Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Autocostruzione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 25-08-13, 17:50   #81
Deabis
Utente Senior
 
L'avatar di Deabis
 
Data di registrazione: May 2012
Ubicazione: Provincia di Verona
Messaggi: 1,193
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Gui Plop proprio non lo capisco: ho inserito tutti i dati ma alla fine spara una serie di numeri a cui non riesco a dare un senso. ......
Qualcuno mi sa dare in breve una indicazione di come funziona o mi sa indicare un tutorial?
__________________
Deabis non in linea   Rispondi citando
Vecchio 26-08-13, 10:19   #82
Giuliot
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2006
Messaggi: 1,026
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

C'è su Youtube un tutorial senza parole relativo alla costruzione di una cella a soli 6 punti d'appoggio.

Ma io ho da qualche parte un mio tutorial scritto da me che cerco e ti faccio avere.

In pratica Plop fornisce i dati per poter disegnare i pezzi della cella, calcolando i loro punti di appoggio in coordinate cartesiane, che diventano vere quote solo utilizzando un cad per disegnare la cella....(e sai nen se sun spiegame da bìn).
Giuliot non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 26-08-13, 11:01   #83
Deabis
Utente Senior
 
L'avatar di Deabis
 
Data di registrazione: May 2012
Ubicazione: Provincia di Verona
Messaggi: 1,193
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Grazie Giulio. Si, ti sei spiegato bene........per 4 misure credo mi sarà più facile rintracciare tra le mie conoscenze qualcuno che usa CAD più che imparare ad usarlo......da autodidatta credo sia un po' dura!
__________________
Deabis non in linea   Rispondi citando
Vecchio 26-08-13, 11:58   #84
Giuliot
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2006
Messaggi: 1,026
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Te lo faccio io se mi dai il diametro dello specchio, il suo spessore, la sua lunghezza focale, il diametro minore del secondario. A me non costa nulla farlo !!
Giuliot non in linea   Rispondi citando
Vecchio 26-08-13, 12:16   #85
Giuliot
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2006
Messaggi: 1,026
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

PSEUDO TUTORIAL Per l'uso del programma GUI PLOP, per calcolo cella primario Newton 300mm a 9 punti:

Nella finestra PLOP CELL DESIGNER cliccare su AUTOMATIC CELL DESIGN -

Si apre la finestra PLOP AUTOMATIC CELL DESIGNER, dove inserire diametro primario 300 - spessore 30 - lunghezza focale 1500 - diametro dello specchio secondario 67 - lasciare in bianco la casella foro centrale -cliccare su NEXT -

Si apre la finestra per la scelta del numero punti di appoggio della cella
Scegliere la cella a 9 punti e cliccare su DONE

Si apre la finestra PLOP RUN CONTROLS in cui cliccare su START PLOT - il programma elabora i calcoli e quando ha finito apre la finestra di comunicazione - PLOT EXECUTION FINISHED - premere OK.

Tornare sulla finestra iniziale PLOP CELL DESIGNER e cliccare sulla cartella/schedario EDIT AS TEXT
Vengono mostrati in molte righe incolonnate i dati di calcolo in formato testuale/numerico, alcuni dei quali servono per disegnare la cella

Prepararsi a disegnare la cella con un CAD o altro metodo di disegno manuale:

Disegnare il cerchio del diametro del primario (300mm);

Vedere poi la voce VAR R_INNER 0.331085 - moltiplicare il raggio dello specchio per quel numero per ottenere il raggio del cerchio interno della cella su cui sono presenti dei punti di appoggio. (150x0.331085=) 49.66mm raggio del cerchio interno

Disegnare il cerchio interno concentrico al diametro specchio

Vedere poi la voce VAR R_OUTER 0.742219 - moltiplicare il raggio dello specchio per quel numero per ottenere il raggio del cerchio interno su cui sono presenti dei punti di appoggio. (150x0.742219=) 111.33mm raggio del cerchio esterno.

Disegnare il cerchio esterno concentrico ai precedenti.

Andare sul MENU' della finestra PLOP CELL DESIGNER, e cliccare su GRAPHIC PLOTS, poi cliccare su CELL PARTS:

Si vedrà la posizione rispetto allo specchio dei tre triangoli isosceli di supporto (poiché è stata scelta una cella a 9 punti che appunto offre i nove vertici dei tre triangoli di appoggio).

Cliccare ora su GRAPHIC PLOTS e poi su PART DIMENSIONS:
Compare la scheda dati di uno dei tre triangoli uguali, con le coordinate cartesiane dei tre vertici di appoggio, e del baricentro il quale cadrà su una circonferenza intermedia fra le due già disegnate per i vertici di appoggio.

UNA CASELLA IN ALTO indicherà la posizione del baricentro (CG=Center of Gravity del pezzo visualizzato), in coordinate relative al centro dello specchio con:
X del baricentro = 80.832mm e Y = 0: Il che significa quel baricentro è sulla verticale (Y=0), del centro specchio, ad una distanza (di raggio) dal centro di 80.832mm (coord. Y): Distanza che individua il cerchio su cui giaceranno, a 120 gradi di distanza l'uno dall'altro, i tre baricentri dei tre triangoli di supporto specchio.

Disegnare quindi il cerchio concentrico di raggio 80.332mm dove giaceranno i baricentri dei tre triangoli di supporto.

Guardando ora la figura del triangolo visualizzato, notiamo che sia i vertici che il baricentro sono indicati in coordinate cartesiane riferite questa volta al punto 1 (vertice 1) del triangolo, che ha coordinate X=0 e Y=0, che indica il “punto zero di partenza” delle misure.
.
Il punto 3 ha quindi coordinata X=72.696 e Y=0 il che significa (avendo in comune l'odinata Y a zero), che quel cateto del triangolo è lungo 72.969mm quanto cioè la sua ascissa, senza variazioni di ordinata (perchè Y= zero).

Il punto 2 ha come ascissa X= 85.252 e Y= 71.604, per cui dista dal punto 3 in verticale (la differenza “ordinata 3 meno ordinata 2”, cioè 71.604 - 0) = 71.604,
Mentre invece questo punto 2 dista in orizzontale dal punto 3 (la differenza della ascissa 2 meno ascissa 3) = (85.252-72.696)= 12.556mm

Siccome però fra le ordinate e le ascisse dei punti e 3 e 2 non ve ne è una identica, vuol dire che non abbiamo un riferimento comune per la misura di questo lato, il quale diventa perciò di fatto l'ipotenusa di un piccolo triangolo rettangolo "di costruzione", i cui cateti sono la differenza delle coordinate di ascissa e di ordinata misurate.
Siamo quindi nella condizione di dover applicare il teorema di Pitagora per trovare la lunghezza della ipotenusa che unisce i punti 3 e 2.

Quindi: La differenza di ascissa di 12.556mm la dobbiamo considerare l'altezza del piccolo triangolo rettangolo di costruzione, il cui altro cateto è la differenza di ordinata 71.604: Per cui la distanza fra il punto 3 e quello 2, cioè la lunghezza del cateto ignoto, sarà la radice della somma dei quadrati dei cateti, cioè 72.696mm.

Con ciò abbiamo verificato che i due cateti del nostro triangolo isoscele sono identici: (Quello fra l’origine e il punto 3, e quello fra il punto 3 e il punto 2 del nostro triangolo di supporto specchio). Il che conferma che questo triangolo di sostegno specchio è di tipo isoscele.

Allo stesso modo pitagorico ricaviamo la lunghezza della ipotenusa del nostro triangolo isoscele di sostegno dello specchio, che è la radice della somma dei quadrati dei cateti di costruzione con coordinate X=85.525 e Y= 0mm; e X=71.604 e Y= 0mm , il cui risultato è 111.54mm

Non resta quindi che disegnare i tre triangoli a 120° di distanza l'uno dall'altro, posizionando i 6 punti (dei 9 complessivi) relativi alle loro ipotenuse, sulla circonferenza di raggio ESTERNO (VAR R_OUTER =) 111.33mm; E verificare che i tre punti delle loro ALTEZZE rimanenti dei 9 complessivi vanno a giacere sulla circonferenza di raggio INTERNO (VAR R_INNER =) 49.66mm. Mentre il loro baricentro si trova sulla circonferenza intermedia di raggio 80.832mm

FINE.

GiulioT 3/2004

Ultima modifica di Giuliot : 28-08-13 19:23.
Giuliot non in linea   Rispondi citando
Vecchio 28-08-13, 18:27   #86
Deabis
Utente Senior
 
L'avatar di Deabis
 
Data di registrazione: May 2012
Ubicazione: Provincia di Verona
Messaggi: 1,193
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Giulio: mi ero perso le tue risposte!!!
Ho letto in fretta, ma mi sembra di aver capito tutto: a naso direi che dovrei riuscire a calcolare tutto e a fare un disegno della cella in scala 1:1 (al buon uomo che deve produrla basta ed avanza....). Sto seriamente pensando di cercarmi un corso serale di CAD.......
Nel fine settimana mi ci applico, poi faccio sapere.
E per l'ennesima volta GRAZIE!
__________________
Deabis non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 01-09-13, 16:23   #87
Deabis
Utente Senior
 
L'avatar di Deabis
 
Data di registrazione: May 2012
Ubicazione: Provincia di Verona
Messaggi: 1,193
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Fatto!
Ho dovuto rifare tutti i calcoli, perché lo specchio è da 305, spessore 20, focale 1550...ma ora ho tutte le misure!
Direi che, per passare il progettino della cella del primario..."alla produzione", possa bastare carta, matita e compasso (corso CAD per il momento rimandato ).

Nel frattempo:
1) mi manca un'oretta circa di lavoro coll'80, poi si cambia grana!
2) mi sto portando avanti con la "testa" del tele: è quasi pronta, devo incollare il secondario alla sua culletta.

Alla prossima!
__________________
Deabis non in linea   Rispondi citando
Vecchio 04-09-13, 09:49   #88
Giuliot
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2006
Messaggi: 1,026
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Quote:
Deabis Visualizza il messaggio
.......mi manca un'oretta circa di lavoro coll'80...
Per quella fase, il "Manuale delle Giovani Marmotte" ricorda i seguenti comportamenti di massima:

A fine sbozzatura (quando la profondità della freccia centrale dello specchio è raggiunta) ci si trova con una corona esterna quasi non toccata dall'abrasivo, e viceversa un avvallamento centrale troppo pronunciato.
Il che vuol dire che la curva che unisce il centro al bordo non è una sfera nè un parabola ma una parente stretta della più esagerata iperbole.

Le due condizioni di cui sopra sono denunciate dalla presenza di un BOLLA d'aria centrale, visibile per trasparenza fra specchio e utensile sovrapposti bagnati.

L'operazione da eseguire prima di passare alla progressiva lucidatura, diventa quella di FAR SPARIRE LA BOLLA col "rodaggio", per unificare la curva maschio/femmina di utensile/specchio, portandola a quella sferica che sarà poi mantenuta in tutta la successiva lavorazione, fino alla finale parabolizzazione.

Si inizia il rodaggio con la stessa grana di sbozzatura ma senza (più) esercitare pressione superiore al peso delle mani (....per non creare ulteriori "penisole" di vetro, cioè potenziali scaglie "sorde" sulla superficiali che, per la legge di Murphi ....si staccheranno a lucidatura molto inoltrata, quando non sarà più possibile eliminarne il cratere).

Le corse di rodaggio sono avanti-indietro centrate (cioè senza debordo destra-sinistra) e con debordo fra 1/3 diametro specchio e 4/5, cioè per uno specchio da 300mm fra 5 e 12cm di debordo Avanti; e idem di debordo "Indietro.

Ricordare che le corse corte "svasano" meno delle lunghe..e che la sfera deve poi essere svasata ...ma in parabolizzazione.

Per il mantenimento intatto della freccia (non andando oltre la sfera) si devono alternare seccate di ampiezza 1/3 diametro, una con specchio sotto, e poi una specchio sopra, e via daccapo.

Se in rodaggio si allungasse (superasse) la freccia oltre il suo valore desiderato (freccia più profonda = focale più corta) si recupera mettendo lo specchio sotto e facendo corse di debordo (100mm avanti + 100 indietro, per un Ø300mm) fino al recupero.

Se in rodaggio si accorciasse la freccia (freccia più corta= focale più lunga) viceversa occorre recuperare mettendo lo specchio sopra con le stesse corse.


La suddetta regola vale come guida per le correzioni col "ritorno alla sfera", oppure per il suo mantenimento, in tutta la lavorazione dello specchio.

Quando la bolla è quasi sparita si può cambiare grana verso la 120 o verso la 180 fino a completa sparizione e inizio successiva lucidatura.

Per cambiare grana si pulisce e si lava tutto, e si buttano vie le spugnette usate e la si rifà la copertura impermeabile del banco di lavoro (.....un solo dispettoso granellino di grana grossa e sono righe irrecuperabili).

La sparizione della bolla è accompagnata da un crescente effetto ventosa fra specchio e utensile, quindi occorre separare i due elementi sempre per scorrimento evitando che il risucchio faccia sbattere i vetri scheggiandoli irrimediabilmente.

Non lasciare esaurire il cianfrino sul bordo sia dello specchio che dell'utensile....valido come polizza di assicurazione contro molte (ma non tutte) possibili scheggiature.

(Poche idee ma di solito "ben confuse")

Ultima modifica di Giuliot : 04-09-13 10:03.
Giuliot non in linea   Rispondi citando
Vecchio 11-09-13, 16:04   #89
Deabis
Utente Senior
 
L'avatar di Deabis
 
Data di registrazione: May 2012
Ubicazione: Provincia di Verona
Messaggi: 1,193
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Ok. Però sono a 2, 6 mmm ma per la focale devo andare giù di un mm ed oltre (3, 76). Se compenso invertendo specchio ed utensile creo la sfera ma mantengo una focale non corretta! Cosa mi sfugge ?
__________________
Deabis non in linea   Rispondi citando
Vecchio 11-09-13, 17:02   #90
Giuliot
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2006
Messaggi: 1,026
Predefinito Re: Costruzione Dobson 12" F5

Non ti sfugge nulla perchè la freccia non l'hai ancora raggiunta.
Quando arriverai a uno uno o due decimi dalla freccia desiderata potrai cominciare a invertire. Altrimenti invertendo ora a tutte le seccate, manterresti la freccia attuale.
Giuliot non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 05:37.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it