Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Strumenti di Ripresa Astrofotografica
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 19-06-18, 16:04   #1
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,757
Predefinito Nuova Astrel AST16200

E' uscita finalmente la nuova fotocamera della Astrel con grande sensore full frame da 16 megapixels con diagonale di 34,6 mm (KAF-16200) e ruota filtri integrata, 4 filtri da 2" o 5 filtri da 42 mm. La fotocamera può lavorare con un delta T di -40°. Ovviamente c'è la versione a colori oppure la monocromatica. Il punto forte della fotocamera, come anche quello della più piccola AST 8300, è quello di avere a bordo tutta l'elettronica per gestire non solo la fotocamera, ma anche altri accessori necessari, come l'autogida e/o fuocheggiatori elettrici. La fotocamera si può comandare con uno smartphone/tablet e ovviamente con un PC, oltre a poter venire dotata di un suo schermo e tastiera opzionali. In questo modo non si ha necessità di usare un PC e quindi non servono neppure i grossi alimentatori esterni, visto che il tutto si alimenta a 12V con 2,5A, che sono facili da ottenere da una normale batteria. Naturalmente queste sono solo alcune delle caratteristiche, per sapere tutto basta andare sul sito della Astrel. Anche se il sito è in inglese la Astrel è una bellissima realtà italiana! Che dire, ah, il prezzo, costa 3500 euro + iva. Certo non è economica, ma su questo livello di sensori si va sempre su cifre ragguardevoli. Alla fine costa meno di fotocamere simili, se si considera che non si necessita di altro, pc, grossi alimentatori, ecc.
Si capisce che è uno strumento che per essere sfruttato bene necessita di ottiche ben spianate che coprano un formato così grosso. Non è certo per tutti, prezzo a parte.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 19-06-18, 17:45   #2
UF0
Utente Junior
 
L'avatar di UF0
 
Data di registrazione: Sep 2005
Messaggi: 192
Predefinito Re: Nuova Astrel AST16200

Molto interessante, così come le sorelle minori più alla portata economica.
E sicuramente una possibilità anche per chi tenta qualche scatto in modalità itinerante, riducendo drasticamente il numero di "arzigogoli astronomici" da portarsi al seguito e montare.

L'unica (inevitabile?) domanda è: vale ancora investire una cifra così considerevole con l'avvento p.v. delle tecnologie CMOS?
Non mi odiate.
__________________
Telescopio: Newton Skywatcher 150/750 PDS Explorer BD, Sharpstar 65 ED
Montatura: Skystar (Meade) EQ5 motorizzata AR e DEC
Oculari: (zoom) Baader Hyperion Clickstop 8-24mm Mark III
Altri accessori: Hyperion Zoom Barlow lens, 2.25X

"...Esistono due possibilità: o siamo soli nell’universo o non lo siamo. Entrambe sono ugualmente terrificanti..." (Arthur Charles Clarke)
UF0 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 20-06-18, 13:34   #3
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,757
Predefinito Re: Nuova Astrel AST16200

Il sensore Kaf 16200 è relativamente recente, tantochè le fotocamere con questo sensore stanno uscendo adesso. Quindi mi sembrebbe strano pensare che possa già essere obsoleto. Per un sensore così grande secondo me è importante poter fare all'occorrenza anche il binning, in questo caso solo un CCD ne godrebbe dei vantaggi, visto che con un CMOS il binning è solo software. E' altrettanto naturale che si adoperi un sensore così grande per fare foto a lunga posa, tra l'altro il diaframma è meccanico. Non è certo una telelecamera, in cui la tecnologia CMOS può essere una valida alternativa.
Si capisce che in questo settore il progresso è continuo e ben più veloce che non in quello della tecnologia delle lenti o degli specchi.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 13:44.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it