Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Rudi Mathematici
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 30-06-17, 14:53   #21
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,344
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Il significato corretto di quanto scritto da Erasmus (che mi auguro fosse anche nel suo intendimento ) è che ieri era il suo 80° compleanno.

Nell'istante dell' Nesimo compleanno l'interessato "compie" ovvero "termina" il suo Nesimo anno di vita, ed inizia l' (N+1)esimo. Quindi quell'istante è lo "spartiacque" fra i due.

Io sono nel mio 69esimo anno di vita, e Astromauh sa quando inizierò il 70esimo...
Può darsi che su questo tu abbia ragione.

Però Erasmus non è nato a giugno, e non è un Cancro ma è del segno del Caprone.

Una volta, dopo molte insistenze mi ha rivelato la sua data di nascita (ma non l'ora).

Non ricordo bene se sia nato a Gennaio o a Dicembre, per cui potrebbe avere sia 80,5 anni che 81,5.

Mi ricordo che è del 1936 (come Berlusconi), per cui se è nato a gennaio ha già compiuto 81 anni, mentre se è nato a dicembre, li compirà a dicembre, per cui al momento ne avrebbe solo 80 (80,5).

Mi pare di ricordare più gennaio che dicembre, per cui dovrebbe averne 81,5.

Ma a che ora sei nato Erasmus? Tua madre non te lo ha mai detto?

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh ora è in linea   Rispondi citando
Vecchio 30-06-17, 15:10   #22
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,344
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Quote:
Sat Visualizza il messaggio
come siete complicati...

io sono nato a metà del secolo scorso... più 1/4.
Se dico pure l'ora poi astromauh mi fa l'oroscopo e mi tocca pure grattarmi.


Sei dei Pesci?





PS
Non ho capito se parli di 1/4 di anno o di secolo.
__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>
astromauh ora è in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 30-06-17, 15:11   #23
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,075
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

metà secolo più 1/4 di anno
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea   Rispondi citando
Vecchio 30-06-17, 15:40   #24
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 4,943
Invia un messaggio tremite MSN a nino280
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Non vorrei giurarci, ma quando Erasmus ha avuto l'incidente che è caduto bocconi a pancia in giù che poi è stato salvato per miracolo era il giorno del suo compleanno e direi 28 oppure 29 Dicembre.
Ciao
nino280 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 30-06-17, 18:37   #25
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,243
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Quote:
astromauh
No, ieri ha compiuto 80,5
O.K.
"Spartiacque" ... non è proprio la parola giusta. Ma rende l'idea lo stesso.
Intendevo dire che il 29 giugno è a metà strada tra due miei compleanni consecutivi.
Quando dichiaro la mia età arrotondandola ad un numero intero di anni, la arrotondo con l'errore relativo minimo!
Allora: se siamo di qua (prima del 29 giugno dell'anno in corso) dichiaro gli ultimi anni che ho compiuto. Se siamo di là (dopo del 29 giugno) dichiaro gli anni che compirò nel 29 dicembre successivo.

Insomma: Arrotondiamo!
Fino a ieri avevo 80 anni (perché 80 li avevo compiuti meno di 6 mesi prima).
Da oggi ne ho 81.
Ergo: aumentate di un ottantesimo il rispetto dovuto per questo vegliardo!

-------------
Una volta il 29 giugno era festa (dei santi Pietro e Paolo).
E per me quella festa era un particolare giorno, che non poteva passare inosservato!
[Fino a ieri avevo 80-anni (abbondanti). Da oggi ne ho 81 (scarsi fino al 29 dicembre prossimo].
Io alla "privacy" non ci tengo affatto!. Però ... non volevo che Astromauh sapesse la data del mio compleanno ...se no mi avrebbe fatto l'oroscopo!
L'idea di essere anch'io argomento di "superstizione" mi dà un po' fastidio.
–––––––––––––––
Ma non capita a tutti di rischiare di "sballare" peroprio nel giorno del compleanno.
E' successo che ... l'opportunità di comunicare l'evento ha superato l'opporrtunità di custodire la privacy!
-----------
Scusate se mi ripeto: il 29 dicembre scorso, per un improvviso infarto (mentre ero in attesa che la grande famiglia – moglie, 3 figli e rispettivi 3 coniugi + 5 nipotini – festeggiasse il mio 80-esimo compleanno) sono stato per qualche ora più di là che di qua.

Adesso ... mi sento tornato vitale (in barba ai referti diagnostici ... iettatori!! ).
Il referto dell'eco-cadiografia di lunedì scorso è – finalmente – un po' confortante!
Credetemi: la mancanza di autonomia, l'essere di peso al prossimo è deprimente assai.
Il ritrovare non solo l'autonomia ma anche la capacità di ritornare utile a chi sta peggio di me ... è una soddisfazione impagabile.
L'uomo ... è in fondo un animale! "Piacer figlio d'affanno" diceva giustamente Leopardi.
La sensazione di ritornare "vitale" è magnifica,
––––––
Fin che dura ... AVANTI COSI'!
----
Grazie a tuttio gli amici!
–––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»

Ultima modifica di Erasmus : 02-07-17 12:01.
Erasmus non in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-07-17, 01:16   #26
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,344
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Io alla "privacy" non ci tengo affatto!. Però ... non volevo che Astromauh sapesse la data del mio compleanno ...se no mi avrebbe fatto l'oroscopo!
L'idea di essere anch'io argomento di "superstizione" mi dà un po' fastidio.
Tu non vorresti essere argomento di superstizione, ma con le cose che riferisci dopo convalidi le affermazioni di un certo astrologo, che sostiene che nel periodo del compleanno avvengono eventi importanti - belli o brutti - con una maggiore frequenza del normale.

Si tratta di un suo cavallo di battaglia, al punto da aver dedicato un libro alla questione.

Qualcosa di vero ci può anche essere, perché si tratta di un transito, nel giorno del compleanno il Sole ritorna nella stessa posizione che aveva alla nascita. I transiti sono considerati importanti in astrologia, e in particolare lo è quello di congiunzione. Lo so che tu a queste cose non credi, ma solo cercando di spiegarti che le teorie di questo astrologo rientrano nella ortodossia astrologica, sebbene lui si atteggi a scopritore.

C'è una statistica fatta da alcuni svizzeri che mostra che nel giorno del compleanno c'è una piccola probabilità in più di passare a miglior vita rispetto agli altri 364 giorni dell'anno. Si tratta di una probabilità irrisoria, mi pare che ci fossero un 12% in più di decessi avvenuti nel giorno del compleanno.

Però c'è da dire che questo risultato è dubbio. La statistica sui matrimoni me l'ha insegnato, bisogna diffidare dei dati che non sempre sono attendibili. In quella statistica le coppie sposate con lo stesso compleanno erano molto di più del previsto, ma questo si poteva spiegare in gran parte con un errore. Non del tutto, perché in realtà esiste realmente una tendenza a sposarsi con qualcuno nato nello stesso periodo dell'anno.

Però il grosso surplus di coppie sposate con la stessa data di nascita (giorno-mese) era dovuto essenzialmente ad un errore. Chi aveva compilato i questionari aveva inserito i propri dati di nascita nelle caselle destinate alla data di nascita della moglie.

Io le coppie con il compleanno identico le ho quindi eliminate dalla statistica.

La differenza tra la mia statistica sui matrimoni e questa dei ricercatori svizzeri sui giorni dei decessi è che nella mia statistica anche eliminando le coppie con compleanno identico, si osserva che sono più numerose le coppie i cui compleanni cadono in date ravvicinate. Mentre questo non si osserva nella statistica sui decessi, dove l'unico giorno anomalo è quello del compleanno. Questa cosa è molto sospetta.

Bastano pochi errori, ma dello stesso tipo, ossia che vanno nella stessa direzione, per creare una falsa significatività statistica. Gli errori non sistematici non sono preoccupanti, perché di solito non inficiano la validità dei risultati. Ma un errore dello stesso tipo, e che tende a ripetersi, in una statistica con un gran numero di dati, finisce con il rendere significativi dei risultati che non lo sono.

L'errore di rendere uguali due date che dovrebbero essere diverse, è un errore tipico, è molto facile che si verifichi in contesti diversi.

Nei dati della statistica dei matrimoni di errori ce n'erano diversi. Ma quelli erano dati basati su dei questionari, mentre probabilmente i ricercatori svizzeri sono stati più attenti.
Ma per quanto siano stati attenti, almeno in parte quel surplus di decessi riscontrato nel giorno del compleanno andrebbe ridimensionato.

D'altra parte sono gli stessi autori di questa ricerca che riconoscono che i risultati ottenuti potrebbero dipendere da degli errori.

Il compleanno astronomico differisce da quello convenzionale.

Tu ad esempio che sei nato il 29 dicembre 1936, se volessi festeggiare il compleanno astronomico, a volte dovresti festeggiare il 28, altre il 29, e altre ancora il 30.

Questo perché il Sole ritorna nella stessa posizione che aveva quando sei nato in date diverse, a causa degli anni bisestili. Questo perché il calendario cerca di riprodurre il fenomeno astronomico, ma ci riesce solo con una certa approssimazione.

Mentre il fenomeno osservato da questi ricercatori riguarderebbe solo il giorno del compleanno "secco".

Almeno a giudicare dal grafico l'effetto sembra riguardare esclusivamente il giorno del compleanno esatto, quello della data convenzionale, e questo è sospetto perché non riproduce il fenomeno astronomico, perché questo effetto dovrebbe essere spalmato anche sul giorno che precede e che segue il compleanno.

Se la gente cerca di morire nel giorno del compleanno esatto, e non il giorno prima o quello dopo, anche ammettendo che il fenomeno sia reale, è un fenomeno legato ad un fatto di costume, perché il giorno del compleanno è emotivamente importante, piuttosto che essere un fenomeno astrologico.

Mi fa piacere sapere che ti senti meglio.


0 = compleanno

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>

Ultima modifica di astromauh : 02-07-17 11:40.
astromauh ora è in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 02-07-17, 12:56   #27
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,344
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

C'è un mio amico che non si interessa all'astrologia, e che quindi ignora questa "teoria del compleanno", che mi ha raccontato che una volta che si trovava in un cimitero si mise a leggere le date di nascita e di morte scritte sulle lapidi e di aver notato che "spesso" la data di nascita corrispondeva con quella della morte.

Però, sulla base dei risultati mostrati dal grafico che ho postato prima, questo non sarebbe potuto accadere. Quel piccolo picco di decessi che si verifica nel giorno del compleanno, si può notare in una statistica con un gran numero di casi, ma sarebbe impossibile da vedere se ci si limita ad osservare un centinaio di casi.

Questo mio amico non ha fatto mica una statistica tornando più volte al cimitero con lo scopo di raccogliere tutte le date di nascita e di morte. Lui ha fatto una semplice passeggiata, che credo sia durata al massimo un'oretta, e penso che non avrà osservato più di un centinaio di tombe. Per cui al massimo potrebbe essere stato "fortunato" nell'aver trovato nel suo piccolissimo campione di date un certo numero di date coincidenti.

Ma forse non si tratta nemmeno di "fortuna".

Il punto è che le date coincidenti si notano, mentre quelle non coincidenti non si notano.

E' un effetto psicologico. Le date di nascita e di morte uguali, sono le uniche che hanno una possibilità di essere notate.

Supponi che esista un fenomeno per cui si muore di preferenza 75 giorni dopo il compleanno, ossia dopo circa 2 mesi e mezzo. Con una statistica come questa sarebbe possibile accorgersene, ma non sarebbe possibile accorgersi di questo fenomeno semplicemente passeggiando in un cimitero.

Tu hai enfatizzato il fatto che hai rischiato di morire proprio nel giorno del tuo compleanno, ma che cosa avresti fatto se l'infarto l'avessi avuto 75 giorni dopo il tuo compleanno?

Non sappiamo nemmeno quale sia il giorno che cade 75 giorni dopo il tuo compleanno, dobbiamo guardarlo sul calendario. Per cui tu non ci avresti mai raccontato: "Lo sapete che mi è venuto un infarto proprio 75 giorni dopo il mio compleanno?". Perché se questo fosse accaduto, non te ne saresti nemmeno accorto.

Non so se mi spiego. Io sono nato il 7 marzo e ho avuto un problemino alle coronarie lo scorso 1 giugno. Quanti giorni ci sono tra il 7 marzo e il 1 giugno? Ad occhio sarebbero 3 * 30 - 6 = 83, ma per sapere il numero preciso bisogna guardarci.

Ma ammettiamo che questi giorni siano 83, io di sicuro non avrei detto sul forum: "Lo sapete che sono stato male esattamente 83 giorni dopo il mio compleanno?". Non l'avrei detto perché non l'avrei ritenuta una cosa degna di nota. Chi se ne frega se uno sta male o addirittura muore 75 o 83 giorni dopo il suo compleanno?

L'unica data che può essere notata, è quella identica alla data di nascita, mentre tutte le altre date, non hanno questa possibilità.

Spesso negli articoli sui giornali si legge che qualcuno è morto nel giorno del suo compleanno, o a pochi giorni da esso. Per cui basandosi sulle notizie riportate dai giornali si potrebbe concludere che il giorno del compleanno è un giorno funesto.

Il problema è che gli articoli sui giornali non dicono nulla se qualcuno è morto 75 o 83 giorni dopo il compleanno, perché la cosa non fa "notizia" e non stimola la curiosità dei lettori.

Vengono riportati solo i casi "favorevoli", mentre vengono ignorati gli altri.

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>

Ultima modifica di astromauh : 02-07-17 13:07.
astromauh ora è in linea   Rispondi citando
Vecchio 02-07-17, 19:31   #28
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,243
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Quote:
astromauh Visualizza il messaggio
Tu non vorresti essere argomento di superstizione, ma con le cose che riferisci dopo convalidi le affermazioni di un certo astrologo,
Aih me lasso!
«Incidit in Scyllam qui vult vitare Carybdim»

[Inciso: Credevo che il verso latino che ho citato fosse un esametro dell'Eneide (di Virgilio, 1° secolo a. C.). Ma mi sbagliavo!
Senza cercare in rete, qualcuno sa collocare questo proverbiale esametro (bellissimo!) nella storia della letteratura latina?
Opera, autore, secolo?]
Quote:
astromauh Visualizza il messaggio
Se la gente cerca di morire nel giorno del compleanno esatto, e non il giorno prima o quello dopo, anche ammettendo che il fenomeno sia reale, è un fenomeno legato ad un fatto di costume, perché il giorno del compleanno è emotivamente importante, piuttosto che essere un fenomeno astrologico.
Non c'è bisogno di ricorrere all'astrologia e nemmeno a tendenze suicide (da mettere in pratica nel giorno del compleanno) per accettare che nel giorno del compleanno ci sia un piccolo aumento di probabilità di morire! Basta considerare che la maggioranza delle persone festeggia il proprio compleanno con lauti banchetti e abbondanti libagioni (ed è sollecitata a ciò, magari indirettamente, da parenti e/o amici che, per quel giorno, permettono di fare eccezione alla moderazione nel mangiare e nel bere alcolici). Credo che anche la notte di San Sivestro (o dell'ultimo di Carnevale) abbia pure un picco, seppur non molto accentuato, di probabilità di morire!Il
Non è stato il mio caso, dato che l'infarto mi ha colto prima che iniziasse la mia festa (nella quale avrei certamente mangiato dolci e bevutio alcolici ben più del solito . ).
Quote:
astromauh Visualizza il messaggio
Mi fa piacere sapere che ti senti meglio.
Grazieeee! Questo mi piace leggere!
[Non il tuo recidivo rimestare l'astrologia! Ma ... non guarirai mai più?
Io continuo a sperarci. Si dice infatti: «Non è mai troppo tardi!». E anche «Fin che c'è vita c'è speranza».]

Ciao astromauh
Ciao a tutti.
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»
Erasmus non in linea   Rispondi citando
Vecchio 03-07-17, 01:02   #29
astromauh
Utente Super
 
L'avatar di astromauh
 
Data di registrazione: Sep 2007
Messaggi: 4,344
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
[Non il tuo recidivo rimestare l'astrologia! Ma ... non guarirai mai più?
Io continuo a sperarci. Si dice infatti: «Non è mai troppo tardi!». E anche «Fin che c'è vita c'è speranza».]
Sei tu che involontariamente mi hai portato a parlare di astrologia, raccontando del grave rischio che hai corso nel giorno del tuo compleanno. Tu non potevi saperlo, ma questa storia dei compleanni funesti, è una cosa molto enfatizzata da una certa scuola di astrologia da cui io mi dissocio completamente.

Se tu avessi raccontato quello che ti è successo in un blog di qualche seguace di questa scuola, sicuramente ti avrebbero detto che il tuo caso confermava la regola.

Io sono molto critico contro questo modo di validare la realtà, perché se la regola afferma che nei giorni del periodo del compleanno si verificano degli eventi importanti con una frequenza maggiore che negli altri periodi dell'anno, l'unico modo per appurare se la regola dice il vero oppure no, sarebbe quello di calcolare una frequenza.

C'è da calcolare un rapporto, mettendo al numeratore i casi favorevoli e al denominatore i casi totali, e quindi anche i casi sfavorevoli.

Invece no, perché questi miei presunti colleghi, si limitano a considerare gli eventi che confermano la regola, senza tener conto di quelli che la smentiscono.

David Bowie e Lucio Dalla sono morti nel periodo del compleanno, e quindi confermano la regola, Pino Daniele è morto in un periodo diverso, e allora semplicemente viene ignorato.

A me sembra incredibile che facciano delle cose del genere, perché mi pare evidente che questo è un metodo che porta inevitabilmente a delle conclusioni errate. Eppure lo fanno.

Però bisognerebbe capire se la loro astrologia ha qualche grado di parentela con la mia astrologia, io dico di no. L'etichetta è la stessa: astrologia, però questa parola può indicare delle cose diversissime.

E' come dici tu, l'astrologia è molto spesso una superstizione, ma non lo è sempre.
Non sarebbe sopravvissuta per tutti questi secoli se fosse stata una mera superstizione.

Ma secondo te dei personaggi come Keplero o Galilei erano dei rimbambiti?

L'astrologia attrae sia le ragazzine un po' scemette, che alcuni grandi geni.

L'astrologia è una cosa seria, ossia contiene un nocciolo di verità, solo che nella stragrande maggioranza dei casi, questa verità viene trasformata in qualcos'altro, in quello che tu chiami superstizione.

C'è poco da fare, non si può rimediare a questa cosa.

Tolomeo parla di queste cose nella introduzione del suo Tetrabiblos, e dopo 2000 anni nulla è cambiato, condivido perfettamente le cose che ha scritto.

La vera astrologia è costretta a fronteggiarsi continuamente con la falsa astrologia, e la fazione della falsa astrologia ha moltissimi più adepti di quelli della vera astrologia.

Questo è qualcosa che appartiene al "destino" stesso dell'astrologia, e non è modificabile.

E' la "croce" dell'astrologia, che sarebbe una virtuosa fanciulla, ma che viene trattata come se fosse una meretrice.

Se io dovessi giudicare l'astrologia dalle cose che leggo in giro, ne darei un giudizio negativo. Ci sono troppi astrologi che credono di possedere la verità, ma sono solo presuntuosi.

__________________
www.Astrionline.it
Astromauh <a href=http://www.trekportal.it/coelestis/images/icons/icon10.gif target=_blank>http://www.trekportal.it/coelestis/i...ons/icon10.gif</a>

Ultima modifica di astromauh : 03-07-17 01:27.
astromauh ora è in linea   Rispondi citando
Vecchio 03-07-17, 15:20   #30
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 4,943
Invia un messaggio tremite MSN a nino280
Predefinito Re: «Giove e Saturno hanno plasmato il sietema solare»

Dei 110 pianeti extrasolari finora scoperti, solo 5 sono ascrivibili al metodo dei transiti: di questi, ben 4 sono stati visti in transito una sola volta (quindi non c'e' certezza al 100%) mentre solo di uno si e' ormai sicuri che si tratta di un pianeta orbitante intorno alla sua stella centrale.
Si tratta del pianeta scoperto da D. Charbonneau e collaboratori nel 2000 intorno alla stella HD209458, nella costellazione di Pegaso, ad una distanza di circa 150 anni-luce dalla Terra. Nella figura a lato, si puo' vedere la curva di luce misurata nel 2000 da D. Charbonneau.
HD209458 (il cui nome esprime semplicemente la posizione numero 209458 del catalogo Henry Draper) e' una stella molto simile al Sole, con una massa ed un diametro appena maggiori (rispettivamente del 105% e del 115%).
Il pianeta che gli orbita intorno, battezzato HD209458b, ha una massa inferiore a quella di Giove (69%) ed un raggio superiore (135%), ed esegue una rivoluzione intorno alla stella ogni poco piu' di 3 giorni e mezzo, ad una distanza di appena 7 milioni di Km.
Ogni transito dura circa 3 ore.


L'esatta conoscenza di quando si verifichera' un transito permette agli astronomi di osservarlo in condizioni ottimali e raffinare cosi' le conoscenze su questo pianeta. E' stata gia' effettuata una prima analisi della sua atmosfera, che ha messo in evidenza una notevole presenza di Sodio, e sono previste osservazioni volte alla ricerca di acqua e composti del carbonio.


Il metodo dei transiti, dunque, e' molto potente, ma la sua limitatezza sta nell'eccezionalita' delle condizioni osservative. Nella stragrande maggioranza dei casi, i pianeti extrasolari finora conosciuti sono stati scoperti con metodi spettroscopici.
Quando un pianeta orbita intorno alla sua stella centrale, infatti, quest'ultima non rimane ferma: la stella ed il pianeta, invece, si muovono entrambi intorno al baricentro del sistema. Per un osservatore in posizione fissa, la stella appare eseguire un moto oscillatorio, con una velocita' massima che e' tanto piu' grande quanto maggiore e' la massa del pianeta rispetto a quella della stella, e quanto minore e' la distanza tra i due. L'osservatore puo' rivelare questo movimento della stella grazie all'effetto Doppler, che si manifesta sulla luce emessa dall'astro.

I moderni spettrografi, montati ai grandi telescopi attuali, permettono di rivelare le velocita' di spostamento delle stelle con un errore inferiore a 1 m/s. Per renderci conto dei numeri in gioco, basti pensare che il moto di rivoluzione di Giove intorno al Sole produce uno spostamento di quest'ultimo con una velocita' di ben 12 m/s. Dunque, le velocita' in gioco sono ben rivelabili, tenuto conto anche della massa dei pianeti extrasolari finora rivelati (superiore a quella di Giove) e soprattutto della distanza dalla stella centrale (molto inferiore alla distanza Sole-Giove).
Questa scritta in blu non è mia, l'ho presa naturalmente da qualche parte facendo "zapping".
Il motivo è che volevo ancora parlare di esopianeti e dei metodi per rilevarli.
Si parla di una stella denominata HD 209458 e a quanto pare anche questa in Pegaso che se ci aggiungiamo una b alla fine della sigla, si indica un pianeta ad essa appartenente.
Di questa benedetta stella che non scrivo neanche più, su quel libro che vi parlavo se ne parla, anzi direi se ne straparla.
Il motivo è che HD . . . . b è stato il primissimo pianeta extrasolare scoperto col metodo del Transito.
Da non tenere conto nella scritta in blu quando dice "dei 110 pianeti extrasolari scoperti" . . . perché ora i pianeti scoperti sono migliaia, quindi l'articolo deve essere già abbastanza datato.
Una cosa volevo sottolineare ed è quella in cui io sono rimasto anche un pochino sorpreso.
E sarebbe che se chiamiamo Transito quando il pianeta passa attraverso (disco) della stella fino ad oscurare una quantità impercettibile ma rilevabile di luce che ci perviene e quindi diminuisce, e se chiamiamo "occultamento", in verità il mio libro lo chiama "ecclissi secondaria", anche quando il pianeta passa dietro alla stella cioè è in occultamento, la quantità di luce che ci perviene diminuisce.
Il motivo se ho capito bene è che la stella illumina il pianeta quando è fuori dal disco e di conseguenza aumenta anche la luce che ci arriva, ergo quando ci passa dietro, evidentemente . . .
Ciao



nino280 non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 03:03.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it