Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astrofisica e Cosmologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 12-12-18, 11:31   #741
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Che ci sarebbe di strano se in un buon numero di queste si fosse sviluppata la vita?
Nulla. Infatti molto probabilmente non siamo soli (e non soltanto per questo ragionamento, ma anche per eventi empirici, ma lasciamo stare...).

Una cosa è dire che la vita e la nostra esistenza sono altamente probabili in questo contesto, altra è dire (come sto facendo) che siamo proprio sul vertice di una enorme piramide di coincidenze, e non solo come specie, ma anche io e te qui, ora.
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 12-12-18, 11:34   #742
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Sto cercando di dire questo:

All we have to do is imagine the list of requirements that would constitute a complete specification — details of overall shape, material or chemical composition, internal structure, chemical or mechanical processes, connectivity, and so on. By recognizing that these conditions are too restrictive to be met by accident, we establish that accidental causes cannot have brought the thing into existence.

And that is made easy by the fact that it takes only a modest list of modestly improbable requirements for success to be beyond the reach of chance. Once again, the reasoning here is that small fractions multiplied by the dozens always result in exceedingly small fractions.


https://evolutionnews.org/2018/12/wh...s-inescapable/
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 12-12-18, 11:36   #743
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

E non si tratta di sospetti causati solo dalla cosmologia, ma anche dalla fisica e dalla biologia:

https://www.gotquestions.org/evidenc...nt-design.html
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 12-12-18, 13:34   #744
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,456
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
Nicolaldo Visualizza il messaggio
Sto cercando di dire questo:

All we have to do is imagine the list of requirements that would constitute a complete specification — details of overall shape, material or chemical composition, internal structure, chemical or mechanical processes, connectivity, and so on. By recognizing that these conditions are too restrictive to be met by accident, we establish that accidental causes cannot have brought the thing into existence.
Periodicamente riaffiora il tentativo di dimostrare scientificamente l'esistenza di Dio, più o meno con lo stesso ampiamente utilizzato argomento che mescolando a caso le lettere dell'alfabeto non uscirà mai la Divina Commedia.
La più sofisticata implementazione di questo argomento è che estraendo a caso da un bussolotto i valori delle costanti universali, in cento miliardi di estrazioni non si otterrebbe mai l'atomo di carbonio, e perciò ci debba essere stato qualcuno che, per decreto, abbia fissato i valori di quelle costanti.
Non è impossibile, ma serve solo a spostare il problema al piano di sopra...
Mizarino non in linea   Rispondi citando
Vecchio 12-12-18, 19:27   #745
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Qualunque spiegazione sposta il problema da qualche altra parte, ci chiediamo sempre cos'ha determinato il punto di partenza a cui siamo arrivati.

Quindi il problema sussiste a prescindere dall'esistenza di una intelligenza (che io agnosticamente non definisco "Dio").

Ma, per non uscire dal seminato, la questione di fondo è: se il LambdaCDM è valido, allora tutte le coincidenze che prevede fanno pensare a una possibile "regia".

Mi si potrebbe rispondere: "ma in ogni caso ci dovrebbero essere delle coincidenze, delle condizioni uniche che consentono la vita, le condizioni stabili di un pianeta, ecc."

Sì, ma, ribadisco: oltre a questo, c'è il fatto che, praticamente contro ogni probabilità, siamo qui ed ora, e in questa finestra temporale UNICA nella storia del Cosmo.

Sto cercando di dire qualcosa di ALTRO rispetto ai principi antropici e al fine tuning. Sto dicendo che le coincidenze non riguardano solo le leggi dell'Universo (e sono comunque tante, e si assommano tra loro in qualcosa di probabilisticamente singolare), ma la nostra esistenza in un determinato momento.

Il presente è praticamente 0 rispetto alla storia del Cosmo, rispetto al tempo trascorso e a quello che trascorrerà, eppure noi ci troviamo in quello 0.

Mi si potrà rispondere: "Ma qualcuno deve pur viverlo stò presente. E poi chi ha vissuto il presente nel passato, ed è morto, ora appartiene all'enorme passato, di cui è invece molto probabile far parte. E prima o poi toccherà anche a noi."

Al che io rispondo: io e te non siamo un "qualcuno qualsiasi". Siamo in una condizione speciale: siamo osservatori.

Comunque mi rendo conto che questi miei ragionamenti vengono considerati astrusi da alcuni, scontati e superati da altri.

Mi fermo qui, non so spiegarmi meglio e quindi non vale la pena dilungarmi.
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 13-12-18, 10:15   #746
Ganondolf
Utente
 
L'avatar di Ganondolf
 
Data di registrazione: Sep 2011
Ubicazione: Venezia Mestre
Messaggi: 782
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Una lettura consigliata: https://en.wikipedia.org/wiki/Look-elsewhere_effect

Attenzione ad applicare il buonsenso (o il "mi sembra strano"-senso) alla statistica. Il cervello umano si è evuluto per riconoscere pattern, siamo talmente bravi che spesso e volentieri li troviamo anche dove non ci sono. Per usare correttamente la statistica non possiamo affidarci ai nostri sensi, dobbiamo farlo metodicamente.
Ganondolf non in linea   Rispondi citando
Vecchio 13-12-18, 10:43   #747
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Se è per questo ci sono anche le distribuzioni di Poisson.

https://it.wikipedia.org/wiki/Distribuzione_di_Poisson

Ma non stiamo parlando di sensazioni, stiamo parlando di ponderazioni fatte da diversi pensatori, anche filosofi, nonché dagli stessi fisici. Einstein, per dirne uno. (E' pur vero che non tutti i fisici o filosofi giungono alla stessa conclusione).

Certo, se si vuole la prova matematica e/o empirica dell'esistenza di una intelligenza creatrice (o dispositrice, configuratrice), tale prova non esiste.

Ma se è vero che tre indizi fanno una prova...

E' vero che bisogna epurare il fattore umano, le nostre euristiche da ogni considerazione scientifica. Ma, dopo aver estrapolato le leggi, nulla vieta di ragionarci sopra, e di provare ad estrarne un senso, un perché.

Non è qualcosa di strettamente scientifico, ma è lecito.

E si può fare a sua volta con rigore, pur non potendo disporre, allo stato attuale, di strumenti di verifica definitiva (come il LambdaCDM, peraltro).

E, ribadisco, se il LambdaCDM è vero, allora, a mio avviso, è più probabile che tale intelligenza esista.
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-12-18, 11:03   #748
tecnocrash
Utente Junior
 
L'avatar di tecnocrash
 
Data di registrazione: Sep 2009
Messaggi: 188
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Quote:
Nicolaldo Visualizza il messaggio
[i]
Quindi l'autore del fine-tuning non penso debba essere un dio come viene comunemente inteso dalle religioni....

Ma fosse invece un dio, o una mano (non necessariamente con attributi divini) più simile a quello concepito da Einstein (o Spinoza)?
Non sono un esperto di biologia, ma mi pare di ricordare che alcune proteine esercitino un controllo sui livelli delle componenti del corpo umano. Una specie di feedback. Perché invece che ad un'entità superiore non pensare ad una cosa simile che tenga sotto controllo i livelli dell'universo. In fondo nel molto piccolo ci sono ancora molto cose da capire.
tecnocrash non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-12-18, 12:11   #749
Giuliot
Utente Senior
 
Data di registrazione: Sep 2006
Messaggi: 1,002
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

Chiedo scusa per questa mia intrusione....Ma:

1) Nessun essere umano è mai stato in grado, nè forse mai sarà, di documentare che ESISTA una "Regìa Suprema", a capo dell'universo in cui viviamo, e della vita che conosciamo.
2) Ed altrettanto nessuno di noi è mai stato in grado, nè forse mai sarà, di documentare che tale Regia NON ESISTA.

Quindi l'ateismo proclamato, come il credo altrettanto proclamato, SONO DUE EMERITE FESSERIE.

Ma RIMANENDO IL LECITO DUBBIO NEI DUE SENSI, il pensiero rimane corretto e sta bene se custodito nascosto nell'animo di ciascuno, senza sporgersi nel nulla di (vuoti?) proclami.
__________________
WWW.GRATTAVETRO.IT, blog del fai da te astronomico

Ultima modifica di Giuliot : 23-12-18 12:15.
Giuliot non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-12-18, 14:09   #750
Nicolaldo
Utente
 
Data di registrazione: Oct 2010
Messaggi: 603
Predefinito Re: A volte ritornano - Perplessità sulla teoria del Big Bang, 2

The Vedic cosmology of ancient India is incredibly rich and has many points of tangency with modern cosmology


https://www.huffingtonpost.com/mauri...b_4612413.html

(articolo scritto da un fisico)
Nicolaldo non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 12:52.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it