Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Autocostruzione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 24-07-18, 09:59   #41
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 951
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Leon Foucault, a noi ben noto, definiva poeticamente uno specchio piano come “il cielo in una stanza”. Personalmente non posso che dargli ragione !
Vediamo come in pratica si esegue questo test, anche se, probabilmente, a causa dell’uso del costoso specchio piano, difficilmente riuscirete a farlo.
Anzitutto devo dire che si tratta di un test usato più che altro in fase avanzata di realizzazione del secondario, poiché si fanno prove come se il telescopio è completamente montato. Infatti per eseguire questo è necessario che il primario e il secondario sono ben allineati e quindi occorrono supporti idonei.
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 24-07-18, 10:08   #42
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Avere un banco per fare test in autocollimazione è il sogno di ogni astrofilo, ed anche il mio. Si scontra con due cose, l'alto costo dello specchio piano, che deve essere di notevole qualità, e la costruzione del banco medesimo. Anzi, più che altro avere il posto dove tenerlo. Perchè una volta che hai costruito tutto l'accrocco poi mica lo puoi distruggere...
Mauro Meco aveva un bel banco per fare il test e sfruttava una vecchia montatura a forcella Meade da 12", che aveva dotato di una culla. Sotto aveva una coda di rondine per alzarla ed abbassarla. In quel modo poteva mettere l'ottica sulla culla e con i movimenti micrometici della forcella poteva allineare bene il tutto. Usava uno specchio piano da 12", che doveva costare un sacco di soldi. Peccato che quando ha smesso l'attività abbia venduto tutto in blocco non si sa bene a chi.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 24-07-18, 10:54   #43
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 951
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Un piano da 12" siamo sui 5000 euro circa ............ Ovviamente mi riferisco ad un prodotto di classe professionale, con certificazione ecc. Nel surplus qualche volta si trovano piccoli specchi piani a cifre molto ragionevoli. Però di solito non è nota la precisione della superficie.

Ultima modifica di astrotecnico : 24-07-18 11:08.
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 24-07-18, 13:32   #44
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Nel suo caso doveva fare i test su numerosi strumenti, quindi un 12" era necessario. Vidi il suo banco ottico quando ricentrò il portasecondario del mio Meade 12" ACF, che si era allentato e muoveva.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 25-07-18, 08:34   #45
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 951
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Ecco come occorre disporre i componenti per attuare il test in autocollimazione. Come è possibile notare le ottiche del telescopio in esame, che nel nostro caso è un Cassegrain, sono praticamente poste esattamente come se lo strumento è assemblato nelle sue normali condizioni di lavoro. Quindi per fare questo test è indispensabile avere il primario gia lavorato, praticamente finito e lucidato, oltre al famigerato specchio piano. Il secondario deve essere già in fase di finitura elevata. E' ovviamente un test qualitativo e quantitativo, perchè si usa un reticolo di Ronchi, quindi abbiamo le ben note frange.


astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 25-07-18, 09:13   #46
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 951
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Vediamo le caratteristiche principali di questo test, pregi e difetti:
  • è qualitativo e quantitativo
  • è molto sensibile agli errori delle superfici (la nostra amica luce, che ci aiuta nelle misure, fa un percorso multiplo, quindi ogni errore viene fortemente amplificato)
  • lo spazio richiesto per le misure è relativamente ampio
Questi i pregi principali. Vediamo i difetti:
  • i componenti dello strumento sotto test devono essere ben allineati (come se sono montati nel tubo ottico)
  • servono pertanto dei supporti molto robusti e stabili sia per il secondario, con inclinazione regolabile, sia per il primario e anche per lo specchio piano
  • ci vuole il costoso specchio piano
  • sia l'immissione della luce (Laser o Led) sia la captazione del fascio di ritorno sono attuati dal foro del primario Cassegrain sotto test, quindi con una certa difficoltà, specialmente se si tratta di uno specchio piccolo, con foro di dimensioni ridotte
  • per risolvere il problema sopra citato si ricorre frequentemente ad un specchio semialluminato o più semplicemente ad un prisma

Ultima modifica di astrotecnico : 25-07-18 14:00.
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 25-07-18, 09:35   #47
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 951
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Che cosa si vede all'uscita di tutto il sistema, oltre il reticolo di Ronchi ?
Naturalmente le nostre amiche frange ! Più sono dritte e senza indentature, pieghe ecc migliori sono le superfici degli specchi in esame, più elevata è la qualità della combinazione ottica sotto esame.
Semplice, no ?

Quindi è come fare, perdonatemi la ben poco tecnica affermazione, "il secondario sul primario" ovvero avendo un buon primario parabolico di qualità già testata, fare il secondario iperbolico è quasi un gioco ........ Ho detto quasi perchè non è esattamente così, però insomma ........

Non solo: vedrete ogni minimo errore fortemente amplificato tanto che, anche se le misure vi diranno che il sistema è ampiamente in tolleranza, continuerete a vedere comunque problemi delle superfici, la cui entità è veramente minimale.

Ultima modifica di astrotecnico : 25-07-18 09:40.
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 25-07-18, 10:11   #48
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 951
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Allora se avete lo specchio piano ora potete tranquillamente procedere, ma se non lo avete ?? Come fare ? Un bel problemino, vero ?
Dunque ragionate con me: quale è la vera funzione dello specchio piano ? Ricordate come lo definiva Foucault ? Il cielo in una stanza: perchè ? Quando punto il telescopio verso una stella i fasci di luce che mi arrivano, essendo l'ampiezza angolare dell'astro molto piccola, sono praticamente paralleli. E' questa una condizione ideale per testare delle combinazioni ottiche ? Certamente ! Ma allora l'unica, vera funzione dello specchio piano è quella di generare fasci paralleli di luce !
E se non ho lo specchio piano, come posso quindi fare a provare il mio Cassegrain ? Semplice: su stella ! Potrò anche farlo su quella viene definita una stella artificiale, cioè una sorgente puntiforme più lontana possibile dal mio telescopio.
Vi ricordate il nostro mentore Jean Texerau, autore del noto libro "How To make a Telescope" ? Saprete sicuramente che oltre ad essere un costruttore di telescopi amatoriali è stato anche un eccellente ottico professionista.
Andate a vedere nel suo libro come ha fatto a sistemare il secondario del telescopio da 82" del Mc Donald Observatory in Texas: 17 giorni di rilavorazione del secondario da 28", con verifiche fatte su stella, ovviamente di notte ! Da un errore di oltre 1 lunghezza d'onda è passato a 1/8 d'onda !

Ultima modifica di astrotecnico : 25-07-18 10:14.
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 25-07-18, 11:09   #49
astrotecnico
Utente
 
Data di registrazione: Jun 2005
Ubicazione: Perugia
Messaggi: 951
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Ovviamente fare test direttamente su stella non è affatto esente da problemi. Infatti dovrò fare i conti con almeno tre possibili ostacoli:
  • la qualità del cielo
  • la turbolenza
  • le condizioni meteo
Non ultimo il fatto che per non avere problemi di inseguimento, le mie prove devono essere fatte con la Polare.

Ultima modifica di astrotecnico : 25-07-18 14:01.
astrotecnico non in linea   Rispondi citando
Vecchio 25-07-18, 11:54   #50
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 18,745
Predefinito Re: Come fare un Cassegrain

Il problema maggiore per fare il controllo su una stella è che gli specchi vanno per forza montati su un qualcosa che assomigli ad un telescopio, anche se grezzo, che li tenga ben allineati.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 12:49.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it