Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Esobiologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 15-02-08, 09:32   #1
Dark_GRB
Utente Esperto
 
L'avatar di Dark_GRB
 
Data di registrazione: Sep 2004
Ubicazione: Sicilia
Messaggi: 2,533
Predefinito Nuovo interessante sistema extrasolare, scoperto via microlensing

Ciao a tutti,

accendo il computer stamattina, come tutti i giorni, e rimango invece piacevolmente sorpreso da una notizia interessante. E' stato scoperto, via microlensing, un altro sistema solare in cui vi sono non uno ma due pianeti giganti:

http://exoplanet.eu/star.php?st=OGLE-06-109L#a_publi

I due pianeti orbitano intorno una nana rossa di circa 0,5 masse solari, a circa 5000 anni luce dalla Terra. Il piu' vicino ha un raggio orbitale di circa 2,3 u.a., impiega circa 5 anni per completare un'orbita, ha una massa di circa 0,7 quella di Giove. Il secondo orbita a 4,6 u.a. dalla sua stella, ha un tempo di rivoluzione di 14 anni, ed una massa di 0,27 masse gioviane (praticamente la massa di Saturno). Le temperature di equilibrio, data la scarsa luminosita' della stella centrale, sono 87 e 59 gradi Kelvin rispettivamente (-190 e -214 Celsius).
Colpisce il fatto che i rapporti dei parametri orbitali - tempo e periodo di rivoluzione - di questi due pianeti sono simili a quelli di Giove e Saturno; si e' parlato di "versione in scala ridotta" del nostro sistema solare.

Se per caso ho "pestato i piedi" a chi ha il compito di annunciare le news nel forum, me ne scuso; la notizia era troppo interessante e non ho resistito

Cheers, Dark.
Dark_GRB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 15-02-08, 12:28   #2
matrix80
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2007
Messaggi: 127
Predefinito Re: Nuovo interessante sistema extrasolare, scoperto via microlensing

dove l'hai letto che è una nana rossa? io non sono riuscito a trovare informazioni sulla classe spettrale di questa stella...ma con una massa del 50% della massa solare, mi sembra più probabile che sia una nana arancione di classe spettrale K, in genere le nane rosse sono più piccole

Ultima modifica di matrix80 : 16-02-08 18:58.
matrix80 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 15-02-08, 16:40   #3
Dark_GRB
Utente Esperto
 
L'avatar di Dark_GRB
 
Data di registrazione: Sep 2004
Ubicazione: Sicilia
Messaggi: 2,533
Predefinito Re: Nuovo interessante sistema extrasolare, scoperto via microlensing

Quote:
matrix80 Visualizza il messaggio
dove l'hai letto che è una nana rossa? io non sono riuscito a rovare informazioni sulla classe spettrale di questa stella...ma con una massa del 50% della massa solare, mi sembra più probabile che sia una nana arancione di classe spettrale K, in genere le nane rosse sono più piccole
Una massa di 0,5 masse solari compete ad una stella di classe spettrale M0, che decisamente e' una nana rossa

Una referenza e' questa pagina di Wikipedia:

http://en.wikipedia.org/wiki/Main_sequence

nella tabella in fondo.

Poi ovviamente sono nane rosse anche le stelle di massa ancora piu' piccola di 0,5 masse solari.

Ciao, Dark
Dark_GRB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 15-02-08, 17:56   #4
matrix80
Utente Junior
 
Data di registrazione: Oct 2007
Messaggi: 127
Predefinito Re: Nuovo interessante sistema extrasolare, scoperto via microlensing

Quote:
Dark_GRB Visualizza il messaggio
Una massa di 0,5 masse solari compete ad una stella di classe spettrale M0, che decisamente e' una nana rossa

Una referenza e' questa pagina di Wikipedia:

http://en.wikipedia.org/wiki/Main_sequence

nella tabella in fondo.

Poi ovviamente sono nane rosse anche le stelle di massa ancora piu' piccola di 0,5 masse solari.

Ciao, Dark
visto, cmq permettimi di avere ancora dei dubbi dato che ad esempio gliese710 ha una massa stimata fra 0.4 e 0,6 masse solari(probabilmente 0,42), ma una classificazione spettrale più vicina a una piccola nana arancione che a una nana rossa(solstation dà un range che varia da K5 a M1) http://www.solstation.com/stars2/gl710.htm

Cmq per tornare in topic, secondo me la cosa più interessante di questa scoperta è che si è scoperto un sistema stellare simile al nostro anche su una stella molto lontana, e che è più vicina al centro della galassia rispetto al sole....segno che sistemi planetari simili al nostro(e quindi con potenziali pianeti abitabili) esistono anche al di fuori del braccio di Orione...ok la cosa era prevedibile, ma averne la conferma è tutt'altra cosa
tutto ciò comunque fa aumentare la probabilità dell'esistenza di una gran quantità di pianeti simili alla terra nella nostra galassia

aspettiamo TPF e Darwin(ma anche Kepler potrà contribuire molto), e allora si che ne vedremo delle belle

Ultima modifica di matrix80 : 15-02-08 17:59.
matrix80 non in linea   Rispondi citando
Vecchio 15-02-08, 18:34   #5
Dark_GRB
Utente Esperto
 
L'avatar di Dark_GRB
 
Data di registrazione: Sep 2004
Ubicazione: Sicilia
Messaggi: 2,533
Predefinito Re: Nuovo interessante sistema extrasolare, scoperto via microlensing

Diciamo che una classificazione precisa non esiste; ma non penso sia errato dire che dal tipo spettrale K7-K8 in poi si e' praticamente nel regno delle nane rosse

Il microlensing ha gia' permesso in passato di scoprire pianeti piu' grandi della Terra, ma non di molto (4-10 masse terrestri) intorno stelle lontane, appartenenti al bulge della Galassia. Esempio, questo:

http://exoplanet.eu/star.php?st=OGLE-05-390L


Oltre alle missioni che hai citato, aspetto anche i risultati di COROT. Erano attesi per la fine dell'anno scorso, ed ancora non ci sono. Molto sommariamente, COROT avrebbe dovuto rilevare il transito di pianeti di raggio almeno 3 volte quello della Terra in su', ma le sue performances si sono dimostrate alquanto migliori del previsto; dovrebbe essere in grado di rivelare il transito di pianeti del diametro simile a quello della nostra Terra.

Magari a breve avremo sensazionali notizie, incrociamo le dita

Ciao, Dark.
Dark_GRB non in linea   Rispondi citando
Vecchio 16-01-09, 07:38   #6
love007382
Utente Junior
 
Data di registrazione: Jan 2009
Messaggi: 1
Smile a

potiskanje, tako lepo temo dobro delovno mesto
__________________
StrawberryNET
love007382 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 21:49.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it