ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Serie TV di Star Trek > Serie The Next Generation

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 02-11-08, 18:31   #1
leonardo
Capitano
 
L'avatar di  leonardo
 
Data Registrazione: 08 2005
Locazione: ROMA
Messaggi: 3,640
Genere: Femminile
Predefinito 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

Data Stellare 47988.1: Deanna e Worf hanno passato una magnifica serata a passeggio sulle spiagge del Mar Nero al suono romantico di una balalaica illuminati dalla luna piena. Lo scenario, ricostruito nell'holodeck, ha dato loro l'occasione di esplorare meglio la loro amicizia e le emozioni che provano l'una per l'altro.
Tornando ai loro alloggi incontrano Picard, alzatosi nel cuore della notte con una sensazione incredibile addosso: quella di star saltando avanti e indietro nel tempo tra passato e futuro.
Parlandone con Deanna, Picard si rende conto che la sensazione è così reale che dopo un salto e qualche attimo di confusione il tempo in cui capita sembra perfettamente normale e lui vi si trova a proprio agio. E proprio mentre sta parlando si ritrova più anziano di venticinque anni, sulla Terra, con un cappello di paglia e dei vestiti da contadino, mentre sta curando con attenzione la sua immensa distesa di vigne a Labarre.
Continuando a saltare da un tempo all'altro e incontrando Q Picard comincia ad avere un quadro più chiaro della situazione e a capire che ad essere in gioco è l'esistenza stessa del genere umano (che a detta di Q verrà distrutto proprio da una scelta di Picard).
Picard causerà la distruzione dell'intero genere umano?
Gli ufficiali dell'Enterprise sono riuniti per decidere se credere o meno alle affermazioni di Q. Se l'alieno avesse ragione, bisogna correre ai ripari, ma Picard dovrà agire o smettere di agire del tutto? Forse sbattendo Picard avanti e indietro nel tempo Q sta cercando di dare una mano a trovare il bandolo della matassa.
La discussione in sala riunioni viene interrotta dall'annuncio che l'Enterprise è finalmente giunta al confine con la Zona Neutrale Romulana. L'ammiraglia della Flotta Stellare fronteggia la presenza di tre Falchi da Guerra romulani comandati dallo stesso Tomalak ma proprio mentre Picard ordina di aprire le frequenze, si ritrova nel futuro, per cercare di carpire a Worf il permesso di violare i confini dell'Impero Klingon per giungere al sistema di Devron e scoprire cosa sia la misteriosa anomalia temporale.


Fonte: Hyper Trek





"Possedere non è dopotutto così importante come desiderare. Non è logico ma è spesso vero!" (Spock - "Il duello").
"Non avrei mai creduto che sarei rimasta turbata dal tocco di un vulcaniano!" (Comandante Romulana - "Incidente all'Enterprise").
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".
leonardo Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 02-11-08, 18:56   #2
leonardo
Capitano
 
L'avatar di  leonardo
 
Data Registrazione: 08 2005
Locazione: ROMA
Messaggi: 3,640
Genere: Femminile
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

Comincerò col dire che mi aspettavo un commiato diverso, forse più banale di quanto vediamo in questo episodio.
Probabilmente era già in programma l'idea di produrre dei film e pertanto si sapeva già che questo non era un vero e proprio addio.
I finali di stagione di tutte le serie trek sono sempre stati molto inaspettati e a volte anche poco apprezzati dai fans.
Io dico soltanto che mi aspettavo qualcosa di meno paradossale e di più concreto e comprensibile.
Se non ricordo male l'episodio finale di Voyager ha molto in comune con questo.
Una delle cose che non mi è tanto piaciuta è stato rivedere Tasha Yar ma nel contesto dell'episodio la sua presenza era doverosa.
E' comprensibile che siano stati fatti richiami al primo episodio o al passato come è comprensibile che Q sia presente all'inizio e alla fine di questa serie.
Riguardo al futuro visto in questo episodio ci viene detto che non dobbiamo prenderlo in considerazione e che i vari membri dell'equipaggio non avranno la sorte che qui vediamo. Dunque questo possibile futuro non può che solleticare la nostra immaginazione ma non dobbiamo prendelo troppo sul serio (anche perchè non si capisce come avrebbe mai potuto La Forge sposare la Brahms. )

Mi è piaciuta molto la partita finale a poker ed avrei gradito che l'intero episodio si giocasse nell'ambito di una situazione "reale" piuttosto che nell'ambito di un paradosso.

Più di una cosa non mi è piaciuta ma per poterla definire avrei bisogno di riguardare una seconda volta l'episodio prendendo magari appunti su ciò che non mi ha effettivamente convinto per poi poterlo sviluppare in questa sede.

P.S.
La mia è una considerazione piuttosto marginale ma ho avuto l'impressione che alcuni personaggi (La Forge e Crusher per esempio) avessero un aspetto un pò troppo giovane rispetto agli altri, come se non fossero affatto invecchiati.
Worf, Riker e Picard hanno invece un aspetto davvero terribile come se oltre che invecchiare lo avessero fatto pure male, rosi da qualche tarlo. Soprattutto Picard assume quel caratteristico atteggiamento brontolone tipico delle persone anziane che in verità è assai realistico.
Per quanto mi riguarda trovo struggente l'idea di vedere i membri del mitico equipaggio non più uniti, avendo intrapreso ognuno una strada diversa.





"Possedere non è dopotutto così importante come desiderare. Non è logico ma è spesso vero!" (Spock - "Il duello").
"Non avrei mai creduto che sarei rimasta turbata dal tocco di un vulcaniano!" (Comandante Romulana - "Incidente all'Enterprise").
"Lentamente scompare chi sceglie di percorrere ogni giorno la stessa strada, scompare chi maledice l'imprevisto, chi non parla agli sconosciuti, chi non sa sostenere uno sguardo; essere vivo richiede uno sforzo maggiore che il semplice respirare".
leonardo Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 03-11-08, 10:46   #3
finalfrontier
Capitano
 
L'avatar di  finalfrontier
 
Data Registrazione: 04 2008
Locazione: Actually on Nx Discovery
Messaggi: 8,323
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

Per dire cosa mi leghi a questo episodio finale della serie trek più completa finora prodotta vi basti sapere che la scena finale con la partita a telesina a carte scoperte con la bellissima battuta detta dal capitano - "Five-card stud, nothing wild. And the sky's the limit" - e l'inquadratura che sale prima sul disco e poi sulle stelle è la scena più emozionante in positivo che io abbia finora visto in un episodio trek, in quanto so ogni volta che la vedo che i miei beniamini li rivedrò presto (in un film trek), cosa che invece mi provoca enorme tristezza quando rivedo l'ultima puntata di VOY o DS9.

Passando all'episodio in sè, lo trovo circolare.
infatti così come si era aperta la saga con un processo di Q a Picard preso come esempio del genere umano, così quel processo si chiude.
e nel frattempo abbiamo l'occasione di curiosare in un futuro alternativo che a me è piaciuto e l'ho trovato credibile a parte, come la sempre acuta Leo ha avuto modo di sottolineare, il matrimonio con tanto di prole al seguito dell'imbolosito Geordi con la bellissima Lea Brahms.
Picard brotolone, Riker ammiraglio severo, rigido e autoritario, Worf imbronciato ma pur sempre klingon anche se ce l'ha a morte con riker a causa di Deanna, Bev sposata e divorziata con "Brontolo" che è diventata capitano di una nave scientifica (masetti apri un sondaggio sulla Pasteur!!!), Data professore che insegna a Cambridge mi pare, sono una carrellata piacevole di immagini da gustare sorseggiando un bicchiere di Nero D'Avola annata 2004.

voto 7,5





L'intuizione, benchè illogica, fa parte delle prerogative di un comandante.
Non risvegliamo i morti e lasciamo il passato al passato.
Non esiste un modo onorevole di uccidere, né un modo gentile di distruggere. Non c'è nulla di buono nella guerra. Eccetto la sua fine.
A volte l'innocenza è soltanto una scusa per i colpevoli.
finalfrontier Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 09-11-08, 22:19   #4
Poseidone
Tecnico
 
L'avatar di  Poseidone
 
Data Registrazione: 01 2006
Locazione: Padova
Messaggi: 684
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

Come già detto un finale che non è un vero finale. A differenza delle altre serie il viaggio non finisce, anzi! Forse è anche per questo che non c'è quel velo di tristezza che si prova vedendo la fine di voy o DS9... la stessa scena finale sembra dire che l'equipaggio diverrà sempre più unito.
Anche la storia secondo me è gradevole, con un Q che porta Picard prima a creare e poi risolvere il paradosso...molto divertente infine anche il futuro alternativo (ma quanto ingrassa Geordi!?), e la capigliatura di Data - docente!





"Solo 2 cose sono infinite, l'universo e la stupidita' umana.
Della prima non ne sono sicuro" Einstein
Poseidone Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 26-11-08, 15:19   #5
MiaPiccolina
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

Quando lessi il titolo dell'episodio ci rimasi male. All'epoca in TV era di moda mettere come finale la puntatona riassuntiva che faceva rivedere falshback dal primo episodio all'ultimo, insomma un non episodio praticamente.

Quindi "Tutte le cose belle" lasciava presagire una cosa del genere. Ed invece sono rimasto letteralmente stupito. Una storia avvincente che si dipana in tre periodi temporali, piena di colpi di scena.

L'unico mio rammarico... alla fine Q avvicina la bocca all'orecchio di Picard e apre la bocca come per parlare, sembra che gli stia per fare una grande rivelazione, invece si allonta sorridendo senza dire nulla... Non era questo uno spunto per fare un grande film?
  Rispondi Citando
Vecchio 17-01-09, 18:39   #6
Ragno
Capo II Classe
 
Data Registrazione: 06 2007
Messaggi: 1,805
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

L'ultima puntata di una grande serie.
Una serie che ha fatto la storia della fantascienza televisiva, e soprattutto la serie che più di tutte ha contribuito a consolidare il mito di star trek, e lo dico da fan TOS.
Negli extra del dvd berman racconta che quando fu girato quest'episodio era già in cantiere generations, stavano girando la seconda stagionse di DS9 e la prima di VOY.
ST viveva indubbiamente il suo momento di massima gloria.
In quel contesto era davvero difficile immaginare un finale triste o drammatico, e giustamente non si fa nessuna menzione alla missione che finirà, alle strade che si divideranno, ed anzi si fa capire che le ombre viste da Picard nel futuro potranno essere cancellate vivendo il presente.
Esemplare nel senso lo scambio di battute tra Worf e Riker.
Un finale positivo, per una serie che è in assoluto la più solare tra quelle trek, a volte quasi troppo.
Una bella puntata, con una bella dose di quella fantascienza plausibile che caratterizza ST, un gustoso avanti e indietro nel tempo e la presenza di Q, che assume il ruolo della maschera che accompagna lo spettatore in sala e si ripresenta alla fine dello spettacolo per condurlo fuori.
Certo non un finale eclatante, ma d'altronde TNG era una serie ancora pensata con episodi stand alone e qualche latente sottotrama, e non c'era nessun evento particolare da raccontare. Certo non un ritorno a casa o la fine di una guerra.

Azzecattissimo anche il titolo, è proprio vero che tutte le cose belle prima o poi finiscono.

Secondo me All good Things è stato il finale giusto (a parte il mal di testa che mi è venuto per star dietro alle spiegazioni del trio Picard - Laforge - Data!), il migliore tra quelli visti fin'ora.

Unica piccola nota polemica che poi non riguarda questa doppia puntata: quando il Picard del passato parla con Riker che non è ancora salito a bordo, giustamente hanno ripescato una sequenza della prima stagione, resisi evidentemente conto che nel caso di Frakes non sarebbe bastato cambiargli l'uniforme per renderlo un credibile Riker di 7 anni prima.
Bhe, una simile accortezza l'avrebbero dovuta avere qualche anno dopo, quando non si sono fatti scrupoli a presentarci lui e Troi in un altro finale, pretendendo che fossero nella puntata sulla Pegasus...

Ultima nota: grande Stewart, con il trucco consistente praticamente nella sola barba, riesce ad inventarsi un eccezionale Picard vecchietto-brontolone, grazia alla postura e alla sua capacità recitativa. Da vedere in originale.
Ragno Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 11-02-13, 17:32   #7
Lro
Cadetto III Anno
 
Data Registrazione: 02 2013
Messaggi: 139
Genere: Nessuno
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

L'episodio più sensazionale di tutto star trek
Lro Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 13-02-13, 17:35   #8
Nemus
Cadetto II Anno
 
L'avatar di  Nemus
 
Data Registrazione: 02 2013
Locazione: U.S.S. Relativity
Messaggi: 173
Genere: Maschile
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

A me è piaciuto molto per due motivi:

1) Ho visto Picard in una situazione che lo vede all'inizio privo di autorità, ma che poi allo stesso tempo lo sprona a tirar fuori la grinta che aveva ai tempi del comando nonostante fosse anziano e che tutti lo ritenessero ad un certo punto "non lucido".Grande Jean Luc!!!!

2) Gli episodi con Q mi sono piaciuti tutti, hanno sempre qualcosa di originale, senza contare che la future enterprise era spettacolare all'uscita dalla curvatura
Nemus Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 24-02-16, 20:24   #9
Kirkock
Cadetto IV Anno
 
L'avatar di  Kirkock
 
Data Registrazione: 11 2015
Messaggi: 343
Genere: Femminile
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

Veramente un'ottima puntata "d'addio"! La trama è intrigante e non scontata, tutti i personaggi vengono chiamati in causa, la soluzione al problema non è scontata e l'idea di "chiudere il cerchio" riferendosi al primo episodio mi è piaciuta molto perchè ci ha dato la possibilità di vedere quanto cammino abbiano fatto i personaggi (Il più eclatante è Data! )

Ormai non serve neanche più scrivere che Patrick Stewart è un attore fenomenale! E' riuscito a caratterizzare alla perfezione il Picard di ieri, oggi e domani evidenziando in ogni periodo alcune sue caratteristiche.

Non voglio dilungarmi più di tanto nel lodare questa puntata, perchè in questo mi avete già preceduto. Quoto i commenti che più condivido:

Quote:
saavikam
"Ieri, oggi, domani" è la celebrazione dello spirito Trek in TNG: un nuovo gradino sulla scala dell'esplorazione viene salito, un nuovo tributo - forse il più alto - alla family ST viene reso.

Quote:
finalfrontier
Per dire cosa mi leghi a questo episodio finale della serie trek più completa finora prodotta vi basti sapere che la scena finale con la partita a telesina a carte scoperte con la bellissima battuta detta dal capitano - "Five-card stud, nothing wild. And the sky's the limit" - e l'inquadratura che sale prima sul disco e poi sulle stelle è la scena più emozionante in positivo che io abbia finora visto in un episodio trek

L'unico particolare del quale chiedo spiegazioni a chi ne sa più di me (quindi qualsiasi membro del forum ) riguarda Troi e Worf. Lo metto sotto Spoiler, perchè ha a che fare con i film:
 SPOILER - Click per visualizzare


P.s. Ammetto che ci ho messo tanto ad apprezzare i personaggi di questa serie (forse mi ero "leggermente" attaccata a quelli della TOS ), ma alla fine mi sono affezionata molto a quest'equipaggio. Sarà dura lasciarlo per iniziare una nuova serie.








Jean Luc Picard: E' possibile non commettere nessun errore e perdere lo stesso... non è una debolezza, e' solo... la vita. [Star Trek TNG - Una perfetta strategia]
Kirkock Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 24-02-16, 20:34   #10
Soleta
Capitano
 
L'avatar di  Soleta
 
Data Registrazione: 03 2012
Locazione: USS Excalibur
Messaggi: 6,322
Genere: Femminile
Predefinito Re: 7.25/7.26 - All Good Things - Ieri, oggi, domani

Sicuramente è un bell'episodio, ma trovo che sottolinei una pecca di questa serie: quasi tutti i personaggi sono troppo "statici", non hanno subito vere evoluzioni a parte quelle estetiche.
Nei salti temporali della puntata, gli unici due personaggi in cui si nota una vera trasformazione nel passare dal passato al presente al futuro sono Picard e Data. Gli altri sono solo truccati diversamente.

@Kirkock: concordo per quanto riguarda Troi e Worf, quasi la peggiore accoppiata mai venuta in mente agli sceneggiatori di ST, battuta solo da un'altra (non ti scrivo qual è così non ci sono spoiler!)





... maybe we'll come back to Earth, who can tell... with so many light years to go and things to be found, I'm sure that we'll all miss her so...

50
Soleta Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 04:21.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it