Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
SkyPoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Osservare il Cielo > Osservazioni in Alta Risoluzione > Stelle Doppie
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 17-03-17, 15:57   #1
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 15,605
Predefinito Doppie di Marzo

Ieri sera ho provato ad osservare alcune stelle doppie. Volevo provare anche il TS Photoline APO 130. E' stato anche un test di puntamento per l'AZ-EQ6 in altoazimutale. Dopo aver disattivato (da pulsantiera) gli encoders adesso la montatura ha puntato sempre benissimo tutte le stelle che erano in tutti i settori del cielo, spesso entro il campo dell'oculare da 3,5 mm (15,7'). Lo strumento facendo uno star test mostrava dapprima un certo astigmatismo sfocando poco (in precedenza non l'avevo notato però), l'astigmatismo che è sparito verso la fine della serata.

Gemelli
Castor, alfa gemini SAO 60198 sep 4,63”
Come al solito una veloce osservazione a Castor, per valutare il seeing. L'osservo con l'oculare Orion Stratus 3,5 mm 68° con 260x ed un campo reale di 15,7'. Le centriche sono ben rotonde e abbastanza ferme, il primo anello di diffrazione è perfettamente rotondo ed integro. Delle ottime condizioni. Molte delle doppie osservate sono state classificate da Struve.


Unicorno
Beta Monocerotis, SAO 133316; Struve 919; Mag 4,62/5,0/5,39/12,10 Sep 7,1/9,9/25,4 PA 132/125/47 tripla. Già osservata varie volte ma è sempre bello poterla guardare di nuovo, una tripla stupenda. Le stella hanno tutte un anello di diffrazione molto sottile ben visibile. Le due stelle più vicine sono separate da uno spazio nero pari a circa 2 centriche.


Epsilon Monocerotis, SAO 113810 Struve 900, Mag 4,42/6,64/12,7 Sep 12,4/91,8 PA 30/254
Una doppia carina, la primaria la vedo bianca, mentre la secondaria più bruna.


Zeta Monocerotis, SAO 135551, Struve 1190 Mag 4,46/10,2/9,68 Sep 33,4/65 PA 106/246
Una doppia abbastanza larga, poca soddisfazione.


Leone
4 Leo, SAO 81583; Coord 2000 10556+2445; Struve487; PA 112 Sep 6,6; Mag 4,48/6,3
La differenza di magnitudine si vede molto bene, entrambe le stelle mostrano il primo anello di diffrazione.


Leo, ALGIEBA; SAO 81298; Coord 2000 10200+1950; Struve1424; comp AB; PA 126; Sep 4,61; Mag 2,37/3,64
Due stelle gialle, anche qui si percepisce bene la differenza di magnitudine. La doppia appare separata da uno spazio nero che giudico di circa una centrica e mezzo.


90 Leo, SAO 99673; Coord 2000 11347+1648; Struve1552; AB; PA 208 Sep 3,5; Mag 6,26/7,31/9,77
Un sistema triplo davvero bello. Anche qui si vede la differenza di magnitudine tra la coppia più stretta, la primaria mi sembra gialla.


Ome Leo; SAO 117717; Coord 2000 09285+0903; Struve 1356; PA 103; Sep 0,74; Mag 5,69/7,28
Qui si va davvero sul difficile, visto che il limite di Dawes per un 130mm è di 0,89', quindi saremmo sotto al limite strumentale. Metto il 2,5 mm (364x) e si percepisce che la stella non è singola, allora metto il 3,5 col duplicatore, un Meade Telextender 2x (520x). La doppia si vede come una nocciolina, le due centriche sono fuse assieme con un leggero restringimento al centro. Ad occhio valuto l'angolo di posizione in qualcosa sopra i 100° (una stima difficile da fare con la montatura alto azimutale) ed effettivamente osservando la PA è proprio così. Lo strumento dimostra quindi di arrivare al limite di separazione teorico.


49 Leo; SAO 118380; Coord 2000 10350+0839; Struve 1450; PA 154; Sep 2,2; Mag 5,8/7,9
Una doppia carina, la secondaria è tenue ma molto nitida, separata da un tratto di nero pari ad una centrica. L'osservo col 3,5 mm (260x) e col 2,5mm (364x).


Lince
12 Lyn; SAO 25939; Cord 2000 06462+5927; Struve 948; AB; PA 69/308; Sep 1,88; Mag 5,44/6/7,05 Una bellissima tripla già osservata varie volte, sarebbe quadrupla ma la quarta stella è molto lontana. La coppia più stretta mi appare con un tratto nero nel mezzo che valuto in circa una centrica.


19 Lyn; SAO 26311; Coord 2000 07229+5517; Struve1062; comp AB; PA 315; Sep14,8; Mag 5,76/6,71 Sarebbe un sistema quadruplo, ma dopo le altre doppie strette dà poca soddisfazione.


Lyn; STF 936; SAO 25861; Sep:1.1; Mag1:7,26: Mag2:9,04; PA: 284; Coord: 06h 39m 43.55s +58° 05' 42.1" nella pulsantiera questo numero di SAO non c'è, quindi non sono riuscito a puntarla. Ho aggiunto ora le coordinate, che prima non avevo, per la prossima volta.




Sestante
35 Sex; SAO 118449; Coord 2000 10433+0445; Struve 1466; comp AB; PA 239/333,8; Sep 6,8; Mag 6,23/7,13/8,1 Una bella doppia, larga e tenue.


40 Sex; SAO 137808; Coord 2000 10493-0401; Struve 1476; PA16; Sep 2,4; Mag 7,08/7,82
Carina! Due stelline tenui ma ben visibili separate da almeno 3 centriche di spazio nero.


Orsa Maggiore
Sig2 UMa; SAO 14788; Coord 2000 09104+6708; Struve 1306; comp AB; PA 350; Sep 4,15; Mag 4,87/8,85 La montatura centra bene questa doppia nel campo del 3,5mm (15,7'). La secondaria è debole ma ben visibile e separata.


51 UMa; SAO 62387; Coord 2000 11045+3814; comp ABC; PA 251/83; Sep 8/150,1; Mag 6,04/11,6/7,56 Ci sono diverse stelle abbastanza lontane ma non ci capisco molto, probabilmente non vedo la secondaria di mag. 11,6.


Nu UMA 54UMA Alula Borealis SAO 62486 STF 1524; mag1: 3,64; Mag2: 10,1 sep. 7,8” Questa è una doppia di un elenco di “Cherubino/Diglit”, un astrofilo appassionato di rifrattori di qualità eccelsa, quindi le sue doppie sono sempre difficili e ben adatte a valutare la qualità degli strumenti. La primaria la vedo gialla e la secondaria mi appare come un puntino finissimo ma perfettamente nitido. E' una doppia davvero molto sbilanciata.


Xi UMA Alula Australis SAO 62484 Hip 55203 AB 4,33-4,8 sep. 1,7” (da Cherubino)
Bella coppia di stelle quasi gemelle, stretta ma le stelle appaiono con uno spazio nero nel mezzo pari a circa ½ centrica.


UMA, Mizar, SAO 28738, Mag 2,23/3,88 Sep 14,5 PA 152
Questa è la doppia di Mizar, non si tratta di Alcor che è molto lontana e comunque solo prospettica. Due stellone bianche brillanti, la primaria la vedo bluastra. La differenza di magnitudine è molto ben visibile.


Cancro
Zeta2 Cancri, Struve 1196; SAO 97645 e SAO 97646; Mag 5,3/6,25/5,3 Sep 1,06/5.92 PA 38/68
La montatura compie almeno mezzo giro su se stessa per puntare questa doppia e poi la mette nel campo dell'oculare 3,5mm (15,7'), mica male! Anche questa è una tripla davvero stupenda! Le due stelle più vicine appaiono separate da un trattino di nero, la terza componente è tenue ma molto nitida.


66 Cancri, SAO 61202; Struve 1298; Mag 5,95/8,56/11; Sep 4,2/187,5 PA 136/319 tripla.
Una doppia carina, la terza componente è molto lontana.


24 Cancri, Struve 1224; SAO 80184; Mag 6,92/7,53; Sep 5,6, PA51
L'osservo dapprima con l'8mm (113x) poi col 3,5 mm (260x). La secondaria è tenue ma ben visibile.


Phi2 Cancri, Struve 1223; SAO 80187; Mag 6,16/6,21 Sep 5,2 PA 218
Due stelle bianche, gemelle, che vedo in verticale una sopra l'altra.


Cnc; STF 1171; Sep: 2,1; mag1: 6,48; Mag2: 9,95; PA: 326; SAO 79864
La secondaria non la vedo. Abbastanza stretta e molto sbilanciata. Questa doppia è adatta a Cherubino... Va riprovata.


Cnc; STF 1177; V3892; Sep:3,4; Mag1:6,69; mag2: 7,41; PA: 350; SAO 79928
L'osservo col 5 mm Hyperion (182x), sono stelline tenui ma ben visibili, ben percepibile la differenza di magnitudine.


Idra
17 Hya; SAO 136408; Coord 2000 08555-0758; Struve 1295; PA 4; Sep 4; Mag 6,73/6,93
Due stelle tenui ben separate. Le osservo col 5mm. Però entrambe le stelle hanno qualcosa di strano, non le vedo perfettamente rotonde. Sono due doppie a loro volta? Lo strumento non può arrivare alla risoluzione necessaria. Sul sito Stelledoppie (dove non c'è riportato il SAO) non si dice nulla... La cosa merita una ulteriore investigazione.


Chioma di Berenice
2 Com; SAO 82123; Coord 2000 12043+2128; Struve 1596; PA 235; Sep 3,7; Mag 6,18/7,48.
Una doppia sbilanciata, ben separata.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-03-17, 17:00   #2
GTI77
Utente Esperto
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: Pontedera (PI)
Messaggi: 1,708
Predefinito Re: Doppie di Marzo

Ottima lista e ottimo lavoro Cocco, grazie!
__________________
Dobson SW 14" goto, SW Newton 200/1000 BD, Vixen R-100L, Newton "solare" 150/1200 custom, SW AZ EQ5 Pro, Canon 1000D mod., ASI224MC, QHYIII178M.
GTI77 non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Geoptik Astronomia
Vecchio 17-03-17, 18:36   #3
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 45,039
Predefinito Re: Doppie di Marzo

CCCCOBILL, ora ci devi fare qualche foto di GIOVE, dove il contrasto superiore di uno strumento non ostruito può fare molto.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"--montatura AZ-EQ5 GT--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm----MAK SW BD da 102/1300mm--MAK CELESTRON 127mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 17-03-17, 22:20   #4
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 15,605
Predefinito Re: Doppie di Marzo

Eh, le foto in alta risoluzione sono difficili ed io non sono affatto bravo. Casomai sono più capace di fare foto deep, anche se sono fermo da tanto, troppo tempo. Il fatto è che mi piace anche osservare e quando faccio fotografie non riesco ad osservare, se non altro per mancanza di... spazio. Magari ci posso provare, la strumentazione adatta ce l'ho.
C'è da dire una cosa. I pianeti visualmente si vedono bene e forse meglio con un buon rifrattore, mentre fotograficamente si fanno migliori foto con strumenti a specchio di grande diametro. Penso che questo sia dovuto al fatto che i grossi riflettori hanno la risoluzione ma poco contrasto, mentre i relativamente piccoli rifrattori hanno meno risoluzione ma alto contrasto. Visualmente se il contrasto non è sufficiente c'è ben poco da fare, mentre invece in fotografia se il contrasto c'è, anche se basso, si può sempre aumentare con l'elaborazione. Per questo motivo le migliori foto ai pianeti si fanno con catadiottrici o Newton di grande diametro.
Questo elenco di doppie l'avevo preparato per la sera in cui ci ritrovammo con Robb, Javad ed altri amici. Il seeing era osceno ed il forte vento impedirono di fatto le osservazioni. Ora le ripropongo anche a loro.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 19-03-17, 09:29   #5
Dob
Utente
 
Data di registrazione: Sep 2009
Messaggi: 684
Predefinito Re: Doppie di Marzo

Ottima osservazione

A mio parere se le immagini non sono contastate in un grosso riflettore ciò può essere dovuto a: qualità ottica, adattamento termico, seeing, collimazione.
Ma se i 4 fattori sono a posto allora le immagini saranno contrastatissime perfino in un dobson

p.s. ma tu Cocco, sei il Fabio Bocci di Astrofili.org ?
Dob non in linea   Rispondi citando
Vecchio 20-03-17, 08:01   #6
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 15,605
Predefinito Re: Doppie di Marzo

Allora, riportavo sopra:
Idra
17 Hya; SAO 136408; Coord 2000 08555-0758; Struve 1295; PA 4; Sep 4; Mag 6,73/6,93
Due stelle tenui ben separate. Le osservo col 5mm. Però entrambe le stelle hanno qualcosa di strano, non le vedo perfettamente rotonde. Sono due doppie a loro volta? Lo strumento non può arrivare alla risoluzione necessaria. Sul sito Stelledoppie (dove non c'è riportato il SAO) non si dice nulla... La cosa merita una ulteriore investigazione.
Poco fa ho scaricato Cartes du Ciel versione 4, ed ho voluto provare a vedere cosa mi riportava su questa stella. Effettivamente Cartes du Ciel ver 4 riporta che la 17 Hya ha una secondaria abbastanza stretta, separazione 0,7", PA 348, la TYC 5443-1951-1 Mag: 6.73 Indice Colore: 0.20 Blu. Quindi la mia impressione era vera. Sarebbe bello poter provare a ripetere questa osservazione con qualche strumento più grosso, ma il tempo è inclemente...
Però chi può farlo potrebbe dare un'occhiata a questa davvero difficile tripla (almeno perchè secondo me c'è anche una quarta componente vicino alla secondaria).
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 21-03-17, 07:15   #7
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 45,039
Predefinito Re: Doppie di Marzo

COCCO BILL da oggi in avanti ti potresti chiamare OCCHIO DI FALCO, il percepire una irregolarità su quella doppia è un risultato eclatante, a testimonianza che l'APO TRIPLET da 130mm mena di brutto e che tu hai un'ottimo occhio.
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"--montatura AZ-EQ5 GT--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm----MAK SW BD da 102/1300mm--MAK CELESTRON 127mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 21-03-17, 07:17   #8
giovanni bruno
Moderatore
 
Data di registrazione: Jul 2007
Ubicazione: ivrea
Messaggi: 45,039
Predefinito Re: Doppie di Marzo

Quando ti capiterà una serata con seeing eccellente, potresti riprovare quella DOPPIA-TRIPLA e forse pure QUADRUPLA, con l'ACF da 12"
__________________
Strumenti,--C11 CPC DELUXE EDGE HD--MEADE LX90 ACF 8"--montatura AZ-EQ5 GT--montatura EZ-TOUCHE--rifrattore SW 70/500mm--rifrattore ACRO SW BD 102/500mm----MAK SW BD da 102/1300mm--MAK CELESTRON 127mm-- rifrattore SW BD da 120/600mm--rifrattore APO 120ED --RUMAK INTES MICRO ALTER M615 da 152/2250mm--binocolo TENTO 20x60--binocolo ZEIS 10x50 JENOPTEM--torretta LUMICON--torretta DENKEMEYER BIG EASY--torretta DENKEMEYER II--

Una vagonata di oculari ,tutti in coppia.
giovanni bruno non in linea   Rispondi citando
Vecchio 21-03-17, 08:26   #9
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 15,605
Predefinito Re: Doppie di Marzo

Infatti l'ho già messo in... cantiere. Peccato che il tempo adesso è davvero pessimo. Mi piacerebbe provare il 12" su queste doppie molto strette, perchè l'ho usato solo per doppie con separazione non inferiore a 0,7", invece il 10" ACF l'ho usato fino a doppie con separazione sino a 0,5". Ma non perchè il tubo avesse delle limitazioni ma perchè le limitazioni le aveva il seeing. L'altra sera è stata davvero una sera speciale per le stelle doppie. Debbo cercare dei dati più precisi sulla 17 Hya, perchè ancora non so a quanto tempo fa risalga la misura della separazione di 0,7", perchè in qualche anno potrebbe cambiare. Siccome la stessa serata ho visto come una nocciolina la Ome Leo (SAO 117717) mentre la 17 Hya mi appariva più stretta sarei propenso a ritenere che avesse una separazione ancora leggermente minore, diciamo verso 0,6", avendo una magnitudine simile. Poi la secondaria la dicono singola, però anche quella non mi appariva perfettamente rotonda.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Vecchio 21-03-17, 08:34   #10
Cocco Bill
Moderatore
 
L'avatar di Cocco Bill
 
Data di registrazione: Feb 2010
Ubicazione: Firenze
Messaggi: 15,605
Predefinito Re: Doppie di Marzo

Le doppie appaiono in modo abbastanza diverso con il TS APO 130 rispetto a come appaiono col Vixen NA 120S. Col Vixen il primo anello di diffrazione è molto tenue e leggermente sfumato, col TS 130 invece è più marcato e sottilissimo, non avevo mai visto il primo anello così sottile come spessore e nitido. Il secondo anello praticamente non si vede con nessuno dei due strumenti, le stelle molto luminose che lo potrebbero mostrare (ad es. Sirio) in realtà mostrano una scintillazione tale che gli anelli quasi non si vedono nell'immagine a fuoco. Si capisce che i due strumenti sono profondamente diversi come schema ottico, uno è un tripletto apocromatico e l'altro un Petzval acromatico.
Cocco Bill non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 00:52.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2017, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it