Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Strumentazione > Il Primo Telescopio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 14-11-13, 21:59   #1
raffaele90
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2013
Ubicazione: Luino(Varese)
Messaggi: 19
Predefinito Scelta telescopio

Salve a tutti!

Sono Raffaele, ho 23 anni e sono uno studente di Fisica all' università. Da quando ero bambino sono affiscinato dal cosmo e per molti anni, in famiglia, abbiamo discusso sull' acquisto di un telescopio, mai concretizzato.
E' da un po' di tempo che leggo questo forum e ho alla fine deciso di scrivere questo messaggio in quanto avrei bisogno che qualcuno mi guidasse nella scelta di un primo strumento.
Dal momento che le mie finanze sono limitate e non ho un lavoro, ho deciso di mettere da parte una modesta cifra per l' acquisto di un telescopio con l' intenzione di usarlo per un bel po' di tempo senza pensare ad una sostituzione prossima per un modello superiore.
Sono costretto a scendere a compromessi quindi vi dico subito che non mi interessa l' astrofotografia(anche se non mi dispiacerebbe) e, anche se non disdegno l' osservazione dei pianeti e dei crateri lunari, preferisco rivolgere la mia attenzione allo spazio profondo.
Ho intenzione di spendere circa 1000 euro per un riflettore newtoniano(per un migliore rapporto qualità/prezzo) di grosse dimensioni per avere la maggior quantità di luce possibile e poter osservare quindi oggetti debolmente luminosi.
Presto dovrei avere a disposizione questo budget e sarei interessato ad investirlo sia per uno strumento nuovo sia per un usato(sperando di acquistare uno strumento superiore) quindi chiedo cortesemente il vostro parere dal momento che le mie conoscenze sono abbastanza limitate
Ho adocchiato il Bresser Messier nt-203 con sistema GOTO per il puntamento degli oggetti. A me non interessa molto il puntamento automatico perchè credo che questo tolga tutto il divertimento dato dalla ricerca manuale degli oggetti. In compenso non mi dispiacerebbe avere un "motore" che segua l' oggetto in movimento, evitandomi il fastidio di dover sempre muovere il telescopio; mi chiedevo appunto se il sistema di puntamento automatico escludesse la possibilità di usare il telescopio manualmente e mi chiedevo anche se potessi acquistarlo senza puntamento automatico per poi aggiungerlo in seguito.
Mi piacciono anche le soluzioni dobson ma ho paura di ritrovarmi tra le mani un oggetto troppo grande e scomodo. Oltre a questo, l' assenza del "motore" su alcuni modelli, come il Dobson Meade LightBridge 12", mi costringerebbe ad andare a caccia dell' oggetto senza potermi godere l' osservazione in santa pace.
Scusate per il messaggio scritto un po' con i piedi. Spero di essere stato comprensibile. Ho scritto piuttosto di fretta quindi vi chiedo di scusarmi.

Grazie a tutti in anticipo!

Raffaele
raffaele90 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 14-11-13, 22:25   #2
apulia_ottiche
Utente Junior
 
Data di registrazione: May 2013
Messaggi: 307
Predefinito Re: Scelta telescopio

Caro Raffaele,
Ho letto con attenzione il tuo messaggio e ti assicuro che è sempre molto piacevole leggere di ragazzi non lavoratori come te, che, dopo tanta fatica, riescono ad avere un bel budget da investire in una passione fantastica come l'astronomia.

Tornando a te, credo che 1000 € investiti per della strumentazione ad uso visuale siano veramente un ottimo budget per cominciare!
Tenendo conto dei fattori di ingombro e trasportabilità che richiedi, oltre -naturalmente- al limite imposto dalle finanze, io lascerei perdere (per il tuo caso) i pesanti newtoniani su equatoriale (quelli superiori a 150mm sono tutti dei bestioni) e mi orienterei su pochi ma buoni strumenti.

Un Dobson skywatcher da 250mm con o senza GOTO, per esempio, sarebbe secondo me il massimo che postresti permetterti in termini di vantaggi legati al diametro. Un newtoniano da 150mm su EQ5 GOTO o semplicemente motorizzata in doppio asse (se vuoi rimanere sul più piccolo) invece, potrebbe essere una ottima soluzione più maneggevole e sicuramente meglio predisposta ad un eventuale futuro avvio verso qualche scattino al planetario.
Lascerei perdere i newtoniani su eq. da 200, poichè ,su una EQ5, ci stanno poco bene, e un'eventuale alternativa come l'HEQ5 (che sarebbe già un'altra musica) costerebbe da sola 1000 euro.

Un'alternativa non "politically correct"?? Un bel rifrattorone 120/1000 da montare su EQ5.
---

In ogni caso, la soluzione dobson rimane quasi sempre la migliore...



PS: Dimenticavo una cosa importante: hai a disposizione un buon cielo?
__________________
Un Caro Saluto, Giuseppe.

-----------------------------
Osservo con:

- Celestron C11
- AZ-EQ6

Ultima modifica di apulia_ottiche : 14-11-13 22:29.
apulia_ottiche non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 14-11-13, 23:05   #3
Save87
Utente Super
 
L'avatar di Save87
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Foiano della Chiana Toscana Italia Europa Terra Sistema solare Via Lattea Universo
Messaggi: 3,971
Predefinito Re: Scelta telescopio

Raffaele sei un ragazzo intelligente che si è già informato e con le idee chiare.

Per questo vado dritto al punto: prenditi un Dobson da 12" e sarai felice di osservarci per 12 anni.

Io, che sono di parte possedendolo, ti consiglio dil GSO Deluxe che per uso visuale è ottimo sotto tutti i punti di vista. Ha dei buoni e fludi e regolabili in durezza movimenti altazimutali. Non ha problemi di sbilanciamenti potendo regolare il baricentro del telescopio. Ha una ventola per velocizzare l'acclimatamento. Ha un'ostruzione ridotta al 25%. Complessivamente è un telescopio solido e ben costruito, per dire non ha problemi di tenuta della collimazione. La qualità ottica è molto buona. Ha un dignitosissimo fuocheggiatore micrometrico. La montatura è super stabile ed intuitiva. Come telescopio è comodissimo da usare. Potrei continuare ma sono stanco, non ce la faccio più.

I tuoi dubbi sulla configurazione dobsoniana sono comprensibili. Certo con un Dobson l'oggetto te lo devi cercare, però il bello è tutto lì secondo me, e comunque si impara in fretta a trovare gli oggetti del cielo profondo. Niente paura, molti sono così brillanti infatti che si vedono già dentro il cercatore ottico. Ma una volta trovato l'inseguimento dell'oggetto manuale è così facile che lo definirei banale; tanti miei amici ci hanno provato per la prima volta e dopo tre minuti erano già più bravi di me a tenere l'oggetto nell'oculare. Sbagli a considerare il Dobson scomodo da trasportare, anzi è comodissimo. Sono solo due pezzi: il tubo e la rocker box. Il tubo fino a 10" lo puoi sdraiare nei sedili dietro dell'auto e la rocker box occupa mezzo bagagliaio. Ognuno dei due pezzi pesa meno di due casse d'acqua. Un tubo da 12" è facilmente trasportabile al solito modo, basta abbattere i sedili dietro e metterlo per lungo. Dovresti vedere invece che tragedia trasportare in auto il treppiede della EQ6 con la T-Sky.

P.S. I Newton su montatura equatoriale sono scomodi da usare.
__________________
Mi chiamo: Saverio Falciani - Il mio blog: AMICO DELLE STELLE

Osservo con: Guan Sheng Optical Deluxe 250/1250 - Intes-Micro MN 68 152/1216 - Sky-Watcher Startravel 80/400 - Heyford 60/700 - Salmoiraghi & Viganò Magellano 10x50 - Breaker 7x35

Una stella brilla sull'ora del nostro incontro - J.R.R. Tolkien

Ultima modifica di Save87 : 14-11-13 23:08.
Save87 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 14-11-13, 23:18   #4
raffaele90
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2013
Ubicazione: Luino(Varese)
Messaggi: 19
Predefinito Re: Scelta telescopio

Ciao Giuseppe!

Grazie per il messaggio!
Non mi aspettavo una risposta cosi' rapida! In effetti io pensavo ad un dobson, in particolare allo skywatcher da 300 mm. Ho sentito parlar male del Meade a proposito della collimazione e del fatto che il tubo non è stabile. Nonostante ciò, purtroppo, rimango un ignorantone sull' argomento quindi conto sui vostri preziosi consigli
Personalmente apprezzo molto di più i telescopi su treppiede(come il bresser) ma nel modello specifico che ho citato, ho l' impressione sia un acquisto poco vantaggioso(rispetto a quello che può offrirmi un dobson) oltre che instabile e poco pratico.
Il cielo nella mia zona è "discreto" e volendo avrei a disposizione ben due terrazze in cui poterlo piazzare. Il cielo è discreto in quanto purtroppo vivo in un contesto urbano(anche se lontano dal centro) con modesta illuminazione. A volte è capitato, specialmente in inverno e in nottate ventose, di avere un cielo magnifico e riuscire addirittura ad intravedere la via lattea. Non mi dispiacerebbe comunque spostarmi e andare più lontano, magari in montagna, e godermi un cielo migliore. Fortunatamente è facile per me avere un cielo migliore spostandomi anche solo di pochi chilometri da casa.
Lo skywatcher da 300 mm collassabile mi sembra una soluzione buona, adatta al mio caso ma mi chiedevo se ci fosse la possibilità di motorizzarlo più avanti oltre al poterlo smontare per renderlo più facilmente trasportabile. A quanto ricordo il tubo è da 1500mm ed è collassabile fino a 900 mm ma di fatto le dimensioni restano sempre generose se questo deve essere trasportato in una vettura di dimensioni normali, una citycar ad esempio.
Il rifrattore no... insomma, se avessi il denaro sufficiente per prenderne uno di grosso diametro potrei anche pensarci L' astrofotografia, in realtà, interesserebbe al mio babbo... io invece sono un semplice guardone e provo emozioni nell' osservare in tempo reale e non nell' immortalare un oggetto celeste. Non me ne vogliano gli astrofotografichi ma in fondo se desiderassi una foto di m31, non sarebbe un problema per me scaricarla da internet eheheheh....
Sicuramente appena ne acquisterò uno lo punterò immediatamente sulla luna e mi metterò alla ricerca di tutti i pianeti del sistema solare visibili in questo periodo. Ti ho detto che sono meno interessato all' osservazione planetaria perchè i pianeti sono pochi quindi ho l' impressione che il divertimento sarà breve, sbaglio? Oltre a questo, mi affascinano particolarmente le galassie e spero di vederne un bel po' con un telescopio di 200/300 mm.

Che ne pensi?
Comunque sono nuovo del forum quindi non so bene come muovermi. C'è qualcosa che devo fare? Non c'è una sezione "presentazione nuovi iscritti"? Mi sono presentato qua, spero di aver fatto tutto correttamente
raffaele90 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 14-11-13, 23:28   #5
Save87
Utente Super
 
L'avatar di Save87
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Foiano della Chiana Toscana Italia Europa Terra Sistema solare Via Lattea Universo
Messaggi: 3,971
Predefinito Re: Scelta telescopio

Raffaele leggi anche il mio post, che sicuramente non hai letto perchè stavi scrivendo nel frattempo.

Ci sono alcune cosa da chiarire con decisione. Il Dobson NON è un telescopio da balcone, anzi è proprio inutilizzabile da lì perchè punta la ringhiera. L'osservazione degli oggetti del cielo profondo richiede un cielo buio, non basta spostarsi pochi chilometri da una città bisogna andare in luoghi dove il cielo è proprio buio e dove si vede la Via Lattea contrastata come il bianco sul nero. Sto esagerando, si possono osservare tantissimi oggetti anche da un cielo suburbano buono, ma è un concetto essenziale. Il cielo profondo richiede due cose: il buio e il diametro. Sono fattori complementari e non alternativi: un grandissimo diametro solo entro certi limiti compensa un cielo inquinato. Il Dobson è un telescopio da piazzare in uno spiazzo. Ma non credere che un telescopio da 200 mm con montatura equatoriale ti entri in terrazza, perchè dovresti avere una terrazza gigante (e a quel punto ci entra anche il Dobson). Il fatto che sei attratto da telescopi a treppiede è normale, tutti ce li immaginiamo così nelle nostra mente ed il Dobson sembra strano ma ti assicuro che non è una motivazione razionale; anzi, la base del Dobson è a doppio braccio potremmo dire quindi più robusta, inoltre il legno è il materiale che smorza meglio le vibrazioni. Ho una montatura con treppiede assemblata che mi è costata quasi 1000 euro e ti assicuro che la base del Dobson smorza più rapidamente le vibrazioni. Per tutte le valutazioni di trasporto, peso ed ingombro rimando al mio post precedente.
__________________
Mi chiamo: Saverio Falciani - Il mio blog: AMICO DELLE STELLE

Osservo con: Guan Sheng Optical Deluxe 250/1250 - Intes-Micro MN 68 152/1216 - Sky-Watcher Startravel 80/400 - Heyford 60/700 - Salmoiraghi & Viganò Magellano 10x50 - Breaker 7x35

Una stella brilla sull'ora del nostro incontro - J.R.R. Tolkien

Ultima modifica di Save87 : 14-11-13 23:33.
Save87 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 14-11-13, 23:36   #6
raffaele90
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2013
Ubicazione: Luino(Varese)
Messaggi: 19
Predefinito Re: Scelta telescopio

Ciao Saverio(giusto?)

Grazie per il consiglio e per il complimento!
Purtroppo molte cose che mi hai scritto in gerco tecnico non le ho pienamente comprese, scusami quindi
Purtroppo è difficile farsi un' idea non avendone mai visto uno personalmente. Quello che mi suggerisci tu forse è anche meglio perchè ha il tubo chiuso. Forse sto dicendo una fesseria ma a quanto ricordo io, le interferenze dell' aria a certi ingradimenti disturbano l' immagine quindi un tubo chiuso sarebbe preferibile. In compenso temo sempre per la trasportabilità oltre che alla collocazione nella mia abitazione. Sto già pensando a dove potrei mettere un oggetto di queste dimensioni eheheheh.... in realtà la mia casa è piuttosto grande ma al momento non saprei dove collocarlo considerando che la mia camera non è poi cosi' grande. Sarebbe fantastico poterlo mettere "sdraiato" in un armadio ma i miei armadi non raggiungono un metro di lunghezza. Sarebbe invece diverso se potessi mettere il tubo in piedi; posso farlo o rischio di farlo cadere? Se non posso farlo troverò comunque una soluzione!
Quindi mi stai dicendo che trasportare il treppiede sarebbe peggio?
Pensa che avrei scelto il bresser convinto che fosse meno ingombrante e più comodo da trasportare ma probabilmente mi sono illuso ehehehehe...
So che anche i Dobson si possono motorizzare... sarebbe un peccato non sfruttare un telescopio del genere se questo si rivelasse idoneo a fare qualche foto astronomica, no? Mi piacerebbe una soluzione "updradabile" insomma; scusa l' inglesismo orrendo.
Il GSO Deluxe è meglio del Meade e dello skywatcher? Considerando il prezzo punterei al GSO Deluxe da 12" per non scendere troppo a compromessi
raffaele90 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 14-11-13, 23:46   #7
raffaele90
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2013
Ubicazione: Luino(Varese)
Messaggi: 19
Predefinito Re: Scelta telescopio

Grazie dei consigli!

In pratica mi stai dicendo che, in zona urbana, dovrei accontentarmi di luna, pianeti e oggetti molto luminosi giusto? Non saprei dirti le mie possibilità relative ad andare in alta montagna in piena notte ehehehe...
Temo di non aver mai visto il buio assoluto effettivamente...
Il dobson comunque va bene per osservare anche i pianeti e la luna giusto?
Io ho una terrazza molto grande, non un balcone. Un dobson, a giudicare dalle immagini che ho visto in rete, dovrebbe starci perfettamente sulla mia terrazza anche se probabilmente sarei limitato nell' osservazione del cielo. Sono problemi che comunque spero risolverò dopo l' acquisto. Non ho problemi a caricare l' attrezzatura in macchina ed andare in una zona senza illuminazione sperando di vedere di più.
Comunque credo proprio di aver capito che il Dobson sia di gran lunga preferibile ad una configurazione di un Newton di 200/1000 mm
Si, effettivamente nel mio immaginario i telescopi sono su treppiede! Forse perchè sono abituato a quei piccoli rifrattori che spesso si vedono nei negozi di ottica. Ne ho visti parecchi in questi anni, addirittura in negozi di elettronica ma quasi sempre di pessima qualità e di marche sconosciute.
Che mi dici invece del Celestron C8? Sembra avere una grande apertura ed essere più facilmente trasportabile. Probabilmente però è un telescopio imparagonabile a quelli che abbiamo citato.
raffaele90 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 14-11-13, 23:47   #8
Save87
Utente Super
 
L'avatar di Save87
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Foiano della Chiana Toscana Italia Europa Terra Sistema solare Via Lattea Universo
Messaggi: 3,971
Predefinito Re: Scelta telescopio

Sto finendo il mio blog di astronomia, ma non voglio divulgarlo perchè ancora è incompleto. Però ti mando un MP con il link. Almeno puoi andare nella sezione telescopi e leggere la recensione particolareggiata sul 10" GSO. Non solo l'ottica e la meccanica ma anche l'utilizzo concreto ed il trasporto, e le foto.

Qui comunque dico che un treppiede, essendo triangolare ingombra in larghezza di più di un Dobson che invece è circolare. Il telescopio a riposo rimane sulla sua montatura dobsoniana, non devi smontarlo: il tubo riposa in verticale, non in orizzontale. Quindi lo puoi piazzare in un angolo della casa e non ti darà alcuna noia. Lo capisco che sei titubante, ma ti giuro che per un ragazzo in salute spostare un 12" monolitico è una passeggiata, dopo un po' lo fai sovra pensiero. Io vado ad osservare in un posto dove mi devo fare in mezzo alla terra, spesso bagnata, in salita, 30 metri con il telescopio in mano e non ho particolari problemi, figurati portarlo fino alla macchina. Leggi tutta la recensione che ho scritto, e magare qualche osservazione che ci ho fatto nella sezione osservazioni per renderti conto delle potenzialità del 10", poi se hai qualche dubbio chiedi pure.

IL C8 è un classico intramontabile e sicuramente è un telescopio molto appetibile per un astrofilo che ha determinate esigenze di compattezza, trasporto, etc. Ma non ti consiglio di cominciare con un catadiottrico, ci vuole una certa esperienza per gestire lenti e specchi insieme, avrai i pregi e difetti di entrambi infatti. Poi il budget ti basta solo per il tubo, senza montatura. Se vuoi osservare brutalmente il cielo profondo è meglio un Dobson perchè prendi più diametro ad un prezzo minore.
__________________
Mi chiamo: Saverio Falciani - Il mio blog: AMICO DELLE STELLE

Osservo con: Guan Sheng Optical Deluxe 250/1250 - Intes-Micro MN 68 152/1216 - Sky-Watcher Startravel 80/400 - Heyford 60/700 - Salmoiraghi & Viganò Magellano 10x50 - Breaker 7x35

Una stella brilla sull'ora del nostro incontro - J.R.R. Tolkien

Ultima modifica di Save87 : 15-11-13 00:24.
Save87 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 15-11-13, 00:30   #9
Save87
Utente Super
 
L'avatar di Save87
 
Data di registrazione: Mar 2009
Ubicazione: Foiano della Chiana Toscana Italia Europa Terra Sistema solare Via Lattea Universo
Messaggi: 3,971
Predefinito Re: Scelta telescopio

Quote:
raffaele90 Visualizza il messaggio
Sarebbe diverso se potessi mettere il tubo in piedi; posso farlo o rischio di farlo cadere? - So che anche i Dobson si possono motorizzare... sarebbe un peccato non sfruttare un telescopio del genere se questo si rivelasse idoneo a fare qualche foto astronomica, no? - Il GSO Deluxe è meglio del Meade e dello skywatcher?
Alle 2 e mezzo certe parti di post mi sfuggono.
  1. Allora, il Dobson giace naturalmente in posizione verticale, è per questo che ingombra poco a riposo: FOTO.
  2. Ma è del tutto inadatto all'astrofotografia, quindi sarebbe la scelta più sbagliata in assoluto in questo senso.
  3. Il GSO ha alcune parti identiche al Meade come la cella del primario e tutto il complesso del secondario. Difficile rispondere perchè sono tre telescopi concepiti diversamente per esigenze differenti. Se uno accetta le dimensioni fisiche di un tubo monolitico il GSO mi sento di affermare che è quello con la meccanica migliore, e spesso la meccanica conta più dell'ottica. Invece otticamente si può dire che sono equivalenti e parimenti buoni. Gli altri hanno altri pregi in termini di trasportabilità ed ingombro.
__________________
Mi chiamo: Saverio Falciani - Il mio blog: AMICO DELLE STELLE

Osservo con: Guan Sheng Optical Deluxe 250/1250 - Intes-Micro MN 68 152/1216 - Sky-Watcher Startravel 80/400 - Heyford 60/700 - Salmoiraghi & Viganò Magellano 10x50 - Breaker 7x35

Una stella brilla sull'ora del nostro incontro - J.R.R. Tolkien

Ultima modifica di Save87 : 15-11-13 00:35.
Save87 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 15-11-13, 00:39   #10
dany82
Utente Super
 
L'avatar di dany82
 
Data di registrazione: Dec 2012
Messaggi: 3,993
Predefinito Re: Scelta telescopio

magari un c8 usato? con 500 euro si trova...una eq5 e poi in futuro puoi metterci i motorini e fare pure foto,se decidi di spostarti bene altrimenti il diametro e sprecato
__________________
Celestron C5 XLT Spotting Scope - 125/1250 mm SC Treppiede eq6 montatura AZ5 oculare baader zoom 8-24 oculare 6mm
dany82 non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 13:50.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2021, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it