3 è già più abbordabile ma in consegna con anni di ritardo e al momento ha lasciato l'azienda in un mare di debiti (si spera ripianati in futuro quando la produzione andrà a regime).
Condivido l'entusiasmo per la persona e quello che sta facendo, la Roadster con lo sfondo terrestre mi ha fatto venire la pelle d'oca alta così, idem il doppio rientro dei booster, ma al di là di questo è giusto riconoscere i limiti oggettivi esistenti. Sono sicuro che Musk ci stupirà ancora, ma illudersi che faccia l'impossibile secondo me rischia di farci perdere un po' il senso della realtà.
Tyreal Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 18-02-18, 21:00   #23
Kirk_Jameson
Tenente
 
L'avatar di  Kirk_Jameson
 
Data Registrazione: 01 2003
Locazione: Torino
Messaggi: 4,937
Genere: Maschile
Predefinito Re: Abbiamo riaperto la rotta lunare

Sono abbastanza d'accordo con l'analisi.

Comunque Bezos ha ancora più ri$orse di Musk... attendo anche i suoi nuovi vettori con ansia (sebbene il motore BE-4 con propellenti LOX-CH4 sia in netto ritardo)





Whatever happens, happens.
Kirk_Jameson Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 18-02-18, 22:17   #24
Kiaphet Amman'sor
Cadetto III Anno
 
L'avatar di  Kiaphet Amman'sor
 
Data Registrazione: 02 2007
Messaggi: 203
Genere: Nessuno
Predefinito Re: Abbiamo riaperto la rotta lunare

Jeff Bezos non ci porterà mai su Marte.

Elon Musk, se non gli accade nulla, ci porterà sicuramente su Marte (*). Lo seguo dal 2013, non dalla Tesla nello spazio. Quest'ultima è stata una grandissima trovata pubblicitaria, così come l'uomo imprenditore Elon Musk è un abile venditore.

Quello che sta dietro, però, è molto di più: ha una conoscenza approfondita di ogni aspetto delle sue "creature", oltre ad una capacità di motivare (e, ahimè, spingere allo stremo) i suoi team per mantenere scheduling a prima vista assurdi. In meno di 15 anni ha fatto ciò che nessuno aveva mai fatto: far riatterrare un primo stadio e riusarlo in un successivo lancio.

Novità teoriche a palate (basti pensare all'uso di methalox come propellente, al refill in orbit o all'uso di razzi a due stadi invece che a tre), pragmatismo e capacità di coinvolgere. Se dovessi scommettere su un suo insuccesso, vorrei essere pagato bene.

(*) lui continua a ripetere che il suo obiettivo è solo il trasporto veloce ed economico Terra-Marte, e che altre compagnie poi dovranno insediarsi su Marte per tutti gli altri servizi. In realtà però Solar City e progetto Boring vanno proprio nella direzione del riuso in forma marziana per la creazione di infrastrutture.
Kiaphet Amman'sor Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 19-02-18, 00:49   #25
Tyreal
Tenente Comandante
 
L'avatar di  Tyreal
 
Data Registrazione: 05 2006
Locazione: Ristorante al termine dell'universo
Messaggi: 5,426
Genere: Maschile
Predefinito Re: Abbiamo riaperto la rotta lunare

Oh, io lo seguo dai tempi di Paypal e ho sempre la segreta speranza di sposarmi sua sorella Tosca, ma questa è un'altra storia
Tyreal Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 19-02-18, 02:29   #26
Kirk_Jameson
Tenente
 
L'avatar di  Kirk_Jameson
 
Data Registrazione: 01 2003
Locazione: Torino
Messaggi: 4,937
Genere: Maschile
Predefinito Re: Abbiamo riaperto la rotta lunare

Quote:
Kiaphet Amman'sor
Jeff Bezos non ci porterà mai su Marte.
Non ho parlato di Marte. Ho detto solo che attendo il vettore New Shepard che ha, su progetto, prestazioni pari o superiori a Falcon Heavy.

Lo spazio non si riduce a Marte. Trascuriamo la Luna che è duecento volte più vicina e che andrebbe di nuovo esplorata, colonizzata, utilizzata.
Questa politica marte-centrica è stata sotto accusa anche per quanto riguarda NASA, che ha investito miliardi di dollari sul pianeta rosso, trascurando completamente, fino a poco tempo fa, l'esplorazione del resto del sistema solare. E' scandaloso, per esempio, che Urano e Nettuno non vedano una sonda spaziale dagli anni Ottanta.

Quote:
oltre ad una capacità di motivare (e, ahimè, spingere allo stremo) i suoi team per mantenere scheduling a prima vista assurdi.
...che non gli ho ancora visto mantenere una volta.

Quote:
In meno di 15 anni ha fatto ciò che nessuno aveva mai fatto: far riatterrare un primo stadio e riusarlo in un successivo lancio.
Non si tratta di riatterraggi, ma il riutilizzo del primo stadio era pratica abituale nei lanci Shuttle. Quanto al riutilizzo di una capsula, andiamo indietro addirittura alla Gemini 2 / Gemini B (1966).

Quote:
Novità teoriche a palate (basti pensare all'uso di methalox come propellente, al refill in orbit o all'uso di razzi a due stadi invece che a tre),
Se parliamo di teoria, non credo che sia stato l'unico a proporre qualcosa di nuovo. I motori a LOX/LCH4 son belli, ma non ne ha il copyright. Il motore BE-4, per esempio, è di Bezos. In ogni caso devono ancora essere provati operativamente.
Il refill in orbita fu uno degli elementi chiave di una delle opzioni lunari scartate (rendez vous in orbita terrestre), quindi è studiato da NASA da grosso modo cinquant'anni. Il travaso di criogenici nello spazio, in ogni caso, non è ne semplice ne agevole ne a buon mercato. Anche per questo stanno tornando di moda i grandi razzi.
L'uso di razzi a due stadi anziché tre che novità sarebbe? Ce ne sono in giro da una vita.





Whatever happens, happens.
Kirk_Jameson Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 03:20.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it