Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Il Mondo dell'Astronomo dilettante > Autocostruzione
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 08-01-19, 17:08   #11
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,495
Predefinito Re: Motofocheggiatore ideale.

Per come le ricordo io sono fasci di fili di acciaio armonico avvolti appaiati e su più strati sovrapposti (almeno quattro) e con verso degli avvolgimenti incrociato sopra ad un unico filo guida, in modo da avere la stessa coppia di torsione nei due versi.
Una prova varrebbe la pena farla; il focheggiatore non deve essere eccessivamente duro (non ha alcun senso che lo sia se non vengono applicati carichi pesanti al posto dell'oculare, eventualmente modificarlo) e la cordina + guaina va utilizzato in tutta la sua lunghezza; mi pare di ricordare che alle estremità tutti i fili sono saldati tra loro e pressati in modo che la cordina assume una sezione quadrata per un tratto di qualche centimetro.

Conviene farla uscire dalla manopola di sinistra se il focheggiatore ha due manopole, e descrivendo una generosa curva a 270° in modo che per qualunque movimento della mano la guaina lavori solo in flessione, mai in torsione e tanto meno in trazione.
Se qualche vibrazione della mano arriva al tubo mi verrebbe da pensare che la montatura non ha una rigidità sufficiente e bisogna provvedere; del resto in questo caso anche un motore stepper potrebbe introdurre vibrazioni che disturbano la messa a fuoco essendo il suo movimento non proprio "fluido".

Certo "quell'appendice" che sporge non è molto bella a vedersi ma si può tollerare innanzitutto se il sistema funziona, pensando al grande vantaggio di non dipendere da schede elettroniche che richiedono alimentazione, e se lo smontaggio/rimontaggio è estremamente rapido e ripetitivo, in modo da poter togliere il flessibile dopo ogni uso, e questo dipende dall'inventiva con cui viene fissata e bloccata la guaina al corpo del telescopio; la cordina interna invece è già predisposta a questo scopo perchè la sua estremità è a sezione quadrata e deve essere semplicemente infilata in un foro quadrato MOLTO preciso da realizzare con una limetta quadra al centro della manopola del focheggiatore, in modo che durante le flessioni la cordina possa scorrere avanti e indietro senza andare a forzare contro la guaina, e questa è la parte più "certosina" del lavoro da realizzare.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)

Ultima modifica di ANDREAtom : 08-01-19 17:17.
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Vecchio 10-01-19, 08:11   #12
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,495
Predefinito Re: Motofocheggiatore ideale.

Tornando al titolo, un motofocheggiatore "ideale" io lo vedo in questo modo : deve avere una risoluzione infinita, cioè fermarsi in un qualunque punto dell'escursione senza movimento a scatti; non deve avere giochi quando inverte il senso di marcia; deve muoversi in maniera proporzionale all'angolo di ritazione di una manopola, meglio ancora se multigiri.

Tutte queste condizioni nel mio telescopio telecomandato le ho risolte in questo modo

http://oi1084.photobucket.com/albums...e/DSCI2261.jpg

Il corpo centrale è un tubo in alluminio anodizzato e lappato internamente (di quelli usati negli impianti oleodinamici) in cui scorre un tubo in PVC la cui estremità dove va infilato l'oculare (o la telecamera nel mio caso) si vede sporgere a sinistra.

Questo tubo interno viene trascinato da quella barra in ottone filettata, supportata da un lato da un cuscinetto a sfere e dall'altro dal perno del piccolo motoriduttore che si vede a destra, ed è collegato in maniera solidale al "cursore" della barra filettata attraverso una scanalatura nel tubo in alluminio che non si vede perchè e sotto alla barra filettata.

Contemporaneamente, sempre solidalmente viene mosso il potenziometro a slitta ai cui capi è applicata una tensione continua, quindi al piedino di uscita del potenziometro sarà presente una tensione proporzionale alla POSIZIONE assunta di volta in volta dal tubo focheggiatore.

Questa tensione viene inviata ad una scheda elettronica che la confronta con un'altra tensione proveniente da un potenziometro rotativo a dieci giri, quello con cui si effettua la messa a fuoco.

Il circuito di principio è denominato "a ponte di Wheatstone" ed è lo stesso utilizzato in tutti i servocomandi per modellismo; non sto a scendere nei dettagli tanto i più esperti di elettronica hanno capito di cosa sto parlando, i meno esperti non lo capirebbero lo stesso ... comunque il principio di funzionamento è molto semplice e si spega in due parole: il circuito elettronico che pilota il motoriduttore fa in modo che le due tensioni, quella generata dal potenziometro a "slitta" e quella generata dal potenziometro rotativo di comando siano identiche, quindi ogni variazione della tensione di controllo costringe il motoriduttore a compensare questa variazione mettendo in rotazione la barra filettata fino a che le due tensioni non risultano identiche.

Siccome questa differenza di tensione viene enormemente AMPLIFICATA, basta spostare la manopola di frazioni di grado per avere uno spostamento proporzionale dall'altra parte.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)

Ultima modifica di ANDREAtom : 10-01-19 09:11.
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 10-01-19, 18:35   #13
ANDREAtom
Utente Esperto
 
L'avatar di ANDREAtom
 
Data di registrazione: Mar 2011
Ubicazione: Macerata
Messaggi: 2,495
Predefinito Re: Motofocheggiatore ideale.

Sono riuscito a recuperare dal mio album un'altra immagine del dispositivo dove è possibile vedere la fessura nel tubo di alluminio attraverso la quale viene mosso il tubo interno; la corsa totale è di circa 70 mm (utilizzo molto il telescopio per visualizzazioni terrestri)

http://i1084.photobucket.com/albums/...e/DSCI2277.jpg

Considerando che per coprire questi 70 mm sono necessari 10 giri della manopola di comando vuol dire che l'escursione è di 7 mm a giro, e questo consente una precisione di messa a fuoco veramente elevata.
__________________
Dai diamanti non nasce niente,
dal letame nascono i fior........
--------------------------
(Fabrizio de Andrè)
ANDREAtom non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 07:21.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it