ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Star Trek Vive ! > Tecnologia Trek

Chiudi Discussione
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 17-08-02, 23:05   #1
locutus
Sottoufficiale III Classe
 
Data Registrazione: 10 2001
Locazione: milano
Messaggi: 308
Predefinito i motori a impulso

i motori ad impulso della Flotta Stellare, utilizzano una tecnologia meno avanzata rispetto ai motori a curvatura, sfruttano, infatti, il principio della fusione nucleare. I motori ad impulso muovono la nave a velocità subluce; in condizioni normali la velocità a pieno impulso corrisponde circa a 0.25c; pur potendo ottenere una velocità maggiore, viene mantenuto questo limite per evitare effetti relativistici. La propulsione ad impulso è molto utilizzata nei viaggi all'interno dei sistemi solari o in particolari regioni spaziali come ammassi neri e nebulose che rendono impossibile la formazione di un campo di curvatura. A causa della natura dell'energia rilasciata durante il processo di fusione, il motore ad impulso necessita di una manutenzione superiore rispetto al sistema a curvatura.

Componenti principali
Ogni motore è composto da una camera di reazione ad impulso, un generatore/acceleratore, un direzionatore vettorizzato del getto di scarico vettorizzato e un gruppo di bobine motrici; per imprimere alle navi stellari più grandi la giusta accelerazione, è necessario impiegare una bobina motrice di compattazione spazio-temporale a fusione in aggiunta al motore ad impulso, in quanto un semplice elemento motore a reazione newtoniana non sarebbe sufficiente.

Funzionamento
Il deuterio viene introdotto nella camera di reazione ad impulso (una sfera del diametro di 6 metri), dove avviene una reazione di fusione standard. Il plasma, dopo aver subito un aumento della velocità, passa dalla camera di reazione ad impulso nel gruppo di bobine motrici. Dal gruppo di bobine motrici, il gas di scarico viene espulso attraverso il direzionatore vettorizzato del getto di scarico, che permette di controllare la direzione in cui i motori ad impulso spingono la nave





&&VISITA IL SITO DELL\'ARTE TEAM ----> http://www.arteteam.9cy.com/
locutus Non in Linea  
Vecchio 08-10-02, 19:50   #2
Riker
Ammiraglio di Flotta
 
L'avatar di  Riker
 
Data Registrazione: 08 2002
Locazione: Starfleet Headquarter
Messaggi: 9,655
Genere: Maschile
Predefinito Motori a Impulso

Motori a Impulso

Sistema di propulsione delle navi stellari che usa il principio della reazione impulsiva per generare spinta. A bordo della maggior parte delle navi della Federazione, il motore a impulso è alimentato da uno o più reattori a fusione, che utilizzano il deuterio come combustibile per produrre plasma di elio e moltissima energia. Una nave che viaggia con i motori a impulso è limitata a velocità inferiori a quella della luce. Normalmente la velocità "massimo impulso" è limitata a circa 1/4 della velocità della luce, per prevenire gli effetti relativistici. Sebbene questa sia adeguata per la maggior parte dei viaggi interplanetari (per esempio all'interno del medesimo sistema solare), essa è inadeguata per i viaggi tra le stelle. Velocità maggiori della luce (FTL=Faster-Than-Light), necessarie per i viaggi interstellari, richiedono l'uso del motore a curvatura (Vedi Motore a Curvatura).

I motori a impulso, a dispetto del nome che fa pensare a qualcosa di fantastico, sono in realtà i comuni motori a reazione che siamo abituati a vedere montati su aerei e razzi. Niente di nuovo, quindi: i mezzi equipaggiati con i motori a propulsione, reazione o impulso che dir si voglia, sfruttano il terzo principio della dinamica (quello detto di "Azione-Reazione&quot per ottenere spinta, bruciando combustibile ed emettendolo dagli ugelli con una potenza più o meno grande, a seconda della massa da spostare o della velocità da raggiungere. Quello che rende i motori a impulso di Star Trek non proprio "comuni" è il propellente che li alimenta: le reazioni di fusione nucleare. Questo fenomeno è ben conosciuto dagli astronomi e astrofisici, poiché è quello che alimenta naturalmente le stelle (compreso il nostro sole). Quattro atomi di idrogeno si trasformano in uno di elio più un bel po' di energia. E questa è solo la più semplice. Il problema è che, anche se conosciamo piuttosto bene il fenomeno come avviene in natura, non ci è così semplice riprodurlo in laboratorio. Finora gli esperimenti hanno portato a risultati incoraggianti, ma dovrà ancora passare del tempo prima di avere un reattore di fusione nucleare sotto il cofano dell'automobile! I problemi sono per lo più di tipo pratico: si pensi, ad esempio, che una macchina per la fusione nucleare (come il Tokamak) ha delle dimensioni piuttosto elevate, ben lontane da quelle che si richiederebbero ad un motore, di qualsiasi tipo esso sia. Passerà del tempo, è vero, ma forse non poi così tanto come si potrebbe pensare!
Riker Non in Linea  
Vecchio 12-10-02, 17:46   #3
Riker
Ammiraglio di Flotta
 
L'avatar di  Riker
 
Data Registrazione: 08 2002
Locazione: Starfleet Headquarter
Messaggi: 9,655
Genere: Maschile
Predefinito Re: i motori a impulso

Propulsione a impulso
Sistema di propulsione dei vascelli spaziali che usa la convenzionale reazione newtoniana per generare il movimento.
A bordo della amggior parte delle navi stellari della Federazione, la propulsione a impulso viene ottenuta da uno o piu' reattori a fusione che usano carburante al deuterio per produrre plasma all'elio e molta potenza.
Una nave a velocita' d'impulso viaggia avelocita' inferiori a quella della luce.Normalmente,la velocita' a pieno impulso corrisponde a un quarto della velocita' della luce.
Sebbene questa velocita' sia adeguata per la maggior parte dei voli interplanetari(all'interno di un sistema solare), e' inadeguato per i viaggi tra le stelle.Le velocita' maggiori di quella della luce,necessarie per i voli interstellari,richiedono generalmente l'utilizzo della propulsione a curvatura.
Il sovraccarico del reattore della propulsione a impulso di una nave stellare di classe Constitution provocherebbe un'esplosione di 97835 megatoni.

Riker Non in Linea  
Chiudi Discussione


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 23:42.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it