Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Servizi > Sondaggi
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Visualizza i risultati del sondaggio: ontology-physis?
ontology-physis 1 100.00%
physis 0 0%
epistemologia? 0 0%
Sondaggio singolo o multiplo. Chi ha votato: 1. Non puoi votare questo sondaggio

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 29-05-08, 21:43   #1
gpdimonderose
Utente Junior
 
L'avatar di gpdimonderose
 
Data di registrazione: May 2008
Ubicazione: florence
Messaggi: 36
Post ontologia della physis

ontologia della physis, matesis, poiesis, katastrophè, ontopoiesis della spazio-temporalità immaginaria......
gpdimonderose non in linea  
Vecchio 29-05-08, 21:45   #2
hal9000
Utente Esperto
 
L'avatar di hal9000
 
Data di registrazione: Jun 2007
Messaggi: 972
Predefinito Re: ontologia della physis

Ciao concittadino, scusa la mia ignoranza, ma che sondaggio sarebbe?
Non capisco.
hal9000 non in linea  
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 06-06-08, 23:17   #3
gpdimonderose
Utente Junior
 
L'avatar di gpdimonderose
 
Data di registrazione: May 2008
Ubicazione: florence
Messaggi: 36
Post Re: ontologia della physis

Quote:
hal9000 Visualizza il messaggio
Ciao concittadino, scusa la mia ignoranza, ma che sondaggio sarebbe?
Non capisco.
fisica sublime.....................

Ultima modifica di gpdimonderose : 06-06-08 23:20.
gpdimonderose non in linea  
Vecchio 06-06-08, 23:45   #4
hal9000
Utente Esperto
 
L'avatar di hal9000
 
Data di registrazione: Jun 2007
Messaggi: 972
Predefinito Re: ontologia della physis

Quote:
gpdimonderose Visualizza il messaggio
fisica sublime.....................
Ah... si... certo... bohhhhhhh
Ma ne sei sicuro?
Qualche dettaglio in piò no eh?
hal9000 non in linea  
Vecchio 06-06-08, 23:59   #5
gpdimonderose
Utente Junior
 
L'avatar di gpdimonderose
 
Data di registrazione: May 2008
Ubicazione: florence
Messaggi: 36
Predefinito Re: ontologia della physis

Quote:
hal9000 Visualizza il messaggio
Ah... si... certo... bohhhhhhh
Ma ne sei sicuro?
Qualche dettaglio in piò no eh?
mito della Physis.
Tanto per essere rigorosi fino in fondo:il mito non è la topologia della teocrazia, né il mito è la singolarità nichilista cosmica del tempo immaginario, giacchè quelle suggestive topologie sono sempre categorie della prospettiva del mondo tramontante mentre l’orizzonte dell’Essere mitiko non si trova mai di fronte all’eclisse, al tramonto, alla fine della storia, del tempo, dello spazio, del kosmo.
Nel mito invece c’è l’eterno ritorno della differenza ontologica tra il Gegenseyn e il Widerseyn: non il nulla o il niente, ma l’Essere che ci viene in-contro, l’Essere che si getta alla presenza, per abitare l’Essere che contempla la radura.
La storia mitika del mito è la storia della differenza che si eventua nell’ontologia poetante,
quale presenza che abita il luogo kaosmico.
La storia mitika del mito è la storia dell’Essere che contempla l’essere di fronte, quale presenza della radura, ove non ha mai abitato né l’entità, né l’Esserci, né la mondità, né la metafisica, né la teocrazia, ma solo la risonanza dell’Essere che ci viene in-contro, quale eterno ritorno.


La storia mitika del mito è la storia della topologia dell'essere che si getta nella mondità per abitare i luoghi storici del mito, si eventua nella risonanza quale Essere mitiko Essere divino che ci viene incontro, Essere che abita l’Essere, Essere che si incontra kriptato nell’Essere mitiko della Physis.
La topologia, il luogo ove l’Essere ci viene in-contro e ci abita è il “mithos”: la topologia del mito è la mitika topologia della storia del “mithos” solo nella topologia del “mithos” la storia si eventua quale storia mitika del “mithos”: giacchè solo lì è libera d’essere storia mitika del “mithos” e mai più storia della teocrazia, storia metafisica della teologia teocratica, storia metafisica della teologia teocratica,storia della volontà di potenza della teocrazia, storia dell’etica teocratica.
I luoghi ove il “mithos” ci viene incontro, o dove l’essere in-contra l’essere che si eventua ed abita l’essenza del pensiero poetante, sono i luoghi del “mithos” sacri, oscuri, misterici, kriptati, perché quella prossimità dell’essere con la sua ikona che si getta alla presenza e la abita è mitica nel senso di indicibile, inaudita,e dai paradigmi fisici cosmici, la storia mitika del mito è la storia degli spazi liberi, abitati solo dall’Essere che ci viene in-contro, quale Gegenseyn, mai nullità, e nel tempo: Essere che si incontra nell’essere che si getta ed abita, nella contemplazione, l’Essere poetante.
Le varietà del venire incontro dell’Essere sono infinite, indicibili, senza eclissi: perché i luoghi del “mithos” sfuggono alla classificazione dell’imperativo categorico del rigore razionale o della metafisica ideale nichilista, sinergetica, supersimmetrica,inferenziale,logistica,teocratica.
Gli eventi del “mithos” sono sempre in relatività con gli eventi e le ontovarietà dell’Essere che ci viene incontro, che si eventua quale libertà ontologica: si incontra l’Essere, si contempla la libertà d’essere kaosmica.
I luoghi del “mithos” sono gli spazi topologici ove l’Essere si dispone nella contemplazione, nell’ascolto,nella visione, nella sensibilità e nel pensiero poetante dell’Essere di fronte, dinnanzi, davanti che ci viene incontro, nella Gegenseyn kaosmica.
La storia mitika del “mithos” è la storia delle radure, dei vuoti ontologici della topologia dell'essere, ove l’essere si eventua per essere contemplato e per abitare poeticamente l’essere di fronte, oltre che abitare poeticamente solo il mondo, la “Physis”, il kosmo.
Quando un luogo, una radura, un vuoto sono abitate poeticamente dall’Essere che si getta e che viene in-contro all’Essere, si eventua il “mithos” e la sua storia quale storia mitica del mitiko abitare poeticamente l’Essere poetante, in libertà, in verità, in prossimità con l’Essere ontosofico.
La libertà di ricerca sulla storia mitica del “mithos” della Physis si eventua nella storia dei luoghi ordinari del senso del “mithos”, della sua essenza, della sua presenza qui ed aldilà del mondo i luoghi del “mithos”, anzi meglio la topologia del “mithos”, lo spazio vuoto, la radura, lo spazio libero dalla mondità ove è custodito, curato, evocato e contemplato il Gegenseyn: l’Essere che viene incontro per abitare poeticamente, non solo il mondo, ma l’ikona dell’Essere, l’essenza dell’Essere, l’Essere poetante, l’Essere ontologico, l’Essere ontosofico.
Si eventua così nello spazio e nel tempo del mondo la differenza ontologica: si presenta la topologia dell’Essere mitiko, di là e di qua la topologia fluttuante del mondo dell’Esserci, del mondo virtuale, del mondo immaginario, del mondo ontologico, del mondo poetante.
Il mondo dell’Essere mitiko si getta nella mondità anche quale mondo mitiko, mondo caotico mondo cosmico, mondo caosmico, mondo onirico, mondo estatico e la sua influenza metafisica si dispiega nel mondo etico, epistemico, paradigmatico, ermeneutico.
Quale fondamento della verità dell’Esser mitiko la sua influenza dà senso al kaos, all’invisibile, all’indicibile, all’inaudito, all’assenza presente della sua sacralità provvidenziale: l’unica che ci possa salvare o curare nel mondo dell’aldilà, del bene e del male.


La Topologia dell’ssere mitiko e la sua topologia animata dell’Essere animato che trascende
l’Esserci,ma non è l’Essere ontologico o poetante.
Quelle ontovarietà dispiegano la complessità della fondatezza dell’Essere mitiko nel mondo virtuale, animato, ontologico, immaginario, onirico, metafisico, sinergetico, supersimmetrico e disvelano quanta volontà di potenza ci sia nella storia mitika del “mithos” della topology-dasein.
Volontà di potenza dell’eterno ritorno dell’Essere “mithos”, nell’epochè della storia dell’Esserci, ma anche volontà di influenza egemonica imperativa categorica nella metafisica, ermeneutica, poetica, etica, estetica, epistemè, virtuale, immaginaria, onirica, estatica, mitica, magica.
Nell’Essere “mithos”, l’Essere animato non si adegua, in verità né all’Esserci, né all’Essere ontologico o poetante.
Nel mondo del “mithos” il mondo animato non ritrova l’adeguatezza metafisica, epistemica, razionale, poetica, estetica, etica con il mondo dell’Esserci, né con l’Essere nel mondo cosmico, immaginario, virtuale, kaosmico.
Ma quella differenza ontologica dell’adeguatezza non trascura l’ortogonalità influente della volontà di potenza metafisica della storia mitika del “mithos”, anzi la sua categorica imperativa dà senso, identità, teocrazia storica e trascendentale.
L’Essere “mithos”, quale essere animato nel mondo mitico è la misura di tutto: del kosmo che c’è e del mondo che non c’è, o è invisibile, indicibile, inaudito, mitico, magico, estatico; l’Essere “mithos” è anzi l’unico centro gravitazionale che dà senso, stabilità, pace, e soprattutto e per lo più dà l’impianto, la creazione, la Gestell al mondo dell’Esserci, dell’Esser qui, dell’Esser là, dell’Esser aldilà.
La topologia del “mithos”, quale storia mitika del mito della topology-dasein è la Gestell del mondo e dell’Essere animato, quale Esserci che ci viene in-contro nella sua morfogenesi di Essere animato: e perciò da contemplare e da venerare.
Giacchè solo quell’Essere è “mithos” della physis
gpdimonderose non in linea  
Vecchio 07-06-08, 00:46   #6
hal9000
Utente Esperto
 
L'avatar di hal9000
 
Data di registrazione: Jun 2007
Messaggi: 972
Predefinito Re: ontologia della physis

Perfetto, ora è tutto chiaro.
hal9000 non in linea  
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 07-06-08, 08:21   #7
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 5,747
Predefinito Re: ontologia della physis

Quote:
hal9000 Visualizza il messaggio
Perfetto, ora è tutto chiaro.
Anche per me Al è tutto + chiaro dopo la spiegazione di rivaombrosa,vedi perchè prima mi ero sentito come un essere inferiore insomma come un ontotonto ora invece mi sento sollevato.
nino280 non in linea  
Vecchio 07-06-08, 10:35   #8
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,348
Predefinito Re: ontologia della physis

Quote:
gpdimonderose Visualizza il messaggio
Tanto per essere rigorosi fino in fondo:il mito non è la topologia della teocrazia, né il mito è la singolarità nichilista cosmica del tempo immaginario, giacchè quelle suggestive topologie sono sempre categorie della prospettiva del mondo tramontante mentre l’orizzonte dell’Essere mitiko non si trova mai di fronte all’eclisse, al tramonto, alla fine della storia, del tempo, dello spazio, del kosmo. ...
Non sono per nulla d'accordo.
Per me si tratta della obliterazione palingenetica dell'io cosciente, che si immedesima e si infutura nell'archetipo e nel prototipo dell'antropomorfismo universale!...
Mizarino non in linea  
Vecchio 07-06-08, 10:49   #9
hal9000
Utente Esperto
 
L'avatar di hal9000
 
Data di registrazione: Jun 2007
Messaggi: 972
Predefinito Re: ontologia della physis

Quote:
Mizarino Visualizza il messaggio
Non sono per nulla d'accordo.
Per me si tratta della obliterazione palingenetica dell'io cosciente, che si immedesima e si infutura nell'archetipo e nel prototipo dell'antropomorfismo universale!...
Come la fai facile Mizarino.
Secondo me è mitiko tarapia tapioco come fosse antani supercazzola prematurata con scappellamento a destra..... Per due? o per tre?
O mi sbaglio?
hal9000 non in linea  
Vecchio 07-06-08, 15:31   #10
mak 2000
Utente Senior
 
L'avatar di mak 2000
 
Data di registrazione: Mar 2008
Ubicazione: Acireale
Messaggi: 198
Predefinito Re: ontologia della physis

C'e' poco da ironizzare, possibile che vi si deve dare tutto col cucchiaino, il concetto e' chiarissimo, solare, e vuol dirci che.......scusate suonano alla porta ,devo lasciare!!!!
__________________
"Nell'opinione che Dio esista, vi sono tante difficoltà; in quella contraria, solo assurdità"
(Voltaire)
mak 2000 non in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 10:41.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it