Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Il Bar dell'Osservatorio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 20-09-18, 11:53   #4721
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Verso il default

meta non in linea  
Vecchio 23-09-18, 12:48   #4722
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,835
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Tutto questo dimostra che viviamo al di sotto delle nostre risorse, con anche il deflusso continuo di capitali all'estero, ovvia conseguenza delle politiche finora adottate.
C'è adesso (14:45) Savona su RAI3 e sta parlando proprio di questo
aspesi non in linea  
Vecchio 28-09-18, 07:12   #4723
GimoIng
Utente Junior
 
Data di registrazione: Apr 2018
Ubicazione: Trieste
Messaggi: 87
Predefinito Re: Verso il default

Secondo voi da chi sarà formato il prossimo Governo Tecnico? Gran parte dei nomi noti sono già stati 'bruciati' recentemente...forse un Draghi finito il mandato alla BCE?
GimoIng non in linea  
Vecchio 28-09-18, 07:40   #4724
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,512
Predefinito Re: Verso il default

Da Maduro!...
Mizarino non in linea  
Vecchio 28-09-18, 08:04   #4725
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Verso il default

tempi duri per chi ha titoli di stato.
tempi anche peggiori per chi non ha nulla.

Ultima modifica di meta : 28-09-18 08:24.
meta non in linea  
Vecchio 28-09-18, 10:31   #4726
Valerio Ricciardi
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2011
Ubicazione: Roma
Messaggi: 327
Predefinito Re: Verso il default

Che le politiche di mera austerità siano state depressive e non abbiano sortito effetti degni di nota sulla ripresa dell'economia, rendendo delle due più difficile continuare nel percorso di riduzione del debito perché il PIL calava o se aumentava aumentava molto meno di chi non attuava misure più draconiane, lo penso da tempo, e su questo dò ragione ad Aspesi.

Si è messa una pezza, anche se vigorosa, su una situazione finanziaria e contabile in quel momento molto critica ponendo però le basi di un impoverimento durevole per il futuro.

Poi, si sa come è nato (in Francia) il criterio che ha stabilito come target iniziale minimo il 3%. Vedasi anche questo
https://notizie.tiscali.it/economia/...egge-bilancio/.

Ma a me, un partito che fa una festa pazza annunciando che ha appena fatto fare a tutti un debito, e grosso, sul quale per giunta per il peggioramento dello spread pagheremo tutti una percentuale di interessi crescente per valori assoluti dell'ordine di miliardi di euro (che andranno a dover logicamente essere sottratti dalle risorse nominalmente ora rese disponibili facendo lo sforamento), lo trovo inquietante.

Ciascuno dei due partiti di governo tutto felice ha tenuto il punto solo per poter avere qualcosa da sbattere frettolosamente sotto il naso alla parte meno avveduta e consapevole del suo elettorato, e tutto ciò perché abbiamo la sfortuna delle imminenti elezioni europee.

Così facendo questi due giocano a poker rischiando di produrre un grandissimo danno economico, serio e durevole, e dagli effetti che si perpetueranno per generazioni.

tanto a chi li ha votati

quanto a chi non li ha votati.
__________________
INQUINAMENTO LUMINOSO - Nel Lazio è pienamente in vigore la la L.R. 23 del 2000 che disciplina ogni fonte di luce esterna (orientamento e intensità). Segnalate a LAZIO STELLATO, il Coordinamento per la riduzione/prevenzione dell'IL ed il risparmio energetico le situazioni che trovate nocive: laziostellato@gmail.com
Valerio Ricciardi non in linea  
Vecchio 28-09-18, 11:23   #4727
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,835
Predefinito Re: Verso il default

"Il 16 ottobre, il vicepresidente della Commissione europea, il lettone Valdis Dombrovskis, e il titolare dei conti pubblici, il francese Pierre Moscovici, firmeranno la lettera in cui intimeranno al governo Conte di modificare la manovra entro due settimane, o saranno costretti a rigettarla. Quindi, a fine ottobre, se nulla sarà cambiato nel bilancio italiano per il 2019, scriveranno la loro opinione negativa, il rigetto della finanziaria gialloverde prima ancora della sua approvazione in Parlamento per via di un peggioramento strutturale del deficit di 12,6 miliardi.

A quel punto ci saranno altre tre settimane per cancellare quel 2,4% dalla casella del disavanzo. Se così non sarà, intorno al 21 novembre arriverà la bocciatura definitiva che aprirà la porta a una procedura di infrazione sui conti italiani al più tardi nei primi mesi del 2019. Il commissariamento europeo del governo grillo-leghista con una serie di parametri molto stringenti per rimettere deficit e debito su una traiettoria discendente".

aspesi non in linea  
Vecchio 28-09-18, 11:37   #4728
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Verso il default


è una notizia del 2012, senza altre conferme oltre all'interessato. telese ha scelto su che carro salire a allora rilancia.
cmq, si vede bene che a chi deve prestare soldi al governo italiano non interessa il 3% o meno.

Ultima modifica di meta : 28-09-18 11:42.
meta non in linea  
Vecchio 28-09-18, 11:55   #4729
GimoIng
Utente Junior
 
Data di registrazione: Apr 2018
Ubicazione: Trieste
Messaggi: 87
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
Valerio Ricciardi Visualizza il messaggio
Che le politiche di mera austerità siano state depressive e non abbiano sortito effetti degni di nota sulla ripresa dell'economia, rendendo delle due più difficile continuare nel percorso di riduzione del debito perché il PIL calava o se aumentava aumentava molto meno di chi non attuava misure più draconiane, lo penso da tempo, e su questo dò ragione ad Aspesi.

Austerità è una parola parecchio inflazionata però. Non si capisce mai da dove dovrebbero arrivare concretamente i quattrini per poter fare manovre espansive anticicliche, senza avere costruito margini da sfruttare nei periodi meno ostili.


Il tetto del deficit al 3% sarà un'invenzione, ma lo stock di debito italiano, unito agli attuali tassi a 10 anni è a un livello tale per cui anche rimanendo il deficit attorno al 2% il debito tenderebbe comunque ad aumentare, quindi per noi quella soglia non ha più senso, è già troppo ottimistica.
Lo scenario probabile, senza correzioni è il default selettivo.

Ultima modifica di GimoIng : 28-09-18 11:59.
GimoIng non in linea  
Vecchio 28-09-18, 12:05   #4730
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,512
Predefinito Re: Verso il default

Intanto i maggiori interessi da pagare nel 2019-20 per la salita dello spread dai 130 punti di maggio a chissà dove si fermerà (per il momento è salito a 280) si mangeranno tutti i 20 miliardi in più.
Miliardi stanziati per mandare in pensione anticipata, fra gli altri, un po' di artigiani del Nord (e consentirgli di continuare in nero) e per dare un reddito di nullafacenza ad un po' di finti disoccupati del Sud (e consentirgli di continuare con più tranquillità il nero che già fanno, oppure semplicemente di grattarsi i marroni) ...
Mizarino non in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 15:24.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it