Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Il Bar dell'Osservatorio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 02-08-19, 21:45   #1
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,901
Predefinito Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Matteo Salvini esige che l'italiano nella nuova Commissione Europea (che sarà presieduta da Ursula von der Leyen a partire dal 1° novembre 2019) sia un "politico" e che sia un "poltico della Lega".
Lo dice con la motivazione –o meglio: con ciò che nel contesto delle sue parole sembra la motivazione della sua richiesta-diktat– : «I tempi dei Monti sono finiti».
Salvini dicendo ciò intende dare un giudizio negativo sul Monti che fu Commissario alla Concorrenza nella Commissione Europea (e non sarebbe nemmeno un vero "politico")
Vorrei allora ricordare agli smemorati che Mario Monti è stato quel Commissario alla Concorrenza [nella Commissione Europea presieduta da Prodi e nominato su proposta dell'allora primo ministro italiano Silvio Berluscon] che ha multato la Microsoft di Bill Gate con una multa di un miliardo abbondante di Euro: multa che Bill Gate non voleva pagare ma che alla fine, dopo una battaglia legale durata un paio d'anni, ha dovuto pagare (e anche con gli interessi di "mora"!) se no doveva abbandonare il ricco mercato dell'UE (che per la Microsoft ha un giro d'affari annuo ben maggiore di un miliardo di euro!). Monti è stato Commissario alla Concorrenza anche nelle Commissioni Europee "Barroso 1" e "Barroso 2" (2004-2009 e 2009 -2014) che precedettero quella ora in scadenza presieduta da Jean Caude Juncker. Era ancora in carica nella "Barroso 2" quando cadde l'ultimo governo Berlusconi (autunno 2011) e Giorgo Napolitano pensò di conferire l'incarico di primo ministro proprio a Mario Monti.
Insisto su quattro fatti storici (inconfutabili):
• Monti è stato proposto in Commissine Europea (presieduta da Prodi, uomo di centro-sinistra) da Berlusconi (uomo di centro-destra).
• Monti è stato confermato commissario alla concorrenza in entrambe le commissioni Barroso.
• Monti è stato accettato da tutti i governi dell'UE e da tre successivi Parlamenti Europei nel posto forse più prestigioso della Commissione Europea: Commissario alla Concorrenza.
• Monti è stato prima nominato senatore a vita e subito dopo incaricato di formare un nuovo governo da Giorgio Napolitano, uomo di sinistra proveniente dal PCI.

Dico questo a riprova del fatto che il Commissario Monti fu stimato positivamente sia da destra che da sinistra.
Vorrei anche ricordare che, amara o no che sia stata la medicina somministrata agli italiani dal Governo Monti, è stato quel governo ad interrompere la crescita spropositata dello "spread" evitando che l'Italia cadesse sotto la "troika" dell'UE (come invece è accaduto alla Spagna del governo Zapatero).

E' vero: i tempi di Monti sono finiti (da un bel po').
Disgraziatamente il popolo bue italiano è caduto sotto un provvisorio governo del "Grande Ignorante" che è Giggino 5* (quello della "millenaria democrazia francese" ) e del "piccolo Hitler" che è l'ex "comunista padano" Matteo S. (quello dall'abituale [i]slogan Italia di m***a)
Constatiamo tutti quanto poco simpatico sia l'attuale nostro governo agli altri governi dei paesi-membri dell'UE (di qualunque colore siano !)

Tra quel che esige Salvini e quel che accadrà mi pare che "c'è di mezzo il mare" (proprio come "tra il dire e il fare").
Salvini è bravo bel far andare il discorso (e l'attenzione di chi lo ascolta) su temi fuorvianti!
La cruda realtà è che perfino i governi che lui vanta quali "amici" – quelli del cosiddetto "gruppo di Visigrad", tra i quali in evidenza è quello ungherese di Vilkor Orbán) – non sono affatto in accordo con la Lega di Salvini!
Un italiano – per giunta della Lega! – alla "concorrenza" non credo che verrà nominato dalla von der Layen; e, se per assurdo, invece lo fosse, credo che npn sarebbe accettato dai governi; e se per assurdo invece lo fosse, verrebbe bocciato dal P.E

Sono ormai due anni che Salvini sparla delle istituzioni dell'UE e attacca i principali leader dell'UE e dei governi dei paesi-membri. Come pretende che gli si dia retta?

Ieri, (gio 01/08/199) in una sua dichiarazione in qualità di ministro degli Interni, Salvini ha detto che occorre rivedere l'accordo di Dublino (secondo il quale l'accoglienza dei migranti da parte di uno stato-membro è "volontaria" e quindi competenza esclusiva delle autorità nazionali, con precisa esclusione di competenze a livello di UE). Ma quando in P.E. s'è votata la risoluzione che chiedeva di modificare quell'accordo in direzione di una effettiva solidarietà degli stati-membri, TUTTI gli eurodeputati del M5S e della Lega hanno votato contro (assieme ai "sovranisti"). E Matteo Salvini era allora il capogruppo dei leghisti in P.E.
Alla faccia della coerenza!
–––––––––––
Penso che già dal colloquio di oggi stesso tra Ursula von der Layen e Conte uscirà la prospettiva che l'Italia in Commissione Europea si dovrà accontentare di un "portafoglio" di poco conto.
Ovviamente posso sbagliarmi! Staremo a vedere.
Forse già domani si saprà [anche se la presidenza di Juncker scadrà il 31 ottobre, a Brexit concluso].
–––––––
Sul tema «quale italiano in Commissione Europeae con quale "portafoglio"» vi propongo, intanto, la lettura di un articolo uscito oggi (ven 02/08/19) su "Il Sole 24 ore" (da me ricevuto per e.mail).
NB: Non c'è in Internet. Sta nella prima pagina dell'edizione "cartacea":
V, ––> "Il Sole 24 0re", venerdì 2 agosto 2019

Nomine Ue, Conte incontra von der Leyen
Spunta Garavaglia

Venerdì 02/08/2019

Gerardo Pelosi

ROMA

Anche la questione del commissario italiano all'Unione europea si va ad aggiungere al lungo elenco dei dossier che stanno dividendo i due azionisti di maggioranza del Governo, Lega e Cinque stelle. Se fino a qualche settimana fa lo stesso premier, Giuseppe Conte, poteva annunciare che il risultato delle ultime elezioni europee metteva il nome del commissario italiano tutto in mano alla Lega, le ultime vicende che hanno portato alla luce rapporti poco trasparenti tra Lega e Federazione russa e le fibrillazioni su dossier caldi come la TAV e la giustizia hanno riaperto i giochi e allungato i tempi di una decisione che comunque andrà presa entro il 26 agosto. Il presidente del Consiglio è pienamente consapevole dei rischi che l'Italia corre nel deteriorare ulteriormente i rapporti già complicati con Bruxelles e ne ha parlato nei giorni scorsi con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha condiviso le stesse preoccupazioni. Ieri Conte avrebbe messo alle strette i suoi due vice, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, perché ci sia un accordo sul nome (anzi i nomi, un uomo e una donna) da presentare questa mattina alla nuova presidente della Commissione, la tedesca Ursula von der Leyen che sarà a Roma per incontrare per la prima volta il premier italiano.
 Salvini ha annunciato ieri che il nome del candidato lo farà al premier Conte prima dell'incontro con la von der Leyen. Si tratterà, ha annunciato Salvini, di un «politico della Lega» (come chiesto peraltro anche dal M5S) perché, ha aggiunto, «i tempi dei Monti sono finiti». Resta ancora da capire se la Lega intende proporre un nome perché abbia qualche possibilità di avere il disco verde dal Parlamento europeo (a maggioranza antisovranista) oppure un nome di rottura presentato per essere bocciato utilizzando lo scontro con il parlamento come nuova benzina per la prossima campagna elettorale. Fino a ieri sera questa domanda di fondo rimaneva senza risposta ma il nome che circolava con maggiore insistenza era quello del viceministro
 dell'Economia Massimo Garavaglia, un leghista che si è sempre distinto per posizioni tutto sommato equilibrate e molto collaborativo con il titolare del suo dicastero Giovanni Tria. 
Con la nuova presidenza della Commissione Conte dovrà affrontare anche i temi al centro del discorso programmatico della von der Leyen: dalla crescita alle nuove regole europee per l'immigrazione. Non è escluso che nel colloquio possa trovare anche posto la necessità di coprire quanto prima la posizione di rappresentante dell'ufficio per l'Italia della Commissione, una nomina che secondo Conte dovrebbe 
però ricadere nella responsabilità della nuova Commissione e non di quella uscente.
Un altro tema al centro dell'incontro di oggi tra Conte e la nuova presidente della Commissione sarà quello della Brexit. 
Ieri Conte ne ha parlato in un colloquio telefonico con il Primo Ministro del Regno Unito, Boris Johnson. Conte si è detto pronto a lavorare insieme per rafforzare ulteriormente le già eccellenti relazioni tra l'Italia e il Regno Unito. Johnson ha confermato il suo impegno per tutelare i diritti dei cittadini italiani che vivono nel Regno Unito e il suo obiettivo di uscire dall'Unione europea in ogni caso il 31 ottobre
2019. La sua preferenza resta per un'uscita con accordo, che tuttavia non preveda il cosiddetto "backstop" sul confine irlandese.

–––––––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»

Ultima modifica di Erasmus : 03-08-19 22:07.
Erasmus ora è in linea  
Vecchio 03-08-19, 12:30   #2
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,837
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Vorrei anche ricordare che, amara o no che sia stata la medicina somministrata agli italiani dal Governo Monti, è stato quel governo ad interrompere la crescita spropositata dello "spread"
Perché insisti a scrivere stupidaggini?
Monti è stato una iattura!

Per rendersene conto, esaminiamo il punto più significativo che è l'andamento dello spread BTP - Bund tedeschi in termini "reali", cioè al netto dell'inflazione in Italia e Germania.

Prima della crisi del 2008, la distanza fra Italia e Germania era praticamente zero, anzi nel 2008 i nostri rendimenti in termini reali scesero al di sotto di quelli tedeschi (spread BTP - Bund passato da 25 punti base del 2007 a -47 del 2008, sotto il governo Berlusconi!!!!).
Dal 2009si registra un'impennata a nostro sfavore, che è culminata nel 2012 - 2013 sotto il governo Monti, in cui raggiunse l'apice di 365 punti al netto dell'inflazione (valore nominale 392).



https://www.investireoggi.it/economi...cco-con-monti/
aspesi non in linea  
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 03-08-19, 12:47   #3
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,124
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Antò fa caldo.
Era la pubblicità di qualche anno fa per dire che quando fa caldo tutto diventa più difficile.
Persino ricordare le cose più vicine...
https://st.ilsole24ore.com/art/notiz...I&refresh_ce=1
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea  
Vecchio 03-08-19, 13:59   #4
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,837
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Quote:
Sat Visualizza il messaggio

Persino ricordare le cose più vicine...
Probabilmente non ti è chiaro e non hai capito quello che ho scritto.
il punto più significativo è l'andamento dello spread BTP - Bund tedeschi in termini "reali", cioè al netto dell'inflazione in Italia e Germania.
(il segno - indica meno, cioè i numeri che ho riportato sono il risultato di una sottrazione)

Certo:
Il 16 novembre 2011, ultimo giorno del Governo Berlusconi IV, lo spread tra Btp e Bund decennali è a 522,8. Il giorno prima era oltre 530 e il 9 novembre, negli ultimi giorni dell'esecutivo, era addirittura arrivato a quota 550,1, con i tassi dei titoli pubblici biennali che volano al 7,25 per cento.

Ma questo non confuta la conclusione del mio post precedente
La massima differenza spread BTP - Bund è culminata nel 2012 - 2013 sotto il governo Monti, in cui raggiunse l'apice di 365 punti al netto dell'inflazione

(A cambiare tutto, non è stato certamente Monti, dei cui errori subiamo ancora le conseguenze, ma solo ed esclusivamente Draghi)

Ultima modifica di aspesi : 03-08-19 14:16.
aspesi non in linea  
Vecchio 03-08-19, 16:00   #5
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,124
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Caro Aspesi, sei tu che non vuoi capire o non vuoi ricordare.
Al netto di tutte le chiacchiere il governo Berlusconi si dimise perchè non voleva fare il lavoro sporco che poi toccò fare a Monti. Eppure, Berlusconi, si era impegnato con l'Europa per fare tutte quelle manovre che poi fece Monti..
Ti ricordo che Monti non aveva truppe sue cammellate. Ti ricordo che le manovre di Monti furono approvate in parlamento con una larga maggioranza di cui faceva parte Berlusconi e tutti i suoi scagnozzi.
Se vogliamo riscrivere la storia recente ti faccio presente che è un tantinello complicato.
Se poi vuoi capire a fondo cosa accadde in quei giorni vai a vedere l'andamento in borsa dei titoli facenti capo alla galassia Berlusconi. Vai a leggere quei dati e capirai tante cose che non ti hanno raccontato.

P.S.
Voto di fiducia al Governo Monti.
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?

Ultima modifica di Sat : 03-08-19 16:09.
Sat non in linea  
Vecchio 03-08-19, 17:54   #6
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,901
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Perché insisti a scrivere stupidaggini?
Grazie, aspesi, della gentil e lusinghiera osservazione implicita nella tua retorica domanda!
Grazie davvero,
Ma io non ho affatto scritto stupidaggini!
Ho detto che l'interruzione della crescita delo spread è stata ottenuta dal governo Monti.
E su questo non ci piove!

Il guaio pè che chi è prevenuto riesce a leggere nelle opinioni diverse dalle sue anche ciò che non ci sta affatto!

E tu ti dimostri "passionalmente" prevenuto non appena nel discorso casca il nome di una delle persone che ti sono invise (a ragione o anche a torto!)
[Per esempio: disistiimi a prescindere ogni azione politica di J. Cluade Juncker.
E come la mettiamo col fatto che il tuo stimato Conte, dopo aver incontrato Juncker, ha detto di esergli amico, di stimarlo moltissimo, di riconoscergli la massima competenza e la totale onestà? [
Beh: le parole precise di Conte non lme e ricordo più: ma la sostanza delle sue dichiarazioni era proprio questa.
[A proposito di Juncker: sto ancora aspettando la tua ammissione d'aver dato "fake news" a riguardo del diritto tributario lussemburghese, cambiato proprio sotto un Governo Juncker da quello che dicevi tu (di privilegio fiscale per imprese e capitali stranieri) in quello rispettoso delle regole della UE (nella quale, vigendo le 4 libertà di movimento [di persone, di capitale, di impresa e di servizi] in ogni stato-membro deve essere uguale la fiscalità per persone fisiche o giuridiche nazionali o invece provenienti da altro stato–membro dell'UE). La riforma del diritto tributario lussemburghese è avvenuta sotto un governo Juncker ai tempi della Commissione Prodi, al pari della riforma di quello austriaco (che aveva lo stesso "baco" di quello lussemburghese). Ma tu hai insistito più volte sul Lussemburgo di Juncker, e mai una volta hai criticato per lo stesso motivo l'Austria! Evidentemente non sei prevenuto nei riguardi dei politici austriaci, nemmeno nei riguardi di quelli sovranisti e fascistoidi dell'FPÖ (Freiheitliche Partei Österreichs, letteralmente Partito libertario dell'Austria, noto però in Italia come "Partito austriaco delle libertà", originariamente su posizioni liberali ma poi trasformato da Jörg Haider in un partito nazionalista di destra "populissta"). ]

Ti dilunghi nel ricordarmi che lo spread non ha cessato di crescere dopo l'insediamento del governo Monti e che anzi la crescita cdello spread – parole tue – « è culminata nel 2012 - 2013 sotto il governo Monti».
Ma io ... non avevo mica detto il contrario.

Io non sono un cultore dei grafici di andamentii (nel tempo) economici, o monetari, o di pressioni fiscali, o azionistici (come invece sei tu).
Tuttavia cerco sempre che le mie affermazioni non siano "senza cognizione di causa" (e sto pure sempre attento – magari senza riuscirci sempre – a non incappare nel "dire stupidaggini").

Stimolato dalla tua rispettosa domanda retorica sono andato a cercare con Google le parole "Apice dello spreed nel 2013".
Ecco qua:
––> "Apice dello spread nel 2013" (ricerca con Google)
E tra i risultati ci trovi queste due figure.


Occhio alle date!
Ti ricordo che il quarto (ultimo!) governo Berlusconi è caduto nell'autunno 2013 e che il governo Monti (subentrato subito) è terminato il 28 aprile del 2013.

Ciao ciao!
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»
Erasmus ora è in linea  
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 03-08-19, 19:00   #7
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,837
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Quote:
Sat Visualizza il messaggio
Al netto di tutte le chiacchiere il governo Berlusconi si dimise ...
Ripeto, cercando di essere più chiaro.

Io ho risposto a Erasmus, il quale pareva aver assegnato al governo Monti il merito di "aver interrotto la crescita spropositata dello spread".
Invece, questo merito è esclusivamente del QE e delle decisioni di Draghi ("La BCE è pronta a fare tutto il necessario a preservare l'euro").

Durante il governo Monti, inoltre, il differenziale reale netto fra BTP e Bund è stato (per un certo tempo) superiore a quello che c'era al momento della caduta del governo Berlusconi.

Il resto, voto di fiducia, chi ha sostenuto Monti (la Lega no!), non c'entra con quanto ho scritto (sottolineo: io non ho mai votato Berlusconi!!!)
aspesi non in linea  
Vecchio 03-08-19, 19:18   #8
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,837
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Stimolato dalla tua rispettosa domanda retorica sono andato a cercare con Google le parole "Apice dello spreed nel 2013".

Occhio alle date!
Ti ricordo che il quarto (ultimo!) governo Berlusconi è caduto nell'autunno 2013 e che il governo Monti (subentrato subito) è terminato il 28 aprile del 2013.

Ciao ciao!
Erasmus, credevi che io non conoscessi la curva che hai allegato?

Da lì sembrerebbe che l'apice dello spread sotto il governo Monti è stato leggermente inferiore a quello verificatosi sotto il governo Berlusconi.

Ma, con il presupposto che avevo premesso; "Spread BTP - Bund in termini reali, al netto dell'inflazione) non è così, perché, se ben ricordo, il delta inflazione Italia - Germania era ben superiore con Berlusconi rispetto a Monti.

(Erasmus, dove mai avrei scritto che io stimo Conte? )

aspesi non in linea  
Vecchio 03-08-19, 21:00   #9
Sat
Utente Senior
 
L'avatar di Sat
 
Data di registrazione: Dec 2009
Messaggi: 1,124
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Ripeto, cercando di essere più chiaro.
...
Il resto, voto di fiducia, chi ha sostenuto Monti (la Lega no!), non c'entra con quanto ho scritto (sottolineo: io non ho mai votato Berlusconi!!!)
Il fatto è che in giro ci sono tanti smemorati che non ricordano o non vogliono ricordare che il Governo Monti fu sostenuto da una larghissima maggioranza parlamentare.
Affermare che Monti fu una iattura non corrisponde al vero per il semplice fatto che ogni manovra, ogni scelta di governo, doveva poi essere approvata dal parlamento, Berlusca compreso. La Lega si tirò fuori, vero, per il semplice fatto che hanno sempre fatto così, ancora oggi. Fanno opposizione al governo anche quando ne fanno parte.
E' un giochino che può funzionare solo perchè gli italioti non ricordano mai niente.
Non ricordano che la Lega faceva parte di quel governo che portò l'Italia sull'orlo del baratro... altrimenti Monti non sarebbbe mai arrivato.
__________________
How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Sat non in linea  
Vecchio 04-08-19, 01:09   #10
Erasmus
Utente Super
 
L'avatar di Erasmus
 
Data di registrazione: Feb 2008
Ubicazione: Unione Europea
Messaggi: 5,901
Predefinito Re: Quale italiano in Commissione Europea? E per quale incarico?

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
[...] ho risposto a Erasmus, il quale pareva aver assegnato al governo Monti il merito di "aver interrotto la crescita spropositata dello spread".
Ma bravo!
a) Stai confermando quel che dicevo a proposito di chi è prevenuto!
Di nuovo leggi nelle mie dichiarazioni quello che non ci sta! !
Eppure l'ho perfino ripetuto!
Ho scritto (lo ripeto di nuovo) che l'interruzione della crescita dello spread è stata ottenuta dal governo Monti. Ed ho pure scritto che SU QUESTO NON CI PIOVE!
Non ho parlato di "merito" (dato che un successo o un insuccesso di un governo può anche molto dipendere da fattori esterni non controllabili dal governo né da altri enti nazionali.).
b) Nella tua replica al secondo mio intervento ... di nuovo ti mostri capace di leggere quello che non c'è! Mi fai infatti un discorso (che io, notorio e confesso buzzurro in quasta materia) non capisco ma che accetto (provenendo dalla eccelsa tua competenza) dato che non riguarda affatto quel che ho scritto!
Eeeehh: ma sei reidivo forte, eh!
[Amichevolmente, se fossimo ad un tavolino a berci una birra in compagnia ti direi senza eufemismi quel che qui sto per scrivere mascherando la parola scurrile:!
«Ma che ca**o c'entra che il massimo assoluto dello spread sia capitato nel 2011 (col governo Berlusconi) o nel 2012 (col governo Monti) con la mia affermazione?
Te la ripeto per la quarta volta:
« [...] amara o no che sia stata la medicina somministrata agli italiani dal Governo Monti, è stato quel governo ad interrompere la crescita spropositata dello "spread"»
Eehh: ma sei recidivo forte, eh!
b) Altra tua mega-cantonata! Questa sì che è una "stupidaggine" !
Ah quanto azzeccata è stata l'osservazione di Sat sul non ricordare nemmeno le cose recenti!] [Stendo un pietoso velo sull'incipit ["Invece questo merito"] della mega-cantonata che riconferma s la tua capacità di leggere nelle mie parole quel che non ci sta!]. Tu hai scritto:
«Invece, questo merito è esclusivamente del QE e delle decisioni di Draghi ("La BCE è pronta a fare tutto il necessario a preservare l'euro").»
Scusa se mi ripeto anch'io. Ma che ca**o c'entra il QE della BCE (annunciato e subito messo in atto nnel 2015) col governo Monti (terminato nel 2013)? la frase che citi come detta da Draghi è stata effettivamente detta da Draghi – occhio alle date! – [b]il 26 luglio 2012.[(b]
Draghi è succeduto a Trichet il 1° novembre del 2011 ... e si è dato subito da fare per difendere l'euro [ in pratica: in soccorso dei paesi, come Spagna e Italia, a rischio di "default"]. Anzi: si è dato da fare fin da quando è stato designato successore di Trichet! (con particolari e stimolanti critiche ai governi, in particolare nel suo discorso in PE e con la lettera scritta assieme a Trichet al "governo italiano" [cioè a Berlusconi. A questo propoito leggo su Wikipeia:
«Il 5 agosto 2011, poco prima del suo insediamento, [Draghi] ha scritto, insieme col presidente uscente della BCE, Jean Claude Trichet, una lettera al governo italiano per sollecitare una serie di misure economiche, che l'Italia avrebbe dovuto al più presto attuare»
Ma, come ricorda giustamente Sat, Berlusconi non ha preso alcuna misura utile a fermare la caduta della credibilità del sistema economico "Italia; e questo ha portato a sfiduciare il suo governo (retto ornai su una risicata maggioranza dopo lo strappo con Fini che si è portato dietro un po' di parlamentari). Ma il darsi da fare di Draghi è stato inefficace perché la BCE (ancora presieduta da Trichet) non acquisterà titoli italiani se il governo italiano non applicherà quanto consigliato dalla coppia Draghi-Trichet. Ed infatti lo spread vola alle stelle proprio nei giorni immediatamente precedenti l'entrata in carica del nuiovo presidente della BCE
E non è nemmeno vero che lo spread sia calato "per merito della BCE"! Nei primi primi giorni del governo Monti lo spread è calato per il cessare da parte di Germania e Francia di vendita di titoli italiani (ossia per una ostentata fiducia in Monti da parte della Merkel e di Sarkozy che significava: «Finalmente ci siamo liberati del Berluska!». Ma poi, anche quando Monti stava mettendo in pratica i consigli di Trichet e Draghi e la BCE acquistava titoli italiani, lo spred è tornato a salire raggiungendo il massimo nell'agsto del 2012. Ma poi è iniziata la discesa dello spread perché, proprio l'esaurisrsi delle riserve tedesche e francesi di titoli italiani, comportando il cessare definitivo della vendita di titoli italiani da parte teesca e francese, ha ridato fiducia al sitema Italia a livello internazionale, anche extra-europeo
Caro aspesi: mettila come ti pare (e bada che ai federalisti europei l'europeismo "funzionalista" macroscopicamente "intergovernativo" dei leder Sarkozy – Merkel–Monti di quegli anni non piace affatto). Fatto sta che negli ultimi 8 mesi del governo Monti lo spread è sceso dal suo massimo alla metà di questo!
E anche su ciò non ci piove!
c) Nel cercare l'andamento dello spread dei titoli italiani mi sono imbattuto in un articolo ... evidentemente idiota!
––> Così la BCE di Draghi ha solo rinviato di anni la fine dell’euro
Guarda caso, il sito in cui sta questa palese idiozia, è quello dal quale attingi tu, aspesi, le tue informazioni sulle cause dlla cresita o diminuzione dello spread.

Ma bravo!
Hai scelto una fonte davvero attendibile!
––––––
__________________
Erasmus
«NO a nuovi trattati intergovernativi!»
«SI' alla "Costituzione Europea" federale, democratica e trasparente!»

Ultima modifica di Erasmus : 04-08-19 01:44.
Erasmus ora è in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 14:02.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it