Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Il Bar dell'Osservatorio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 29-01-19, 06:46   #1
Valerio Ricciardi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2011
Ubicazione: Roma
Messaggi: 327
Predefinito Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

Io considerando l'elevata resta termodinamica del motore a gasolio ed i bassi consumi specifici son sempre stato perplesso di fronte al peana del "ammazziamo il Diesel e siamo a posto" con la coscienza...

"
C'è che fa le crociate contro il diesel e chi, il diesel, lo sviluppa ulteriormente fornendo una soluzione al problema degli ossidi d'azoto. (...) "Il diesel ha un futuro. Oggi vogliamo archiviare definitivamente il dibattito sulla fine del diesel". Con queste parole Volkmar Denner, CEO del Board of Management di Bosch, qualche settimana fa ha annunciato una svolta decisiva nell'ambito della tecnologia diesel. Le nuove soluzioni proposte da Bosch possono aiutare i produttori a ridurre così drasticamente le emissioni di ossidi di azoto dei veicoli da rispettare già oggi i valori limite futuri. La nuova tecnologia Bosch ha fatto registrare emissioni di ossidi di azoto record, inferiori ai valori limite attuali e a quelli che entreranno in vigore nel 2020, anche per quanto concerne le emissioni reali di guida (Real Driving Emissions). La cosa eccezionale è che gli ingegneri hanno migliorato le tecnologie già esistenti senza fare ricorso a componenti aggiuntivi, che farebbero aumentare i costi.

"Siamo in grado di spostare i limiti per quanto è tecnicamente possibile. Grazie alle ultime innovazioni tecnologiche di Bosch, il motore diesel diventerà una soluzione a basse emissioni economicamente vantaggiosa" ha dichiarato Denner. A questo proposito, il CEO di Bosch ha richiesto di rendere più trasparenti i dati relativi all'inquinamento da biossido di carbonio prodotto dai veicoli a motore per promuovere la salvaguardia del clima, proponendo che in futuro siano misurati in condizioni reali di guida anche i consumi e le emissioni di CO2.

Dal 2017 il legislatore europeo richiede che le emissioni dei nuovi modelli di autoveicoli non superino il valore di 168 milligrammi di ossidi di azoto per chilometro in un percorso misto urbano, extraurbano e autostradale conforme alle prescrizioni RDE; a partire dal 2020 tale limite si ridurrà a un massimo di 120 milligrammi. Già oggi i veicoli equipaggiati con tecnologia diesel Bosch possono raggiungere emissioni di 13 milligrammi per chilometro su percorsi conformi alle prescrizioni RDE, un valore un decimo inferiore rispetto al limite dal 2020. E anche su percorsi urbani particolarmente impegnativi, i cui parametri superano chiaramente i requisiti di legge, i veicoli di prova di Bosch hanno fatto registrare in media solo 40 milligrammi per chilometro.
(...) A rendere possibile il raggiungimento di questi valori è stata la combinazione di un'avanzata tecnologia di iniezione con un sistema per l'aria di nuova generazione e un sistema di gestione della temperatura intelligente. Ora le emissioni di ossidi di azoto possono essere mantenute al di sotto dei valori limite in qualsiasi condizione di guida, indipendentemente dallo stile di guida, dalle condizioni atmosferiche e dalle situazioni di traffico. (...)
Bosch ha dimostrato la portata rivoluzionaria della sua innovazione in un test a Stoccarda organizzato per la stampa: molti giornalisti internazionali hanno potuto testarlo con i veicoli di prova e apparecchiature di misurazione mobili in un percorso piuttosto impegnativo dal punto di vista tecnico nel traffico cittadino.
(...) Questa rivoluzione tecnologica non rappresenta certamente il passo finale nello sviluppo del motore diesel. Bosch si propone di proseguire sulla strada del progresso grazie all'intelligenza artificiale per avvicinarsi a un obiettivo fondamentale: un motore a combustione che produca emissioni di CO2 nell'atmosfera circostante pressoché pari a zero.

[E qui il giornalista mi sa che non ha capito ben bene stavolta... un motore che ossidi idrocarburi, in teoria con una combustione perfetta e ideale dovrebbe produrre allo scarico anidride carbonica e vapore d'acqua... se no che ossidazione è?? NdVR]

"Siamo sempre convinti che il motore diesel giocherà un ruolo fondamentale nell'ambito dei sistemi di propulsione per la mobilità del futuro. Fino a quando i propulsori elettrici non conquisteranno il mercato di massa, sarà necessario sviluppare motori a combustione altamente efficienti". Ha dichiarato Denner, che propone un obiettivo ambizioso per gli ingegneri di Bosch: i nuovi motori diesel e a benzina non dovranno più emettere quantità significative di particolato e ossidi di azoto nell'atmosfera. Anche a Neckartor, l'incrocio di Stoccarda considerato il più inquinato di tutta la Germania, in futuro non dovrà essere rilevato più di un microgrammo per metro cubo di ossidi di azoto, cioè un quarantesimo (ovvero il 2,5%) del valore limite di emissioni attuali di 40 microgrammi per metro cubo. (...) Denner ha proposto di tornare a concentrarsi sulle emissioni di CO2 legate ai consumi. In futuro i consumi delle auto non dovranno più essere misurati in laboratorio, bensì in condizioni di guida reali. In questo modo sarà possibile confrontare i diversi valori delle emissioni.
"Ciò significa maggiore trasparenza per i consumatori e una maggiore fermezza nel perseguire l'obiettivo della salvaguardia del clima" ha affermato Denner. Inoltre, la questione delle emissioni di CO2 dovrebbe andare aldilà di batteria e serbatoio: "Abbiamo bisogno di una valutazione completa dei livelli di CO2 prodotti dal traffico, che non si limiti unicamente alla misurazione delle emissioni dirette delle automobili, ma che prenda in considerazione anche quelle risultanti dalla produzione del carburante e dell'energia elettrica" ha precisato Denner. L'utilizzo di carburanti di origine non fossile consentirebbe di migliorare ulteriormente il rilascio di carbonio dei motori a combustione. Ancora Denner: "Con un bilancio della CO2 completo in futuro i motori a combustione e i propulsori elettrici non saranno poi così distanti". (...) La cosa interessante di questa tecnologia Bosch è che il prezzo del Diesel non aumenterà visto e considerato che si basa su componenti disponibili e collaudati. Il progresso decisivo è dovuto a una nuova combinazione degli elementi esistenti e non sono necessari componenti hardware supplementari. I motori diesel produrranno una quantità minore di emissioni rimanendo al contempo economicamente vantaggiosi. E la cosa bella è che, anche i consumi non subiranno variazioni. E con i tempi che corrono...
"

(28 gennaio 2019 - tratto da: https://motori.tiscali.it/socialmedi...ra-sul-diesel/)
__________________
INQUINAMENTO LUMINOSO - Nel Lazio è pienamente in vigore la la L.R. 23 del 2000 che disciplina ogni fonte di luce esterna (orientamento e intensità). Segnalate a LAZIO STELLATO, il Coordinamento per la riduzione/prevenzione dell'IL ed il risparmio energetico le situazioni che trovate nocive: laziostellato@gmail.com

Ultima modifica di Valerio Ricciardi : 29-01-19 06:49.
Valerio Ricciardi non in linea  
Vecchio 29-01-19, 07:12   #2
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,050
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

Finalmente una buona notizia per i bistrattati DIESEL.

Ma temo che di fronte al FIDEISMO di cui sono animati i NO DIESEL, sarà una battaglia durissima.

Eppure, la catastrofe più imminente non sono gli ossidi di AZOTO che è comunque bene ridurre al massimo.

La catastrofe imminente sono i GAS SERRA , tra cui la CO2 esprime i volumi più massivi e che da sempre il motore diesel produce in minor misura a pari potenza prodotta.

Se davvero la nuova tecnologia farà calare ulteriormente anche l'emissione di CO2 dei motori diesel, allora il diesel avrà ancora un futuro
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea  
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 29-01-19, 08:33   #3
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

Quote:
giovanni bruno Visualizza il messaggio

Se davvero la nuova tecnologia farà calare ulteriormente anche l'emissione di CO2 dei motori diesel, allora il diesel avrà ancora un futuro

no, non la farà calare. cmq, l'emissione di CO2 del diesel è già adesso inferiore a quella de motori a benzina e non superiore a quella dei motori elettrici con centrali a combustibile.

se posso aggiungere il mio trascurabile parere, l'urgenza da risolvere è invece il traffico, per citare johnny stecchino. l'automobile nei grandi centri urbani è diventata drammaticamente lenta, costosa e inquinante anche se funzionasse ad acqua di mare. le soluzioni sono ovvie: mezzi pubblici puliti e affidabili, taxi onnipresenti e a buon prezzo, gestione degli orari di lavoro, opere di viabilità. tutta roba che richiede di pestare i piedi a parecchie piccole categorie organizzate, quindi non si farà mai. per paasatempo, ci si trastulla sognando il taxi-drone, il telelavoro, la blockchain (che non centra niente, ma è di moda).

Ultima modifica di meta : 29-01-19 08:51.
meta non in linea  
Vecchio 29-01-19, 16:32   #4
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,595
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

I motori sono indubbiamente sempre più puliti, però ne ho sentita un'altra: sembra che la polvere rilasciata dalle pasticche dei freni e quella che gli stessi pneumatici rilasciano sull'asfalto siano ancora più cancerogene delle emissioni dei motori, e questo già si sapeva,
quindi l'auto elettrica sarebbe ancora una volta vincente, perchè l'uso dei freni meccanici sarebbe ridotto al minimo, solo nei casi di emergenza, e accontentandosi di andare PIU' PIANO e con auto più leggere si troverebbe anche una mescola più ecologica per gli pneumatici.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)
ANDREAtom non in linea  
Vecchio 29-01-19, 17:24   #5
nino280
Utente Super
 
L'avatar di nino280
 
Data di registrazione: Dec 2005
Ubicazione: Torino
Messaggi: 6,346
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

Diesel o non diesel, io ho la coscienza abbastanza a posto.
Bicicletta 11 mesi l'anno. 30.000 km percorsi con la mia auto in 16 anni che sono praticamente una nullità.
Per chi può, usi la bici.
Ciao
Più di 100.000 km percorsi con la bici.
Se per l'auto ho cambiato gli pneumatici una volta per la bici sono già 3 volte. E quest'ultimo treno è già al limite.

Ultima modifica di nino280 : 30-01-19 08:25.
nino280 ora è in linea  
Vecchio 29-01-19, 19:18   #6
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,120
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

La motorizzazione di massa ha "solamente" 50 anni.
Ogni famiglia cinese aspira ad avere almeno due auto... come noi.
Ogni famiglia indiana aspira etc etc
Brasiliani, africani, nord del mondo, sud del mondo.
Tutti gli abitanti di questo pianeta hanno diritto ad avere due macchine e una nicchia al cimitero.
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea  
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 31-01-19, 06:56   #7
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,050
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

In questi ultimi 9 anni ho percorso solo 54.000Km in automobile.

Il resto in bicicletta e sopratutto a piedi, mai meno di 10Km al giorno a piedi, anche in pieno inverno.

Perchè si parla solo del DIESEL e non degli AEREI a reazione, che ben visivamente sporcano il cielo con le loro scie.

Orde di giovani in caccia del LAST MINUTE ,qualunque esse sia, purchè sia, ed orde di pensionati sempre in caccia di viaggi organizzati, sia in aereo che in pullman.

Questi non hanno la minima coscenza ecologica, basta che il viaggio costa poco e si tuffano a capfitto nel millesimo viaggio.

Mentre a me con un DIESEL EURO 5 FAP che uso una volta alla settimana per andare a fare la spesa grossa, mi danno dell'UNTORE.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"-- montatura IOPTRON AZ-IEQ45 DUAL PRO--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M603 da 152/1520mm ad f15--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM-- binocolo APM ED APO da 82mm a4 5°--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--3 torrette ZEISS ERETTIVE a 45°,1 torretta ZEISS non erettiva a 45°.

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea  
Vecchio 31-01-19, 10:31   #8
aleph
Utente Esperto
 
L'avatar di aleph
 
Data di registrazione: Jul 2005
Ubicazione: Roma
Messaggi: 1,987
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

Quote:
giovanni bruno Visualizza il messaggio
Perchè si parla solo del DIESEL e non degli AEREI a reazione, che ben visivamente sporcano il cielo con le loro scie.
Una sola frase con ben due sfondoni.

Primo sfondone, le scie che vedi oltre a non essere “chimiche” non sono neanche la manifestazione visiva dell’inquinamento degli aerei ma solo vapore acqueo che era già presente in atmosfera prima del passaggio dell’aereo e che ha condensato intorno ai corpuscoli solidi rilasciati dalla combustione dei motori. Questa cosa ci si potrebbe arrivare a capirla anche senza che uno ce la dica, basterebbe notare che a volte le scie iniziano o si interrompono in mezzo al cielo, per cui siccome non mi pare il caso (spero ma non ne sono sicuro) pensare che ciò significhi che gli aerei accendono o spengono i motori per aria, ne deriva che è una conseguenza delle caratteristiche atmosferiche del momento, nello specifico dell’umidità.

Secondo sfondone, il consumo degli aerei. Anche prendendo un aereo di lungo raggio, che consuma chiaramente più di un aereo di medio raggio, il consumo orario medio si aggira sulle 5 tonnellate l’ora. Ma trasporta anche intorno a trecento passeggeri e viaggia a mille chilometri l’ora.
Dunque dividi 5 tonnellate anche solo per 200 passeggeri, fanno 25 chili a testa ogni ora di volo, ma in un’ora di volo fai anche 1.000 chilometri.

Insomma alla fine ogni persona che viaggia su un aeroplano percorre 40 chilometri con un chilo di combustibile.
aleph non in linea  
Vecchio 31-01-19, 11:58   #9
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

Quote:
aleph Visualizza il messaggio
...ma solo vapore acqueo che era già presente in atmosfera prima del passaggio dell’aereo e che ha condensato intorno ai corpuscoli solidi rilasciati dalla combustione dei motori.

mica tanto vero. c'è anche il vapor d'acqua prodotto dalla combustione. a seconda delle condizioni, può essere anche il 100% della scia.
meta non in linea  
Vecchio 31-01-19, 12:14   #10
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,498
Predefinito Re: Buone novità per i propulsori dei veicoli a combustione...

Quote:
aleph Visualizza il messaggio
Primo sfondone, le scie che vedi oltre a non essere “chimiche” non sono neanche la manifestazione visiva dell’inquinamento degli aerei ma solo vapore acqueo che era già presente in atmosfera prima del passaggio dell’aereo e che ha condensato intorno ai corpuscoli solidi rilasciati dalla combustione...
Credo che, alla temperatura di 20-30 ° sotto zero che c'è alla quota di volo, il vapor d'acqua prodotto dalla combustione sia più che sufficiente per formare la scia di condensa. Stiamo parlando di circa 2 kg di acqua al secondo emesse dai motori...
Mizarino non in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 11:11.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it