ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Star Trek Vive ! > Tecnologia Trek

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 28-06-15, 12:36   #21
_Highly_Illogical_
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Il traduttore universale

Tiro su questo topic che pareva morto e sepolto perché ho sinceramente bisogno d'aiuto. Sto impazzendo su un punto del funzionamento di questo benedetto traduttore e non so dove andare a prendere la soluzione. E' anche vero che mi mancano del tutto all'appello "Voyager" ed "Enterprise", ma qui si tratta di un particolare che non so se possa risultare abbastanza interessante da essere discusso esplicitamente in un episodio.

Ovvero: come vengono tradotte le misure del tempo?
Bruttina, come domanda. Mi spiego meglio. Presumo che non su tutti i pianeti, specie se non fanno parte della Federazione, il tempo si misuri allo stesso modo, se non altro perché ciascuno ha periodi di rotazione e rivoluzione diversi su cui basare eventuali suddivisioni del tempo in equivalenti locali dei nostri giorni, mesi e anni.
Ebbene: immaginiamo che i nostri soliti tre dell'Ave Maria, o insomma qualunque gruppo di personaggi vogliate, stia discutendo con l'ennesimo capo locale, il quale spiega brevemente l'origine del problema intorno a cui gira il nostro immaginario episodio e a un certo punto se ne esce con: "Tre anni fa..."
Ecco: questo "tre anni fa" mi sta facendo strappare i capelli. Se il traduttore universale fa sentire una cosa del genere, cosa vuol dire?
- Tre anni locali fa, non necessariamente equivalenti a 1095 giorni terrestri?
- 1095 giorni terrestri spaccati, anche se non hanno niente a che vedere con i tempi del pianeta, sul quale sia la durata del giorno sia quella dell'anno potrebbero essere diversissime?

La seconda opzione è più complicata da realizzare, in un certo senso, perché vorrebbe dire che il traduttore sa esattamente che qualunque cifra e nome assurdo l'alieno di turno abbia appena sparato, tale cifra e nome equivalgono a tre anni, mentre la prima richiede meno calcoli, ma dà un'idea distorta di quanto tempo sia passato realmente, perché l'"anno" inteso come "periodo di rivoluzione" potrebbe essere cortissimo o lunghissimo...
  Rispondi Citando
Vecchio 28-06-15, 12:55   #22
Romulano
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  Romulano
 
Data Registrazione: 03 2012
Locazione: Impero Stellare Romulano IRW Tokamak
Messaggi: 1,625
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il traduttore universale

Domanda giustissima; me l'ero posta anch'io, pensando proprio al fatto che i pianeti abbiano diversi tempi di rotazione e rivoluzione.
Penso che non ci sia una risposta, ma che il tutto vada lasciato alla sospensione dell'incredulità; d'altra parte Star Trek, sebbene l'abbia sempre apprezzato per la maggiore plausibilità scientifica rispetto ad altre saghe di fantascienza (in primis la fiabetta chiamata Guerre Stellari), non è privo di errori e contraddizioni: i rumori che si trasmettono nello spazio, le astronavi che appaiono illuminate dall'alto, tutti i pianeti con la medesima gravità e via discorrendo.
Tornando in tema si potrebbe pensare che nella Federazione, per indicare un tempo passato, si usi sempre la data stellare corrispondente e non la locuzione "tot tempo fa", perchè questa cambierebbe anche tra i diversi pianeti della Federazione.
Se dovessi pensare all'ipotesi più plausibile opterei per la prima da te citata, che però, come giustamente dici, dà un'impressione distorta del tempo.
Comunque, a prescindere dalle misure del tempo, ho sempre trovato poco plausibile il fatto che il traduttore universale sappia tradurre istantaneamente una lingua sconosciuta.





Well, here's another nice mess you've gotten me into!
Romulano Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 28-06-15, 13:20   #23
_Highly_Illogical_
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Il traduttore universale

Quote:
Romulano
Tornando in tema si potrebbe pensare che nella Federazione, per indicare un tempo passato, si usi sempre la data stellare corrispondente e non la locuzione "tot tempo fa", perchè questa cambierebbe anche tra i diversi pianeti della Federazione.

Perdonami, sarò scema, ma non sono sicurissima di capire questa parte.
Le date stellari, benedette loro, sono comode per indicare un punto nel tempo, come si fa nei diari, che riportano doverosamente il momento di registrazione.
Ma - sarà solo perché non sono abituata al sistema, eh! - non le trovo altrettanto agevoli per indicare un periodo di tempo, per esempio per spiegare quanto tempo fa è successo qualcosa, o per quanto tempo è durata una certa esperienza (e questo tipo di frase, me lo sento, ricorrerà parecchio nelle conversazioni degli ufficiali: metti il caso che un tipo appena trasferito stia raccontando ai suoi nuovi colleghi per quanto tempo ha servito sulla nave precedente...). La data stellare è la bella stringa di numeri a cui siamo abituati: io posso dire di aver fatto la tal cosa ininterrottamente dalla data tale alla data talaltra, ma se devo dire quante "unità" sono passate dal punto A al punto B, con lo scopo preciso di porre enfasi sulla quantità di tempo trascorso, queste unità come accipicchia si chiamano? Perdona la domanda cretina, ci sono davvero tantissime cose che non so.
  Rispondi Citando
Vecchio 28-06-15, 13:38   #24
Romulano
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  Romulano
 
Data Registrazione: 03 2012
Locazione: Impero Stellare Romulano IRW Tokamak
Messaggi: 1,625
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il traduttore universale

Ma figurati; in effetti, come giustamente dici, le date stellari sono scomode per indicare un lasso di tempo.
Quello che io intendevo all'inizio è che, se si vuole indicare un tempo passato, invece di dire "tot anni fa" probabilmente nella Federazione dicono "in data stellare tot". Come se io, invece di dire "due mesi fa" dicessi "nell'aprile del 2015".
A questo punto, per indicare un lasso di tempo, immagino che nella Federazione si dovrebbe dire "dalla data stellare X alla data stellare Y". Suona parecchio artificioso, ma mi sembra l'ipotesi più plausibile. Poi ovviamente nelle serie i termini anno e mese vengono tranquillamente usati.





Well, here's another nice mess you've gotten me into!
Romulano Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 28-06-15, 14:14   #25
Divhael
Tecnico
 
L'avatar di  Divhael
 
Data Registrazione: 07 2012
Messaggi: 565
Genere: Femminile
Predefinito Re: Il traduttore universale

Il traduttore universale è un espediente narrativo sicuramente comodo, ma a livello logico (anche scientifico, a dire il vero) crea un pozzo senza fondo di problemi.

Per quanto riguarda il tempo, anche ammettendo di far riferimento alle sole date stellari, è impensabile che tutte le culture aliene nella galassia utilizzino questo sistema: ci può stare che alcune civiltà, soprattutto quelle che mantengono regolarmente i contatti tra di loro (come Federazione e Impero Klingon, per esempio), abbiano unificato il sistema di misura del tempo per maggiore chiarezza... ma tutte le altre utilizzeranno il proprio.

Se poi pensiamo al resto delle grandezze fisiche e alle relative unità di misura, il problema diventa ancora peggiore.
Misurare il tempo con i periodi di rotazione e/o rivoluzione di un pianeta è abbastanza ovvio, ma lo stesso non vale per l'energia, la forza, l'intensità di corrente elettrica e qualunque altra grandezza fisica possa venirci in mente.
Ogni volta che sento nominare i Joule o i Watt dall'alieno della settimana mi viene voglia di strapparmi i capelli...





A planet is the cradle of mind, but one cannot live in a cradle forever.
Divhael Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 28-06-15, 15:16   #26
Lory
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  Lory
 
Data Registrazione: 12 2005
Locazione: Napoli
Messaggi: 1,516
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il traduttore universale

Scusatemi se ho potuto leggere solo il post a inizio pagina e non ho letto le risposte di Romulano ma non ho il tempo di leggere tutto e vorrei dire qualcosa anch'io, quindi chiedo venia se ripeto qualcosa di già detto.

Partendo dal presupposto che il traduttore universale riesca ad imparare in brevissimo tempo oltre alla grammatica di una lingua nuova (il che è pure realistico) anche l'intero vocabolario (e questo invece è assurdo), sicuramente nell'altra lingua ci sarà una parola che traduca "l'anno"; la differenza in termini di giorni secondo me è irrilevante perchè quando si parla di periodi come "tre anni fa" o "due anni fa" all'interno di un discorso, si vuole solo dare il senso di quanto tempo sia più o meno passato (presumibilmente tanto tempo). Ora, che siamo su un pianeta dove l'anno dura 365 giorni o 230 o 390 o quanto volete, sicuramente dagli abitanti di quel pianeta sarà comunque percepito come "un anno" e quindi come un lungo periodo di tempo.

Per intenderci nella stessa cultura europea l'ora di pranzo non è la stessa in tutte le nazioni: gli inglesi e le altre popolazioni germaniche e sassoni pranzano se non sbaglio verso mezzogiorno, questo non cambia il fatto che si tratti di pranzo, quindi se dico a un inglese "a ora di pranzo" magari l'orario a cui facci riferimento sarà anche un altro (noi pranziamo verso l'una le due) ma parlando di pranzo il senso non sarà molto diverso.

Stesso discorso parlando di giorni: se dico a qualcuno "tra due giorni" non intendo certo dire "tra 48 ore", intendo dire tra due sonni e due veglie, quindi se l'alieno in questione dorme la notte e sta sveglio il giorno, per quanto possa durare un giorno (24 ore, 26 ore, 29 o quanto volete), il concetto di "giorno" non cambia, perchè giorno non vuol dire "24 ore" ma intende il corso di una giornata, esattamente come per l'anno e anche per le distanze ecc.

Per esempio quando parlo di metro intendo dire più o meno l'apertura del passo di un adulto, che poi il metro per la mia specie sia un po' diverso da quello di un'altra specie poco importa se siamo nell'ambito personale: si intende una distanza percepibile come media camminando.

In ambito più professionale invece, dove la precisione conta, ecco che abbiamo esempi di altre unità di misura (kellikams, o come si scrive , e altro).





Il concerto della nostra compagnia
quest'anno

The Disney Show - 2015

Foto
Lory Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 09:05.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it