Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie - Maggiori Informazioni - Acconsento


Atik
Coelum Astronomia
L'ultimo numero uscito
Leggi Coelum
Ora è gratis!
AstroShop
Lo Shop di Astronomia
Photo-Coelum
Inserisci le tue foto
DVD Hawaiian Starlight
Segui in diretta lo sbarco di Philae sulla Cometa
Skypoint

Vai indietro   Coelestis - Il Forum Italiano di Astronomia > Scienze Astronomiche > Astrofisica e Cosmologia
Registrazione Regolamento FAQ Lista utenti Calendario Cerca Messaggi odierni Segna come letti

Rispondi
 
Strumenti della discussione Modalità  di visualizzazione
Vecchio 24-10-06, 17:14   #21
Eremita
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: l'asse terrestre

Quote:
ShemsuHor
Non vorrei essere noioso, ma secondo me qualcosa di catastrofico è successo circa 12000 anni fa...
che sia stato un impatto catastrofico a porre termine all'era glaciale? si ha quache notizia scientifica al riguardo?
Ho letto da qualche parte, ma non ricordo bene dove, uno studio (o un'ipotesi) sull'impatto di uno o forse due meteoriti nell'oceano pacifico, il che avrebbe alzato notevolmente la temperatura, provocando la deglaciazione...
Ne sapete qualcosa???Grazie...Andrea
L'impatto è una delle possibili ipotesi che rientrano in una visione convenzionale dell'universo e delle forze che ne guidano i fenomeni.
Ve ne possono essere altre, altrettanto plausibili all'impatto che potrebbero spiegare alcune anomalie risalenti all'incirca al periodo di tempo a cui fai riferimento.
Nell'Universo Elettrico una delle possibili cause si potrebbe farla risalire a fenomeni elettrici di magnitudine planetaria causate da un recente passato elettricamente molto più attivo del sistema solare. Le cause di una tale situazione potrebbero essere collegate ad un assestamento delle orbite di alcuni dei pianeti ora definiti interni, per cui si sarebbero create delle violente interazioni tra le magnetosfere (plasmasfere) di questi corpi con la susseguente liberazione di potenti scariche elettriche in grado di sconvolgere le condizioni fisiche e le superfici dei corpi coinvolti nel fenomeno. Naturalmente questa è solo un'ipotesi come un'altra, ma che potrebbe spiegare bene molte delle anomalie presenti sulla Terra, come sulla superficie e nei parametri orbitali (alta eccentricità di alcune orbite) di altri pianeti del sistema solare interno.
Per quanto concerne l'ipotesi impatto, credo che un impatto di simili dimensioni come quello da te ipotizzato potrebbe portare il clima terrestre verso una rapidissima glaciazione del pianeta più o meno transitoria, piuttosto che ad una deglaciazione.

X rigel: se ricordi tempo fa discutemmo sulla reale causa della vasta craterizzazione presente sui corpi del sistema solare, evidentemente il Meteor Crater come altri può essere di origine elettrica, in quanto ai depositi di roccie metalliche, nei processi di fusione nucleare indotti da un arco elettrico prolungato e di grande potenza su scala planetaria, questo tipo di minerali metallici sono uno dei prodotti più comuni. Per fare un solo esempio; le famose blueberries presenti su Marte sono continuamente riprodotte nei laboratori del plasma, assolutamente identiche per caratteristiche fisiche, chimiche e per dimensione.
  Rispondi citando
Vecchio 24-10-06, 17:28   #22
Planezio
Utente Esperto
 
L'avatar di Planezio
 
Data di registrazione: Jan 2003
Messaggi: 2,752
Predefinito Re: l'asse terrestre

Quote:
ShemsuHor
Non vorrei essere noioso, ma secondo me qualcosa di catastrofico è successo circa 12000 anni fa...

che sia stato un impatto catastrofico a porre termine all'era glaciale? si ha quache notizia scientifica al riguardo?
Ho letto da qualche parte, ma non ricordo bene dove, uno studio (o un'ipotesi) sull'impatto di uno o forse due meteoriti nell'oceano pacifico, il che avrebbe alzato notevolmente la temperatura, provocando la deglaciazione...
Ne sapete qualcosa???

Grazie...
Andrea
Ora, così per il gusto di parlarne, dato che le ipotesi catstrofiche, dal Diluvio Universale ad Atlantide fanno da sempre parte dell'immaginario collettivo, fai mente locale:
Un evento catastrofico come quello che descrivi, potrebbe casomai scaldare gli oceani (non vorrei entrare nei calcoli, ma mi sembra quanto mai improbabile) e modificare correnti e tutto il resto. Ma se la catastrofe non introduce variazioni permanenti, nel giro di migliaia di anni qualunque effetto "rientra", e le condizioni tornano come prima. Invece ci sono prove (carotaggi profondi) che, neigli ultimi secoli la temperatura è continuata ad aumentare. Come puo un asteroide che scaldi l'acqua per un urto continuare a scaldarla ancora dopo 12000 anni? Se fosse stato un evento catastrofico, o avrebbe cambiato l'inclinazione dell'asse terrestre ( e questo è escluso dagli studi su sedimenti marini e quant'altro, dalla luna, ecc ecc) oppure l'effetto sarebbe stato assorbito ed annullato. Invece il clima, almeno in queste parti del mondo, continua a cambiare: sono fenomeni che avvengono da milioni di anni, gradualmente, se vogliamo in parte inspiegabiolmente. Ma i traumi non c'entrano niente. Forse l'unico che potrebbe aver avuto effetti permanenti potrebbe essere quello che ha formato la baia di Hudson (non so se sia quello a cui si riferisce Rigel): Una botta che potrebbe aver cambiato forse di qualche grado l'inclinazione dell'asse terrestre, che poi, nel giro di un miliardo di anni, potrebbe essersi trasmesso anche al piano di rivoluzxione della Luna. Ma comunque pochissima cosa, inezie. E quando la vita era ancora tutta confinanta in mare, e sulla terraferma non c'era assolutamente nulla.
Cioè, le ipotesi catastrofiche sono, da sempre, suggestive. Ma gli effetti sono comunque, per fortuna, limitati nel tempo. La "deglaciazione" è un processo continuo, lento, e non credo che abbiamo idea del perchè avvenga.
Planezio non in linea   Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Astrel Instruments
Vecchio 24-10-06, 17:37   #23
ShemsuHor
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: l'asse terrestre

Universo Elettrico !?!?!?!?!?!?

bellissimo, non sapevo di questa teoria...
non so se ho capito bene, ma questi fenomeni elettrici potrebbero spiegare le tectidi (si dice così???) del Sahara??? c'è chi dice che sono dovute ad un impatto...
e cosa sarebbero questi aggiustamenti dell'orbita dei pianeti ORA definiti interni??? prima non lo erano??? cioè stavano in posizioni orbitali diverse gli uni rispetto agli altri???

Per la glaciazione, io so che, se l'impatto fosse avvenuto sull'acqua (come dicevo l'oceano pacifico), si sarebbe alzata nell'atmosfera una grandissima quantità di vapore acqueo, il che avrebbe innalzato la temperatura. Questo intendevo...

Grazie
ciao
  Rispondi citando
Vecchio 24-10-06, 17:52   #24
ShemsuHor
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: l'asse terrestre

x planezio...

va bene tutto quello che dici sugli impatti, ma che la deglaciazione sia stato un fenomeno lento e graduale è smentito dagli ultimi studi...
io prendo in considerazione in particolare quelli di John Shaw, dell'università dell'Alberta...
un processo che ha causato l'estinzione di più dell' 80% dei mammiferi può essere graduale??? mah...
secondo me no... ma è solo il mio umile parere

ciao
  Rispondi citando
Vecchio 24-10-06, 17:53   #25
Eremita
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: l'asse terrestre

Quote:
ShemsuHor
Universo Elettrico !?!?!?!?!?!?
bellissimo, non sapevo di questa teoria...
non so se ho capito bene, ma questi fenomeni elettrici potrebbero spiegare le tectidi (si dice così???) del Sahara??? c'è chi dice che sono dovute ad un impatto...
e cosa sarebbero questi aggiustamenti dell'orbita dei pianeti ORA definiti interni??? prima non lo erano??? cioè stavano in posizioni orbitali diverse gli uni rispetto agli altri???
Per la glaciazione, io so che, se l'impatto fosse avvenuto sull'acqua (come dicevo l'oceano pacifico), si sarebbe alzata nell'atmosfera una grandissima quantità di vapore acqueo, il che avrebbe innalzato la temperatura. Questo intendevo...
Grazie ciao
Come ripeto qui siamo nel campo delle ipotesi ed in alcune estrapolazioni anche in quello delle speculazioni. Comunque sia; per l'ipotesi dell'impatto oceanico è vero che avrebbe sollevato masse di acqua sotto forma di vapore ad alte quote, ma questo effetto avrebbe dovuto essere transitorio. Inoltre non sappiamo se nell'ipotesi delll'impatto esso sia avvenuto proprio nell'ìoceano e non viceversa sulla terraferma per cui, come avevo scritto sopra, le conseguenze sul clima terrestre sarebbero opposte, con un opacizzazione quasi totale dell'atmosfera con una susseguente rapidissima caduta della temperatura sulla Terra. In tale caso si avrebbe un effetto di glaciazione rapido seppur transitorio.
L'universo Elettrico è un'ipotesi scientificamente molto suggestiva che trae la sua origine dalla fisica e dalla cosmologia del plasma che ha avuto in Alfven il suo precursore principale.
Continuando nelle ipotesi; nel caso di una cambiamento delle orbite dei pianeti interni oltre ai fenomeni elettrici descritti prima sommariamente, vi potrebbero essere altri effetti collegati a quei fenomeni di interazione elettrica tra i corpi coinvolti, come per esempio un'enorme variazione climatica, sconvolgimenti nella densità e composizione chimica delle atmosfere interagenti e anche una possibile variazione della gravità stessa su quei corpi. Variazione gravitazionale che renderebbe conto delle molte anomalie riscontrate sulla Terra, come la scomparsa dei dinosauri (crollati sotto il loro stesso peso divenuto insostenibile) o le caratteristiche morfologiche superficiali dei pianeti che avrebbero subito violenti fenomeni di riassestamento delle masse rocciose nelle croste planetarie causati dal cambiamento di gravità occorso. In quest'ottica anche il fenomeno della craterizzazione avrebbe una causa elettrica e non da impatto.

Ultima modifica di Eremita : 24-10-06 17:55.
  Rispondi citando
Vecchio 24-10-06, 18:00   #26
ShemsuHor
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: l'asse terrestre

tante cose nuove...
ci penserò su...

il problema è che le ipotesi sono talmente tante e le conclusioni così poche...
peccato...
ma non mi addentro in questo discorso...

ciao
  Rispondi citando
Links Sponsorizzati
Telescopi Artesky
Vecchio 24-10-06, 18:32   #27
Eremita
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: l'asse terrestre

Quote:
ShemsuHor
non so se ho capito bene, ma questi fenomeni elettrici potrebbero spiegare le tectidi (si dice così???) del Sahara??? c'è chi dice che sono dovute ad un impatto...
Dimenticavo questo punto; si le tectiti (frammenti vetrosi ritrovati in gran numero nel deserto del Sahara) sarebbero nient'altro che uno dei prodotti secondari finali della craterizzazione da scariche elettriche che hanno modellato molte altre delle caratteristiche superficiali terrestri, come di altri pianeti. Su scala energetica minore vi sono le folgoriti (tubi vetrosi più o meno ramificati) prodotte dalla fusione di suoli sabbiosi colpiti dai comuni fulmini terrestri.
  Rispondi citando
Vecchio 24-10-06, 19:14   #28
Planezio
Utente Esperto
 
L'avatar di Planezio
 
Data di registrazione: Jan 2003
Messaggi: 2,752
Predefinito Re: l'asse terrestre

Quote:
ShemsuHor
x planezio...

va bene tutto quello che dici sugli impatti, ma che la deglaciazione sia stato un fenomeno lento e graduale è smentito dagli ultimi studi...
io prendo in considerazione in particolare quelli di John Shaw, dell'università dell'Alberta...
un processo che ha causato l'estinzione di più dell' 80% dei mammiferi può essere graduale??? mah...
secondo me no... ma è solo il mio umile parere

ciao
aspeta, forse non sono bene aggiornato: estinzione dell'80% dei mammiferi 12.000 anni fa?
Forse c'è stato qualche malinteso: l'uscita dall'ultima era glaciale, che "E?" un fenomeno graduale da una "piccola glaciazione", non quella che ha formato le valli trentine e la val d'aosta, cioè quella finita 10,000 anni fa, con una estinzione dell'80% dei mammiferi? questa mi giunge proprio nuova. Puoi essere piu preciso?
Planezio non in linea   Rispondi citando
Vecchio 24-10-06, 20:33   #29
ShemsuHor
 
Messaggi: n/a
Predefinito Re: l'asse terrestre

ok, può essere che non sono l'80%, comunque sono tante specie e soprattutto di grossi mammiferi... in siberia l'estinzione è circa del 50% delle specie di mammiferi, e questi sono dati che ho trovato...

cmq, tu quanto sai???

ciò non toglie che io pensi sempre che la fine dell'ultima glaciazione non sia stata lenta ma improvvisa (sempre in tempi geologici).
Poi, ognuno la pensi come vuole...

Andrea
  Rispondi citando
Vecchio 25-10-06, 09:24   #30
Planezio
Utente Esperto
 
L'avatar di Planezio
 
Data di registrazione: Jan 2003
Messaggi: 2,752
Predefinito Re: l'asse terrestre

Quote:
ShemsuHor
ok, può essere che non sono l'80%, comunque sono tante specie e soprattutto di grossi mammiferi... in siberia l'estinzione è circa del 50% delle specie di mammiferi, e questi sono dati che ho trovato...

cmq, tu quanto sai???

ciò non toglie che io pensi sempre che la fine dell'ultima glaciazione non sia stata lenta ma improvvisa (sempre in tempi geologici).
Poi, ognuno la pensi come vuole...

Andrea
Veramente ne so poco, per no dire pochissimo, e la cosa mi incuriosisce parecchio. Però parlando discorsivamente, non trovo poi così valido un ragionamento del tipo "ognuno la pensi come vuole". Siamo qui, mi pare, per chiacchierare amabilmente, e cercare, nei limiti delle proprie conoscenze, di presentare fatti oggettivi. E' chiaro che l'ipotesi di un evento catastrofico è valida quanto un'altra, ma questo "come punto di partenza". Poi, TUTTE le ipotesi debbono essere confrontate coi dati oggettivi. Un evento tale da cambiare iol clima DEVE lasciare tracce riolevabili. E se le evidenze osservative una ipotesi la escludono, ecco che, ipso facto, questa ipotesi non vale piu quanto le altre, casomai confermate da osservazioni. Tutte le ipotesi sono valide per partire, ma poi il metodo scientifico impone che l'esperimento o l'osservazione ne confermi alcune piuttosto che altre.
Mi incuriosisca l'estinzione di massa di cui parli. Non ne avevo mai sentito parlare, e ti chiedo, francamente, se puoi dirmene qualcosa di piu. E, soprattutto, se l'estinzione sia legata alla glaciazione od alla sua fine. Perche a lume di naso mi pare piu plausibile che la vita rifiorisca, dopo una glaciazione, anzichè collassare. Poi sbaglierò, e c'è qualcosa che mi sfugge. Appunto per questo vorrei qualche chiarimento in piu. Cioè, per essere preciso: La GLACIAZIONE o la FINE della glaciazione hanno portato all'estinzione di massa? E' questo che vorrei sapere.
Planezio non in linea   Rispondi citando
Rispondi


Links Sponsorizzati
Geoptik

Strumenti della discussione
Modalità  di visualizzazione

Regole di scrittura
Tu non puoi inserire i messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi inviare gli allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

codice vB è Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato


Tutti gli orari sono GMT. Attualmente sono le 12:58.


Powered by vBulletin versione 3.6.7
Copyright ©: 2000 - 2018, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it