Visualizza messaggio singolo
Vecchio 29-05-16, 03:28   #19
Lory
Sottoufficiale III Classe
 
L'avatar di  Lory
 
Data Registrazione: 12 2005
Messaggi: 1,679
Genere: Maschile
Predefinito Re: Voyager 1 gravemente danneggiato!

Quote:
Kirk_Jameson
Queste e solo queste sono in traiettoria di fuga e pertanto sono destinate a sopravvivere per sempre (o perlomeno milioni o miliardi di anni dopo che non ci saremo più) e pertanto a restare come estrema testimonianza del semplice fatto che siamo esistiti.

Infatti ho sempre pensato che probabilmente nell'universo potrebbero esistere centinaia di sonde lanciate da altre civiltà, magari ormai estinte, in epoche passate...

Tornando alla questione Voyager 1. Chiaramente recuperare la sonda non è tanto una questione di se sia utile o meno, è una questione che è assolutamente impossibile.

Dal momento che il Voyager non è in grado di alterare la prorpia direzione, una missione di recupero richiederebbe l'invio di un'altra sonda che possa raggiungerlo e agganciarlo per poi invertire la direzione e tornare sulla Terra (tra l'altro spingendo entrambe le masse).

Ora, tenendo conto che V1 è l'oggetto artificiale più veloce nella storia dell'umanità, sarebbe già un'impresa equipararlo ma addirittura raggiungerlo... Bè al massimo potrebbe essere fatto con un viaggio di una settantina d'anni.

Ma non è finita qui, perché anche se aspettassimo un secolo per avere una tecnologia che ci consenta di fare il viaggio in poco tempo, in entrambe i casi c'è un semplice problema di fondo che rende il tutto inesplicabilmente impossibile.

Entro due o tre anni non saremo più in grado di contattare la sonda e dal momento che con Hubble riusciamo a stento a vedere distintamente Plutone, figuriamoci un oggetto molto più lontano e grande al massimo qualche metro: una volta che il trasmettitore del Voyager 1 sarà spento non sarà più possibile localizzarlo. Calcoli inerziali aiuterebbero solo per poco tempo e non credo potrebbero essere tanto precisi, in assenza di riferimenti nelle circostanze, da programmare niente di meno che un randez-vous automatico con un veicolo tra l'altro non omologato alla manovra.

Insomma, è indubbiamente impossibile che tra 80 anni sapremo dov'è il Voyager con la precisione necessaria.

L'unico modo per recuperare la sonda sarebbe quello di raggiungerla in un tempo di circa 2 o 3 anni, il che significa un'accelerazione attualmente impossibile e che, se anche per assurdo fosse possibile, comporterebbe un'altrettanto impossibile decelerazione in avvicinamento per la manovra di attracco...

Ah, e poi ovviamente, dopo l'attracco, sarebbe il momento della manovra di "inversione" e ribadisco che V1 è l'oggetto più veloce che sia mai stato lanciato nello spazio. Aggiungiamo alla sua massa anche quella della sonda di recupero e abbiamo fatto un bellissimo B-movie.
Lory Non in Linea   Rispondi Citando