TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia

TrekPortal - Il Forum di Star Trek in Italia (http://www.trekportal.it/tpforum/index.php)
-   Religione, cultura, società in Star Trek (http://www.trekportal.it/tpforum/forumdisplay.php?f=17)
-   -   Prima Direttiva (http://www.trekportal.it/tpforum/showthread.php?t=20293)

Lore96 01-12-13 13:32

Prima Direttiva
 
Come sicuramente sapete la prima direttiva vieta tutti i contatti che potrebbero influenzare le civiltà meno progredite inquinandone lo sviluppo culturale, in tutti quei mondi il cui progresso tecnologico non è ancora giunto alla scoperta della propulsione a curvatura.
Questa direttiva è sicuramente applicabile in linea generale , ma secondo voi quali sono quei casi limite in cui una violazione è giustificata ?

Giulianino 01-12-13 14:20

Re: Prima Direttiva
 
Secondo me , se vogliamo parlarne in rapporto alla realtà, NON dovrebbe essere previsto nessun caso limite.

Ossia, una civiltà andrebbe osservata senza intervenire MAI, nemmeno di fronte alla propria autodistruzione definitiva.

Poco probabile ma non impossibile, noi come civiltà terrestre potremmo essere osservati e " tenuti d' occhio " da tempo senza saperlo on certezza.

Nessuno è intervenuto di fronte alla prima guerra mondiale, e vabbè...ma sempre nessuno è intervenuto durante la seconda.
Quando sono state sviluppate e usate le armi atomiche, potenzialmente in grado di portare l' uomo alla estinzione.

Tantomeno nessuno è mai intervenuto dirante la miriade di esperimenti nucleari fati fino agli anni 90, nessuno è intervenuto durante la guerra fredda o durante la crisi dei missili cubana, che ci ha portato veramente ad un passo da quella che viene chiamata " MUTUA DISTRUZIONE ASSICURATA " ( cercate in rete ) .

Nessuno è intervenuto nemmeno quando i dinosaurri si sono estinti a causa di un astgeroide o quello che era.

Se osservi...osservi e basta.
Io personalmente lo trovo giusto così.
Quindi....ben venga la 1^ direttiva.

Se poi vogliamo portare il discorso sul piano della " finzione " , allora si aprono infinite supposizioni, infiniti aspetti e infinite soluzioni.

Potrei dire che si potrebbe violare la prima direttiva e intervenire quando e se la civiltà che si stia osservando, sperimenti una tecnologia o una forma di energia, in grado di provocare danni alla civiltà OSSERVANTE .

Soleta 01-12-13 15:53

Re: Prima Direttiva
 
Quote:

Giulianino
Secondo me , se vogliamo parlarne in rapporto alla realtà, NON dovrebbe essere previsto nessun caso limite.
Concordo! La prima direttiva non deve essere mai violata, nessuno ha il diritto di intervenire con il naturale evolversi della Storia (con la esse maiuscola!), anche perchè chi ha il diritto di giudicarla? Colui che osserva filtrerebbe sempre tutto attraverso il proprio background culturale, ovvero non potrebbe mai essere un giudice imparziale. Come ha detto Archer una volta "Non ho il diritto di fare Dio" (intendete questa frase in senso figurato, senza alcun vero riferimento religioso!).

Giulianino 01-12-13 18:32

Re: Prima Direttiva
 
ECCO !! Brava Soleta *:=ok

Hydra 01-12-13 19:40

Re: Prima Direttiva
 
Questo in teoria è giustissimo.
Ma chi riuscirebbe a starsene a guardare di fronte ad un'ingiustizia palese senza provare ad intervenire anche solo un po'?

Alcuni popoli non riescono neppure a procurarsi i mezzi per evolversi: vedi la mancanza di conoscenza, la mancanza di possibilità economica etc.

Nel nostro piccolo, interveniamo in continuo nella vite altrui. Se aiutiamo una nonnina ad attraversare la strada. Se aiutiamo un amico in difficoltà. Facendo beneficenza.
Continuamente riscriviamo delle storie o, per lo meno ci tentiamo.
Se stessimo solo a "guardare", allora forse ci staremmo ancora prendendo a clavate in testa. La società basa la conoscenza sulla condivisione del sapere e sull'aiuto reciproco. Quand'è che la dimensione dell'aiuto diventa tale da rientrare nella Prima direttiva? Perché anche salvare un uomo che sta annegando è un'interferenza con la sua storia. Ma c'è gente che è morta per provare a farlo.

Forse una persona non è interferenza e 1 milione sì? Boh... sono perplessa.

Soleta 01-12-13 19:51

Re: Prima Direttiva
 
La prima direttiva io la intendo applicata all'ipotetico caso di una cultura aliena sviluppatasi su un altro pianeta, per questo dico che sarebbe ingiudicabile!
Quote:

Hydra
Ma chi riuscirebbe a starsene a guardare di fronte ad un'ingiustizia palese senza provare ad intervenire anche solo un po'?
Se ci si trova di fronte ad una cultura aliena, in base a cosa stabilisci che ciò che vedi è un'ingiustizia? Perchè il tuo metro di giudizio dovrebbe essere migliore di quello degli alieni?
Ripeto: mi riferisco al caso in cui ci si trovi di fronte ad una cultura aliena "pre-curvatura", ovvero con un livello tecnologico pari o inferiore a quello dell'attuale Terra e la mentalità che ne consegue.

Se invece parliamo delle interferenze fra culture qui sulla Terra... è diverso e molto più complesso. C'è una differenza culturale, ma siamo tutti della stessa specie e dobbiamo convivere su questo pianeta.

Giulianino 01-12-13 19:58

Re: Prima Direttiva
 
Hydra, non sono d'accordo.

Hai parlatoe fatto esempi che si riferiscono tutti allo stesso " sistema " , allo stesso " insieme " cerca di capirmi ( visto che io non riesco a spiegarmi :asd )

Qui si parla di un agente totalmente estraneo ed esterno al nostro mondo.

Mondo inteso come l' insieme delle nostre culture e del nostro essere " esseri umani " .

kirck 01-12-13 22:32

Re: Prima Direttiva
 
Penso che finché ci saranno interessi politici, economici per noi terrestri no ci sarà mai una prima direttiva. STOP

Hydra 01-12-13 22:41

Re: Prima Direttiva
 
Quote:

Soleta
Se ci si trova di fronte ad una cultura aliena, in base a cosa stabilisci che ciò che vedi è un'ingiustizia? Perchè il tuo metro di giudizio dovrebbe essere migliore di quello degli alieni?

Farei come tutti quelli che vogliono farsi un'opinione su una cosa: me la farei spiegare da chi la sta vivendo. Cercherei informazioni da più fonti.
Capire non è impossibile. Presuppone però la volontà di "camminare nei mocassini altrui".

Ad esempio, Trip di Ent ha commesso un grave errore. Ha usato come metro di valutazione le "sue opinioni" senza comprendere i "perché" della società aliena con cui, in quel momento, era in contatto. Ricordate "Cogenitore"?

Ma la cosa sarebbe stata diversa, almeno per la mia modesta opinione, se fosse stato il cogenitore a chiedere l'aiuto a Trip per uscire da una situazione non voluta e subita.

Soleta 01-12-13 22:45

Re: Prima Direttiva
 
Quello del cogenitore è un esempio che non calza completamente, perchè lì si tratta di una società abbastanza avanzata da viaggiare nello spazio e interagire con altre civiltà, quindi la situazione è diversa e la prima direttiva potrebbe non essere da applicare rigidamente.
Nei post precedenti io parlavo di civiltà tecnologicamente inferiori alla civiltà che le osserva, per esempio i Nibiru di Into Darkness: per quanto possa sembrare crudele, io credo che non avrebbero dovuto impedire l'eruzione del vulcano. Le ripercussioni che la sopravvivenza di quella razza potrebbe avere sulla storia della Galassia, anche se gli effetti dovessero vedersi fra milioni di anni, sono imprevedibili.


Tutti gli Orari sono GMT +3. Attualmente sono le 10:08.

Powered by vBulletin versione 3.5.4
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: www.vBulletinItalia.it