ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Star Trek Vive ! > Tecnologia Trek

Visualizza Risultati Sondaggio: Un cantiere navale è più pratico in orbita o sulla terraferma?
In orbita 25 80.65%
A terra 3 9.68%
E' indifferente 3 9.68%
Chi ha votato: 31. Non puoi votare questo sondaggio

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 04-02-13, 22:23   #21
Didi77
Tecnico
 
Data Registrazione: 05 2011
Messaggi: 409
Genere: Nessuno
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Quote:
MiaPiccolina
Perché scusa?!
Se proprio vuoi flaggellarti con il tecnobubble, mi spieghi perché i campi di integrità strutturale si possono usare in orbita e dentro un'atmosfera no?

I campi di integrità strutturale sono prodotti dalla nave stessa, ma se è ancora in costruzione dubito che possa funzionare.

Ad ogni modo, accetto la tua obiezione: si possono utilizzare campi di forza autonomi, dispositivi antigravitazionali ecc.
Ma questo complica oltremodo l'organizzazione del lavoro (i campi di forza tengono insieme la nave, ma impediscono anche di spostarci attraverso i materiali, a meno di non fare un teletrasporto in fase con la frequenza del campo).
Per farla breve, se proprio devo fare un campo di forza idoneo a contenere la struttura della nave, mi conviene piuttosto fare un campo (meglio due per sicurezza) intorno ad un cantiere spaziale, così da tenere fuori la radiazione solare e le micrometeoriti e magari riempirlo di atmosfera artificiale.

Fra due tecnobabble, è preferibile quello più semplice, no?
Didi77 Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 06-02-13, 20:09   #22
Vegeta
Cadetto IV Anno
 
L'avatar di  Vegeta
 
Data Registrazione: 01 2009
Locazione: In sella
Messaggi: 393
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Via, ragazzi, credete davvero che le astronavi della flotta siano così fragiline?

Intanto mi pare che si sia tutti d'accordo che l'Enterprise originale possa navigare nella bassa atmosfera, visto che nell'episodio "Domani è ieri" si trova a una quota dove è in grado di arrivare anche un aereo da caccia; non so esattamente quali motori usi, ma tenderei a escludere quelli a impulso (che, essendo termonucleari, scaricherebbero un sacco di scorie radioattive nell'aria), ma niente vieta di pensare possa usarli anche per un decollo, posto che abbia una base d'appoggio, come i ponteggi del cantiere, appunto.

Inoltre, avete giustamente accennato al fatto che nel XXIII° secolo ci sono di certo molti meno limiti tecnologici di quanti ce ne abbiamo attualmente, eppure anche oggi riusciamo a costruire grattacieli che resistono ai terremoti e ponti sospesi lunghi centinaia di metri che stanno (quasi sempre) in piedi.
Perciò mi sembra francamente inverosimile che una qualsiasi nave, privata dei campi di integrità strutturale, possa crollare sotto il suo stesso peso a causa della gravità terrestre: se lo scafo non avesse già una certa resistenza intrinseca si "smonterebbe" dopo il primo conflitto a fuoco o collisione con un qualsiasi fenomeno celeste. Per non parlare del fatto che già solo la parte della nave che sembra più esile - i piloni delle gondole - è in grado di sopportare il tremendo stress meccanico della propulsione a curvatura: e quanto sia tremendo lo si evince dall'episodio "Oltre il limite" di Voyager, dove il problema principale del far andare una nave a curvatura 10 è che un campo così potente potrebbe strapparle letteralmente via le gondole, e da quello di DS9 dove Sisko dice che i motori della Defiant sono sovradimensionati al punto di rischiare di spaccarla in due.
Tra l'altro, ma non sono sicuro di ricordare bene, sfogliando il manuale tecnico dell'Enterprise-D avevo trovato scritto che i campi di integrità strutturale servono soprattutto ad evitare danni durante le manovre a impulso, quindi con accelerazioni e decelerazioni a frazioni della velocità della luce.

Rimango convinto che il lavoro "umano" rimanga un fattore indispensabile anche nel XXIII° secolo per la costruzione di una nave, e che sia più agevole organizzarlo in atmosfera, per il maggior "comfort" delle maestranze. Fermo restando che è anche possibile che le fasi finali della costruzione vengano poi effettuate in orbita, tipo quelle più pericolose come il rifornimento di antimateria o il montaggio delle bobine di curvatura, che sono probabilmente tra i componenti più pesanti.

Tra parentesi, mi viene in mente che esiste un'immagine dei cantieri navali di Utopia Planitia (forse proveniente dall'episodio Voy "Relativity"), dove si vedono abbastanza chiaramente sulla superficie del pianeta delle parti di una nave di classe Galaxy: non ricordo esattamente da chi e dove era stata postata, quasi certamente la si può trovare da qualche parte nella sezione su Star Trek XI.





E quindi uscimmo a riveder le stelle.
Vegeta Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 06-02-13, 22:21   #23
Didi77
Tecnico
 
Data Registrazione: 05 2011
Messaggi: 409
Genere: Nessuno
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Quote:
Vegeta
tenderei a escludere quelli a impulso

Presumo usi i propulsori di manovra.

Quote:
Perciò mi sembra francamente inverosimile che una qualsiasi nave, privata dei campi di integrità strutturale, possa crollare sotto il suo stesso peso

Imho è una semplice constatazione fisica: se anche la struttura fosse in nanotubi di carbonio, la massa della sezione a disco è sproporzionata rispetto al "collo" che la unisce alla sezione motori.
Fra l'altro anche i designer dell'enterprise E e della Voyager l'hanno pensata allo stesso modo, visto che l'hanno eliminato...

Quote:
Per non parlare del fatto che già solo la parte della nave che sembra più esile - i piloni delle gondole - è in grado di sopportare il tremendo stress meccanico della propulsione a curvatura: e quanto sia tremendo lo si evince dall'episodio "Oltre il limite" di Voyager, dove il problema principale del far andare una nave a curvatura 10 è che un campo così potente potrebbe strapparle letteralmente via le gondole

Ti sbagli
Non erano le gondole a strapparsi dalla nave, ma la nave a strapparsi dalle gondole (se non erro a causa di una polarizzazione dello scafo). E fra l'altro questo dimostra che le navi non sono poi così resistenti... Considera inoltre che le gondole non sono un mezzo di propulsione convenzionale ma si limitano a creare una bolla di spazio newtoniano, per cui se il campo di curvatura è stabile non c'è ragione per cui debbano essere sollecitati i piloni.

Quote:
Sisko dice che i motori della Defiant sono sovradimensionati al punto di rischiare di spaccarla in due.

Presumo si riferisse ai motori ad impulso. Comunque questo dimostra, ancora una volta, che le navi non sono poi così robuste...
Didi77 Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 07-02-13, 01:17   #24
MiaPiccolina
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Quote:
Didi77
Comunque questo dimostra, ancora una volta, che le navi non sono poi così robuste...

... oppure dimostra che gli autori non avessero ben in mente come impostare il tecnobubble.

Senza offesa per nessuno, ma io continuerò a pensare che nel futuro si sia trovato il mezzo o i materiali per evitare che il collo si rompa sotto il peso della sezione a disco, altrimenti sarebbe una bella fesseria costruire le navi in quel modo.
  Rispondi Citando
Vecchio 08-02-13, 15:14   #25
sigiemme
Cadetto I Anno
 
L'avatar di  sigiemme
 
Data Registrazione: 10 2012
Messaggi: 16
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Mi permetto di chiarire che il SIF ( campo di integrità strutturale ) serve a rinforzare l'ossatura della nave per mantenerne la struttura e la rigidità quando le sollecitazioni superano un certo limite. Il che significa l'uso di propulsione a impulso e curvatura. Una nave può manovrare anche senza SIF, purchè lo stress strutturale sia entro i limiti di tolleranza. Qual'è questo limite? Varia da unità a unità, considerando dimensioni, materiali impiegati, pressione esterna.... Detto questo ritengo un vascello possa essere costruito in superficie e poi, anche se incompleto ma sufficientemente stabile e rigido, andare in orbita. Questa però la vedo più come soluzione da 21°/22° secolo, nel 23° secolo appare più logico costruire direttamente nei cantieri orbitali. Dal punto di vista dell'effetto cinematografico la scena fa un gran bell'effetto
sigiemme Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 31-01-14, 15:51   #26
Kirk_Jameson
Tenente JG
 
L'avatar di  Kirk_Jameson
 
Data Registrazione: 01 2003
Locazione: Torino
Messaggi: 4,327
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

La logica consiglia che il cantiere di una nave spaziale stia nello spazio.

Voto quindi l'opzione corrispondente.





Whatever happens, happens.
Kirk_Jameson Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 04-02-14, 21:19   #27
Celesta
Cadetto IV Anno
 
L'avatar di  Celesta
 
Data Registrazione: 04 2009
Locazione: Germania, Baden-Wurtemberg, Lago di Costanza
Messaggi: 246
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Il cantiere lo metto nello spazio. Ma la costruzione potrebbe avvenire in moduli (come la ISS). Il interno degli motori a curvatura per esempio vengono costruiti a terra. Ma non tutti insieme, ma pezzo per pezzo. E poi trasportati o via shuttle o via teletrasporter in orbita. Dove poi i droni e lavoratori, completanno il motore.

Un altra variante potrebbe essere che siccome stiamo parlando della Federazione, non è detto che tutta la enterprise sia stata costruita sul Pianeta Terra o attorno di esso. E puramente logico di includere anche gli altri membri del sistema solare terrestre e oltre (colonie terrestre). E questi oviamente devono trasportare il tutto in un posto centrale. I bacini dove per esempio viene riparata la nave 1701-E (Nemesis) oppure 1701-A (TOS the Movie), sono l´ultima tappa della costruzione.

Dunque Prima Tappa: Costruzione del mantello esterno in una Base Stellare.
Seconda Tappa: Nella Base Stellare vengono ricevuti i moduli interni, come pezzi del ponte, corridoi, e via dicendo.
Terza Tappa: Assemblaggio del tutto nella Base Stellare col teletrasportatore cargo. (quelle a fungo)
Quarta tappa: Ricevimento del personale di Bordo nella Base Stellare
Quinta tappa: Trasferimento della nave quasi completa al Bacino (quello con le griglie) tramite moduli da traino, agganciati allo scafo, ma rimovibili. Nel frattempo il personale di bordo conette tutti i diversi componenti.
Sesta tappa: Arrivati nel bacino, vengono aviati i sistemi, con esaustivi prove di stress per tutti i sistemi.

P.S.: assolutamente non credibile la soluzione di Abrahms, la differenza tra pressione tra terra e spazio e troppo enorme, e costosa in termini energetici.
Semmai la vogliamo a terra allora perche Abrahms la assemblata a terra perche la Federazione si trovava sotto attacco. Per ben 25 anni, dopo la distruzione della Kelvin in poi....





If I had this ship, I would hit the cardassian until they scream. But I would not chasing around rumors about goosechicks. This is not about goosechicks. This is about the right thing to do. No !!. You´re trying to be a hero. Terrorists don´t get to be Heros. (DSN9, stagione 3.9, DEFIANT)

Il mio album di foto: http://www.flickr.com/photos/salvo682
Il mio canale di video: http://www.youtube.com/user/pw10a2sal/videos
Celesta Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 05-02-14, 00:00   #28
Axum
Capo I Classe
 
L'avatar di  Axum
 
Data Registrazione: 05 2006
Locazione: Verona
Messaggi: 1,855
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Però qualcosa mi dice che il Kirkino della realtà alternativa, in cui è ambientato l'XI, vede la nave sospesa dal suolo (o sto facendo confusione con gi Asgard di SG-1 ?). Se è così, allora non c'è differenza, in quanto gli spostamenti fatti con l'inversione dei gravitoni (speriamo che la scoprano al più presto) farebbero lavorare tranquillamente gli addetti come se fossero in orbita.
Se così non fosse, la colpa è sempre del solito occhialuto con la faccia da nerd e la fantasia confusionaria (vedi "Lost" e poi muori).
Voglio dire: perché l'ENT di Archer (circa 150 anni prima) viene assemblata in orbita, mentre quella che sarà di Pike viene assemblata a terra? Sebbene quella di Kirkino sia una realtà alternativa, pare che la capacità tecnologica di quell'universo parallelo sia la stessa che c'è nella realtà di Kirkone, quello vero.
Va be', ma lasciando J.J.A. nella sua nebbia fitta, ho scelto in orbita, perché già dai tempi di Archer il teletrasporto esiste, e se la stazione viene posizionata a una distanza giusta, allora i pezzi possono essere teletrasportati (Scotty ha teletrasportato due balene e non so quante tonnellate d'acqua, tutto assieme). In più: il teletrasporto dei componenti per l'assemblaggio è meno rischioso di "mille" viaggi con le navette, nonché centinaia di volte più rapido.

Per quanto riguarda il lancio nello spazio aperto, credo che, così come una navetta fa tranquillamente da furgone, moltiplicando l'energia occorrente a un'intera nave si possa portare fuori con facilità, con i soli propulsori, anche quel mastodonte che è una Enterprise.

In seguito, ma questo non c'entra niente, immagino che i componenti vengano replicati sul posto, nel bacino orbital-marziano.
Axum Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 05-02-14, 09:34   #29
Kirk_Jameson
Tenente JG
 
L'avatar di  Kirk_Jameson
 
Data Registrazione: 01 2003
Locazione: Torino
Messaggi: 4,327
Genere: Maschile
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Quote:
Celesta
Un altra variante potrebbe essere che siccome stiamo parlando della Federazione, non è detto che tutta la enterprise sia stata costruita sul Pianeta Terra o attorno di esso. E puramente logico di includere anche gli altri membri del sistema solare terrestre e oltre (colonie terrestre).

Infatti i cantieri delle navi di classe Galaxy (Enterprise-D) sono situati presso Marte (Utopia Planitia).





Whatever happens, happens.
Kirk_Jameson Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 05-02-14, 10:17   #30
MiaPiccolina
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Il cantiere dove lo metto?

Quote:
Axum
Voglio dire: perché l'ENT di Archer (circa 150 anni prima) viene assemblata in orbita, mentre quella che sarà di Pike viene assemblata a terra? Sebbene quella di Kirkino sia una realtà alternativa, pare che la capacità tecnologica di quell'universo parallelo sia la stessa che c'è nella realtà di Kirkone, quello vero.

Non sono d'accordo. Con due film ormai nel canestro è chiaro che la tecnologia antigravità di questa timeline non solo è molto sviluppata, ma sopratutto e molto diffusa, al punto da condizionare la popolazione nella vita quotidiana.

Abbiamo visto mezzi privati che si muovo senza ruote (o ruote senza raggi). Si intravede un infermiere con una barella sospesa ad un metro di altezza. Fino ad arrivare a grandi piattaforme progettate per costruzioni civili.

Insomma, non siamo difronte a qualche tecnologia avanza ed esclusiva, disponibile solo ai membri della flotta stellare, ma ad una tecnologia diffusa tanto quanto può essere diffusa la telecomunicazione ai nostri tempi. Tra l'altro, l'impressione è quella di un controllo della gravità paragonabile al 24simo secolo della prime timeline, se non addirittura superiore.

Diventa palese che potendo disporre di una tale tecnologia, che ripeto, è applicata a tutti gli ambiti lavorativi, si annulla l'unico vero vantaggio che c'è nel considerare un cantiere in orbita.
Un cantiere a terra ha poi indubbi vantaggi. Gli operai non sono costretti ad indossare scomode tute pressurizzate. Inoltre non è semplice lavorare quando si è privi di peso, ne sanno qualcosa i veri astronauti.

Quote:
Kirk_Jameson
Infatti i cantieri delle navi di classe Galaxy (Enterprise-D) sono situati presso Marte (Utopia Planitia).

Ecco una foto da memory alpha:
  Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 13:57.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it