Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astrofisica e Cosmologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 19-12-15, 19:02   #31
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,462
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Ciò che a me pare singolare è che lo scettico che mette in dubbio Einstein spesso e volentieri poi dà credito al primo sfigato che capita...
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 20-12-15, 07:54   #32
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,462
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Come ben detto da Gano, a squalificare il blogger che hai citato basta, oltre alla domanda che si pone sul "che c'entra la velocità della luce con l'orbita di un pianeta", l'ipotesi che il moto rotatorio del Sole possa influenzare (newtonianamente) quello di rivoluzione di Mercurio.
Oltre a ciò ci sarebbe anche una descrizione sbagliata del meccanismo dell'effetto fionda.
Ma lasciamo stare anche questo.
C'è anche qualcosa di cui i critici quasi sempre si dimenticano: gli aspetti quantitativi, ovvero il livello di accuratezza con cui una determinata ipotesi, una volta tradotta in formule, riproduce i dati sperimentali, nonché la capacità predittiva della stessa ipotesi rispetto ad altri e diversi fenomeni.

E' vero che un anomalo avanzamento del perielio di Mercurio può essere spiegato senza la RG, per esempio attraverso l'esistenza di un pianetino interno (il Vulcano cercato da Leverrier e peraltro inesistente), oppure da una distribuzione ellissoidale e non sferica della massa del Sole (esistente ma molto inferiore a quanto necessario allo scopo).
Ma queste ipotesi avrebbero potuto funzionare cento anni fa, quando l'accuratezza nella determinazione delle posizioni del pianeta era dell'ordine di un secondo d'arco, non oggi, quando la suddetta accuratezza, grazie al radar di Arecibo e ai dati delle sonde, viaggia intorno al millesimo di secondo d'arco e anche meno per i dati della sonda Messenger.

Infatti le due ipotesi citate prevedono, sì, anch'esse, un avanzamento del perielio, ma non lo prevedono nello stesso modo, nel senso che non descrivono i medesimi effetti quantitativi della RG sul moto del pianeta. Per esempio un rigonfiamento equatoriale avrebbe effetti dipendenti dalla distanza di Mercurio dal piano equatoriale del Sole, mentre la RG no. Queste differenze oggi sarebbero perfettamente rilevabili, mentre non lo erano una volta.
Ci sarebbe altro, ma la pianto qui. Aggiungo solo, come considerazione generale (visto che hai citato Tolomeo), che un orologiaio di eccezionale abilità, utilizzando un sufficiente numero di ingranaggi, potrebbe benissimo modellare accuratamente il moto di Mercurio, ma che valore scientifico avrebbe il modello, rispetto alla sua capacità predittiva anche solo rispetto per esempio al moto di Icaro ?...
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 20-12-15, 09:05   #33
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Ciò che a me pare singolare è che lo scettico che mette in dubbio Einstein spesso e volentieri poi dà credito al primo sfigato che capita...
Ecco, mi sembra che il succo sia ben concentrato qui, anche senza leggere il post successivo di Mizarino, che condivido pienamente.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 20-12-15, 19:03   #34
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

"The generally accepted view of our universe (homogeneous, isotropic, spatially flat, obeying general relativity, and currently consisting of about 72%72% Dark Energy, likely in the form of a cosmological constant Λ , about 23%23% Dark Matter, and the rest observable matter) implies its small acceleration, as inferred from Type IA supernova observations, CMBR data and baryon acoustic oscillations [1], [2], [3] and [4]. However, quite a few things remain to be better understood, e.g.,(i)the smallness of Λ , about 10−12310−123 in Planck units (‘the smallness problem’),
(ii)the approximate equality of vacuum and matter density in the current epoch (‘the coincidence problem’),
(iii)the apparent extreme fine-tuning required in the early universe, to have a spatially flat universe in the current epoch (‘the flatness problem’),
(iv)the true nature of dark matter, and
(v)the beginning of our universe, or the so-called big-bang."
[...] "In particular, while one correction term can be interpretable as dark energy, with the right density, and providing a possible explanation of the coincidence problem, the other term can be interpreted as a radiation term in the early universe, preventing the formation of a big-bang type singularity, and predicting an infinite age of our universe."


Cit: http://www.sciencedirect.com/science...70269314009381


Un punto a favore delll'Universo senza inizio.

A naso mi pare che negli ultimi anni lo studio delle alternative alla singolarità iniziale stia conoscendo degli interessanti sviluppi.
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 21-12-15, 13:01   #35
wpro153
Utente Junior
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Ancona
Messaggi: 353
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Miza scusa la fretta con cui ho postato il link e condivido tutte le tue affermazioni cui però ne aggiungerei un'altra, ovvero una modifica della gravità (MOND?). L'orologiaio in fondo è un po' come la topologia, l'unico vero problema è l'eccessiva complicazione del sistema, ma come descrizione può essere, come Tu stesso riconosci, "adeguata". Forse in termini di predittività può esservi qualche problema con i nuovi oggetti che via via inseriamo, ma in fondo il problema vale anche per gli altri modelli..... Potremmo anche parlare delle differenze di massa tra afelio e perielio dei pianeti a causa della diversa velocità e quindi della variazione della forza di gravità conseguente sia alla variazione della massa che alla diversa "curvatura" dello spazio indotto dalla differente distanza dal sole, ma non credo siano significativi....

Per il resto devo trovare l'articolo corretto e prima o poi lo ritrovo tra i miei files ....


Ultima modifica di wpro153 : 21-12-15 13:16.
wpro153 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 21-12-15, 13:24   #36
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,462
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
wpro153 Visualizza il messaggio
...una modifica della gravità (MOND?).
Se intendi la MOND in alternativa alla "massa mancante" allora è meglio che ti risponda Gano, che su queste cose è molto più ferrato di me.
Se intendi la MOND in alternativa alla RG, per spiegare l'avanzamento del perielio di Mercurio, allora forse basto io...

Premesso che una MOND, per avere credito, deve essere unica ed universale, altrimenti sarebbe solo una serie di porcate, ognuna adattata ad un preciso scopo, mi pare che una stessa MOND non possa spiegare contemporaneamente la rotazione anomala delle galassie, dove l'anomalia si verifica a grandi distanze dal centro di massa, e l'avanzamento del perielio di Mercurio, dove l'anomalia si verifica a corta distanza dal centro di massa.

Comunque non credo esista alcun Mondaiolo serio che metta in dubbio l'origine relativistica dell'avanzamento del perielio di Mercurio.
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 22-12-15, 12:04   #37
wpro153
Utente Junior
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Ancona
Messaggi: 353
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Questo forse va meglio ....

http://www.carlosantagata.it/ita/mercurio.html

ma non è ancora l'articolo che sto cercando .... prima o poi lo ritrovo.

wpro153 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-15, 15:18   #38
Planezio
Utente Esperto
 
L'avatar di Planezio
 
Data di registrazione: Jan 2003
Messaggi: 2,763
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Il concetto espresso da Mizarino combacia esattamente con quello che mi fu, anni fa, proposto da una Testimone di Geova.
Una lunga dissertazione dal titolo "svegliatevi" su alcune "imprecisioni" verificate nella datazione radioattiva dei reperti.
Conclusione:

"Dato che la datazione radioattiva dei reperti mostra alcune (piccole, aggiungo io) inesattezze, allora appare evidente che TUTTO IL MONDO è stato creato così com'è circa 8.000 anni fa".

Sic et simpliciter.....
E c'era della gente che andava in giro a distribuirlo come se fosse stata una cosa seria...
Ciao
Planezio non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-15, 15:34   #39
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,462
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
wpro153 Visualizza il messaggio
Sì, come cagata è parecchio più grossa della precedente...
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-12-15, 19:52   #40
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

E dopo le perplessità sulla singolarità iniziale...
... quelle sul periodo inflattivo.

Problema 1: probabilità bassa considerati i parametri in questione.

"Inflation was supposed to create a huge volume of space matching the observed large-scale features of our universe naturally. But unless the inflaton energy curve had a very specific shape (obtained by finely tuning one or more parameters, abbreviated λ here), the outcome would be “bad”—a huge volume with too
high a density and the wrong distribution of galaxies. Given the range of possible λ
values, bad inflation seems more likely".

Problema 2: probabilità bassa di condizioni preesistenti compatibili.


"Inflation was supposed to occur no matter what the initial conditions of the universe were. Further analysis suggests otherwise. Of all the ways the universe could have begun, only a tiny fraction would lead to the uniform, flat state observed today. An overwhelming fraction of these would reach this state without significant inflation; only an infinitesimal fraction would do so by going through a long period of inflation."

Problema 3: genererebbe conseguenze infinite.

"Inflation is known for making precise predictions that have been confirmed by observations. But does it really? Once inflation starts, quantum jittering keeps it going in the bulk of space. Where it does end, a bubble nucleates and grows. We live in such a bubble, but it is atypical; most are younger. In fact, an infinite number of bubbles form with an infinite variety of properties. Everything that can happen does happen in some bubble. A theory that predicts everything predicts nothing."

Cit.: http://philocosmology.rutgers.edu/im...ion_debate.pdf

Problema 4: bisogna concepire condizioni ad hoc.


"A recurrent criticism of inflation is that the invoked inflation field does not correspond to any known physical field, and that its potential energy curve seems to be an ad hoc contrivance to accommodate almost any data obtainable."

Cit.: https://en.wikipedia.org/wiki/Inflat...%29#Criticisms


Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 14:30.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it