TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia (http://www.trekportal.it/tpforum/index.php)
-   Musica, Televisione, Libri, Videogames (http://www.trekportal.it/tpforum/forumdisplay.php?f=54)
-   -   [LIBRI] «Ho letto...» (http://www.trekportal.it/tpforum/showthread.php?t=10254)

Q_rioso 21-10-07 18:54

[LIBRI] «Ho letto...»
 
Ho pensato di creare questo topic affinché i lettori, siano essi accaniti, occasionali o "tempo permettendo", che si celano tra gli utenti di TrekPortal possano discutere della loro ultima lettura.

Uno spazio in cui, chi lo desideri, abbia la possibilità di parlare del libro che ha appena letto, per condividere con gli altri la propria esperienza, positiva o negativa che sia.

* * *

Inizio io. ;)
Pochi giorni fa ho finito di leggere "Quando nasci è una roulette - Giovani figli di migranti si raccontano" a cura di Ingy Mubiayi e Igiaba Scego. Ho comprato questo libro esattamente una settimana fa a Milano, presso un ambulante di quelli che solitamente avvicinano i passanti per cercare di vendere loro qualcosa. Uno di quelli che solitamente si cerca di evitare... :rolleyes: Ebbene in pochissimo tempo è riusciuto a convicermi, non per la sua insistenza, ma bensì per la sua gentilezza, nonostante prima di allora avessi sempre cercato di evitarli come la peste, seguendo la linea di pensiero che se fossi intenzionato a compare qualcosa, sarei io stesso che andrei a cercarla, senza certo il bisogno che qualcuno cercasse di propinarmela. :p

E' stato un acquisto tanto casuale quanto fortunato, però. In effetti dal momento in cui ho intravisto il titolo del libretto mi sono immediatamente incuriosito, perché volevo sapere come i figli di immigrati vivessero la loro condizione nel nostro Paese.
Si tratta di una raccolta di testimonianze di sette ragazzi che si raccontano. Oltre ai desideri tipici degli adolescenti, ciascuno con il proprio sogno da esaudire, tutti hanno qualcosa in comune: un contrasto interiore che deriva dal sentirsi Italiani pur avendo coscienza delle proprie radici culturali, ben diverse dalle nostre.

Grazie a "Quando nasci è una roulette" ho anche scoperto "Terre di mezzo", che non conoscevo, e il loro Progetto di strada.


:ciao2 Q_rioso

saavikam 21-10-07 19:25

Re: «Ho letto...»
 
Belin, Q_rioso, sai anche leggere? Azzolina, certo che sei un uomo dalle mille capacità! :D

Proprio ieri, in biblioteca (Berio), ho preso un romanzo di una certa Gaby Hauptmann, intitolato Nur ein toter Mann ist ein guter Mann (Solo un uomo morto è un brav'uomo). Non conosco l'autrice in questione, ed il libro l'ho quasi preso a casaccio. Il fatto è che se non tengo in esercizio il tedesco, finisco che lo dimentico, e sarebbe un peccato mortale dal momento che ho sudato lacrime e sangue per impararlo. Finora ne ho lette quasi 60 pagine, e direi che non è male (è la storia di una donna di mezza età che si ritrova improvvisamente vedova, crede di poter vivere felice senza uomini attorno, ma vuoi per un motivo o per l'altro se li ritrova sempre tra i piedi). Pagine totali del libro: 300. Fortunatamente, non scritte troppo fitte. Vabbè, almeno il bibliotecario che mi ha fatto il prestito era davvero carino e ci siamo attaccati un mezzo pomello a vicenda. :asd

ICamaleonte 21-10-07 20:01

Re: «Ho letto...»
 
io stò attualmente leggendo "universo incostante" di Vernor Vinge, ma non mi stà appassionando moltissimo. Se fossi una persona che abbandona i libri a metà lo avrei già fato dopo poco. Spero nel prossimo, non ho ancora idea di chi pescherò nella lista in attesa. Comunque vi fornisco il mio link su anobii, dove trovate i miei libri in attesa e quelli letti http://www.anobii.com/people/icamaleonte/

Capitano Picard 18-12-07 22:19

Re: «Ho letto...»
 
in corso di lettura ho: I draghi del sole morente, Le cronache di Narnia, Le grandi battaglie di Mapoleone, I buhi neri: nuovi tragurdi per la sienza o la fine dell'universo? e Eldest.
Credo di aver detto tutto.

Mjia 18-12-07 22:30

Re: «Ho letto...»
 
stavo leggendo un libro di criminologia "serial killer" ...:p ma ora devo leggere quello per la recensione .. ufff...

manuè 18-12-07 23:37

Re: «Ho letto...»
 
attualmente sto leggendo "vent'anni di imprecazioni e gloria con l'imperatore" memorie di j.r.coignet, cavaliere della legion d'onore, sottufficiale dei granatieri a piedi della guardia di napoleone.

Q_rioso 21-12-07 10:56

Re: «Ho letto...»
 
Proprio ieri sera giunto alla conclusione di "Mondo senza fine", l'ultimo romanzo di Ken Follett.
Anche se a mio avviso è un po' riduttivo, lo si potrebbe definire il seguito de "I pilastri della Terra" altra grande opera di questo brillante autore. Le vicende narrate sono ambientate nell'Inghilterra del XIV secolo, circa duecento anni dopo il primo romanzo, sempre a Kingsbrigde. Se ne "I pilastri della Terra" la vita dei vari personaggi ruotava intorno alla costruzione della cattedrale, anche in "Mondo senza fine" l'edificio è ancora presente come uno dei protagonisti della storia.

Non ho letto tutti i romanzi scritti da Ken Follet, ma buona parte di essi. Il primo fu "Una fortuna pericolsa" che lessi per caso, senza neppure fare attenzione a chi fosse l'autore; era molto appassionante. Solo qualche mese più tardi vidi Ken Follett ospitato al "Maurizio Costanzo Show" e lo trovai estremamente simpatico; tra i presenti qualcuno definì "I pilastri della Terra" come uno dei romanzi migliori che avesse mai letto e la cosa già mi incuriosì parecchio, poi durante la discussione uscì fuori anche il titolo "Una fortuna pericolosa" e solo in quel momento capii che l'aveva scritto proprio lui. Ciò mi convinse a comprare "I pilastri della Terra" che lessi con grande piacere e che in seguito mi fece definire Ken Follett come uno dei miei scrittori preferiti.
Una leggera delusione è sopraggiunta con il passare dei mesi e degli anni: a mano a mano che continuavo a leggere i suoi romanzi, mi pareva che in più occasioni, pur cambiando l'ambientazione, personaggi e situazioni tendessero a ripetersi. Nonostante il ritmo sia sempre vivo e la scrittura fluente, questa osservazione ha fatto sì che ai miei occhi i suoi libri siano andati perdendo in freschezza e abbiano preso una nota stantìa.

In barba a queste considerazioni comunque non ho pensato due volte a comprare "Mondo senza fine", perché non ho resistito al richiamo de "I pilastri della Terra". E ho fatto bene. Sembra proprio che tornando a Kingsbridge, in modo figurato s'intende, Follett abbia saputo ritrovare l'antico fasto dando del suo meglio. La formula che ha usato anche questa volta, come fa spesso, è quella del romanzo corale, in cui i protagonisti e gli antagonisti sono numerosi. Le loro storie sono finemente intrecciate, procedono mano nella mano per poi separarsi, muoversi su binari paralleli e tornare ad incrociarsi.
Dopo tanto tempo ho ritrovato il piacere di leggere Ken Follett, trascorrendo giornate intere nell'attesa di tornare a casa per rifiondarmi nella storia, rubando ogni minuto a mia disposizione per dedicarlo a "Mondo senza fine". Sono davvero entusiasta di questo libro e l'unico dispiacere è che sia già finito.


:ciao2 Q_rioso


P.S.

Ragazzi (Capitano Picard, Mija, manuè... tutti i lettori) non vi va di dirci qualcosa in più, oltre ai titoli, riguardo i libri che state attualmente leggendo? Raccontate, raccontate, siamo (e sono :rolleyes:) curiosi! *:=ok

2°binario 30-12-07 23:15

Re: «Ho letto...»
 
Quote:

Q_rioso
Ragazzinon vi va di dirci qualcosa in più, oltre ai titoli, riguardo i libri che state attualmente leggendo? Raccontate, raccontate, siamo (e sono :rolleyes:) curiosi! *:=ok


Prendo per buono il tuo invito e mi lancio nella critica letteraria...poveri voi che mi leggete....:D
Di solito sono molto veloce a leggere ma a causa del lavoro ho lasciato un po' indietro le mie letture per cui in questi gironi mi sono rifatta, ho letto: King Kong di Edgar Wallace e La Sovrana lettrice di Alan Bennett.
Il primo devo dire che lo scelto perchè, come suggerisce Calvino, mi è "saltato" addosso durante una visita in libreria.
Non sapevo che il film fosse tratto da un romanzo, e così mi sono detta "Dai...costa meno di € 4!". Leggendo poi l'introduzione ho invece scoperto che il racconto è stato scritto proprio per il cinema. Appena Wallace arrivò negli Stati Uniti le Major gli chiesero di scrivere un horror e lui si inventò Kong. Devo dire che il racconto è molto legato agli stereotipi degli script per il cinema. Scarne descrizioni dei luoghi e dei personaggi e dialoghi brevi, tanto il resto lo farà "lo schermo", e, ovviamente, a parer mio per un racconto, queste sono gravi mancanze. Per il resto...se avete visto un adelle tante riproposizioni cinematografiche avete "letto" il libro.
Per quanto riguarda il secondo romanzo, invece, per la prima volta in vita mia, leggere la recenzione di un libro mi ha fatto venir voglia di leggerlo così ho chiesto a Babbo Natale di portarmelo. E sono stata esaudita.
L'autore è famoso in Inghilterra come autore brillante, sua è la piece teatrale da cui è tratto , per esempio il film "la Pazzia di Re Giorgio" se qualcuno l'ha vista (se non consiglio per ridere un po'). il libro a mio parere rispecchia il rapporto di amore -odio che in Inghilterra devono avere per la regina. Infatti, si nota come da una parte tutti affermano che voglio la regina più a portata di mano e dall'altra quando questa, in seguito alla scoperta della letteratura, si apre verso i suoi sudditi, questi (soprattutto il suo entourage) resta sconvolto e cerca di metterle i bastoni fra le ruote (addirittura arrivano a far perdere parte del suo bagaglio, per impedirle di leggere durante la visita di Stato in Canada!).
Il libro è breve, ma alcune scene mi hanno fatto ridere: per esempio l'idea che la Regina si porti il libro in carrozza e che lo legga di sottecchi mentre saluta la folla, mi ha fatto pensare che tutto il mondo è paese...io leggevo moltissimo in metropolitana quano vivevo a Roma, anche se prendevo la mtro nelle ore di punta!
E poi una frase mi ha molto colpita e ve la ripropongo:
"stava (la regina) anche scoprendo che un libro tira l'altro; ovunque si voltava si aprivano nuove porte e le giornate erano sempre troppo corte per leggere quanto avrebbe voluto"
Se pensate che ho fatto le 3 per finire l'ultimo Harry Potter potete capire perchè questo libricino mi è piaciuto.
Spero di non avervi annoiato troppo!

ICamaleonte 31-12-07 00:58

Re: «Ho letto...»
 
Questo è un brutto periodo per le mie letture, non faccio altro che prendere libri orrendi.
Adesso stò cercando di finire "accelerando".

kirkthebest 20-01-08 21:15

Re: «Ho letto...»
 
Cronache del mondo emerso
di Licia Troisi

Sintesi:
Storia di una ragazza che in seguito scoprirà le proprie origini e la strada tracciata dal suo destino che tuttavia, malgrado i sacrifici, gli errori, le incertezze, non le impedirà di trovare il proprio posto nel mondo dopo avere adempiuto alla sua missione di salvataggio del suo intero mondo.

Ci sono combattimenti, eroismi, draghi, gnomi, ecc..

In totale si raggiungono circa 1300 pagine, mi è piaciuto e sono contento che l'abbia scritto un'autrice italiana. :)


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 11:59.

Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it