Visualizza messaggio singolo
Vecchio 07-12-15, 19:02   #12
_Highly_Illogical_
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: 4.09 - Il kir'shara - Kir'Shara

Più che commentare l'episodio riverso qui tutto quello che ho pensato da giovedì a pochi minuti fa guardando la trilogia intera. Un avviso amichevole: farà un po' l'effetto di una bottiglia di gazzosa aperta di botto dopo essere stata agitata.

Finalmente assistiamo allo sdoganamento definitivo della fusione mentale.
E che signor sdoganamento, mi viene da dire. C'erano state fior fior di ragioni per non mostrarne quasi mai prima d'ora, ma anche se sinceramente mi erano un po' mancate, allo stesso tempo mi è sembrato che gli autori sentissero come una specie di ansia di recuperare. Ho cercato di contarle, un po' a imitazione dei simpatici conteggi di T'Mir, ma ero così presa dal resto della trama che dopo un po' mi sono persa. Voi quante ve ne ricordate, in questi soli tre episodi? Considerando che prima erano mosche bianche, questa in confronto è un'overdose!
Non mi sto lamentando, per la gran carità. Più ne vedo, più son contenta, poi col nuovo (nuovo per me, che sono alla prima visione di ENT e non ho ancora visto VOY) modo di mostrarne alcune dall'interno sono ancora più interessanti. Devo dire che ogni volta che ne parte una io incrocio le dita nella speranza di vederla da dentro.

Un po' mi dispiace di aver visto questa trilogia sapendo già che T'Pau sarebbe rispuntata (uffa, è giusto usare il prefisso "ri-" se è un prequel?), perché non mi è crollata la mascella sul pavimento come sarebbe accaduto se l'avessi affrontata da "vergine" non spoilerata.

Le vedute sono sinceramente bellissime, forse soprattutto per il contrasto tra la vastità dei deserti di Vulcano e gli ambienti chiusi, peraltro i più piccoli della baracca, a cui la serie ci aveva abituati.
Punti in più per il sehlat selvatico e lo scambio di battute che ne segue, e complimentoni alla giovane T'Pau che riesce a rifarne il verso. Alla faccia delle corde vocali.
Riguardo alle ambientazioni ho solo un dubbio: quelle nel tunnel che porta al Kir'Shara mi sono tanto sembrate delle ragnatele, e io capisco benissimo che polvere e ragnatele siano i due elementi che più facilmente associamo a un posto vecchio e abbandonato, ma siccome siamo su un pianeta che per l'appunto ha una fauna diversa, e considerando la mia entomofobia, aracnofobia e insomma strizza folle di qualunque cosa semovente con sei o più zampe, non voglio sapere che razza di creatura le abbia fatte. Giuro. Se c'è tra voi qualche abile xenobiologo, che se ne stia ben zitto, grazie, altrimenti mi vengono gli incubi.

Archer tutto sommato sembra che reagisca bene al fatto di portarsi Surak in testa per la maggior parte della trilogia: non è che ne sia entusiasta, per la gran carità, ma la cosa si rivela più utile che difficile, fisicamente parlando, e non c'è traccia della medicina di cui, in condizioni simili, aveva avuto bisogno McCoy per affrontare il viaggio. Quello che mi chiedo io è:
- non se ne parla perché Archer, più giovane e prestante, se la cava senza?
- non se ne parla perché se l'avesse avuta sarebbe stato meglio ma non c'era modo di accedervi e quindi non ci si disturba nemmeno a menzionarla?
- non se ne parla perché non l'avevano ancora inventata?

Ultimissimo colpo di coda, lo giuro: la sostenitrice dell'accoppiata Trip/T'Pol che c'è in me balla la samba (?) al pensiero che il matrimonio con Koss sia durato così poco, maaaaaa... 'sto poveretto ha già un'altra che fa la fila per averlo? No, perché logicamente ( ) deve pur avere un piano B per quando la sua bomba a orologeria biologica scoppierà...
  Rispondi Citando