Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > News di Astronomia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 25-07-08, 23:43   #1
Gabriele
Amministratore
 
L'avatar di Gabriele
 
Data di registrazione: Jan 2001
Messaggi: 229
Predefinito Rotazioni pericolose

26 Luglio 2008
Rotazioni pericolose
di Claudio Elidoro - Fonte: University of Maryland

Quando, nel corso del suo viaggio di avvicinamento a Giove, la sonda Galileo scoprì la presenza di Dactyl, la piccola luna orbitante intorno all'asteroide Ida, tutti rimasero piacevolmente sorpresi. Anche gli asteroidi, dunque, potevano avere satelliti! A onor del vero, Ida non fu il primo asteroide doppio ad essere individuato. Un paio di mesi prima della scoperta ufficiale di Dactyl, infatti, era stato annunciato che 1994 AW1, un asteroide della classe Amor, aveva un compagno.
Da allora le carte in tavola sono notevolmente cambiate e ora sappiamo che i cosiddetti asteroidi binari non sono affatto un'eccezione nel nostro Sistema solare. Circa il 15% degli asteroidi che orbitano dalle parti della Terra o appartengono alla Fascia principale e che hanno diametro inferiore ai 10 chilometri possiedono infatti satelliti. Con il tempo, dunque, il problema principale è diventato quello di individuare un meccanismo efficiente in grado di generarli.
Sul numero di Nature dello scorso 10 luglio è stato pubblicato uno studio che suggerisce una possibile soluzione. Gli autori sono Kevin Walsh, Patrick Michel (CNRS - Observatoire de la Côte d'Azur) e Derek Richardson (University of Maryland), che hanno indicato le precise responsabilità del cosiddetto effetto YORP. Questo effetto - la sigla che lo contraddistingue proviene dalle iniziali degli scopritori, vale a dire Yarkovsky, O'Keefe, Radzievskii e Paddack - chiama in causa l'azione del riscaldamento solare e la sua capacità di modificare la rotazione di un oggetto celeste di piccole dimensioni.
Nel modello proposto dal team di Walsh, un asteroide caratterizzato da una struttura di tipo "rubble pile" (praticamente un agglomerato di detriti) potrebbe essere sospinto a ruotare a una velocità sufficiente a provocare il distacco di frammenti dalle regioni equatoriali della sua superficie. In particolari circostanze, tale materiale confluirebbe nella formazione di un oggetto indipendente orbitante intorno all'asteroide e - voila - il satellite è servito.
Nello studio, inoltre, si sottolinea come, associato a questa rotazione critica, si debba mettere in conto anche il trasferimento di materiale superficiale dalle regioni polari dell'asteroide, con la conseguente esposizione di materiali la cui composizione sarebbe molto prossima a quella originaria. Un bottino davvero appetibile per i planetologi e, tutto sommato, alla portata di una missione spaziale senza che la sonda si debba imbarcare in difficoltose attività di scavo.


Links:
http://www.newsdesk.umd.edu/scitech/release.cfm?ArticleID=1691

Leggi la notizia su Coelum

Facci sapere la tua opinione sulla notizia!
Inserisci un commento qui di seguito!
Gabriele non in linea   Rispondi citando
Vecchio 26-07-08, 07:56   #2
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 48,076
Predefinito Re: Rotazioni pericolose

Ciao Gabriele,trovo affascinante questo meccanismo che aumenta la velocità di rotazione dell'asteroide madre fino a raggiungere una forza centrifuga capace di vincere la forza di gravità .
Questo è perfettamente logico per la fascia EQUATORIALE,non lo è per nulla invece la fuga dalle zone polari,dove la forza centrifuga è pressochè nulla.
Ciao da Giovanni
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 27-07-08, 12:20   #3
giocielo
Utente Esperto
 
L'avatar di giocielo
 
Data di registrazione: May 2008
Messaggi: 1,737
Predefinito Re: Rotazioni pericolose

I piccoli satelliti a disco volante orbitanti tra gli anelli di Saturno, in particolare Atlas e Pan potrebbero generarare a loro volta dei piccoli satelliti, ossia potrebbero andare incontro ad uno sgretolamento della loro parte equatoriale?
ciao giocielo
giocielo non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 14:19.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it