Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Autorecensione Strumentazione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 22-04-17, 18:51   #11
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 46,958
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Sicuramente un rifrattore APO da 120mm fa passare più luce, perchè deve pagare il prezzo di sole 4 superfici rifrattive che se ben trattate con validi strati antiriflesso fanno ancora passare almeno il 95-97% della luce in ingresso.

Mentre un catadiottrico ha due superfici rifrattive del menisco e due superfici riflettenti.

Per il menisco siamo allo stesso livello di una lente di un rifrattore, mentre le due alluminature nascono al 96% di riflettanza, ma fatalmente perdono qualcosa con il tempo.

Poi va considerata l'ostruzione centrale che ruba altra luce.

Ma proprio per questo è strabiliante che la risoluzione tra il RUMAK M500
ed il 120ED sia sostanzialmente simile, mentre è più che giusto che il 120ED sia più luminoso a pari ingrandimento.

Però vi è un particolare su una casa in collina che dimostra senza alcun dubbio che il RUMAK M500 ha più risoluzione del 120ED, vediamo se riesco a farmi capire.

Quella casa distante circa 6Km, ha un bel balcone con la balaustra in cemento, con dei belissimi motivi artististici e con delle sottostanti collonne in cemento, esse sono QUADRATE, ma ai quattro spigoli sono scantonate a 45° e la scantonatura ha dei mini motivi scanalati verticali.

Quel preciso particolare delle micro scanalature verticali, sono nitidamente visibili attraverso il RUMAK M500, sia in torretta che in MONO, anche a 350x, mentre sono invisibili attraverso il 120ED, sia in torretta che in MONO.

Innegabile che l'immagine totale sia più abbagliante ed appagante nel 120ED, ma su quel preciso particolare da altissima risoluzione, prevale il RUMAK, provato ormai fino allo sfinimento tutti i pomeriggi dalle ore 18 alle ore 19, il risultato è implacabilmente lo stesso, il RUMAK vede quelle righe, l'APO dublet da 120mm, no!!!!!!!

Aggiungo che la stessa prestazione su quella colonna era anche alla portata del MAK CELESTRON da 127/1540mm, anche se l'immagine era un poco più buia ed un poco meno incisa, ma era lì.

Il PLUS del M500 non è in assoluto la sua eccellente risoluzione, ma l'AMALGAMA di tutte le sue virtù, una estrema compattezza, una perfetta leggerezza, una capacità di essere efficacissimo anche sul deep sky, una facilissima montabilità e movimentabilità, grazie alla sua maniglia diserie.

Il tutto considerando che io volevo un CAZZABUBBOLO più tuttofare del CAZZABUBBOLO MAK SINTA da 127/1540mm, di cui già ero soddisfattissimo.

Tutto il pregio del M500 è racchiuso nel fatto straordinario di saper performare ad f10, come e meglio di un MAK ad f12-f15, oltre al PLUS STRADINARIO di avere un CAMPO PIATTO che più PIATTO non si può.

Per me il solo campo piatto vale già il triplo del prezzo di un MAK da 127mm, ma sono finezze che può apprezzare uno come COCCOBILL, fortunato possessore di un RUMAK da 180/1800mm ad f10, lui sa di cosa parlo.

FINNEGAN tu hai fatto una questione di prezzo tra i 1400€ del M500 ed il prezzo di un non meglio specificato APO da 130mm.

Prova a vedere cosa costa il TAKA TOA da 130mm , oppure un APM LZOS da 130mm, gente che lavora allo stesso livello di precisione della INTES MICRO.

Aggiungo che io non ho affatto sborsato 1400€ , ma ho solo scambiato il mio MAK CELESTRON con il RUMAK M500, più le dovute compensazioni, invero modestissime.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 18:55   #12
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 46,958
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

DELO, parlando di montature adatte ad un MAK127--M500, se trovi una VIXEN NEW POLARIS a pochi EURO, essa si gira da EQ ad AZ, in modo totalmente baricentrico.

Ne ho una e sopra ci ho montato di tutto, di sicuro un M500--MAK127, ci stanno alla grandissima li sopra.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 22-04-17, 19:23   #13
Finnegan
Utente Junior
 
L'avatar di Finnegan
 
Data di registrazione: Aug 2016
Messaggi: 146
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Io chiedevo, a seguito del messaggio di Delo, uno o più riflettori di pari caratura dell'Intes ma più costosi, non i due rifrattori che hai citato e che, personalissima opinione, trovo una spanna sopra la qualità lavorativa della Intes.
La mia curiosità riguardava l'economicità dell'M500, che fatico a mettere a fuoco.

Circa il test sui dettagli architettonici a 6 km, potrebbe trattarsi di una migliore correzione dovuta alla focale più lunga del Mak rispetto al 120 Ed. Certo è una di quelle prove che incuriosiscono, sarebbe interessante vedere qualche immagine, per escludere che possano essere intervenuti altri fattori.
Tra l'altro, tu affermi di notare la stessa risoluzione nel Mak Celestron, anche se in condizioni di luminosità più risicate. Però il Mak Celestron costa molto meno.
__________________
Osservo con:
Telescopio: Tecnosky Doublet ED 110 F7
Montatura: EQ-5 SW
Oculari: ES 14 mm 82°; Omegon Flatfield ED 8 e 5 mm; Takahashi Abbe Ortho MC 4 mm; Planetary ED 3,2 mm.
Binocolo: Leica Ultravid 10x25
Spotting scope: Yukon 20-50x50 WA
Finnegan non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 19:48   #14
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 46,958
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Io dico sempre la verità sulle cose tecniche e quindi ribadisco che su quel preciso particolare, anche il molto più economico MAK SYNTA da 127mm mostrava quello stesso particolare.

Prima di parlare di prezzi alti per la INTES MICRO, hai mai sentito parlare del prezzo del MAK GREGORY QUESTAR da 90mm?

Intanto l'M500 è un RUMAK con uno specchio secondario a se stante che è la chiave di volta del suo campo piatto e della sua attitudine ad essere un ASTROGRAFO a campo piattissimo, mentre il QUESTAR è un comune MAK GREGORY a campo curvo.

L'M500 è un 127mm, mentre il QUESTAR è un 90mm.

L'M500 è un molto impegnativo f10, costruttivamente parlando, il QUESTAR è un comodo f15 e pure con campo curvo.

Il mio venerato e compianto maestro, dott.CLAUDIO DALMASSO, aveva un QUESTAR da 90mm pagato vari stipendi e mi confidò della sua rabbia della impossibilità di avere un campo decente con il QUESTAR.

Conosco dunque molto bene quello strumento Americano ed il limite preciso delle sue prestazioni, eccellenti in alta risoluzione, ma come può esserlo un 90mm ostruito e castranti nel deep sky a medio campo.

Se mi porti un QUESTAR GREGORY da 90mm, che costa sui 4.000$, lo possiamo confrontare con il mio RUMAK da 127mm, sia sul planetario che sul deep sky, sarai tu poi a decidere chi vale i soldi richiesti.

FINNEGAN, invece di prendere delle posizioni non documentate, dovresti perlomeno leggere della filosofia di questo oggetto, basta andare sul sito di TELESCOPE SERVICE, oppure di APM TELESCOPE.

L'M500 nasce per essere estremamente trasversale, ad f10 già può fare della fotografia anche DEEP SKY, grazie al suo campo assolutamente piatto.

Non solo, la INTES MICRO ha da sempre disponibile un riduttore di focale dedicato, che porta lo strumento da f 10 ad f5,5, ovvero da 1270mm di focale a soli 698,5mm di focale, con cui fare delle foto deep sky con grande velocità e risoluzione su un campo ben ampio.

Si noti che il fuocheggiatore..... CON SPINTA ASSIALE, ha una controspinta assiale mediante una molla a compressione sul paraluce, ovvero niente sfarfallameti delle specchio primario e niente perdita di fuoco alle varie angolazioni d'uso.

La verità vera è che un simile gioiello dovrebbe stare nelle mani di un fotografo e non nelle mie mani, che lo uso come un cazzabubbolo, anche se cazzabubbolo non è, ma l'M500 è talmente perfetto e generoso che riveste alla perfezione anche il ruolo di cazzabubbolo da balcone o da viaggio-vacanza, overo quello che serviva a me.

Il tutto montabile anche su una EQ3 per fare foto, ma tanto blasone merita almeno una CELESTRON AVX.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 20:48   #15
Finnegan
Utente Junior
 
L'avatar di Finnegan
 
Data di registrazione: Aug 2016
Messaggi: 146
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Il Questar era, ai bei tempi, unico nel suo genere. Chi lo voleva doveva poterselo permettere, o limitarsi a sognarlo. I rifrattori la facevano da padrone.
Ma oggi i Mak Gregory, fino ai 127mm sono alla portata di tutti. E' un paragone un po' anacronistico.
Comunque sia, non voglio certo affermare che quel che evidenzi nell'Intes non corrisponde a verità. Dico solo che il "tutto fare", e l'Intes in oggetto in modo particolare, a meno che non sia usato con gran profitto da un fotografo, debba a mio avviso costare una cifra ragionevole.
Insomma è un po' sprecato per un utilizzo "medio".

Si potrebbe fare un discorso a parte poi sull'eterna divisione tra chi ama i rifrattori e chi gli specchi. Ma non ne ho la voglia e non è il contesto giusto.
__________________
Osservo con:
Telescopio: Tecnosky Doublet ED 110 F7
Montatura: EQ-5 SW
Oculari: ES 14 mm 82°; Omegon Flatfield ED 8 e 5 mm; Takahashi Abbe Ortho MC 4 mm; Planetary ED 3,2 mm.
Binocolo: Leica Ultravid 10x25
Spotting scope: Yukon 20-50x50 WA
Finnegan non in linea   Rispondi citando
Vecchio 22-04-17, 22:54   #16
delo
Utente Esperto
 
L'avatar di delo
 
Data di registrazione: Jul 2011
Messaggi: 3,328
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Io mi riferivo a strumenti in generale, non a riflettori nello specifico.
Un piccolo catadiottrico di buona fattura è uno strumento indubbiamente molto attraente perchè consente di avere una discreta potenza ottica con un tubo ottico tascabile; il disegno Rutten-Maksutov impiegato dagli Intes offre alcuni vantaggi proprio ai "visualisti" (per dirne uno, la capcità di impiegare oculari da 50.8mm senza gli abominevoli risultati che si ottengono con i normali SC "piccoli". Il vero "rivale" dell'Alter500 è infatti il Celestron C5, che a mio giudizio ha un pessimo rapporto resa/spesa, costando ca 650€).
E senza nulla togliere ai MC Skywatcher, validi prodotti con un ottimo rapporto resa/spesa, le soluzioni progettuali e la cura realizzativa degli Intes li pongono su un livello differente.
Da un punto di vista del potere risolvente probabilmente non cambierà nulla (è funzione dell'apertura e il denaro non può violare la fisica), ma l'immagine complessiva sarà alquanto differente, come è differente l'immagine prodotta da un rifrattore "commerciale" e un rifrattore "blasonato"; che tale differenza valga a compensare la notevole differenza di prezzo dovrà stabilirlo il singolo utente (viste le leggendarie liste d'attesa della Astro-Physics e il buon successo di Takahashi verrebbe da pensare che un buon numero di astrofili propenda per il sì).
Si può ammettere che la linea degli Intes non sia elegante come quella dei Takahashi (anche se a mio personale parere resta meno pacchiana di certe produzioni statunitensi), e che abbiano un certo qual sapore "sovietico", non so quanto intenzionale; ma le soluzioni progettuali e la lavorazione degli specchi si assestano su ottimi livelli (tanto per fare due esempi, sono gli unici catadiottrici con una vera diaframmatura, e tra i pochissimi strumenti corredati di rapporto ottico completo).

Infine, un buon telescopio funziona egregiamente anche con accessori poco costosi: piuttosto che risparmiare 700€ sul tubo ottico e spenderne altrettanti, se non anche più, per costosi accessori ritengo si abbia un maggior ritorno investendo maggiormente sul tubo e risparmiando sugli oculari; anche perchè tende a mantenere meglio il valore nell'usato
delo ora è in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 22-04-17, 23:04   #17
Finnegan
Utente Junior
 
L'avatar di Finnegan
 
Data di registrazione: Aug 2016
Messaggi: 146
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Con Delo è piacevole discutere ed imparare. Quello della comunicazione è un dono, e lui lo ha.
Viceversa, quando leggo solo una sfilza di superlativi finisco per confondermi e tutto si appiattisce al livello di una presa di posizione più emotiva che non tecnica.
__________________
Osservo con:
Telescopio: Tecnosky Doublet ED 110 F7
Montatura: EQ-5 SW
Oculari: ES 14 mm 82°; Omegon Flatfield ED 8 e 5 mm; Takahashi Abbe Ortho MC 4 mm; Planetary ED 3,2 mm.
Binocolo: Leica Ultravid 10x25
Spotting scope: Yukon 20-50x50 WA
Finnegan non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-04-17, 05:51   #18
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 46,958
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Ringrazio FINNEGAN per tutti i complimenti che l'arvatamente mi ha fatto, nel messaggio appena precedente a questo, davvero grazie di cuore.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-04-17, 06:20   #19
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 46,958
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Ringrazio anche l'esperto DELO, che con parole diverse, perchè ovviamente meno emotivamente coinvolto, ha saputo dare un quadro tecnico di pregevole precisione ed ampia informazione.

Vedo con piacere che su un punto nodale io e DELO la pensiamo allo stesso modo, ovvero meglio investire in un'ottica più performante, piuttosto che ricercare ulteriori prestazioni attraverso gli accessori più costosi.

Per me questo è un vangelo, anche perchè gli accessori supercostosi li ho già comprati tanti anni fa, tipo gli OR PENTAX e tantissimi altri, eccellenti senza dubbio, ma che nulla possono sui limiti di un'ottica di seconda fila.

Tutti gli accessori lavorano per SOTTRAZIONE PRESTAZIONALE, i migliori sottragono quasi nulla, i peggiori sottraggono molto, in mezzo vi è di tutto.

Ma un fatto è certo, tra i più cari e quelli appena dietro, la differenza è difficilmente percepibile, mentre tra due ottiche di diversa caratura la differenza è ben evidente e si riverbera su tutti gli accessori già posseduti.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO M500 da 127/1270mm ad f10--RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 23-04-17, 08:07   #20
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,040
Predefinito Re: INTES MICRO M500 da 127/1270mm

Interessante il test di risoluzione comparato tra il 120 ED e l'Intes 500 e gli altri Maksutov. E la batosta del rifrattore di quasi pari diametro . Peccato che i test condotti su bersagli terrestri non si possano replicare, nel senso che non posso fare una comparazione coi miei strumenti, se non andando a casa di Giovanni Bruno. Forse qualche osservazione sulle stelle doppie potrebbe dire qualcosa? Mi ricordo di aver ripetuto le osservazioni di Diglit/Cherubino su una serie di doppie scelte da lui per testare i suoi strumenti, rifrattori apocromatici di qualità sempre molto elevata, facendo un raffronto tra il mio ed il suo report osservativo. Mi sembra che Giovanni non usi molto le stelle doppie per valutare i suoi strumenti, ma sarebbero dei buoni test da fare.
Un Intes 500 è caro? Certo che lo è, ma è allineato come prezzo a quello degli strumenti Intes, e di tutti oggetti molto ben realizzati. Alla fine gli strumenti che non sono di produzione cinese sono tutti più cari, c'è poco da fare, però in questo caso la qualità è comunque molto superiore a quella della produzione media cinese.
Cocco Bill ora è in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 16:42.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it