Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Il Bar dell'Osservatorio
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

 
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 11-03-19, 18:28   #5161
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,833
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Ahhahah!
Intanto ... beccati un Cagnato! ["se [...] avresti approfondito"]!
[Non mi dire che Giggino Di Maio fa scuola anche in grammatica sui suoi simpatizzanti anti-euro. te cprteso ! ]
OK, ok, sei contento?

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
[L'altro, portato tempo fa, era il fatto che io NON VOLEVO che il governo continuasse a vendere BUONI del TESORO a quegli interessi: ma sarebbe stato necessario che la gente lo capisse. mica che fossi da solo!
E l'hai capito ? (il perché)
http://www.trekportal.it/coelestis/s...postcount=5129

aspesi non in linea  
Vecchio 11-03-19, 19:28   #5162
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,833
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Visto che ti piacciono i numeri, sappi che il mio stipendio da insegnante appena passato in ruolo (alla fine del 1976) era di 279 mila lire al mese, (e per gli insegnanti non c'era ancora alcuna "tredicesima". Per fortuna avevo ancora un introito come consulente dell'Italtel, (se no non sbarcavo certo il lunario!). Nel 1989 io ero arrivato a circa 1.250.00 Lire al mese; e per fortuna a quasi la stessa somma(circa 100 mila lire di meno) percepiva finalmente anche mia moglie, che ha iniziato ad insegnare proprio nel 1976 [dopo aver frequentato il relativo "corso abilitante"] dapprima con supplenze saltuarie ma alla fine entrando pure lei in ruolo).
A casa mia, da quando mi sono sposato (nel 1967) c'è sempre stata una sola entrata. La mia.
La dichiarazione dei redditi è stata 17,2 milioni di lire nel 1978 (straordinari a non finire, risparmiavo che era un piacere, ho comprato casa) e di 47,5 milioni nell'89 (lordi), anno in cui avevo due (dei 3) figli all'università a Torino, e solo per il loro affitto spendevo mensilmente 900 mila lire, per cui ho dovuto arrangiarmi per aumentare l'introito (scrivendo su alcuni giornali di tecnica e sistemistica totocalcio).

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Negli anni '80 gli insegnanti non si sentivano certo ben retribuiti!
E quanto lavoravano?
Allora, il lavoro c'era, non è come adesso!
Io, oltre alle 40 ore settimanali, facevo 60-70 ore di straordinario al mese (talvolta superavo le 100 ore, notti, sabato e domeniche comprese, era il periodo dei controlli dopo il disastro di Chernobyl).
Tant'è che dal '90 la ditta per risparmiare ha preferito mettermi in busta un forfait, indipendentemente dal fatto che lo straordinario venisse fatto o meno.

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
io non mi picco di competenze estranee alla mia formazione culturale (come invece fai tu, più con gratuita presunzione che per effettivo studio, seppur da autodidatta, nel settore economico in cui ti credi competente– ma chissà quanto lo sei davvero! –
Queste sono le operazioni che ho fatto online negli ultimi giorni
[url=https://postimages.org/]

Ho vergogna a postare i guadagni dall'inizio dell'anno...

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Ho iniziato a lavorare nell'ottobre 1963 (primo stipendio 118 mila lire!), mi sono sposato nel 1964, ero già padre sul finire del 1965.
Il mio primo stipendio, novembre 1963, era di 95mila lire, con penalizzazione dei minimi contrattuali (cat. B1) perché non ero ancora maggiorenne.

Quote:
Erasmus Visualizza il messaggio
Tu continua pure a pensare alla Bagnai!
–––
Ciao ciao!
Io penso alla... me stesso. Che talvolta collima (e tal altra no) con il pensiero di altri

aspesi non in linea  
Vecchio 13-03-19, 08:23   #5163
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
f16006a Visualizza il messaggio
A cosa ti riferisci? Bagnai ha ritrattato su qualcosa?

propongo un articolo molto chiaro sul fenomeno no-euro, vita, morte e miracoli su internet
https://www.ilfoglio.it/politica/201...o-euro-227917/

Dare la colpa di ogni cosa all’euro e presentare l’uscita dall’euro come la soluzione di tutti i problemi rispondeva a questa necessità”.
Tecnicamente, Bagnai e Borghi (più il primo che il secondo) non dicevano esattamente così, ma anche questo fa parte dello schema della setta: il santone non offre mai la certezza assoluta della ricetta miracolosa, sono gli adepti a crederci, e così è stato”. Il secondo assunto fondamentale della setta “è la fede nella conoscenza assoluta: un solo sapere può risolvere qualsiasi problema. Questo schema mentale è molto importante perché è così che i no euro hanno aperto la mente a tante altre declinazioni del complottismo. Alla base di questa permeabilità c’è la volontà di dare una risposta semplice a problemi complessi”.
...
Twitter, spiega Bosco, peraltro molto attivo sul social network, “ha avuto un ruolo fondamentale” nel successo dei no-euro, che a colpi di tweet hanno potuto diffondere teorie, dottrine ma anche complotti. “Il modo in cui i mass media hanno stabilito una connessione diretta con Twitter ha permesso agli adepti di stabilire una connessione in diretta con i santoni che dibattevano in studio contro i nemici dell’Italia. Borghi e Bagnai sono stati eccezionali, hanno costruito un articolato vocabolario di termini, soprannomi, frasi fatte e argomentazioni preconfezionate che consente agli adepti di affrontare i dibattiti sui social. Ecco perché il loro impatto è tanto forte, appena gli eroi della setta vanno in televisione, e appena qualche personaggio nemico tocca un argomento sensibile, gli adepti scattano all’attacco usando le munizioni confezionate dai guru, lasciando ben poco spazio ai ragionamenti perché spesso gli adepti non sanno neanche di cosa stanno parlando. Non l’hanno capito, si fidano dei guru e tanto basta. Quella dei no euro non è una comunità di pensiero, né politica: è fandom”
....
Nella setta molti adepti credono che il silenzio sul tema sia parte della strategia di preparazione dell’uscita unilaterale. Borghi e Bagnai ufficialmente smentiscono, ma gli adepti ci credono lo stesso”. Anche grazie, naturalmente, a tweet sibillini di entrambi. “Si torna al primo punto della setta: il santone non offre mai la certezza assoluta della ricetta miracolosa, sono gli adepti a crederci. Poi, a un certo punto, le conseguenze delle bugie entreranno in scena, e anche questo giro di giostra finirà. Male”.

Ultima modifica di meta : 13-03-19 08:40.
meta non in linea  
Vecchio 13-03-19, 09:06   #5164
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,498
Predefinito Re: Verso il default

Ciò che mi chiedo è questo:

1) Qual è l'obiettivo vero, a medio-lungo termine di Borghi e Bagnai? Uscire dall'Euro, disfare l'Europa oppure semplicemente costruirsi uno spazio di potere?

2) Nel caso l'obiettivo vero sia uscire dall'Euro, o ancor peggio, disfare l'EU, quale ne è la ratio? Fare affari con la Russia o che altro?
Mizarino non in linea  
Vecchio 13-03-19, 09:18   #5165
meta
Utente
 
Data di registrazione: Jan 2015
Messaggi: 772
Predefinito Re: Verso il default

secondo me:


costruirsi uno spazio di potere, che però non è in alternativa ad uscire dall'euro. questi non sono come farage, che ha vinto la lotteria e (pare) si sia ritirato. in determinate circostanze, anche uscire potrebbe voler dire conservare potere. nel caos che ne seguirebbe, potrebbero ancora dire che è tutta la colpa è di altri etc

in questo senso, non c'è una ratio. bagnai è stato travolto dal successo presso i suoi pochi ma rumorosi seguaci e ne è prigioniero, anche se non lo sa. uno come borghi, è pure lui diventato parlamentare e consigliere economico; perchè mai dovrebbero riflettere sul da farsi? a loro, va tutto bene così.

Ultima modifica di meta : 13-03-19 09:30.
meta non in linea  
Vecchio 13-03-19, 16:00   #5166
f16006a
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2012
Messaggi: 240
Predefinito Re: Verso il default

Aspesi... ma... quelle sono 2000 obbligazioni a 80€ o 2 obbligazioni?



E' fineco la piattaforma?
f16006a non in linea  
Vecchio 13-03-19, 16:04   #5167
f16006a
Utente Junior
 
Data di registrazione: Nov 2012
Messaggi: 240
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
meta Visualizza il messaggio
secondo me:


costruirsi uno spazio di potere, che però non è in alternativa ad uscire dall'euro. questi non sono come farage, che ha vinto la lotteria e (pare) si sia ritirato. in determinate circostanze, anche uscire potrebbe voler dire conservare potere. nel caos che ne seguirebbe, potrebbero ancora dire che è tutta la colpa è di altri etc

in questo senso, non c'è una ratio. bagnai è stato travolto dal successo presso i suoi pochi ma rumorosi seguaci e ne è prigioniero, anche se non lo sa. uno come borghi, è pure lui diventato parlamentare e consigliere economico; perchè mai dovrebbero riflettere sul da farsi? a loro, va tutto bene così.
Secondo me il governo non farà nulla di tutto ciò, e Borghi e Bagnai scompariranno gradualmente dalla scena. I loro libri li hanno venduti (ipotizzo, non so se abbiano scritto libri) e sicuramente i soldi con i click li hanno fatti. E questo è tutto, secondo me.

Ricordo che prima del 2012, era pieno di mentecatti che profetizzavano che la terra avrebbe smesso di girare su se stessa, per riprendere a girare in senso opposto. Hanno venduto libri, venduto biglietti per spettacoli... e poi si sono defilati.
f16006a non in linea  
Vecchio 13-03-19, 21:59   #5168
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,833
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
f16006a Visualizza il messaggio
ma... quelle sono 2000 obbligazioni a 80€ o 2 obbligazioni?

E' fineco la piattaforma?
Nè l'una, né l'altra... il numero è 2000, ma il prezzo è in centesimi (in quel caso, di dollari)

Sì è Fineco
http://i63.tinypic.com/suvzh0.png

aspesi non in linea  
Vecchio 18-03-19, 16:21   #5169
aspesi
Utente Super
 
L'avatar di aspesi
 
Data di registrazione: Nov 2009
Ubicazione: Terra dei Walser
Messaggi: 4,833
Predefinito Re: Verso il default

Dicevo:

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Forte aspettativa su un nuovo TLTRO.
Nonostante l'OCSE abbia tagliato le previsioni di crescita dell'economia italiana nel 2019, stimando una fase di recessione, mi aspetto un ulteriore calo dello spread.
Poi, ovviamente, rispetto ai BTP (5-7 anni) fate quello che volete...
Per chi vuole, o non ha ancora sfruttato l'occasione, c'è ancora tempo.
Lo spread calerà probabilmente a 170-180 punti prima delle elezioni europee.

Venerdì scorso Moody's ha deciso di rinviare l'aggiornamento del rating e il mercato l'ha presa bene, la decisione suona come una conferma di fatto del rating e dell’outlook.
In più, ci sono le indiscrezioni sui termini delle prossime operazioni di rifinanziamento annunciate all'inizio del mese da Mario Draghi. I TLTRO potrebbero essere concessi a tassi negativi, ovvero, le banche sarebbero incentivate ad attingere alla liquidità fornita dalla BCE. I costi di approvvigionamento inferiori a zero potrebbero incentivare il carry trade, ovvero, l'arbitraggio tra il costo del finanziamento ed il rendimento di un investimento a basso rischio, per esempio in BTP.
E infine ci sono le voci sulla volontà della BCE di alzare in modo molto graduale i tassi sul deposito, oggi al -0,4%: da tempo le banche pagano in modo salato i costi di stoccaggio presso la banca centrale europea.
aspesi non in linea  
Vecchio 18-03-19, 16:32   #5170
Mizarino
Utente Super
 
L'avatar di Mizarino
 
Data di registrazione: May 2004
Messaggi: 9,498
Predefinito Re: Verso il default

Quote:
aspesi Visualizza il messaggio
Per chi vuole, o non ha ancora sfruttato l'occasione, c'è ancora tempo.
Lo spread calerà probabilmente a 170-180 punti prima delle elezioni europee.
Io ci ho messo metà della seconda rata della liquidazione all'inizio di Dicembre, quando lo spread era poco meno di 290. Bond settennali a scadenza 2025. Chissà se scadono prima loro o prima io...
Mizarino non in linea  
 


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 01:25.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it