Discussione: La fisica di Star Trek
Visualizza messaggio singolo
Vecchio 08-01-12, 13:53   #2
phoenix76
Cadetto I Anno
 
L'avatar di  phoenix76
 
Data Registrazione: 02 2009
Messaggi: 31
Genere: Nessuno
Predefinito Re: La fisica di Star Trek

Interessante, ma l' Ing. non si Ŕ soffermato molto sulla curvatura: voglio dire...l'ha paragonata ad un movimento "peristaltico"?!?! Tipo tubetto di maionese?!?!
Mi sembra una spiegazione un po' fiacca...insomma senza usare paroloni poteva spiegare che le gondole usano campi gravitazionali potentissimi per piegare lo spazio di fronte alla nave, ed espanderlo (con particelle di antigravitÓ) dietro la nave..la quale senza muoversi effettivamente a velocitÓ maggiore della luce, di fatto riesce in tal modo a coprire enormi distanze portata da un'onda...che se non ricordo male Ŕ la famosa bolla di curvatura...
Alla domanda "Ma l'accelerazione improvvisa che si ha quando una nave entra in curvatura, non ha effetti deleteri per l'equipaggio??" Ŕ stato risposto, giustamente, che gli smorzatori inerziali servono appunto a controbilanciare l'inerzia...ma non Ŕ stata detta la cosa essenziale: di fatto, quando la nave entra in curvatura, essa non muta la sua velocitÓ in termini relativistici...Ŕ lo spazio che si piega attorno ad essa...quindi nessuno scossone per l'equipaggio.
Nel complesso, cmq, Ŕ stato un documentario molto interessante...specialmente quando il tizio in prima fila ha passato all' ing gli schemi del suo prototipo di comunicatore superluminale....funzionante perfettamente!!!
phoenix76 Non in Linea   Rispondi Citando