Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Il Bar dell'Osservatorio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 09-07-19, 11:05   #201
Valerio Ricciardi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2011
Ubicazione: Roma
Messaggi: 325
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Perché copia? Direi piuttosto una setta che se ne è distaccata assumendo poi delle connotazioni proprie, per giunta pesantemente modificatesi nel corso dei secoli.
Al netto di qualsiasi giudizio di valori.

Il dogma dell'Immacolata Concezione, e quello dell'infallibilità del Papa su questioni teologiche ad esempio son recentissimi: furono introdotti da papa Pio IX - il primo nel 1854.

Quanto all'accusa di deicidio verso gli ebrei, per fortuna è caduta ufficialmente ed è stata sostanzialmente rinnegata per fortissima volontà di papa Giovanni XXIII nel Concilio Vaticano II.

Anche perché molto illogica: Gesù di Nazareth era un ebreo palestinese, che parlava aramaico antico, ed aveva con ogni probabilità fattezze tuttaffatto mediorientali (altro che alto biondo con gli occhi azzurri e i capelli a morbidi boccoli).
__________________
INQUINAMENTO LUMINOSO - Nel Lazio è pienamente in vigore la la L.R. 23 del 2000 che disciplina ogni fonte di luce esterna (orientamento e intensità). Segnalate a LAZIO STELLATO, il Coordinamento per la riduzione/prevenzione dell'IL ed il risparmio energetico le situazioni che trovate nocive: laziostellato@gmail.com
Valerio Ricciardi non in linea  
Vecchio 09-07-19, 12:07   #202
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,979
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Ho definito il cristianesimo una copia (brutta) dell’ebraismo per semplificare la cosa chiaramente, infatti è solo l'origine della storia che viene acquisita dal cristianesimo. Ma le modalità e gli scopi di questa acquisizione e soprattutto la direzione che tutta la questione prende dopo, secondo me nel loro insieme abbassano tantissimo la qualità e le potenzialità dell’idea originale.

Intanto le modalità. L’idea originale del Dio ebraico è da un punto di vista concettuale quella di un Dio da capire, che va cercato, una specie di direzione di marcia piuttosto che una méta materiale da raggiungere. Un’idea dunque molto concreta eppure relativa a qualcosa di totalmente astratto rispetto il mondo materiale, o rispetto l’esperienza quotidiana. Dunque in questa ambientazione etica, spirituale, di riflessione, ecco che arriva l’idea materiale, terrena, che puoi toccare, vedere con i tuoi occhi adesso. L’idea cristiana che il Dio tanto cercato e meditato... è arrivato! Fine della favola, della ricerca, dell’aspirazione al miglioramento. Dio è qui, parla, te lo dice direttamente lui cosa è giusto fare, come vivere eccetera. Molto infantile direi, ma vabbè... E poi gli scopi.

Gli scopi secondo me sono principalmente materiali anche loro, quando Dio è arrivato qualcuno ci avrà parlato, avrà raccolto il suo messaggio ovviamente, e questo qualcuno è ben felice di dirti cosa devi fare e magari te lo dice pure alzando la voce, visto che lui parla per conto di nientemeno che Dio in persona. Come puoi permetterti di disobbedire? Insomma lo scopo più classico dei più classici, il potere.

Dove porta tutto questo? Chiaramente finché la storia non finisce non possiamo saperlo, ma la direzione che ha preso si, quella si vede abbastanza. E si vede che si procede allontanandosi sempre di più dalla riflessione, addirittura dall’idea di monoteismo stessa. Mille santarelli, uno ogni paesetto di collina. Ogni categoria di persone, i navigatori, i pescatori, i contadini, ognuna ha il suo santarello protettore, la propria statuina, figurina, il proprio idolino. Proprio come quelli che avevano gli antichi egiziani cinquemila anni fa, prima della rivoluzione monoteista.

Insomma un bel balzo.... indietro, no?
aleph non in linea  
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 09-07-19, 19:29   #203
Valerio Ricciardi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2011
Ubicazione: Roma
Messaggi: 325
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Mooomento.

Davvero non ne so molto, ma devi tenere presente una cosa.

Il moltiplicarsi oltre che di santi, di (diverse) Madonne, specie nel sud Italia (quante persone senti che ti direbbero di essere devote alla Madonna di Pompei, altre a quella di Lourdes, etc etc come se si trattasse di entità distinte, e se gli fai notare che la Madonna è una e una sola ovviamente ti danno delle risposte confuse e contraddittorie?) è dovuto al fatto che molto, molto presto il Cristianesimo, poi divenuto cattolicesimo solo dopo lo scisma che li divise dagli ortodossi non molto dopo l'anno 1000, ha iniziato quasi spontaneamente non a combattere gli antichi riti che considerava pagani, e gli antichi dèi, ma ad assimilarli deformandoli e facendoli diventare figure di santi; molti di questi "dèi originari locali trasformati in santi" i si son poi persi via via nei secoli, ed il loro culto è stato a loro volta "assorbito" in quello di santi che avevano una connotazione storica (i.e. esseri umani di buon comportamento realmente esistiti e storicizzati);

nel caso delle "madonne", esse sono altrettante rivisitazioni in chiave cristiana delle locali dèe della terra, abbondanza, fertilità, le varie Mater Matuta, Dea Bòna etc presenti in tutte le culture specie di origine contadina.

Se vai alla voce "Mater Matuta" persino di Wikipedia, l'immagine di riferimento non ti ricorda moltissimo una Madonna con bambino?

Non bastasse, alcuni concetti son comuni anche a religioni, o spiritualità, condivise in posti del mondo in cui è abbastanza difficile immaginare abbia avuto una influenza diretta di qualche tipo il Vangelo... pensa per dire a

Horus, in Egitto 3000 anni prima di Cristo, che nasce il 25 dicembre dalla vergine Isis-meri, la sua nascita è annunciata da una stella proveniente da est, e tre re giunsero a salutare la sua nascita. A 12 anni fu insegnante prodigio A 30 anni viene battezzato da Anup, aveva 12 discepoli che viaggiavano con lui ed eseguiva miracoli come curare i malati, camminare sull’acqua ed era conosciuto come La Luca, Il figlio di Dio, L’agnello di Dio, Buon pastore etc etc, tradito da Typhon fu crocifisso e sepolto per tre gioni, poi resuscitò. In aggiunta, scritte circa 3.500 anni fa, sui muri del Tempio a Luxor ci sono immagini dell’Annunciazione, Immacolata Concezione, Nascita ed Adorazione di Horus, con Thoth che annuncia alla Vergine Iside che lei concepirà Horus; con Kneph, lo “Spirito Santo” che impregna la vergine; e con l’infante e la presenza di tre re, o magi, che portavano doni.

Mithra, in Persia 1200 aC, nato da una vergine il 25 dicembre, aveva 12 discepoli e compiva miracoli, e alla sua morte fu sepolto e resuscito’ dopo 3 giorni. Il giorno sacro dedicato a Mithra era la Domenica.

Attis di Frigia 1200 aC, nato dalla vergine Nana il 25 dicembre, crocifisso e morto per 3 giorni e poi resuscitato.

Virishna nel Medio Oriente, 1200 anni prima di Cristo, nacque da madre vergine per immacolata concezione: quando nacque il tiranno di allora fece uccidere tutti i bambini suoi coetanei; Angeli e pastori presenziarono alla sua nascita in una grotta; compi’ miracoli come la trasformazione dell’acqua nel vino e resuscito’ i morti; fu crocifisso alla fine in mezzo a due ladroni e resuscitò dopo tre giorni.

Krishna, in India 900 aC, nato dalla vergine Devaki, con una stella premonitrice dall’est., compiva miracoli con i suoi discepoli e dopo la sua morte fu resuscitato.

Dionysus, in Grecia 500 aC, nato il 25 dicembre da una vergine, fu insegnante itinerante, compiva miracoli come tramutare l’acqua in vino. Era chiamato Re dei Re , Figlio Unigenito di Dio, L’alpha e L’omega. Dopo la sua morte fu resuscitato.

Ci sono quindi tanti salvatori nati il 25 dicembre, per lo più da una vergine, che hanno effettuato miracoli, sono morti su croci/alberi/oggetti fatti di legno, poi sono risorti, e presentano tra loro delle somiglianze impressionanti. Molti altri sono i profeti e non, comunque figure carismatiche e di riferimento spirituale, nati il 25 dicembre con una storia simile: spazzolando un po' il globo terrestre ecco Odino, Balder e Frey in Scandinavia, Thor in Gallia, Issione e Quirino a Roma, Apollo, Ercole e Alcide in Grecia, Xamolxis in Tracia, Zulis, Osiride e Iside in Egitto, Adone e Thammuz in Siria, Baar in Fenicia, Tammuz in Mesopotamia, Atis in Frigia, Marduk, Adad in Assiria, Prometeo nel Caucaso, Bali in Afghanistan, Jao in Nepal, Indra in Tibet, Zoar tra i Bonzi, Deva Tat in Siam, Fohi e Tien in Cina, Ischy nell’Isola di Formosa, Beddru in Giappone, e persino Bacab nello Yucatan, Quetzalcoat e Huitzilopochtli in Messico. E la miseria... tutti nati il 25 dicembre, nemmeno si fossero dati appuntamento... perché il 25 dicembre è così suggestivo?

Una spiegazione di queste caratteristiche è molto pragmatica e si basa sul movimento apparente in cielo degli astri e si riferisce a quello che gli archeologi hanno riconosciuto e individuato con certezza, come culto del Sole. Il 25 dicembre segna l’apparente "rinascita" effettiva nascita del sole dopo la "morte", ossia dopo il giorno più corto, quello meno rischiarato dalla luce del sole (nell'emisfero settentrionale), ovviamente il solstizio del 21.
Il 22 dicembre la “morte” del Sole si realizza completamente quando cioè raggiunge il punto più basso nel cielo. La cosa particolare è questa: dal punto di vista visivo, il Sole smette di diventare "ancora più basso" per circa 3 giorni. Poi, inizia ad apparentemente risalire. Comprensibile: la parte inferiore della curva descritta rispetto agli asterismi in cielo è apparentemente quasi piatta, e dà un senso di esitazione, di indugiare, se non proprio di stasi, come nel caso... di un individuo morto. Circa 3 giorni dopo, la sera del 24 dicembre, ecco che il tramonto rivela un Sole già leggermente più alto, e leggermente più a Nord.

La “stella d’oriente” che da il messaggio della venuta del Dio, non è altro che Sirio, la stella più luminosa del cielo notturno. Perché? Considera l'allineamento principale delle tre stelle della cintura di Orione (che, toh guarda, vengono chiamate, oggi come nell’antichità, “I tre Re”..). Ossia partendo da delta Orionis (Mintaka), porta lo sguardo verso epsilon Orionis, la centrale, e poi theta Orionis (Alnitak)...prosegui, e come ben sai si arriva dritti dritti con buona approssimazione a Sirio, che è stella particolarmente "alta" e vistosa sull'orizzonte d'inverno. Il 24 dicembre di ogni anno, se si prosegue quell'allineamento visivo con una retta immaginaria, il punto in cui si interseca l'orizzonte è con rimarchevole precisione... il punto in cui il sole sorgerà il 25 dicembre. Ecco da dove viene l’allegoria della stella che, insieme ai tre re che la “seguono”, indica il punto dove il sole (cioè la divinità del Sole) nascerà.

Il sole quindi cresce e toh! con l’equinozio di primavera... le ore di luce superano quelle di oscurità. Dunque il Sole sconfigge le tenebre, ossia... la morte, le tenebre eterne (quelle che ci avvolgono una volta inumati...) nel momento in cui prevale su di loro. Ed è... arrivata la Pasqua, momento in cui il Sole entra nel segno dell’ariete e del montone, ecco il perché dell’agnello sacrificale presente in tutte le religioni: le ore di luce sconfiggono “per sempre” le tenebre, ed ecco che la rinascita si compie e inizia nuovamente un nuovo “ciclo di vita sulla Terra”. In primavera, in effetti, nascono gli agnelli, gli uccelli nidificano... e il Cristo vedi caso proprio a Pasqua risorge a nuova vita dopo la morte.

Il Cristo è morto sulla croce... hmmm, quando il Sole è più basso in assoluto sull'orizzonte, e infatti tramonta prima, il solstizio di inverno, a ben vedere arriva alla minima distanza relativa dalla costellazione della Croce del Sud, che oggi è visibile solo arrivando nel sud dell'Egitto; da qui l’idea di crocifissione, morte per 3 giorni e resurrezione che è comune a tante divinità di tipo "solare" come Gesù. Gli Apostoli sono le 12 costellazioni dello Zodiaco, assieme ai quali Gesù, essendo il Sole, viaggia. Son dodici non perché multiplo di tre, numero di forte connotazione simbolica e magica da sempre.

La madre vergine del Dio Sole e’ un tema anch’esso facile da ritrovare in, se non tutte, credo proprio la massima parte delle religioni dell’antichità: secondo il “mito solare”, infatti, il Sole (non il Cristo, il Sole) nacque sotto la costellazione della Vergine; dato che gli antichi grazie alle loro notti buie, terse e senza inquinamento luminoso d sorta avevano un rapporto visivo col cielo e coi suoi movimenti apparenti incomparabilmente superiore a quello di oggi, ecco che la suggestione è stata ubiqua, e ...tutti i "profeti solari" sono nati da altrettante vergini.

L’oro, l’incenso e la mirra, infine, erano i doni che gli antichi facevano al Sole poco dopo la sua "rinascita", in quanto con la sua nuova “luce” avrebbe promesso grano, raccolti e cibo nuovamente a sufficienza.

NOTA: La data del 25 dicembre per la nascita di Gesù Cristo... è anche la festa del Sol Invictus, la divinità monoteistica adottata "a tavolino" per tutte le regioni dell'Impero da Aureliano (270-275 d.C.), che cercò... di far concorrenza con un monoteismo "di stato" al monoteismo cristiano che si stava rapidamente imponendo sulle divinità greco-romane tradizionali.

Vedi, più che di parlare di belle copie o brutte copie, nei miti, nelle religioni e nei testi sacri io penso che l'umanità tenda a seguire un filo spirituale e concettuale e simbolico sostanzialmente comune. Un esperto di storia delle religioni, di cui io capisco poco o nulla, potrebbe parlartene con ben altri argomenti e dettagli.
__________________
INQUINAMENTO LUMINOSO - Nel Lazio è pienamente in vigore la la L.R. 23 del 2000 che disciplina ogni fonte di luce esterna (orientamento e intensità). Segnalate a LAZIO STELLATO, il Coordinamento per la riduzione/prevenzione dell'IL ed il risparmio energetico le situazioni che trovate nocive: laziostellato@gmail.com

Ultima modifica di Valerio Ricciardi : 09-07-19 19:35.
Valerio Ricciardi non in linea  
Vecchio 10-07-19, 08:48   #204
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,979
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Scusa Valerio, ma quando si fa un copia incolla da un testo scritto da altri la cosa va dichiarata e il link inserito.

Lo faccio io per te.

https://www.essere-informati.it/la-v...esu-e-uno-dei/
aleph non in linea  
Vecchio 10-07-19, 10:19   #205
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,115
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

il capitone incavolato.


__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea  
Vecchio 11-07-19, 06:38   #206
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,827
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Quote:
Lord Byron Visualizza il messaggio
In Russia, per fortuna loro, governano i Forti
Cosa intendi tu, per "Forti"? E perché l'iniziale maiuscola?
Temo che tu simpatizzi per chi comanda magari eletto inizialmente ma poi rimasto a comandare perché ..."Forte"!
Il "Duce" era "forte" in questo senso. E in questo senso ancora più "forti" sono stati Hitler e Stalin.
Sperto di sbagliarmi, ma mi pare che la probabilità sia scarsa.
Tu simpatizzi per i "Forti" al comando ... e certamente per quel "piccolo Hitler" che è Matteo Salvini.
Sei davvero preoccupante.
–––––––––
Quanto alla "cultura" e all'ignoranza ... ti consiglio di non andar troppo fiero della tua "cultura" nella quale ci vedo invece più presunzione che vera cultura; ed anche una specie di misticismo ideologico che pervade una erudizione bacata in partenza perché non coltivata con la dovuta "compassatezza" (o "atarassia", per dirla con la filosofia greca).

Sì, sei preoccupante!
E per dire questo mi basta la tua simpatia per l'attuale regime politico russo, che è una specie di ritorno all'impero degli zar ... con quello stinco di santo che è Putin.
Ma ti rendi conto del fatto che Putin era acapo dei servizi segreti sovietici fino alla caduta dell'URSS? E non ti dice niente l'assassinio impunito di una decina di giornalisti tutti critici di Putin e la scomparsa nel nulla di molti altri? E nemmeno il fatto "accertato" senza più ombra di dubbio che Aleksandr Litvinenko (ex spia russa diventato poi accusatore di Putin) è stato avvelenato a Londra (con bevanda altamente radioattiva) da due membri della ufficiale diplomazia russa?
Ti sei mai imbattuto in pagine Internet del tipo delle seguenti?
––> Putin e gli omicidi politici
––> Quegli omicidi “eccellenti” che l’Occidente attribuisce a Putin
––––––––
Ma che senso ha essere "fieri" di essere nati nel proprio paese– ciascuno nella sua rispettiva "patria" –?
Capisco l'essere fieri di qualcosa che è dipeso da noi. Non capisco l'andar fieri di qualcosa che da noi non è dipeso proprio in niente! Ben diverso dalla "fierezza" è l'attaccamento alla propria lingua, alla cultura e alle tradizioni della propria "patria" (che è la ristretta area ambientale che ha influenzato la nostra crescita, quella da cui è dipeso quel che siamo diventati, mica lo Stato di appartenenza (detto ormai universalmente "Nazione", benché questa sia in sé una voce sbagliatissima).
–––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»
Erasmus non in linea  
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 11-07-19, 07:28   #207
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,979
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Quote:
Valerio Ricciardi Visualizza il messaggio
Mooomento.




Horus, in Egitto 3000 anni prima di Cristo, che nasce il 25 dicembre dalla vergine Isis-meri, la sua nascita è annunciata da una stella proveniente da est, e tre re giunsero a salutare la sua nascita. A 12 anni fu insegnante prodigio A 30 anni viene battezzato da Anup, aveva 12 discepoli che viaggiavano con lui ed eseguiva miracoli come curare i malati, camminare sull’acqua ed era conosciuto come La Luca, Il figlio di Dio, L’agnello di Dio, Buon pastore etc etc, tradito da Typhon fu crocifisso e sepolto per tre gioni, poi resuscitò. In aggiunta, scritte circa 3.500 anni fa, sui muri del Tempio a Luxor ci sono immagini dell’Annunciazione, Immacolata Concezione, Nascita ed Adorazione di Horus, con Thoth che annuncia alla Vergine Iside che lei concepirà Horus; con Kneph, lo “Spirito Santo” che impregna la vergine; e con l’infante e la presenza di tre re, o magi, che portavano doni....
Ne ho trovate in rete centinaia di pagine che ripetono il "tuo" messaggio...
Un'altra tra le tante

https://www.dionidream.com/verita-pr...a-25-dicembre/
aleph non in linea  
Vecchio 11-07-19, 08:37   #208
eug
Utente Junior
 
Data di registrazione: Mar 2014
Messaggi: 5
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Zeitgeist.
Altre fonti?
eug non in linea  
Vecchio 11-07-19, 08:53   #209
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,537
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.

Secondo me si copiano a vicenda... tutte storie elaborate da gente con moooolta fantasia al solo scopo di vendere i libri.
Hai notato le pubblicità?
- i geni manipolati di Adamo
- il diluvio e le civiltà perdute
- il segreto delle civiltà perdute
- l'invenzione di Dio
Poi c'è quello di Zekaria Sitchin che già conoscevo con un titolo molto suggestivo: prima degli Egizi furono i Sumeri, poi "il pianeta degli dei"; il contenuto è molto verosimile.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)

Ultima modifica di ANDREAtom : 11-07-19 09:05.
ANDREAtom non in linea  
Vecchio 11-07-19, 09:37   #210
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,979
Predefinito Re: Come diceva il poeta: a me mi piace.



Ma infatti!

Andarsi a copiare un testo così brutto e dall'origine quantomeno discutibile significa oltre che fare i copioni essere pure sfortunati...

aleph non in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 20:22.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it