ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Serie TV di Star Trek > Serie The Next Generation

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 08-10-08, 21:01   #1
2°binario
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  2°binario
 
Data Registrazione: 10 2007
Messaggi: 793
Genere: Femminile
Predefinito 7.17 - Masks - Maschere

"Diario del Capitano, data stellare 47615.2.
Abbiamo incontrato una cometa vagante nel settore 1156. Non Ë nativa di questa regione dello spazio, e non ci sono registrazioni precedenti su questo oggetto in nessuna mappa della Federazione."
La cometa proviene dal sistema T'Arsay, a pi˘ di due settori di distanza: perciÚ, ha viaggiato nello spazio per 87 milioni di anni.
Un oggetto estremamente interessante da studiare, quindi; ma, appena ha inizio la scansione da parte dei sensori, l'Enterprise viene colpita da una distorsione proveniente dalla cometa, che sembra essere un'eco sensoriale.
In realt‡, si tratta di qualcosa di molto pi˘ pericoloso: a bordo cominciano a comparire strani manufatti, e la memoria del computer si riempie di incomprensibili ideogrammi. Ma, soprattutto, sta succedendo qualcosa di grave a Data...








C'è del buono in questo mondo ed è giusto combattere per questo

Stava anche scoprendo che un libro tira l'altro; ovunque si voltava si aprivano nuove porte e le giornate erano sempre troppo corte per leggere quanto avrebbe voluto
Alan Bennett La sovrana lettrice
2°binario Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 08-10-08, 21:37   #2
Mase506
Tenente JG
 
L'avatar di  Mase506
 
Data Registrazione: 08 2008
Locazione: Zona neutrale Novarese
Messaggi: 3,143
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

Bellissimo episodio lo rivedo volentieri. Voto: 9e mezzo





Unisciti allo staff di


Let's make sure history never forgets the name... Enterprise
(Jean-Luc Picard - TNG 3x15 Yesterday's Enterprise)
Mase506 Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 09-10-08, 17:04   #3
finalfrontier
Capitano
 
L'avatar di  finalfrontier
 
Data Registrazione: 04 2008
Locazione: Actually on Nx Discovery
Messaggi: 8,323
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

se la memoria non m'inganna questo dovrebbe essere l'episodio più brutto avente data come protagonista, la qual cosa di solito è sinonimo di almeno buona riuscita dell'episodio.
L'unica cosa che mi è piaciuta di questa "simbolica puntata" è il concetto di biblioteca aliena e il marchio sulla fronte di data (il solo coi 4 raggi che indicano i 4 punti cardinali).
al motto di "masaka si sta svegliando" data si trasfigura e l'Enterprise a poco a poco si trasforma in un santuario inca dove indiana jones ci sguazzarebbe alla grande.
Data inoltre è posseduto da altre identità alcune delle quali più docili e timorose (grande spiner come a lsolito).
alla fine non ci vuole molto a capire che masaka rappresenta il solo e korgano la luna (ridicolo picard con quella maschera, che s'adda fa pe' salva' la baracca, cioè la nave).
finale di giornata con masaka-sole che tramonta, cioè si addormenta e tutto torna alla normalità.
che noia che barba che barba che noia
voto 5





L'intuizione, benchè illogica, fa parte delle prerogative di un comandante.
Non risvegliamo i morti e lasciamo il passato al passato.
Non esiste un modo onorevole di uccidere, né un modo gentile di distruggere. Non c'è nulla di buono nella guerra. Eccetto la sua fine.
A volte l'innocenza è soltanto una scusa per i colpevoli.
finalfrontier Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 10-10-08, 13:43   #4
binario
Guardiamarina
 
L'avatar di  binario
 
Data Registrazione: 02 2005
Messaggi: 2,532
Genere: Femminile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

L'unica cosa interessante di questo episodio, per me, è stata la speculazione finale sul "cosa avrà voluto di'".

Ci siamo lanciati in considerazioni sul valore simbolico della caccia tra sole e luna, e l'unica spiegazione che mi è venuta in mente è stata che, sul pianeta di origine della biblioteca, può essere accaduto qualche cataclisma tipo quello che ha distrutto la civiltà di "Una vita per ricordare". Sembrerebbe, infatti, che l'inclemenza del sole abbia ucciso tutti i personaggi evocati da Data, e quindi potremmo pensare alla trasformazione del sole del sistema in una supernova, per cui la freschezza della notte non avrebbe più mitigato gli ardori del giorno.

Oppure, più spericolatamente, il pianeta potrebbe aver interrotto la sua rotazione, presentando al sole sempre la stessa faccia (o, meglio, potrebbe aver sincronizzato la sua rotazione con la sua rivoluzione, come fa la luna con la terra); naturalmente, in questo caso dovremmo supporre che la civiltà residente sul pianeta abbia preferito restare sulla faccia illuminata a farsi arrostire...

Oppure, ancora, semplicemente l'intera storia della caccia è del tutto simbolica, e allora...che avrà voluto di'?

Del tutto improbabile, in ogni caso, mi è sembrata la storia della trasformazione dell'Enterprise, con creazione persino di animali vivi a partire dalla sostanza biologica presente a bordo: si presume che siano stati trasformati solo piante e animali, o forse i loro miseri resti (qualche manicaretto in cambusa? le stringhe di cuoio sulle armi klingon di Worf? gli acari della polvere?), visto che l'equipaggio non subisce danni visibili.
E come spiegare che, comunque, buona parte dei sistemi resti funzionale (il computer, per esempio) con un tale sconvolgimento a bordo?

Insomma, stavolta non sono riuscita a raggiungere lo stato di volontaria sospensione dell'incredulità che è necessario per godersi una buona storia di fantascienza.

L'unica cosa che salva l'episodio è la grande bravura di Brent Spiner, e infatti le scene che lo vedono protagonista sono le uniche che rompono la monotonia della trama.







Aderite al Team Seti di TrekPortal!
- INFO


binario Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 18-10-08, 16:25   #5
leonardo
Capitano
 
L'avatar di  leonardo
 
Data Registrazione: 08 2005
Locazione: ROMA
Messaggi: 3,640
Genere: Femminile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

Non so bene cosa dire di questo episodio, mi lascia un pò divisa.
La parte iniziale mi stava piacendo molto ma man mano che l'episodio scorreva cominciava a piacermi sempre meno e il finale è scandaloso (soprattutto se consideriamo la rapidità con cui la situazione si risolve e torna alla normalità).

Sicuramente è un piacere vedere Spiner passare dall'interpretazione di un personaggio all'altro come se niente fosse.

Anche io come binario mi sono interrogata sul senso profondo dell'episodio e mi sono risposta che senso profondo non ce n'è!
Scherzi a parte anche io ho pensato che gli abitanti di questo pianeta siano morti a causa di qualche problema al loro sole (molto illuminante il riferimento di una delle personalità ospitate da Data al fatto che la morte preferita da questa regina crudele sarebbe quella per sete, una morte lenta e terribile). Mi sembra anche abbastanza chiaro che per non so quali motivi in questo pianeta fosse sempre giorno e la notte avesse smesso di alternarsi al giorno.
Dal modo di esprimersi questo popolo non sembra particolarmente evoluto tecnologicamente per cui resta sempre il mistero di come abbiano potuto produrre un archivio così potente.
Questo episodio mi ha fatto tornare alla mente sia "Una vita per ricordare - 5.25" sia "Darmok - 5.02" in cui non si riusciva a stabilire un contatto con gli alieni visto il loro incomprensibile modo di esprimersi fatto di metafore e miti.
Non è un caso che Picard sia appassionato d'archeologia, cosa che lo aiuta molto in questi casi.

Tutto sommato l'episodio resta fortemente originale e devo dire che la progressiva trasformazione dell'Enterprise a me non è dispiaciuta affatto, anzi mi ha quasi divertita. Ci vuole parecchia inventiva per trasformarla.
Mi sono solo chiesta come mai le due sezioni non siano state separate ma probabilmente era già troppo tardi per farlo quando il pericolo si è presentato.
Questo espediente della separazione delle due sezioni è stato utilizzato molto all'inizio (come se gli sceneggiatori volessero metterlo in bella mostra) e poi non è mai più accaduto che di fronte al pericolo l'Enterprise si dividesse in due parti.

Molto bella la parte iniziale in cui i bambini modellano la creta.
Troi in questo frangente dice cose molto belle e Data è come sempre godibilissimo.
Quando il Consigliere gli ha chiesto di rappresentare un concetto astratto come la musica con la creta anche io ho avuto la stessa idea di Data, credo sia la prima cosa che viene in mente un pò a tutti.

P.S.
Non so perchè ma ho trovato molto strano che Troi tenesse dei fiori come le calle nel suo alloggio.
Sarà perchè in Italia si utilizzano esclusivamente per una cerimonia come la Comunione e simboleggiano la purezza più assoluta: quella dei bambini per capirci!





"Possedere non è dopotutto così importante come desiderare. Non è logico ma è spesso vero!" (Spock - "Il duello").
"Non avrei mai creduto che sarei rimasta turbata dal tocco di un vulcaniano!" (Comandante Romulana - "Incidente all'Enterprise").
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".
leonardo Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 18-10-08, 17:57   #6
Q_rioso
Moderatore
 
L'avatar di  Q_rioso
 
Data Registrazione: 01 2006
Locazione: Genova
Messaggi: 6,108
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

Possiedo anch'io ricordi piuttosto spiacevoli di questo episodio, infatti in quest'occasione non sarò io a commentarlo, bensì lo stesso Brent Spiner.

No, no, non ho avuto alcun contatto con questo grande attore. Quelle che seguono sono le parole (tradotte) che chiunque abbia partecipato alla scorsa STICCON, in cui Brent Spiner era l'ospite d'onore, avrà già sentito. Infatti durante la sua esibizione sul palco parlò proprio di questo episodio:

Quote:
"Maschere" è stato uno degli episodi più assurdi che abbiamo mai fatto. E credo che ci sia la peggiore recitazione che sia mai stata fatta in televisione... quella fatta da me! L'episodio che precedeva "Maschere", se mi ricordo, si intivolata "Radioattività"... e doveva essere una sorta di episodio alla Frenkenstein, dove Data era sfigurato, si trovava in una città medievale e incontrava questa ragazza... Non so perché lo chiamssero un episodio alla Frankenstein, ma tant'è. In ogni caso l'episodio era incentrato tutto su di me! Qualche volta capitava nella serie che qualcuno portasse avanti l'episodio e gli altri andassero al lavoro un giorno solo, per fare una scena in plancia e poi se ne stessero a casa per il resto della settimana. Quelli erano episodi grandiosi, soprattutto quando capitava che io facessi parte del gruppo che se ne stava a casa una settimana. Ma quell'episodio era incentrato solo du di me. Avevano anche un'altra abitudine nella serie: ci davano le sceneggiature mezz'ora prima di girare le scene. Quindi io stavo aspettando la sceneggiatura dell'episodio successivo, pensando: sicuramente sarà incentrato su Patrick e io me ne starò a casa. Alla fine, l'ultimo giorno di riprese di "Radioattività" arriva il copione del prossimo episodio... e scopro che devo interpretare ben cinque personaggi! In "Maschere"! Ho dato fuori di testa. Ho pensato: non posso farcela, è impossibile! Avevo a malapena il tempo di leggere il copione, figuriamoci decidere come recitare i personaggi. Così andai da Jeri Taylor, che era uno dei produttori della serie, mi sedetti nel suo ufficio e le dissi: «Jeri, ho appena finito di fare un episodio incentrato tutto su di me, ho lavorato tutti i giorni e ho appena ricevuto un copione per il quale domani devo venire al lavoro e interpretare cinque diversi personaggi. Non ho neppure il tempo di leggerlo!» E lei mi disse: «Ci fidiamo ciecamente di te!» Mi spiazzò comletamente! Fu davvero furbissima. E così uscii dall'ufficio dicendo: «Okay!» Ovviamente ho dovuto prendere delle decisioni piuttosto veloci il giorno dopo, e alla fine credo di essere riuscito a cavarmela... Sono davvero pessimo in quell'episodio, ma riucii ad arrivare quasi alla fine... Poi arrivò l'ultimo giorno di riprese. Era un venerdì sera. I venerdì sera erano particolarmente brutti perché potevano durare fino al sabato mattina, per girare tutto quello che bisognava girare, perché non si tornava sul set fino al lunedì mattina. Erano quindi le tre di notte quando cominciammo a girare l'ultima scena, finalmente, in cui Patrick interpretava il Dio del Sole e io interpretavo la Dea della Luna. Con addosso le maschere. Non riuscivamo a fare la scena! Ci guardavamo e scoppiavamo a ridere. I tecnici erano furiosi con noi, volevano andare a a casa... e anche noi volevamo, ma non ce la facevamo! Tutte le volte che Patrick cominciava a parlare con quella maschera, mi faceva piegare in due. Poi giravano la cinepresa ed ero io a mettermi la maschera e a guardare fuori camera... e Patrick era lì che rideva come un pazzo. Ci volle tutta la notte per girarla. Credo fossero le sei del mattino quando finalmente andammo a casa, e i tecnici ci oriadono per settimane, perché non eravamo riusciti a smettere di ridere.

Tratto da "Inside Star Trek Magazine" n°135



Q_rioso





«Quella è l'esplorazione che ti aspetta, non scoprire stelle o studiare le nebulose, ma esplorare a fondo le ignote possibilità dell'esistenza.» (Q a Picard in Ieri, oggi e domani)

«Non sono d'accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu possa continuare a dirlo.» (Evelyn Beatrice Hall)

Q_rioso Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 18-10-08, 18:22   #7
leonardo
Capitano
 
L'avatar di  leonardo
 
Data Registrazione: 08 2005
Locazione: ROMA
Messaggi: 3,640
Genere: Femminile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

Davvero illuminante!





"Possedere non è dopotutto così importante come desiderare. Non è logico ma è spesso vero!" (Spock - "Il duello").
"Non avrei mai creduto che sarei rimasta turbata dal tocco di un vulcaniano!" (Comandante Romulana - "Incidente all'Enterprise").
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".
leonardo Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 18-04-09, 12:10   #8
saavikam
Capitano di Flotta
 
L'avatar di  saavikam
 
Data Registrazione: 03 2007
Locazione: Genova - (Monte Seleya)
Messaggi: 6,741
Genere: Femminile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

È stato molto interessante aver potuto leggere la dichiarazione di Spiner a proposito della sua esperienza per l'episodio di "Maschere". Tuttavia, mi ritrovo a contraddirlo, poiché - a mio avviso - è stato tutto fuorché pessimo; anzi, è riuscito a fornire una performance molto superiore alla qualità media di un episodio con una storia claudicante come l'andatura di mia nonna subito dopo l'operazione al femore.

All'inizio, mi ha fatto un po' impressione vederlo cambiare personalità in maniera repentina, con espressioni sinistre ed inquietanti degne di quelle della ragazzina posseduta da Satana ne L'esorcista.

"Maschere" è un episodio bislacco, mal concepito ed ancor peggio sviluppato. Forse, con un goccio di impegno in più, avrebbe potuto aver le potenzialità per sfociare in una storia più credibile e meglio orchestrata. Sicuramente, uno degli episodi meno riusciti della stagione finale.
saavikam Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 18-04-09, 14:08   #9
Mase506
Tenente JG
 
L'avatar di  Mase506
 
Data Registrazione: 08 2008
Locazione: Zona neutrale Novarese
Messaggi: 3,143
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

L'episodio mi piace, è ben fatto e non è quel classico episodio dove sono gli altri a dover scendere su un pianeta e studiarne la storia, ma è la storia a salire a bordo; credo che sia stata una bella tovata.
Ma la più bella trovata è stata sopratturro quella delle centinaia di personalità presenti in Data (così lo vediamo pure comportarsi da cretino senza il chip emozionale).
L'episodio lascia comunque col fiato sospeso.

Voto: 9

P.S.
La religione "narrata" nella puntata assomiglia, secondo me, a quella Maya.





Unisciti allo staff di


Let's make sure history never forgets the name... Enterprise
(Jean-Luc Picard - TNG 3x15 Yesterday's Enterprise)
Mase506 Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 05-05-09, 18:30   #10
Ologram
Equipaggio
 
L'avatar di  Ologram
 
Data Registrazione: 04 2007
Locazione: Piemonte
Messaggi: 508
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.17 - Masks - Maschere

Sto finendo, senza impegno, di guardare TNG scegliendo episodi qua e là tra quelli che ancora non ho visto. Così mi sono imbattuto in Maschere, incuriosito dalla preannunciata ambientazione Maya. Infatti, per chi non avesse partecipato alla discussione su Indiana Jones, sono un fan del genere da quando ero bambino.

Ammetto anche che ho trovato banali e poco divertenti ben più di una puntata in tutto TNG, questo è uno dei motivi per cui ho smesso di seguire la programmazione di TP; quindi le mie aspettative non era eccessivamente alte.
Ebbene, sorpresa sorpresa, alla faccia delle critiche di Spiner e alcuni di voi, ho trovato la puntata godibile e divertente. Tant'è che probabilmente per la prima volta mi son lanciato nel guardarne 3 di fila. Sarà che ero in astinenza?

A differenza di binario non ho avuto nessuna difficoltà a raggiungere la sospensione dell'incredulità. Probabilmente proprio perché la storia è così assurda che ho lasciato ogni speranza di spiegazione.
Però così mi son divertito come leonardo ha vedere la nave trasformarsi (certo a sentir dire che ogni oggetto o pianta era una ricombinazione di materiale presente sulla nave ho avuto un pensiero per i poveri abitanti dell'Enterprise che quasi mai si vedono) e mi son trovato a mio agio nell'ambientazione solita di Indi Jones.

Ma sì, io mi son divertito. Una puntata sicuramente non al di sotto di tante altre e mi pare che le critiche e i ricordi di Spiner siano fortemente influenzati dal pesante carico di lavoro che ha dovuto sopportare.
A proposito della recitazione, ancora una volta mi sono reso conto di quanto preferisco Picard in inglese rispetto la versione italiana. Infatti è grazie a lui che durante l'episodio sono passato dall'audio doppiato a quello originale. Senza niente togliere agli altri del cast.

Quote:
binario
L'unica cosa interessante di questo episodio, per me, è stata la speculazione finale sul "cosa avrà voluto di'".
Certo, nonostante qualsiasi sospensione dell'incredulità, è difficile astenersi da questa domanda. Ovviamente quindi me la sono posta, ma, hehe, ho preferito lasciar perdere. Pensando che sarebbe stato bello se avessero concluso la puntata con delle spiegazioni, ma preferendo di gran lunga nessuna spiegazione che, come talvolta fanno, spiegazioni frettolose e comunque assurde!

Perché comunque assurdo è l'episodio. Difficile chiamarla fantascienza una cosa dove la scienza non ha alcuna voce in capitolo. Io la reputo quella assurdità tipica dell'astrazione alla Trek. Forse un po' come i quadri di Magritte e compagni.. qualcuno vuole spiegare questo quadro per esempio? http://www.stonefoundation.org/galle...s/magritte.jpg
Per questo spesso vedo ST come una serie che utilizza la fantascienza e l'ambientazione nel futuro, nello spazio, solo come un'espediente per poter viaggiare in posti sconosciuti e finire in situazioni assurde.
Certo ST non è solo questo, ma a parer mio, è innegabilmente anche questo.

Tuttavia quel che ho pensato di questa entità aliena cammuffata da cometa e sulle sue origini è fondato su una domanda e la mia possibile risposta:

cosa ne sarebbe stato dell'Enterprise se Picard non fose riuscito a fermare Masaka?

L'Enterprise si sarebbe completamente trasformata in una costruzione-vascello simil-Maya forse diventando proprio una copia di quello incontrato. Come ha fatto notare binario, il computer non è stato fisicamente attaccato, ma in qualche modo "infettato". Possibilmente alla fine del processo, avrebbe contenuto lo stesso programma presente nell'entità aliena ritrovata (non so se chimarla nave o cosa) e avrebbe potuto vagare per lo spazio pronta ad "assimilare" altre navi, come stava succedendo all'Enterprise.
Insomma, una specie di virus che infetta e si riproduce..
Finché Korgano non la ferma, Masaka continua ad espandersi.
Cosa ne sarebbe stato dell'equipaggio? Sarebbero stati imprigionati nel nuovo tempio-vascello? Sarebbero diventati parte delle tante vittime di Masaka?
E chi e perché può aver costruito una macchina del genere? Forse qualche buontempone che s'aggira per l'universo per gioco come spesso accade in Star Trek? O una civiltà con qualche scopo?
Boh.. A voi la scelta..

E scusate la divagazione su cos'è trek... ma con l'uscita di STXI va di moda e non sono riuscito a fermarmi





Il poeta non chiede che di poter far entrare la propria testa nei cieli. E' il logico che cerca di far entrare i cieli nella propria testa. Ed è la sua testa che si spacca. G.K. Chesterton

Cielo, e non altro: il cupo cielo, pieno di grandi stelle; il cielo, in cui sommerso mi parve quando mi parea terreno. E la Terra sentii nell'Universo. Sentii, fremendo, ch'è del cielo anch'ella. E mi vidi quaggiù piccolo e sperso errare, tra le stelle, in una stella. Giovanni Pascoli
Ologram Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 01:04.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it