Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Il Bar dell'Osservatorio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 02-07-19, 10:45   #191
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,823
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Contando che nel 1986 la crescita del PILitaliano è stata, secondo la bella trovata craxiana (dell'economia sommersa) 18%, basta che negli altri anni sia un pelo più dello 0,9% per avere una crescita media annuale del 2,5%.

Erasmus, un po' di attenzione!
Io parlo di pil reale, non nominale (cioè quello che tiene conto ed è depurato dall'inflazione di quel periodo).
Se non leggi e non vai a vedere i riferimenti ufficiali (che avevo linkato), non si può discutere

Nel 1986 la crescita reale del pil italiano è stata del 2,8%
1987 ---> 3,2%
1988 ---> 4,1%
1989 ---> 3,4%
ecc...

I dati degli anni '80 sono qui:
https://it.wikipedia.org/wiki/Dati_m...omici_italiani

Quest'altro,
http://www.programmazioneeconomica.g...%20PIL%20reale
l'avevo riportato solo per confrontare la situazione dal 2000 in poi, dopo che siamo entrati nell'euro, e mediamente siamo diventati tra i più poveri in Europa (con lo stesso tenore e potere d'acquisto della Romania!, il 15% peggio di Estonia e Lituania )

Non prendertela, ma devo purtroppo riconfermare quello che avevo scritto prima, i tuoi approcci a questo tema sono inconsistenti e fuorvianti.

aspesi non in linea  
Vecchio 02-07-19, 14:55   #192
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
(con lo stesso tenore e potere d'acquisto della Romania!, il 15% peggio di Estonia e Lituania )




ma che palla stratosferica!
https://it.wikipedia.org/wiki/Stati_per_PIL_(PPA)_pro_capita
il reddito procapita ppa in Italia è del 60% più alto di quello rumeno e un 20% di estonia e lituania.

Ultima modifica di meta : 02-07-19 14:58.
meta non in linea  
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 02-07-19, 17:53   #193
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,823
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Quote:
meta Visualizza il messaggio
il reddito procapita ppa in Italia è del 60% più alto di quello rumeno e un 20% di estonia e lituania.
Dati più recenti confermano la tendenza all'andamento che ho riportato.
Che si può intuire anche tenendo buone le tabelle del link (2016 - 2017), pur tenendo in considerazione i diversi database.

In ogni caso:
Gli italiani nel decennio 2008-2017 hanno perso l'8,7% del proprio reddito disponibile reale (o potere d'acquisto).

È quanto ha rilevato il Centro studi ImpresaLavoro sulla base dei dati Eurostat evidenziando che nel Vecchio Continente solo Cipro (-15,4%) e Grecia (-30,8%) hanno registrato una performance peggiore.

Il potere d'acquisto, così come definito da Eurostat, rappresenta la quantità di beni e servizi che una persona può acquistare con un determinato reddito in un dato momento, neutralizzando gli effetti dell'inflazione. Solamente in altri sei Paesi dell'Unione Europea i redditi reali sono tuttora inferiori a quelli del 2008. Si tratta di Portogallo (-0,8%), Irlanda (-1,1%), Belgio (-2,1%), Austria (-3,9%), Croazia (-4,4%) e Spagna (-5,8%). In tutti gli altri Stati europei, invece, sono stati recuperati e addirittura oltrepassati i livelli pre-crisi. Il potere d'acquisto in Regno Unito e Francia, ad esempio, è salito nello stesso periodo di tempo rispettivamente del 2,7% e del 3,4% e in Germania dell'8,5%. Nei Paesi dell'Est Europa, come Bulgaria e Romania, la crescita è stata ancor più significativa e ha superato il 28%.
In valori assoluti, secondo i dati Istat, le famiglie italiane dall'inizio della crisi ad oggi hanno perso nel complesso 70 miliardi di euro del proprio reddito disponibile.
«Le cause di una performance così negativa da parte dell'Italia sono molteplici: la carenza di investimenti pubblici e l'oppressione fiscale e legislativa deprimono gli sforzi delle aziende e frenano un vero rilancio della nostra economia», ha commentato Massimo Blasoni, presidente del Centro Studi ImpresaLavoro. «A farne le spese non sono soltanto quanti, soprattutto giovani, non riescono a entrare nel mondo del lavoro ma pure gli stessi occupati, molto spesso precari», ha aggiunto evidenziando che «con questo ritmo di crescita medio, gli italiani recupereranno il potere d'acquisto che avevano prima della crisi economica solamente nel lontano 2026».
aspesi non in linea  
Vecchio 02-07-19, 22:15   #194
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

meta non in linea  
Vecchio 03-07-19, 06:26   #195
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,823
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Domani è giovedì. Gnocchi
aspesi non in linea  
Vecchio 25-07-19, 12:40   #196
f16006a
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2012
Messaggi: 240
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Alla fine il governo riuscirà a fare questi mini-bot oppure no secondo voi?
f16006a non in linea  
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 25-07-19, 13:24   #197
Valerio Ricciardi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2011
Ubicazione: Roma
Messaggi: 325
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Io dico, e spero, di no.

Basterà un passaparola fra imprenditori che inizino a dichiarare ai 4 venti che non li accetteranno, far girare la voce bene, e lasceranno perdere.

E' un argomento facilissimo da attaccare.

da un articolo su Repubblica del 21 luglio 1991, a firma Vittoria Puledda. C'era la crisi finanziaria, e nel '92 sarebbe arrivato Amato con l'idea (a mio avviso MOLTO più onesta e accettabile se non fosse per la pletora di ricchi furbetti che ricevettero la soffiata... e convertirono in assegni circolari la massima parte del contenuto dei propri conti correnti) del piccolo prelievo forzoso dai depositi postali e di c/c.

(...) ... nel novembre del ' 26 il governo Mussolini annunciò con decreto la "conversione forzosa". Tutti i detentori di titoli del Tesoro con durata massima di 7 anni ricevettero in cambio il ' Titolo del Littorio' , con rendimento 5 per cento, cedola semestrale e senza scadenza. Un' operazione da 20,4 miliardi, che nel giro di pochi mesi perdettero circa il 30 per cento del loro valore perché i nuovi certificati, benché fossero stati offerti con un piccolo premio rispetto al valore nominale dei vecchi titoli, subirono un forte deprezzamento sul mercato. Per i risparmiatori fu un vero e proprio bagno di sangue, ma anche alcune istituzioni (come la Banca d' Italia, le Casse di risparmio e l' Ina) furono molto penalizzate perché avevano vincoli di portafoglio che le costringevano a comperare quei titoli. Nel ' 34, con un nuovo decreto, Mussolini stabilì la conversione del Littorio in nuove obbligazioni con durata venticinquennale e rendimento 3,5 per cento. Molti privati tentarono di farsi rimborsare i "vecchi titoli, ma il Tesoro accolse solo una minima parte delle richieste e la conversione fu di fatto obbligatoria.(...)
__________________
INQUINAMENTO LUMINOSO - Nel Lazio è pienamente in vigore la la L.R. 23 del 2000 che disciplina ogni fonte di luce esterna (orientamento e intensità). Segnalate a LAZIO STELLATO, il Coordinamento per la riduzione/prevenzione dell'IL ed il risparmio energetico le situazioni che trovate nocive: laziostellato@gmail.com
Valerio Ricciardi non in linea  
Vecchio 25-07-19, 13:47   #198
f16006a
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2012
Messaggi: 240
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Del resto Salvini non si ispira un po a Mussolini?
f16006a non in linea  
Vecchio 25-07-19, 14:27   #199
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,117
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Salvini <> Mussolini?
vuoi dire che finirà a testa in giu appeso ad una pompa di benzina?
forse gli conviene cambiare modello.
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea  
Vecchio 25-07-19, 17:04   #200
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,983
Predefinito Re: Mini-Bot: inizio della fine?

Quote:
Sat Visualizza il messaggio
Salvini <> Mussolini?
vuoi dire che finirà a testa in giu appeso ad una pompa di benzina?
forse gli conviene cambiare modello.
Io non riderei tanto al posto tuo, chi ci ha rimesso di più è certamente il paese nel suo insieme.

Questi atti di vendetta facile e vile, ormai Mussolini aveva perso la guerra ed era praticamente solo, descrivono solo bene il "coraggio" di chi li compie.

Questi coraggiosoni poi, siccome dovevano nascondere per il futuro a venire la loro vigliaccheria, si sono dovuti inventare in sincera falsità tutta una serie di valori farlocchi tipo la resistenza e altre fandonie. Solo che hanno dovuto fondarci sopra il paese che andava a formarsi.

Dunque ora ci troviamo un paese fondato sulla sabbia.

E le persone che dobbiamo ringraziare oggi per questo bel risultato sono proprio quelle che sghignazzano pensando alla "giustizia" fatta a Giulino.

Direi che c'è proprio poco da ridere.
aleph non in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 21:30.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it