ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Serie TV di Star Trek > Serie The Next Generation

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 20-02-08, 23:02   #1
Cpt. Hawk
Moderatore
 
L'avatar di  Cpt. Hawk
 
Data Registrazione: 02 2005
Locazione: Verona
Messaggi: 2,704
Genere: Nessuno
Predefinito 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Data Stellare 43779.3
L’Enterprise riceve un messaggio sul canale di sicurezza da parte del capitano DeSoto della U.S.S. Hood: la Flotta Stellare ha bisogno della miglior nave e del miglior equipaggio per una misteriosa e delicata missione. Il rendez-vous con la Hood è necessario per accogliere a bordo Tam Elbrun, un betazoide molto abile, persino troppo sensibile nelle sue capacità telepatiche, specialista in primi contatti con forme di vita aliene. La missione dell’Enterprise è infatti quella di incontrare quella che sembra essere una sorta di nave aliena, ma biologica, “viva”. Il viaggio e la missione di primo contatto saranno tutt’altro che facili, soprattutto quando a incrociare la rotta dell’Enterprise comparirà un falco da guerra romulano, intenzionato a battere la Federazione sul tempo...













«Perché ci sono Klingon che in merito a un trattato di pace la pensano come lei e l’ammiraglio Cartright, ma ci penserebbero due volte prima di attaccare l’Enterprise con lei al comando...» (STVI: The Undiscovered Country)
«And make sure history never forget the name... Enterprise» (J.L. Picard - Yesterday’s Enterprise)
«L’unico Klingon di cui ho paura è mia moglie, al termine di un doppio turno in sala macchine» (Tom Paris prima di affrontare in duello un guerriero Klingon)
Cpt. Hawk Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-02-08, 09:35   #2
2°binario
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  2°binario
 
Data Registrazione: 10 2007
Messaggi: 793
Genere: Femminile
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Ho sempre trovato questa puntata molto triste! Il vero argomento secondo me è la solitudine delle persone considerate speciali e per questo isolate.
certo è triste pensare che anche in futuro le persone dotate di eccezionali capacità siano costrette a vivere isolate dalla società incapace di relazionarsi con il diverso.





C'è del buono in questo mondo ed è giusto combattere per questo

Stava anche scoprendo che un libro tira l'altro; ovunque si voltava si aprivano nuove porte e le giornate erano sempre troppo corte per leggere quanto avrebbe voluto
Alan Bennett La sovrana lettrice
2°binario Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-02-08, 14:40   #3
Gifh
Moderatore
 
L'avatar di  Gifh
 
Data Registrazione: 08 2007
Locazione: provincia granda
Messaggi: 2,819
Genere: Maschile
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Io invece trovo questo episodio molto profondo negli intenti.
E' vero, si parla di diversità e di misantropia scaturita dall'essere unici, ma di "unici", ce ne sono ben 3:
Data: unico esemplare della sua specie(?), senziente, ma senza emozioni, in grado di condurre un gruppo di ricerca sulla strana entità spaziale appena scoperta, e incapace di infastidire la sensibilità del telepate.
Tam Elbrun: eccezione tra gli empatici betazoidi, con poteri telepatici già sviluppati fin dall'infanzia, e per questo reietto e internato come un disadattato senza colpe.
Tin Man o Gomtuu, superstite al suo equipaggio, unico e depresso, impegnato in un tentativo estremo di porre fine alle sue sofferenze.
Ma per tutti e tre si sfocia in un improbabile affinità che porta alla reciproca comprensione e accettazione delle unicità come punti di forza singolari, ma assolutamente umani.

L'elemento che mi è più oscuro, è la scelta del nome per la creatura: Tin Man?? E' forse un riferimento alla solitudine dei diversi?

Bellissima la battuta di Desoto nei confronti di Riker: "Ah ti vedo proprio rilassato , certo che è una pacchia lavorare su una nave così comoda!"






My blog su Memory Alpha!

Blog personale: Il chimico impertinente
Gifh Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-02-08, 14:48   #4
Cpt. Hawk
Moderatore
 
L'avatar di  Cpt. Hawk
 
Data Registrazione: 02 2005
Locazione: Verona
Messaggi: 2,704
Genere: Nessuno
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

... beh... “Tin Man” sta proprio per “Uomo di latta” in inglese, se non vado errato. Ora, non ho rivisto l’episodio, quindi non so di preciso di cosa sia costituito Gomtuu. Se si tratta di una “nave” meccanica, ma anche biologica, “viva”, forse la scelta di tale nome deriva da questo.
O forse il nome è legato al “Tin man - Uomo di latta” più famoso, ovvero uno dei protagonisti di “Il Mago di Oz”? Un uomo di latta che segue la piccola Dorothy nel viaggio verso il “tal” mago (non ricordo quale fosse, forse quello del Nord...) per ottenere un cuore vero da mettere nel suo corpo di latta vuoto.
Questa soluzione potrebbe forse calzare meglio alla situazione di Gomtuu, ma, come ho premesso, mi manca la ri-visione dell’episodio...

Tanto per dire, prima di scrivere il riassunto di apertura ero quasi convinto che Tin Man fosse l’appellativo dato da Elbrun a Data, l’unico con cui egli riusciva a lavorare tranquillamente perché non ne sentiva – ovviamente – le emozioni.





«Perché ci sono Klingon che in merito a un trattato di pace la pensano come lei e l’ammiraglio Cartright, ma ci penserebbero due volte prima di attaccare l’Enterprise con lei al comando...» (STVI: The Undiscovered Country)
«And make sure history never forget the name... Enterprise» (J.L. Picard - Yesterday’s Enterprise)
«L’unico Klingon di cui ho paura è mia moglie, al termine di un doppio turno in sala macchine» (Tom Paris prima di affrontare in duello un guerriero Klingon)
Cpt. Hawk Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 21-02-08, 15:30   #5
Gifh
Moderatore
 
L'avatar di  Gifh
 
Data Registrazione: 08 2007
Locazione: provincia granda
Messaggi: 2,819
Genere: Maschile
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Beh dopo qualche ricerchina, vedo che ne hai centrate due su due, infatti l'origine si riferisce proprio a "Tin Woodman" ossia l'uomo di latta del mago di Oz. E la nave è proprio così: in parte meccanica, in parte biologica anzi direi proprio "viva", senziente e ... depressa!
Il dubbio si riferiva al "-Man", cioè all'antropizzazione dell'astronave definendola con il nome in codice Tin-Man da parte della federazione.
Magari in parte ho un po' ragione anch'io riguardo alla solitudine dei diversi, probabile che nel tempo sia diventato un modo di dire americano per i disadattati!

Approfitto per un'altra delle mie osservazioni: notevole come siano riusciti a caratterizzare la razza Betazoide limitandosi a truccare solo gli occhi, neri come la pece. La similitudine con quelli di Lon Suder di Voy e la famiglia Troi è molto azzeccata e appropriata, oltre che economica!






My blog su Memory Alpha!

Blog personale: Il chimico impertinente
Gifh Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 22-02-08, 14:38   #6
sora
Specialista
 
L'avatar di  sora
 
Data Registrazione: 08 2005
Messaggi: 761
Genere: Nessuno
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Cefalopode ipervitaminizzato e senziente, triste e solitario,nella sua stanzetta umida, ultimo della sua specie, milioni di anni ben portati, spirale tromboiforme baluginante, peso specifico 40.000.000 tonnellate, ripassi sopra i libri di filosofia e ti trovi a guardare il soffitto, ma i soldi per pagare l’affitto te li mandaaaa Betazed!... cerca compagnia umanoide, età compresa tra i 10 e 80 anni, sesso indistinto, possibilmente dotato di percezioni extrasensoriali, per rapporto serio e duraturo. Offresi: fascino, simpatia e un giro della Galassia in comoda navigazione,vitto e alloggio inclusi.


Pregasi mandare foto con curriculum.


L’idea dei Betazoide eyes, pupilla dilatata,peciforme, buchi neri senza fondo, l’ho sempre trovata interessante. Un punto in più a una razza che non è stata mai espressa nei suoi risvolti più oscuri nelle varie serie, e che ne ha sofferto. Gli abissi della mente hanno avuto una trattazione crepuscolare con Spock nella Tos abbastanza convincente e in Enterprise con le mestruazioni mentali di T’Pol con metafora di invasione dell’intimità sinaptica.


Il tentativo di agganciare il tema con Voyager è presto andato in vacca per la convenzionalità del personaggio fisso psionico adibito – Kes.


Con la Troy… hanno tentato il segno di una razza più solare, in cui mente aperta significherebbe “estroversione” in ogni campo, ma con esiti altalenanti. Questa puntatina sugli occhi neri e il sapor mediorientale è piacevole eccezione.


Non so se il make-up sia nato per caso o congiuntura dell’attrice Troy, essendo la Marinella molto mediterranea, con tratti olivigni: volevano con le lenti a contatto appioppargli una madre simile; oppure se fosse stata una scelta già ponderata in partenza.


“Te va, va come stanno bene, facciamolo diventare carattere di sta banda di giocondi.”


L’occhio che uccide, l’occhio specchio dell’anima,simbolo di conoscenza, il terzo occhio,occhio occhio… Ociciornie… Occhi da streghe , stregoni, maliarde… Occhio, malocchio prezzemolo finocchio…


Buona idea per mettere in piazza , visibile, riconducibile allo sguardo penetrante, una capacità alquanto inquietante, la capacità psichica di vedere (quantomeno poco rappresentabile in scena).


Dei Betazed da quel poco che ci hanno dato, ci hanno mollato:


Una mezza e mezza, psicologa della mutua, con problemi edipici (meglio: elettrici) e il pianto facile.


Una madre di lei, ingombrante, esagerata, patologicamente fuori misura, forse maniaca depressiva.


Un disadattato cronico, un poveraccio che sente le voci e vede le luci da quando è in culla.


Uno… psicopatico.


Ma che è sto pianeta ”il villaggio dei dannati”?


Peccato che non sono mai voluti andare alla radice, quasi fossero pure gli sceneggiatori disturbati da ‘sta razza. Che pure potrebbe essere tra quelle in ST che più somigliano ai Centauri di Bab5 (aristocratici, psichici, con un ruolo particolare delle donne nella società; o Dune…).


Sempre detto io, la telepatia è una condanna reale.

Tre nasi mentali, inviati telepaticamente nella loro lunghezza. NaAAaaAAsi EnooOoooOormi






"Pupazzo, se veramente avrei avuto intenzione di aspettare te, potevano anche staccare la spina" - Janeaway/Neo a Harry Kim. Francescoweb Fecit -

sora Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 22-02-08, 15:59   #7
binario
Guardiamarina
 
L'avatar di  binario
 
Data Registrazione: 02 2005
Messaggi: 2,532
Genere: Femminile
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Pur dopo la sistematica demolizione delle tematiche toccanti dell'episodio da parte di sora , devo dire che questa puntata è una di quelle che mi sono rimaste più impresse, perché riesce a evocare grandi emozioni (l'immensa solitudine di Tin Man in mezzo allo spazio deserto, il dolore di Tam bambino costretto a ricevere tutte intere nel proprio cervello le idee e le fantasie di chiunque incontri). Il finale, con la partenza dei due cuori gemelli finalmente appaiati, è una soluzione brillante, necessaria, insostituibile.







Aderite al Team Seti di TrekPortal!
- INFO


binario Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 22-02-08, 20:10   #8
MOE
Vice Moderatore
 
L'avatar di  MOE
 
Data Registrazione: 03 2007
Locazione: Reggio Emilia
Messaggi: 1,747
Genere: Maschile
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

avete già detto tutto quanto volevo dire, non mi resta che concordare con voi sulle vostre analisi. Anche io ho pensato a "il mago di Oz".
Secondo voi Tin Man non avrebbe potuto lasciarsi distruggere dalla prima nave romulana, visto che l'unica cosa che gli importava era morire?

riporto alcune curiosità:
I rumori degli interni sono stati ottenuti dal tecnico del suono Jim Wolvington registrando con uno stetoscopio i rumori del proprio stomaco.
L'effetto della sedia che si forma dalla struttura dell'Uomo di Latta è stata ottenuta da Robert Legato filmando una sedia in cera che si scioglie.

e una citazione:
Picard: "arrivare (per) primi non è sempre la cosa più importante" (non ricordo se queste sono le parole esatte)





I'm an hologram, not a nightlight
MOE Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 22-02-08, 20:14   #9
valtar
Moderatore
 
L'avatar di  valtar
 
Data Registrazione: 08 2004
Locazione: nexus
Messaggi: 2,615
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Che ne dite di esplorare la galassia a bordo di una nave senziente come questa? Io un giretto lo farei volentieri...







Kirk: Tornare indietro nel tempo, cambiare la storia...questo è imbrogliare
Spock: un trucco che ho imparato da un vecchio amico

Spock: Le citerei il regolamento ma so che lei si limiterebbe ad ignorarlo

Kirk: Vede...cominciamo a conoscerci

valtar Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 23-02-08, 10:38   #10
sauron
Equipaggio
 
L'avatar di  sauron
 
Data Registrazione: 10 2004
Locazione: ROMA
Messaggi: 656
Genere: Maschile
Predefinito Re: 3.20 - Tin Man - L’uomo di latta

Tipo Farscape....

Comunque anch'io l'ho trovato un bellissimo episodio,profondo e triste al tempo stesso,un classico esempio di come Star Trek sia una spanna sopra a tutte le altre serie tv,TNG soprattutto!





Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra,Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra,Nella Terra di Mordor,dove l'Ombra nera scende.Un Anello per domarli,Un Anello per trovarli,Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli.Nella Terra di Mordor,dove l'Ombra cupa scende.
sauron Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 11:26.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it