Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Osservare il Cielo > Osservazioni in Alta Risoluzione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 07-04-14, 07:33   #1
lsnrts
Utente Junior
 
L'avatar di lsnrts
 
Data di registrazione: Apr 2013
Ubicazione: Provincia di Cuneo, nel Roero
Messaggi: 389
Predefinito Mi butto sul Sistema Solare

Ciao a tutti! Apro questo tred perchè volevo scrivere due paroline sulle mie esperienze nell'osservazione dei pianeti che scioccamente ho un pochino snobbato da quando mi sono imposto di completare il catalogo Messier.
Vorrei anche qui acquisire un po' di esperienza arrivando ad osservare un po' tutto nel nostro Sistema Solare e riuscire anche ad arricchire di dettagli le osservazioni planetarie. Se le cose vanno bene tra qualche giorno potrei avere qualche buon oculare plossl (e qualche filtrino colorato) in modo da mettere in pensione i miei fondi di bottiglia.

Marte: 22:20
ON: Molto ben visibile a occhio nudo come un punto molto brillante di luce arancione stagliato contro il cielo. Molto bello già così.
TS-OPTICS 114/900 eq3
-36x (K25mm): Non si vedono dettagli, semplicemente l'oggetto rivela la sua natura di pianeta apparendo come una pallina dalla luce molto intesa di colore prevalentemente biancastro tendente forse al rosso. Sembra che abbia una sorta "schiacciamento" verticale, come se fosse una fase. Non so se Marte può avere le fasi, quindi forse è solo una piccola aberrazione geometrica. C'è una piccola componente di aberrazione cromatica.
-90x (k10mm): Il pianeta moltiplica visibilmente le sue dimensioni diventando un bel pallino sempre molto luminoso con gli stessi colori dell'ingrandimento precedente. Non si nota ancora assolutamente nessun dettaglio. In visione distolta (cioè concentrandosi sul pianeta) mi sembra di vedere un piccolo puntino a un lato di Marte. Potrebbe essere Deimos?
-180x (k10mm +barlow2x): Non mi aspettavo miracoli ma ho notato un netto miglioramento. Le dimensioni sono raddoppiate ed ora Marte appare come una pallina abbastanza grande di colore biancastro sempre poco tendente al rosso. Molto luminoso. Probabilmente sono riuscito a mettere meglio a fuoco, perchè la visione è più appagante delle precedenti nonostante ci sia la Barlow. Si nota sempre il puntino vicino al pianeta che potrebbe essere il suo satellite. Leggermente sfocato, non so se per gli ingrandimenti al limite per il seeing/telescopio o se per via che cominciava ad apparire qualche dettaglio. Sulla superficie non si nota apparentemente nulla vista la troppa luminosità, in ogni caso per pochi istanti mi è sembrato di scorgere una specie di piccola sbavatura. Chiamarlo dettaglio sarebbe troppo, ma a tratti mi sembrava di vedere una specie di virgola più scura nei pressi del bordo in basso. Nessuna traccia delle calotte polari (anche a causa dell'aberrazione cromatica).

Giove: 22:40
TS-OPTICS 114/900 eq3
-180x (k10mm +barlow2x): Giove regge piuttosto bene gli ingrandimenti senza farsi pregare troppo. Si vedono tre satelliti galileiani tutti da una parte del pianeta, cosa molto suggestiva. La prima cosa che si nota di Giove è l'enorme sensazione di tridimensionalità. La ricchezza di ombreggiature e di particolari appena percettibili bastano a rendere chiaro che quello che si sta osservando è un oggetto con un volume e non un semplice disco. Anche in visione diretta si notano abbastanza bene le due grosse bande equatoriali


Note: Ho controllato poi su Stellarium notando che la faccia di Marte nell'ora in cui l'ho osservato era povera di dettagli e quasi tutta rossa con una piccolissima calotta polare di lato. Tuttavia proprio dove mi sembrava di aver notato quello strano dettaglio era presente una specie di spaccatura scura. Forse non l'ho immaginata. In più c'era veramente un satellite vicino al disco, però era Phobos. Per quanto riguarda Giove ho visto invece che mostrava la sua grande macchia rossa. Mi è spiaciuto molto non essere riuscito a vederla, ma forse anche sapendolo non l'avrei notata lo stesso. Chissà, magari con qualche oculare migliore e un filtrino colorato...
__________________
Strumenti: GSO Dobson 250/1250,TS-OPTICS Newton 114/900 eq3, Skymaster 10x21
Accessori: 32mm, 17mm, 8mm, Lente di Barlow 2x, filtri wratten
"Tutto ciò che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie". Dr. Manhattan - Watchmen

Ultima modifica di lsnrts : 07-04-14 09:29.
lsnrts non in linea   Rispondi citando
Vecchio 10-04-14, 06:37   #2
lsnrts
Utente Junior
 
L'avatar di lsnrts
 
Data di registrazione: Apr 2013
Ubicazione: Provincia di Cuneo, nel Roero
Messaggi: 389
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Trovandomi dal mio socio di osservazioni con a disposizione un bel po' di oculari e filtri abbiamo voluto esagerare e non è stata affatto una cattiva idea.

Giove: 22:00
SKYWATCHER 70/900 eq3
-300x (P6mm+Barlowx2): Il rifrattorino regge gli ingrandimenti in modo eccezionale. All'oculare Giove è luminoso, ricco di dettagli ma soprattutto enorme. Sembra una boccia di marmo. Si vedono alla perfezione le due spesse bande equatoriali del pianeta e si contano altre tre o quattro strisce scure più sottili. Si vede addirittura la Grande Macchia Rossa vagamente al centro di una delle due bande che si espande anche fuori dalla striscia scura.
-> (filtro verde): Interessante miglioramento del contrasto tra le zone chiare e scure del pianeta. La luminosità scende leggermente ma le bande e le strisce scure risaltano maggiormente sulle superfichi più chiare.
-> (filtro blu): La luminosità scende e la superficie del pianeta si fa leggermente più uniforme ma la GMR ne guadagna in contrasto apparendo prepotentemente.

Marte
: 22:30
SKYWATCHER 70/900 eq3
-300x (P6mm+Barlowx2): Nessun problema di ingrandimenti. Marte appare grande come Giove al minimo degli ingrandimenti o leggermente più grande. Si notano addirittura alcuni dettagli sulla superficie che appaiono come due macchie scure, una più squadrata ed una a forma di virgola, corrispondenti ad un mare e una spaccatura della superficie. Una sorta di chiarore su un lato fa pensare alla calotta polare.
-> (filtro verde): La zona della calotta polare ha un sorprendente migliormento. Si vede molto meglio ora a scapito degli altri dettagli.
-> (filtro rosso): Niente più calotta polare. Il pianeta appare rosso scuro uniforme, ma le zone dei mari e dei dettagli sono di un nero evidentissimo.


Note: Non avrei mai immaginato che quel rifrattore minuscolo potesse fare tanto e nemmeno che questi filtri colorati potessero essere così utili. Vale sicuramente la pena di procurarseli anche se devo dire... che rottura tutte le volte svita e riavvita...
__________________
Strumenti: GSO Dobson 250/1250,TS-OPTICS Newton 114/900 eq3, Skymaster 10x21
Accessori: 32mm, 17mm, 8mm, Lente di Barlow 2x, filtri wratten
"Tutto ciò che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie". Dr. Manhattan - Watchmen
lsnrts non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 10-04-14, 13:36   #3
Uranos
Utente Junior
 
L'avatar di Uranos
 
Data di registrazione: Oct 2010
Ubicazione: San Giuliano Milanese MI
Messaggi: 139
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Bel report, molto interessante cosa può mostrare già un piccolo rifrattore.

Sicuramente la Sky Watcher lavora bene, come ho potuto constatare direttamente, dato che ho osservato con uno SW equinox 120ED prima di passare al TEC.

Già un 70 mostra i dettagli principali dei soggetti planetari e sicuramente può essere sfruttato anche in serate con seeing non perfetto.

Interessante anche l'uso dei filtri, che danno un aiuto in più per migliorare la percezione di qualche particolare. Non sarebbe male adattare una ruota porta filtri manuale non troppo costosa in modo da passare da un filtro all'altro (e alla visione senza filtro) in modo rapido e immediato. E' una cosa che vorrei fare sul mio telescopio: allo scopo potrebbe andare la ruota manuale di tecnosky, ci farò un pensierino.
__________________
TEC 140 f/7 (#265)
Pentax SDHF 75 /6.7
Fujinon 16x70
Uranos non in linea   Rispondi citando
Vecchio 12-04-14, 07:35   #4
lsnrts
Utente Junior
 
L'avatar di lsnrts
 
Data di registrazione: Apr 2013
Ubicazione: Provincia di Cuneo, nel Roero
Messaggi: 389
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Probabilmente il seeing era molto buono perchè ci siamo spinti parecchio oltre il massimo ingrandimento terico del telescopio senza quasi risentirne. I pianeti abbondavano di dettagli che non credevo possibili in un 70 mm.

In futuro prenderò sicuramente un buon rifrattore...
__________________
Strumenti: GSO Dobson 250/1250,TS-OPTICS Newton 114/900 eq3, Skymaster 10x21
Accessori: 32mm, 17mm, 8mm, Lente di Barlow 2x, filtri wratten
"Tutto ciò che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie". Dr. Manhattan - Watchmen
lsnrts non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-04-14, 07:08   #5
lsnrts
Utente Junior
 
L'avatar di lsnrts
 
Data di registrazione: Apr 2013
Ubicazione: Provincia di Cuneo, nel Roero
Messaggi: 389
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Da ieri ho a disposizione dei nuovi oculari con lente di barlow 2x e anche qualche filtro colorato. Preso tutto da un vicino di casa per 60€. Li ho subito provati.

Giove: 22:00
TS-OPTICS 114/900 eq3
-28,125x (P32mm): L'oculare tende a sbilanciare un po' il telescopio a causa del suo peso, cosa facilmente risolvibile irrigidendo al massimo la montatura. Giove appare come un piccolo dischetto che però mostra già facilmente le sue due grosse bande. Si vedono tre satelliti galileiani da un lato di cui uno (Io) quasi attaccato al disco del pianeta. I satelliti sono solo puntini di aspetto stellare.
-53x (P17mm): Bellissima resa su Giove, pulita e tridimensionale al massimo. Oltre alle due bande principali se ne notano altre tre o quattro vicine ai poli del pianeta. Finalmente vedo anche la grande macchia rossa anche con il mio telescopio che si trova vicina ad Io. La separazione tra il satellite ed il bordo del pianeta aumenta.
-122,5x (P8mm): Inizialmente Giove fa un po' il difficile non mostrando molto. Dopo un po' si ricominciano a vedere le bande e la macchia. Nessun nuovo dettaglio in più.

Marte: 22:20
TS-OPTICS 114/900 eq3
-53x (P17mm): Perfettamente a fuoco, Marte è particolarmente in forma stasera. Il suo colore rossastro tende vagamente al rosa salmone. I bordi del pianeta sono netti, seppur con qualche sbarluccichio, e si inizia a vedere qualche misero dettaglio. Una piccola macchiolina nera è presente vicino al bordo del disco.
-122,5x (P8mm): Le dimensioni aumentano e si vedono meglio i pochi dettagli. La macchiolina nera di prima continua ad essere nello stesso punto, per cui non è nè immaginaria nè un difetto dell'oculare. Potrebbe essere una grossa rima o un mare. Vicino ad essa compare anche una macchia chiara che prima non si vedeva. Se non è un'aberrazione potrebbe essere una calotta polare.


Note: La barlow e i filtri li provo poi un'altra volta. Non vorrei annoiarvi con sempre gli stessi oggetti, ma volevo provare i nuovi oculari su qualcosa che conoscevo già. Inoltre mi fa molto piacere fare esperienza con un pianeta che mi ha sempre dato grossi problemi come Marte. Vedere queste cose nuove sulla sua superficie sono una grande vittoria per me. Ho dato un'occhiata anche a M44 (stupendo ) ed ho cercato M104 visto che avevo Marte ad indicarmi la zona. Con l'oculare da 32 mm ho visto alcuni oggetti al limite del visuale ma chissà se c'era anche M104 tra questi...
__________________
Strumenti: GSO Dobson 250/1250,TS-OPTICS Newton 114/900 eq3, Skymaster 10x21
Accessori: 32mm, 17mm, 8mm, Lente di Barlow 2x, filtri wratten
"Tutto ciò che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie". Dr. Manhattan - Watchmen
lsnrts non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-04-14, 14:39   #6
delo
Utente Super
 
L'avatar di delo
 
Data di registrazione: Jul 2011
Messaggi: 3,556
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Anch'io trovo fastidioso il passaggio da una PU di ca 2mm a una inferiore a 1mm, se c'è la Luna la fisso per qualche istante (o se non disturbo, accendo la torcia girata al bianco).

Per Marte, Bongi aveva messo i link alla mappa UAI (in una discussione di poco tempo fa, ma di cui ora non ricordo il titolo).
La grande macchia chiara vicino al "mare" (che dovrebbe essere Syrtis Major) è la pianura gelata di Hellas, non un'aberrazione (e quasi opposta si trova la calotta N, ma ora è molto più piccola e meno appariscente), complimenti per l'osservazione
delo non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 17-04-14, 15:31   #7
lsnrts
Utente Junior
 
L'avatar di lsnrts
 
Data di registrazione: Apr 2013
Ubicazione: Provincia di Cuneo, nel Roero
Messaggi: 389
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Grazie, le mappe che mi consigli le avevo già scaricate solo che non avevo mai avuto un riscontro diretto...
__________________
Strumenti: GSO Dobson 250/1250,TS-OPTICS Newton 114/900 eq3, Skymaster 10x21
Accessori: 32mm, 17mm, 8mm, Lente di Barlow 2x, filtri wratten
"Tutto ciò che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie". Dr. Manhattan - Watchmen
lsnrts non in linea   Rispondi citando
Vecchio 19-04-14, 16:04   #8
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,017
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Un acromatico da 70/900mm è un f13 circa e quindi lavora molto bene, ma dire che Giove a 300x in un 70mm è ancora luminoso mi pare davvero eccessivo.

La PU a 300x di un 70mm è di 0,23mm.

Mi dici il treno ottico usato sul 70/900mm per arrivare a 300x?

Bada bene che credo al fatto che a 300x GIOVE fosse pieno di dettagli , mentre non credo che fosse ben luminoso.

Di sicuro avete un seeing eccezionale.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-14, 18:07   #9
lsnrts
Utente Junior
 
L'avatar di lsnrts
 
Data di registrazione: Apr 2013
Ubicazione: Provincia di Cuneo, nel Roero
Messaggi: 389
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Tieni conto che a parte questi telescopi non ho mai osservato con nessun altro strumento, quindi quella che per me può essere una bella immagine per un astrofilo esperto può essere una ciofeca. Poi sulla luminosità hai sicuramente ragione, parlandone in termini quantitativi, però sono rimasto stupito da come si lasciasse osservare senza problemi.

Comunque abbiamo utilizzato una barlow 2x della celestron ed un oculare plossl da 6mm.
__________________
Strumenti: GSO Dobson 250/1250,TS-OPTICS Newton 114/900 eq3, Skymaster 10x21
Accessori: 32mm, 17mm, 8mm, Lente di Barlow 2x, filtri wratten
"Tutto ciò che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie". Dr. Manhattan - Watchmen
lsnrts non in linea   Rispondi citando
Vecchio 05-05-14, 10:12   #10
lsnrts
Utente Junior
 
L'avatar di lsnrts
 
Data di registrazione: Apr 2013
Ubicazione: Provincia di Cuneo, nel Roero
Messaggi: 389
Predefinito Re: Mi butto sul Sistema Solare

Durante l'uscita di ieri sera ho dato uno sguardo a Saturno nonostante non fosse ancora molto alto. In ogni caso la sua visione è sempre emozionante.

Saturno: 23:00
TS-OPTICS 114/900 eq3
-53x (P17mm): Questo oculare rende davvero alla grande sul planetario. Saturno non è molto grande ma è nitido come se fosse disegnato. Gli anelli sono molto di sbieco, quasi frontali, tanto che ai lati della "palla" le due incisure nere sono molto spaziose. E' ancora un po' inquinato dall'atmosfera, infatti appare giallastro con una tenue tendenza al rosa. Sulla "palla" non si notanto particolari, nemmeno nei momenti di calma si vede l'ombra degli anelli. Titano è visibilissimo come un puntino poco distante e si notano addirittura altri due satelliti davanti e uno dietro il pianeta.
-122,5x (P8mm): L'ingrandimento permette di notare una debole ma fastidiosa turbolenza atmosferica che peggiora l'immagine. Non si nota la divisione di Cassini, ma gli anelli sono più staccati dal disco come un oggetto a sè. Si vedono sempre tutti i satelliti di prima.
-225x (barlowx2+P8mm): Leggi note.


Note: Pur essendo un pianeta "facile" non teneva molto gli ingrandimenti. Con l'accoppiata barlowx2+8mm non andava assolutamente a fuoco. Probabilmente era ancora troppo basso (mi era successa la stessa cosa un annetto fa con Venere) quindi riproverò più avanti magari anche insieme a qualche filtro. Inoltre si è rivelato impossibile seguirlo a causa della montatura ingestibile. Appena riesco mi sbarazzo di sto telescopio, ma prima voglio spremerlo per bene e osservare tutti i messier e i pianeti. Sono già a discreto punto.
__________________
Strumenti: GSO Dobson 250/1250,TS-OPTICS Newton 114/900 eq3, Skymaster 10x21
Accessori: 32mm, 17mm, 8mm, Lente di Barlow 2x, filtri wratten
"Tutto ciò che vediamo delle stelle sono solo vecchie fotografie". Dr. Manhattan - Watchmen

Ultima modifica di lsnrts : 05-05-14 10:49.
lsnrts non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 10:55.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it