Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Astrofotografia > Astrofotografia Planetaria, Luna e Sistema Solare
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 22-03-19, 16:24   #1
foster12
Utente Super
 
L'avatar di foster12
 
Data di registrazione: Jan 2006
Messaggi: 4,056
Lightbulb Sperimentando l'astronomia con AI

Sto sperimentando da diverse settimane questi software che utilizzano l'intelligenza artificiale (in breve AI) per processare e ricostruire l'immagine se danneggiata, per ingrandirla.

Come da precedente post, i risultati sono incoraggianti.

In particolare ora mi sono soffermato su questi software che propone una azienda americana molto giovane.

I due software si chiamano SharpenAI e GigapixelAI. Sfruttano il cosiddetto apprendimento macchina "machine learning" e una rete neurale. Questa apprende come ritornare ad una immagine priva di sfocature deformazioni indotte da varie cause.

Sembra che lavorino egregiamente anche nel caso di immagini astronomiche.

Sostanzialmente dopo le classiche elaborazioni ottenute con registax e autostakkert, do in pasto l'immagine in PNG o TIFF a questi due software.

I due programmi sono molto pesanti e richiedono prestazioni video ragguardevoli. Girano solo su computer di ultima generazione.

Ecco una elaborazione della luna ottenuta con il mio C9.25 e la camera Asi 224. Sto anche provando qualcosa sul profondo cielo. Sembra però che con gli ammassi globulari non si comporti ancora come deve.

Voi che ne pensate?

foster12 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-03-19, 06:41   #2
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,011
Predefinito Re: Sperimentando l'astronomia con AI

Strana la scurezza media dell'immagine, mentre eccellente è la definizione e la tridimensionalità all'interno dei singoli crateri.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 24-03-19, 08:29   #3
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,537
Predefinito Re: Sperimentando l'astronomia con AI

La definizizione sembra ottima, però di vedono qua e la delle lineette "graffi" bianchi molto sottili che non si capisce se facciano parte di oggetti realmente presenti o sono "inventati" dal software.
Sarebbe utile un confronto con l'immagine prima dell'elaborazione.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)
ANDREAtom ora è in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 18:48.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it