Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Annunci e Appuntamenti
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 05-05-11, 07:30   #1
puspo
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2009
Messaggi: 35
Predefinito Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Intervengo poco nel forum, e di solito lo faccio solo per alcune notizie che ritengo importanti. Ma i forum sono una vetrina importante per le notizie che riguardano il nostro hobby, e quindi credo di non fare un dispiacere a nessuno ... e spero di non sbagliare sezione!

Finalmente, dopo tanto lavoro, possiamo cominciare a diffondere la notizia, che spero renderà orgogliosi tutti gli astrofili italiani.

Con il GADS, negli ultimi 6 mesi, abbiamo lavorato veramente tantissimo ad un progetto importante e difficile, che ci ha permesso di arrivare a creare una struttura di rete intelligente ed affidabile, per integrare in un unico strumento tutte le stazioni di monitoraggio dell'inquinamento luminoso.
Il post che state leggendo potrà forse apparire un pochino lungo, così vedrò di spezzarlo in più parti, di modo che magari la lettura potrà apparire più leggera.

Nel Settembre 2009, come sapete, il GADS ha installato l'ormai nota stazione di Bazena, per il monitoraggio dell'inquinamento luminoso del nostro amato luogo di osservazione. A Settembre 2010, dopo il primo anno di monitoraggio, abbiamo deciso di installare due ulteriori stazioni, ma ci scocciava pagare il software per leggere i dati dall'SQM ... chiaccherando tra noi del direttivo, abbiamo così deciso di creare un sistema di acquisizione dati più complesso, da mettere a disposizione gratuitamente a chiunque avesse intenzione di installare, o avesse già installato, una stazione simile. Man mano che se ne parlava, stimolati poi anche da Leopoldo Dalla Gassa di Veneto Stellato, il progetto prendeva una forma veramente impegnativa, e anche i problemi da risolvere aumentavano di pari passo, ma chi ci ha lavorato (e poi li ringrazio tutti) a tempo perso e costo zero aveva dalla sua l'entusiasmo di chi sa di dover fare le cose in grande.

Ora, la rete è nata, ed è visibile e fruibile da tutti sul sito http://www.sqm-network.com !

Il progetto che compone la rete si divide in tre componenti:
1-Il software gratuito
2-La centrale di elaborazione
3-Il sito


1-Software
Come dicevo, la necessità iniziale era quella di non pagare noi e tutti gli altri astrofili (e non) un software per leggere i dati dall'SQM. Di "free" in giro c'era ben poco di veramente efficiente e completo. E' cosi nato il GECO-SQM. GECO è un animaletto notturno, come noi astrofili, che non impegna particolari risorse sul PC, e legge i dati dall'SQM versione LE (Ethernet). Ma non fa solo questo! Permette di creare i grafici per ogni singolo intervallo desiderato, abilitare le letture in automatico, con timer, scegliendo di leggere solo nel crepuscolo o senza luna. Fornisce calcoli di base sui grafici, permette di esportare i dati in un formato testuale e di salvare i grafici in un file immagine. Identifica in automatico la presenza delle nubi, sincronizza l'ora delle letture con tutte le stazioni ... e molte altre cose. E' quindi molto più completo del software a pagamento che c'è in circolazione, ma è naturalmente gratuito. Inoltre, e lo vedremo al punto successivo, "parla" con la ...

2- Centrale di elaborazione
E' il cuore di tutta la rete. E' un server appositamente studiato per filtrare e conservare tutti i dati. Li verifica con controlli incrociati per evitare doppioni e falsi. Ancora più importante, può leggere direttamente le varie stazioni collegate, evitando, a chi non vuole, di tenere il PC acceso tutte le notti. Abbiamo infatti calcolato che un PC acceso tutte le notti costa mediamente 200 euro all'anno, e siccome la nostra battaglia è anche contro lo spreco energetico, volevamo far di tutto per rendere la rete energicamente economica ... e ci siamo riusciti! Il server può leggere centinaia di stazioni al costo paragonabile di due soli PC accesi!
Oltre a conservare i dati, li elabora in automatico, e nel tempo consentirà studi veramente impensabili fino ad oggi, con pochi click! Quello che prima si faceva con ore di lavoro, ora è immediato. Il risultato, attualmente, è la visualizzazione di dati e grafico con evidenziato buio astronomico, sorgere e calare della luna, nonchè naturalmente gli orari di fine e reinizio del crepuscolo.
I risultati saranno visibili sul ...

3-Sito
A volte basta un click, che vale più di molte parole:
http://www.sqm-network.com/index.php...r&Itemid=1 24
Il sito è l'interfaccia visiva della rete. Il terzo strumento a disposizione di chi installa una stazione, che non deve più perdere tempo a crearsi i grafici delle proprie letture. Ogni stazione avrà la sua pagina personalizzata con loghi, nomi e siti degli installatori. A breve renderemo disponibile anche lo scaricamento dei dati, con appositi filtri. I grafici, a breve, potranno essere sfogliati per data direttamente dalla pagina della stazione. Ogni astrofilo potrà vedere com'era il "buio" in Italia nelle date che desidera. Un report esportabile conterrà tutte le informazioni, che potranno essere anche allegate alle immagini create nelle sessioni fotografiche.
Attualmente, come potete vedere, il sito è in una veste abbastanza essenziale, ma le potenzialità di integrazione e studio sui dati sono enormi ... e vi assicuro che le idee non ci mancano!

Ora la rete ha preso vita. Come potete leggere sul sito, parte con cinque stazioni già collegate (di cui due attualmente e sfortunatamente in manutenzione). Queste sono, in ordine di installazione:
-Bazena (BS) - a cura del GADS
-Castegnato (BS) - a cura di Massimo Alessandria
-Treviso Bresciano (BS) - a cura di Alessandro Tosi
-Lendinara (RO) - a cura di Carlo Martinelli
-M.te Maddalena (BS) - a cura del GADS

Nel giro di qualche settimana (o giorno) verranno collegate anche:
-Nove (VI) - a cura del Gruppo Astofili di Nove
-Lecco - a cura del Gruppo Astrofili Deep Space
-Troina (EN) - a cura di Gianni Benintende
-S.Gregorio (LE) - a cura di Cristian Cernuschi

Adesso, come al solito, tocca a noi, astrofili e non, che abbiamo a cuore il cielo stellato e la battaglia contro l'inquinamento luminoso.
A voi spetta di darci consigli e critiche.
A voi spetta diffondere questo strumento nelle vostre associazioni, perchè costituisce un arma efficiente nel controllo, nello studio e nella lotta all'inquinamento luminoso.
A voi, naturalmente a chi può, spetta anche installare una stazione sopra il tetto di casa, al proprio osservatorio, sopra il proprio comune. Con l'architettura di rete che abbiamo creato si sono ridotti al minimo i costi di installazione (che ora sono meno di 250 euro tutto compreso), e l'analisi dei dati non costa più il tempo di prima (l'ho fatta per tanto tempo sui dati di Bazena, e vi assicuro che è parecchio frustrante farlo a mano!).

Dal canto mio, voglio ringraziare assolutamente:
-Alessandro Tosi (per tutta la parte legata al server, e per aver sopportato le mie pressioni e le ore al telefono)
-Edoardo Radice (per le millemila righe di software che s'è dovuto pippare da solo ... secondo me se vede un Geco lo schiaccia)
-Davide Ventura (per la collaborazione con Edoardo per la parte grafica del software)
-Andrea Pasquali (per la collaborazione sugli script astronomici)
-Andrea Giustozzi (per la partecipazione all'ideazione del progetto)
-Tutto il direttivo e tutto il GADS, che ha deciso di investire tutti i fondi derivanti dalle quote associative nel progetto
-Mogli e fidanzate, che hanno sopportato l'assenza dei compagni in questi 6 mesi :wink:

Non lo so se ho detto tutto, ma ci sarà tempo ... :wink:
puspo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-05-11, 16:49   #2
Longastrino
Utente Esperto
 
L'avatar di Longastrino
 
Data di registrazione: Oct 2010
Ubicazione: Longastrino -Ra-
Messaggi: 1,765
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Che bella iniziativa!!
Integrandola con i dati di Buiometria e magari con i valori SQM rilevati dagli amici del forum si arriverebbe ad avere una bella ISTANTANEA del cielo Italiano ad oggi!
Proprio l'altra settimana siamo stati in val Pusteria ed abbiamo trovato un bel 21.7 di SQM e sabato replichiamo!

ciao!


Ho dato un'occhiata al sito. E' possibile accedere allo storico delle letture SQM per poter vedere l'andamento della brillantezza del cielo?
__________________
Strumenti: Celestron CPC 800 (XLT) ,Tecnosky ED70/420 ,Dobson UC 16",Binocolo Canon 15x50 i.s.
Oculari: Celestron: E-lux 40mm, Barlow Ultima 2x Baader Planetarium: Hyperion Zoom 8-24 MkIII , Aspheric 31 Explore Scientific 82°: 6.7mm, 14mm, 24mm Explore Scientific 100°: 9mm

--- fatelo girare! http://youtu.be/jPbszBjIQaE ---
e Tanta voglia di imparare!!:-)

Ultima modifica di Longastrino : 05-05-11 17:07. Motivo: upgrade
Longastrino non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 05-05-11, 20:32   #3
puspo
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2009
Messaggi: 35
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Innanzitutto ringrazio lo staff per aver messo il topic in evidenza.

E grazie anche a te Longastrino! La visualizzazione degli storici sarà di certo il prossimo passo, forse già da stasera; i grafici potranno essere sfogliati per qualsiasi data contenuta nel database, di modo che chiunque possa vedere i dati di una notte qualsiasi.
Per l'integrazione, è di certo possibile. Però, l'esperienza di questi hanno ci ha insegnato che dati singoli (ho anche io un SQM-L) dicono poco sull'evoluzione dell'IL in un sito, in quanto dipendenti da troppe variabili. Quindi, solo con un monitoraggio continuo si possono avere risultati significativi.
puspo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-05-11, 20:42   #4
pino_78
Super Moderator
 
L'avatar di pino_78
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Dozza (BO)......ma Leccese e Salentino al 100%!!!
Messaggi: 5,329
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Ciao puspo.
E' una bella iniziativa e merita di essere messa in evidenza. Continuate cosi!
__________________
"Doppiofilo incallito" - In Bollettino delle Stelle Doppie --- Blog: Duplice Sistema --- Catalogo GMG
Newton 200/1000 - C9,25 XLT - Kenko 90/1300
I miei oculari - Montature: EQ6, CG5 e FontaGiro



pino_78 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-05-11, 17:12   #5
buiometriapartecipativa
Utente Junior
 
L'avatar di buiometriapartecipativa
 
Data di registrazione: May 2011
Messaggi: 2
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Quote:
puspo Visualizza il messaggio
Innanzitutto ringrazio lo staff per aver messo il topic in evidenza.

E grazie anche a te Longastrino! La visualizzazione degli storici sarà di certo il prossimo passo, forse già da stasera; i grafici potranno essere sfogliati per qualsiasi data contenuta nel database, di modo che chiunque possa vedere i dati di una notte qualsiasi.
Per l'integrazione, è di certo possibile. Però, l'esperienza di questi hanno ci ha insegnato che dati singoli (ho anche io un SQM-L) dicono poco sull'evoluzione dell'IL in un sito, in quanto dipendenti da troppe variabili. Quindi, solo con un monitoraggio continuo si possono avere risultati significativi.
Ringraziando Longastrino per aver citato l'esistenza dei dati provenienti dalla BuioMetria Partecipativa, interveniamo per concordare sulla poca affidabilità del dato “spot”.
E' anche vero che, avendo in varie parti d'Italia 8 strumenti, potendo contare attualmente sul contributo di dati da altri 4 strumenti, e avendo definito un protocollo di campionamento, con il progetto BMP abbiamo offerto un contesto per acquisire in modo semplice dei dati di screening, da usare in abbinamento agli altri indicatori di qualità. Questi hanno in ogni caso una loro valenza (e sono anche stati utilizzati da altri esperti a livello internazionale per alcune validazioni di altri modelli).

Approfittiamo anche di questo spazio per comunicarvi due prossimi appuntamenti a cui siete tutti invitati:

- il 21 Maggio a Terra Futura a Firenze (Fortezza da Basso). Dalle 16.30 alle 17.30 parleremo appunto delle nostre iniziative, e di inquinamento luminoso, insieme a Leopoldo Dalla Gassa di Venetostellato e ad alcuni “buiometristi” che hanno partecipato al progetto negli scorsi tre anni. Speriamo di vedervi numerosi: sarà anche un'occasione per conoscere di persona altri di voi.


- il 23 maggio alle ore 10.15, al Politecnico di Milano, Dipartimento di Elettronica, terremo inoltre una lezione di due ore in cui parleremo sia di BuioMetria Partecipativa che di altre esperienze analoghe che abbiamo proposto a negli scorsi anni in tema di tutela del territorio e dell'ambiente.


Grazie, un saluto



progetto Buiometria Partecipativa
buiometriapartecipativa non in linea   Rispondi citando
Vecchio 08-05-11, 17:16   #6
buiometriapartecipativa
Utente Junior
 
L'avatar di buiometriapartecipativa
 
Data di registrazione: May 2011
Messaggi: 2
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Quote:
Longastrino Visualizza il messaggio
Che bella iniziativa!!
Integrandola con i dati di Buiometria e magari con i valori SQM rilevati dagli amici del forum si arriverebbe ad avere una bella ISTANTANEA del cielo Italiano ad oggi!
Proprio l'altra settimana siamo stati in val Pusteria ed abbiamo trovato un bel 21.7 di SQM e sabato replichiamo!

ciao!


Ho dato un'occhiata al sito. E' possibile accedere allo storico delle letture SQM per poter vedere l'andamento della brillantezza del cielo?
Ciao Longastrino,
circa la possibilità di vedere dati storici e/o di fare altre operazioni di reporting, non so se tu lo abbia già visto, ma dal sito della BuioMetria Partecipativa è possibile accedere a un sistema di filtri da cui puoi selezionare dati in base a diverse chiavi di ricerca (data, ore, ubicazione della misura, parametri meteo, ecc). Il sistema è attivo dal settembre 2010 e sarà perfezionato in futuro, ma già consente di estrarre semplici statistiche difficilmente ottenibili altrimenti.
L'interfaccia di interrogazione inoltre legge in modo trasparente sia i dati delle misure spot, che quelli delle stazioni fisse attualmente comunicanti con il nostro sistema (per ora Castiglioncello e Nove).

Come altra modalità di consultazione, dalla fine dell'anno scorso abbiamo reso i dati disponibili in formato KML, consentendone quindi la visualizzazione diretta non solo tramite la mappa web del nostro sito, ma anche sistemi come Google Earth e qualsiasi altra applicazione che legga il formato KML (ti rimandiamo a http://www.pibinko.org/bmp2/?p=1469 per ulteriori dettagli). Nel file che si scarica, per ciascun punto di misura vengono dati i valori di brillanza totale ottenuti come media di tutti le letture fatte, per cui, nel tempo, la mappa che ne deriva diventa un modo per dare una lettura complessiva (suscettibile poi di raffinamenti) di una somma di misure diverse.

Ti ricordiamo infine che l'accesso ai dati reperibili tramite il sito BMP è libero (nell'ambito della licenza OpenDataBase Licence [1]).

Il sistema di interrogazione avanzata richiede la registrazione come utente sul sito BMP. Tale registrazione è gratuita, ed è necessaria per noi per mantenere un minimo di statistiche sul servizio in modo da studiare possibili futuri miglioramenti.

grazie, ciao

[1] un testo semplificato della licenza in inglese è disponibile qui - http://www.opendatacommons.org/licenses/odbl/summary/ ...a breve contiamo di rendere disponibile una traduzione in italiano e siamo a disposizione comunque per fornire chiarimenti se necessario.
buiometriapartecipativa non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 08-05-11, 17:29   #7
big bang
Utente Senior
 
L'avatar di big bang
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,543
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Bella iniziativa e ottimo lavoro. Io combatto l'inquinamento luminoso della mia postazione osservativa a suon di cartoni sopra i neon negli scivoli,raccomandate a banche e scuole che per motivi di sicurezza tengono i faretti luminosi quasi in verticale, e insegne commerciali che faccio spegnere entro le 23.
Cerchiamo di muoverci di più nel cercare di avere un cielo migliore anche una protezione sopra un neon o un faretto messo in orizzontale è una vittoria, piccola ma è una vittoria.
__________________
Vixen 70FL 80ED 120ED SW Vixen102FL Vixen102M Tal100R Tal100RS Mak180 127 100 90 SW 80 100 120 150 Acr F5 SW C8 Orange Vintage C9 XLT Meade 2080B 2080 LX6 Zeiss Telementor Meade 320 80mm F11 Mizar 80mm F12.5 Vixen Polaris 80L Meade SCT 10' TS 70ED TS 70 Fpl53 Lantanio SW 72ED SW Newton 254 F5 SW 150 F8 120 F8 100 F10 Acr

Montature Meade LX50 T-Sky Vixen GP Vixen NP SW AZ3 EQ1 EQ3.2 EQ5 EQ6-R Oculari: Televue ploss Baader Genuine ortho Celestron ortho volcano top Meade ploss 4000 Vixen ortho
big bang non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-08-11, 09:27   #8
puspo
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2009
Messaggi: 35
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Segnalo che la Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso ha ottenuto un importante accordo con la Provincia di Brescia per il controllo di tale fenomeno.
Trovate maggiori informazioni qui:
http://www.sqm-network.com/index.php...id=10:rassegna

e qui:

http://www.sqm-network.com/index.php...=article&id=12
puspo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 04-09-11, 16:18   #9
puspo
Utente Junior
 
Data di registrazione: Sep 2009
Messaggi: 35
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Una nuova importantissima notizia.
In questi giorni si è aggiunta una stazione di monitoraggio alla Rete di Monitoraggio, e la particolarità sta ne fatto che l'installazione è stata fatta in NAMIBIA!
Su questa stazione, oltre a me, sono sicuro che sbaveranno molti astrofili

Trovate maggiori info qui: http://www.sqm-network.com/index.php...a&catid=7:news

Massimo
puspo non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-09-11, 05:19   #10
Longastrino
Utente Esperto
 
L'avatar di Longastrino
 
Data di registrazione: Oct 2010
Ubicazione: Longastrino -Ra-
Messaggi: 1,765
Predefinito Re: Rete di Monitoraggio dell'Inquinamento Luminoso

Si leggono valori incredibili di SQM!!
__________________
Strumenti: Celestron CPC 800 (XLT) ,Tecnosky ED70/420 ,Dobson UC 16",Binocolo Canon 15x50 i.s.
Oculari: Celestron: E-lux 40mm, Barlow Ultima 2x Baader Planetarium: Hyperion Zoom 8-24 MkIII , Aspheric 31 Explore Scientific 82°: 6.7mm, 14mm, 24mm Explore Scientific 100°: 9mm

--- fatelo girare! http://youtu.be/jPbszBjIQaE ---
e Tanta voglia di imparare!!:-)
Longastrino non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 13:04.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it