ATTENZIONE Se si riscontrano problemi con il log-in, effettuare
la procedura di recupero password a questo indirizzo. Grazie

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia
Registrazione Regolamento FAQ Lista Utenti Calendario Segna come Letti

Vai Indietro   TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia > Star Trek Vive ! > Tecnologia Trek

Rispondi
 
Strumenti Discussione Modalità Visualizzazione
Vecchio 09-09-10, 17:47   #1
J.A.Ferday
 
Messaggi: n/a
Predefinito Sensori... questo mistero...

Volevo iniziare questa discussione riguardo ai sensori... sia nei fil che nelle serie ricoprono un grande ruolo...(danno dati incredibili,tengono monitorata la rotta,hanno una portata gigantesca)eppure non so pressochè nulla del funzionamento dei sensori nell'universo trek.... come fanno a registrare e fornire dati ad anni luce di distanza,per velocità di curvatura si aggirano le "leggi" della relatività comprimendo lo spazio con potenti campi di curvatura,ma i sensori.... qusti sensori... ... come fanno a raccogliere dati che per arrivare da il punto esaminato alla nave dovrebbero viaggiare più veloce della luce??
  Rispondi Citando
Vecchio 09-09-10, 17:55   #2
Rikirk
Capo Operazioni
 
L'avatar di  Rikirk
 
Data Registrazione: 05 2009
Locazione: Provincia di Udine
Messaggi: 3,472
Genere: Maschile
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

Bella domanda.
E per di più i sensori si dividono in lungo e corto raggio ...
Suppongo che per raccoglire i dati utilizzino le bande di subspazio questo dovrebbe spiegare le trasmissioni e ricezioni di dati a velocità superiori a quelle della luce.
Sulla qualità dei dati, tipo come si possa stabilire il tipo di forma di vita presente su un pianeta da un orbita più o meno distante ... bè siamo anche nel 23°/24° secolo: per allora si sarà raggiunto un livello tecnologico adeguato a questi scopi.





RIKIRK

<<L'uomo puo' credere all'impossibile, non credera' mai all'improbabile.>>

Oscar Wilde
Rikirk Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 09-09-10, 19:46   #3
ma'rika shran
Equipaggio
 
L'avatar di  ma'rika shran
 
Data Registrazione: 05 2010
Locazione: andoria
Messaggi: 417
Genere: Femminile
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

insoma..un vicolo cieco!





TRIP IS ALIVE!!!

FERMATE GLI ESPERIMENTI SUGLI ANIMALI!!!
ma'rika shran Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 10-09-10, 01:29   #4
...Special....
Cadetto IV Anno
 
L'avatar di  ...Special....
 
Data Registrazione: 01 2009
Locazione: where no man has gone before
Messaggi: 266
Genere: Nessuno
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

anche io penso che utilizzino il sub spazio, per raggiungere grandi distanze, magari anche noi tra 300 anni potremmo analizzare qualcosa ad anni luce di distanza...





Il destino protegge i pazzi, i bambini e le navi chiamate Enterprise (W. Riker)



...Special.... Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 10-09-10, 04:49   #5
Brunt
Guardiamarina
 
L'avatar di  Brunt
 
Data Registrazione: 04 2008
Locazione: Rorschach
Messaggi: 1,220
Genere: Maschile
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

Quote:
J.A.Ferday
... come fanno a raccogliere dati che per arrivare da il punto esaminato alla nave dovrebbero viaggiare più veloce della luce??

Effettivamente non è possibile che il campo di curvatura si estenda fino ai luoghi raggiunti dai sensori.





Brunt Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 10-09-10, 13:16   #6
Rikirk
Capo Operazioni
 
L'avatar di  Rikirk
 
Data Registrazione: 05 2009
Locazione: Provincia di Udine
Messaggi: 3,472
Genere: Maschile
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

Brunt ha ragione: è ovvio che la tecnologia a curvatura e il subspazio servono a scopi diversi.
La prima esiste solo nella propulsione di un oggetto dal quale si sprigiona il campo stesso.
Praticamente la nave stellare genera con le sue gondole il campo di curvatura che a sua volta sfrutterà per viaggiarci dentro contraendo lo spazio davanti a se e dilatandolo dietro di se.
Un segnale esplorativo dei sensori non funziona cosi.
Perchè non può certo generare di per se un campo di curvatura.
Lo si invia invece in subspazio che funziona un pò come i tunnel spaziali nello spazio quadrimensionale.
Praticamente elimina il fattore tempo, parametro al quale è soggetto invece un segnale elettromagnetico sparato nello spazio quadrimensionale.
Un segnale lanciato nel subspazio invece, non avendo a che fare con il fattore tempo, viene ricevuto istantaneamente.

PS: La parola "subspazio" significa "sotto spazio" cioè, nella geometria euclidea uno spazio ad n dimensioni contiene lo spazio ad n-1 dimensioni ed è contenuto in uno spazio a n+1 dimensioni.
Ad esempio lo spazio in cui viviamo è uno spazio quadrimensionale (le tre dimensioni spaziali più il tempo), quindi esso contiene in senso stretto lo spazio tridimensionale (senza la dimensione tempo) che perciò può definirsi sottospazio o, appunto, subspazio.

Almeno questo è quello che credo di aver compreso in anni di ST
Ma magari qualcuno può illuminarmi meglio.

PPS: Un campo di curvatura crea distorsioni nel subspazio





RIKIRK

<<L'uomo puo' credere all'impossibile, non credera' mai all'improbabile.>>

Oscar Wilde
Rikirk Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 10-09-10, 21:39   #7
Astris
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  Astris
 
Data Registrazione: 03 2007
Locazione: Ve-Mestre
Messaggi: 1,022
Genere: Maschile
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

Quote:
Brunt
Effettivamente non è possibile che il campo di curvatura si estenda fino ai luoghi raggiunti dai sensori.
Tuttavia ci sono particelle, come i tachioni, che vivono naturalmente nel subspazio. Se immaginiamo un "fondo cosmico a tachioni" magari rilevando delle variazioni in questa radiazione si possono ricavare dati a proposito della perturbazione che l'ha prodotta. Ma sono solo ipotesi.





TrekPortal for Memory Alpha, il gruppo di traduzione in italiano della più completa wikia su Star Trek!
Astris Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 11-09-10, 00:11   #8
Rikirk
Capo Operazioni
 
L'avatar di  Rikirk
 
Data Registrazione: 05 2009
Locazione: Provincia di Udine
Messaggi: 3,472
Genere: Maschile
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

Un ottima ipotesi
Puntuale come sempre.





RIKIRK

<<L'uomo puo' credere all'impossibile, non credera' mai all'improbabile.>>

Oscar Wilde
Rikirk Non in Linea   Rispondi Citando
Vecchio 11-09-10, 08:40   #9
MiaPiccolina
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

Al dilà di quello che potrebbero essere possibili spiegazioni scientifiche reali, la definizione ufficiale nella finzione del mondo di Star Trek e stata sempre quella che i raggi dei sensori, come le trasmissioni subspaziali, si propaghino a velocità di curvatura incredibilmente maggiori rispetto alla velocità che possono raggiungere le navi. Due tizi si possono parlare in tempo reale a distanze notevoli quando una nave per coprire la stessa distanza impiegherebbe giorni se non mesi.

E' se vogliamo una spiegazione di comodo che può essere accettata. Per la verità non è che quello di come funzionano i sensori sia un mistero più grande rispetto agli altri congegni di Star Trek.
  Rispondi Citando
Vecchio 11-09-10, 17:56   #10
Astris
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  Astris
 
Data Registrazione: 03 2007
Locazione: Ve-Mestre
Messaggi: 1,022
Genere: Maschile
Predefinito Re: Sensori... questo mistero...

Tipo il compensatore di Heisenberg?
-Come funziona?
-Bene, grazie!





TrekPortal for Memory Alpha, il gruppo di traduzione in italiano della più completa wikia su Star Trek!
Astris Non in Linea   Rispondi Citando
Rispondi


Strumenti Discussione
Modalità Visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB is Attivo
Smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato
Vai al Forum


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 18:17.


Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it